Consigli per gli acquisti

Cosa si può fare con la stilografica? Scrivere e... disegnare e ... dipingere!
Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 6884
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso: Uomo

Consigli per gli acquisti

Messaggio da Ottorino » giovedì 13 giugno 2013, 16:11

Lafountain ha scritto:Alla fine potrai scegliere sulla base del prezzo e della gradevolezza del modello e fare un acquisto per corrispondenza, oppure approfittare di una gita che fai e andare in uno dei negozi che tengono quelle penne e provarle di persona. Il che è quello che ti consiglio caldamente di fare, perché alla fine la penna deve essere adatta a te non solo per il tipo di disegno che fai e per come lo fai, ma anche per come la impugni e di conseguenza di come tu te la senta in mano. E questo non potrai mai saperlo finché non l'avrai provata.
Per Stefano.
Considera anche che puoi lisciare un po' le punte con la carta micromesh. A volte basta veramente pocopocopocopoco.
Rischi, è vero, di esagerare e rovinare tutto, ma con un po' di attenzione, tutti i pennini migliorano.
Soprattutto se la taratura finale la fa chi poi la dovrà impugnare.
In fondo credo che solo tu sia in grado di sistemarti il pennino come lo vuoi. Renditi conto che sei la nicchia della nicchia.
Se tu fossi piu' vicino mi piacerebbe aiutarti. Perchè imparerei un sacco di cose sulla taratura fine di pennini.
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
Lafountain
Artista
Artista
Messaggi: 467
Iscritto il: domenica 14 aprile 2013, 10:00
La mia penna preferita: Lamy Safari
Il mio inchiostro preferito: Lamy nero (QUELLO DI PRIMA!!!)
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Conegliano (TV)
Sesso: Non Specificato

Consigli per gli acquisti

Messaggio da Lafountain » giovedì 13 giugno 2013, 16:16

Ecco Stefano, con Ottorino saresti in ottime mani. Per davvero. Non perdere l'occasione.
Si dovrebbe parlare solo quando si è certi di migliorare il silenzio. (Mio padre)
Marco

gbiotti
Levetta
Levetta
Messaggi: 527
Iscritto il: mercoledì 27 marzo 2013, 15:19
La mia penna preferita: Adesso, Aleph
Il mio inchiostro preferito: Adesso, Marlen Verde
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Arte Italiana FP.IT M: 036
Fp.it ℵ: 028
Località: Provincia di Pisa
Sesso: Non Specificato

Consigli per gli acquisti

Messaggio da gbiotti » giovedì 13 giugno 2013, 16:46

@grievedsx

Visto che parli comunque del voler usare "per intinzione", anche avendo gia' provato con scarsa soddisfazione i pennini, potrei consigliarti di contattare Daniel J Quinn, per noi "THE QUILL"; esperto in materia che commercia anche questo genere di oggetti.
Magari Daniel puo' esserti d'aiuto indicandoti i pennini che, se esistono, rispondono alle tue esigenze. Oltretutto offre anche una convenzione per gli iscritti al forum.
Trovi maggiori riferimenti qui: viewtopic.php?f=56&t=2961&hilit=quill

Se invece, in ultima analisi, i pennini non ti soddisfano comunque, le penne giapponesi sono, come detto un po' da tutti, il punto di riferimento per scorrevolezza e tratti sottili; l'unica cosa che mi preme sottolineare e' che, per quanto usati per sola intinzione, certi inchiostri non adatti alle stilografiche sarebbero comunque da evitare.

Saluti, Geraldo.

Avatar utente
grievedsx
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: giovedì 6 giugno 2013, 13:21
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Savona
Sesso: Non Specificato

Consigli per gli acquisti

Messaggio da grievedsx » giovedì 13 giugno 2013, 20:09

Ciao e grazie per le riposte! Devo chiarire una cosa, io non cerco per forza una penna da immergere nell'inchiostro,anzi, possono essere a stantuffo o a cartuccia che differenza non ne fa (però meglio evitae quelle che non possiedono il converter)
Di pennni classici da inserire nel corpo penna, come ho scritto anche in una diversa sezione del forum, ne ho provati a milioni, veramente, e non ne ho mai trovato un che mi sodisfacesse..neppune delle merche piu rinomate..un giorno ad una fiera di fumetti ho scoperto che "dietro le quinte" una famosa fumettara usava delle rinomete stilografiche..e non è la sola,anzi.. dunque è da quel momento che ho compreso la netta differenza che esiste tra pennini e stilografiche o almeno è quello che mi accorgo tutte le volte che prendo in mano una o l'altra cosa..saranno della stessa famiglia ma non la stessa cosa. Di pennini clasici ho anche provato a levigarli,spazzolarli,lucidarli,molarli,temprarli ecc (l'avoro in un industria in cui si fa anche micromeccanica areospaziale) ma i risultati non sono mai stati soddisfacenti. Ora, o sono scemo io, o come ho gia detto la differenza tra stilografica e classico pennino c'è! ..Probabilmente dovrò prenere ed andare in qualche bel negozio e provare penne fintanto che non trovo quella giusta,ma dove? tenete cont che sono ligure.. Grazie!!
P.S.
Molti fumettari (come quella della fiera) usano le Platinum pen ma non ne ho mai sentito parlare molto...

Avatar utente
Lafountain
Artista
Artista
Messaggi: 467
Iscritto il: domenica 14 aprile 2013, 10:00
La mia penna preferita: Lamy Safari
Il mio inchiostro preferito: Lamy nero (QUELLO DI PRIMA!!!)
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Conegliano (TV)
Sesso: Non Specificato

Consigli per gli acquisti

Messaggio da Lafountain » giovedì 13 giugno 2013, 21:52

Noto, Stefano, che mettere ordine in ciò che scrivi non è un'impresa da poco. Ero rimasto al tuo: Attualmente uso diverse "stilografiche" economiche ma che vanno meglio dei pennini ma ora sono alla ricerca di una penna, da immergere nell’inchiostro, che faccia al caso mio.
Ho piacere che tu ora mi abbia avvertito di aver cambiato idea.
Si dovrebbe parlare solo quando si è certi di migliorare il silenzio. (Mio padre)
Marco

Avatar utente
grievedsx
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: giovedì 6 giugno 2013, 13:21
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Savona
Sesso: Non Specificato

Consigli per gli acquisti

Messaggio da grievedsx » venerdì 14 giugno 2013, 0:05

Lafountain ha scritto:Noto, Stefano, che mettere ordine in ciò che scrivi non è un'impresa da poco. Ero rimasto al tuo: Attualmente uso diverse "stilografiche" economiche ma che vanno meglio dei pennini ma ora sono alla ricerca di una penna, da immergere nell’inchiostro, che faccia al caso mio.
Ho piacere che tu ora mi abbia avvertito di aver cambiato idea.
Eh,eh,si hai ragione, la questione è che probabilmente non so quello che cerco perchè conosco poco e niente di questo mondo..pensa che prima di leggere questo forum pensavo che penna a stantuffo o penna ad immersione fosse la stessa cosa... Inoltre non ho ancora capito come funzionano quelle a stantuffo..ci colo dentro l'inchiostro? alcune mi sembra di ave visto che hanno il corpo fatto a "pompetta" o sbaglio? Io ora uso delle semplici penne a cartuccia, che quando riesco ricrico con una siringa, ma su alcune penne la cosa funziona,su altre no! Mi spiace creare confuione ma avevo avvertito che avrei detto un sacco di cavolate in quanto inesperto in mateia! Ho anche detto che ero interessato alle Sailor professional gear che, se non sbaglio, sono a stantuffo(?). Che le penne siano in un modo o nell'altro adesso spero sia chiaro he non mi intaressa...le uniche cose importanti sono due,tratto extrafine, massima scorevolezza! Per questo devo andare sulle giapponesi? Bene, quali sono le migliori, portafoglio permettendo?!?

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 6884
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso: Uomo

Consigli per gli acquisti

Messaggio da Ottorino » venerdì 14 giugno 2013, 1:20

Allora è meglio se acquisisci un po' di nozioni . Nulla di complicato ma necessario per comprendersi in questo tipo di comunicazione scritta. Se dici a immersione a tutti ci viene in mente un pennino senza serbatoio grande dietro.

http://www.fountainpen.it/Caricamento
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8486
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Uomo

Consigli per gli acquisti

Messaggio da Irishtales » venerdì 14 giugno 2013, 7:42

Stefano, il Wiki ti aprirà un mondo! Ti consiglio di spenderci un po' di tempo perché ne vale la pena. E' indispensabile conoscere alla perfezione il funzionamento degli strumenti con cui si lavora, sia per poterli ripristinare in caso ci siano problemi, sia per sfruttarne appieno le potenzialità e...i limiti!
Se cerchi un tratto molto molto fine le Pilot Penmanship che se non sbaglio hai già acquistato, sono quanto di più fine io abbia mai trovato in una penna stilografica. Nulla però a confronto con alcuni pennini da intinzione (quelli che...vanno immersi nel calamaio!) d'acciaio e piuttosto rigidi. Se vuoi te ne invio qualcuno. Il problema però è che il tratto in quel caso è tanto sottile che nella stampa potrebbe anche "perdersi" e paradossalmente potrebbe essere quindi anche troppo fine per il lavoro che devi svolgere.
Non mi sento di consigliarti di sperimentare penne vintage o difficili da reperire o con pennini costosi, perché una caratteristica fondamentale per te credo sia la facile reperibilità dei ricambi ad un prezzo ragionevole; un conto è scrivere e un altro è disegnare. Il pennino che viene utilizzato per disegnare per forza è sottoposto ad uno stress maggiore e si usura con più facilità, soprattutto se viene utilizzato con costanza. Un pennino Lamy EF con l'inchiostro giusto, non solo è scorrevole ma è anche economico e si sostituisce in un baleno con poca spesa e poca fatica. Inoltre una sola penna può all'occorrenza fare da supporto a vari pennini (Lamy ha pennini che vanno dall' EF fino agli stub, quelli a punta tronca, dello spessore se non sbaglio fino a 1.9 mm). Non sottovalutare le penne scolastiche, fra le quali oltre quelle citate, anche le Pilot Plumix che se non sbaglio hanno pennini M ed F.
Se poi molti tuoi colleghi utilizzano una particolare marca\modello, forse è il caso di provare anche quelle e vedere se fanno al caso tuo.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
grievedsx
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: giovedì 6 giugno 2013, 13:21
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Savona
Sesso: Non Specificato

Consigli per gli acquisti

Messaggio da grievedsx » sabato 15 giugno 2013, 13:51

Ciao a tutti! Si, è vero, ho scritto ad immersione, ma come ho già detto uno stile di penna vale l'altro!
Ho difatti acquistato due Pilot Penmanship e quando mi arriveranno vedrò come mi trovo,ma come sapete non sono facilmente reperibili dunque, sotto consiglio di Irishtales, sto cercando qualche alternativa non troppo costosa! Sempre Irishtales ha citato le Pilot Plumix e mi sa che ci farò un pensierino ma il fatto che non ci sia un pennino EF un po mi sconforta. So bene che alcuni tratti troppo sottili con il ridimensionamento di stampa (a volte ci si mette pure a scarsa qualità) si perdono, ma so "calibrarmi" molto bene. Le Lamy aimè non fanno al caso mio perchè le poche volte che le usate si impuntavano non poco, anche solo acarezzando la carta e addirittura a volte, impuntandosi schizzavano poi sul foglio diverse machioline d'inchiostro..insomma,anche se sono un totale inesperto ho comunque capito che mi serve qualcosa di giapponese dato che sono piu scorrevoli delle altre! é vero che dopo un po che si usano i pennini (sicuro quelli classici) tendono a rovinarsi drasticamente, dunque a pensarci bene è proprio inutile spendere tanto per una penna o per dei pennini su misura che dopo "poco" dovrei cambiare!
P.S.
Si parla tanto anche di inchiostri, quale mi consigliate? Attualmene uso Aurora e Winsor & Newton!

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8486
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Uomo

Consigli per gli acquisti

Messaggio da Irishtales » sabato 15 giugno 2013, 14:10

Ciao Stefano, condivido le tue considerazioni, capisco che ti occorrono strumenti per lavorare perciò mi sento di consigliarti di attendere che arrivino le Penmanship.
Valuterai il tratto e la scorrevolezza. Ti renderai conto se un F può fare lo stesso al caso tuo e quindi se anche le Plumix possono essere prese in considerazione.
Per quanto riguarda le Lamy, in effetti il pennino EF che ho io non è comparabile in scorrevolezza con i pennini Pilot, benchè lo trovi eccellente.
Ma ho sempre imputato questo anche al tipo di carta che utilizzo. Inchiostro. Ti avrei consigliato il nero Aurora, ma vedo che già lo utilizzi. Ti avrei anche consigliato il nero Lamy, ma non so se ultimamente hanno cambiato formulazione. Quello che ho io è eccellente sia con i pennini da intinzione sia con le stilo F ed EF.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
grievedsx
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: giovedì 6 giugno 2013, 13:21
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Savona
Sesso: Non Specificato

Consigli per gli acquisti

Messaggio da grievedsx » mercoledì 19 giugno 2013, 13:52

Irishtales ha scritto:Ciao Stefano, condivido le tue considerazioni, capisco che ti occorrono strumenti per lavorare perciò mi sento di consigliarti di attendere che arrivino le Penmanship.
Valuterai il tratto e la scorrevolezza. Ti renderai conto se un F può fare lo stesso al caso tuo e quindi se anche le Plumix possono essere prese in considerazione.
Per quanto riguarda le Lamy, in effetti il pennino EF che ho io non è comparabile in scorrevolezza con i pennini Pilot, benchè lo trovi eccellente.
Ma ho sempre imputato questo anche al tipo di carta che utilizzo. Inchiostro. Ti avrei consigliato il nero Aurora, ma vedo che già lo utilizzi. Ti avrei anche consigliato il nero Lamy, ma non so se ultimamente hanno cambiato formulazione. Quello che ho io è eccellente sia con i pennini da intinzione sia con le stilo F ed EF.
Ciao a tutti!
Si,aspetterò che mi arrivino le Penmanship prima di fare delle valutazioni ed un ulteriore acquisto mentre le mie ricerche non sono finite e su ebay ho trovato un tedesco che vene le Plunix extra fine, esattamente a questo indirizzo:
citazione commerciale non consentita
Comunque mi sembra strano perchè è l'unico che sia riuscito a trovare! Fatto sta che ero curioso di vedere cosa si trova nei negozi "specializzati" della mia provincia (Savona e dintorni) ma ho trovato poco e nulla, smbra che certe stilografiche ormai siano scomparse dai negozi, ma non solo, sembra addirittura che siano scomparsi i negozi!! Ho cercato qua sul forum un possibile elenco su dove poter reperire le nostre bene amate stilografiche ma non ho trovato nulla e il che mi ha colpito! Propporrei di tentare di farne uno, ma la mia provincia è decisamente povra!!

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8486
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Uomo

Consigli per gli acquisti

Messaggio da Irishtales » mercoledì 19 giugno 2013, 14:05

Non conosco ancora le Plumix ma sono certa che il pennino sia identico a quello della Penmanship e che tutta la sezione sia uguale. Peraltro non sapevo che esistesse una Plumix EF e a dire il vero quella della foto mi sembra strana perché ha il tappo identico a quello della Penmanship nera, nelle Plumix è leggermente differente. Chissà quante versioni ne esistono!
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
grievedsx
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: giovedì 6 giugno 2013, 13:21
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Savona
Sesso: Non Specificato

Consigli per gli acquisti

Messaggio da grievedsx » mercoledì 26 giugno 2013, 0:54

Ciao a tutti!
Oggi pomeriggio mi sono arrivate le Pilot Penmanship, ho finito ora di metterle a dura prova..scriverò una recensione (spero valida) e poi indicherò di seguito il link!
Eccolo:
viewtopic.php?f=72&t=5025

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8486
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Uomo

Consigli per gli acquisti

Messaggio da Irishtales » mercoledì 26 giugno 2013, 18:52

grievedsx ha scritto:
Lafountain ha scritto:Noto, Stefano, che mettere ordine in ciò che scrivi non è un'impresa da poco. Ero rimasto al tuo: Attualmente uso diverse "stilografiche" economiche ma che vanno meglio dei pennini ma ora sono alla ricerca di una penna, da immergere nell’inchiostro, che faccia al caso mio.
Ho piacere che tu ora mi abbia avvertito di aver cambiato idea.
Eh,eh,si hai ragione, la questione è che probabilmente non so quello che cerco perchè conosco poco e niente di questo mondo..pensa che prima di leggere questo forum pensavo che penna a stantuffo o penna ad immersione fosse la stessa cosa...
Tanto per confonderti ancora un po' le idee: dopo una lunga ricerca in rete (due minuti!!! :mrgreen: ) guarda cosa ho "scoperto"....ho solo cercato l'ovvio cartoonist fountain pen

http://www.georgetoon.com/blog/a-great- ... g-is-back/
http://boatwrightartwork.blogspot.it/20 ... chive.html
http://david-wasting-paper.blogspot.it/ ... o-use.html
http://vicmoyainks.blogspot.it/2010/08/adam-kubert.html
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
grievedsx
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: giovedì 6 giugno 2013, 13:21
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Savona
Sesso: Non Specificato

Consigli per gli acquisti

Messaggio da grievedsx » giovedì 27 giugno 2013, 1:21

Beh, dai link che mi hai indicato non ho scoperto nulla di nuovo e posso aggiungere che la sola penna valida è la fountain pentel, che ho povato e che va bene ma non ha un pennino classico, è piu una brushpen con un "pennino" di gomma di rinforzo, ed il tratto sembra quasi quello di un pennarello, tutto uniforme, dunque meglio un classico Fude pen, restando sul Pentel, un Pentel Arts è il massimo, altrimenti consiglio il Pilot petit 3 o al limite il 2..il massimo si trova con i Sailor poket brush, sopratutto se si vuole qualcosa di fine!! Grazie ugualmente per i consigli!! :D

P.S. e come non ricordare i Tombow Fude hard!! ..ma ora sto uscendo dal contesto stilografiche..

Rispondi