nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Sei appena arrivato? Presentati e facci conoscere le tue preferenze in fatto di... penne!!
Avatar utente
nime
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 34
Iscritto il: mercoledì 5 dicembre 2018, 5:13
La mia penna preferita: in progress
Il mio inchiostro preferito: ordinati vari, vedremo...
Località: Cagliari, Sardegna
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da nime » mercoledì 5 dicembre 2018, 21:53

Buonasera a tutti.
Mi chiamo Francesca, ho 28 anni, vengo da Cagliari... e non so ancora se mi piace scrivere con la penna stilografica!
Fin da piccola mi hanno affasciato i negozi e gli articoli di cancelleria coi loro colori e quei profumi così caratteristici. Le penne stilografiche mi hanno sempre affascinata, ma non ci ho avuto grandi esperienze: ricordo a malapena di aver avuto delle cartucce blu (probabilmente Pelikan 40001) in casa, quando ero piccola, ma non ricordo distintamente di aver mai impugnato una penna stilografica. Potrei averne provata una perché ricordo un fastidiosissimo grattare della punta sulla carta e la carta strapparsi, non un granché come inizio e forse è meglio che me ne sia dimenticata.

Gli anni sono passati e io ho trovato la "mia" penna - una Pilot Super Grip < F > blu che mi ha accompagnata dalle scuole medie fino all'università. Probabilmente non è la penna migliore che potessi trovare, ma squadra vincente non si cambia e io non ho mai pensato di voler spendere molto di più in una penna. La fascinazione per le stilografiche però è rimasta ed è esplosa sostanzialmente qualche settimana fa, quando ho per caso guardato un video in cui si recensivano alcune penne stilografiche entry-level: Pilot Metropolitan, Jinhao x450 e x750 e Lami Safari.

Ho provato a resistere alla tentazione, ma sono una di quelle persone che si infiamma per le nuove passioni: quando succede, mi immergo completamente nella materia, inizio a leggere di tutto, informarmi, guardare video e recensioni, comparare e tutto questo inevitabilmente... mi ha portata a cere alla tentazione: ho acquistato la mia prima penna stilografica, una Pilot Metropolitan < M >. Non mi è ancora arrivata e sto fremendo dalla voglia di provarla quindi... non so ancora se mi piace scrivere con la penna stilografica! Ma non contenta, ho ordinato anche le due Jinhao perché le ho trovate a un prezzo ridicolo e ne ho sentito mirabile (...)

Temo che questa passione, potrebbe mandarmi in bancarotta.

Dory
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 32
Iscritto il: lunedì 12 novembre 2018, 11:53
Misura preferita del pennino: Fine

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da Dory » mercoledì 5 dicembre 2018, 22:02

Ciao e benvenuta. Scrivere con una stilografica ha il suo perchè, te ne accorgerai. Per quanto riguarda ossessione/portafoglio può essere più un problema :lol: :lol:

Stefano71
Converter
Converter
Messaggi: 9
Iscritto il: martedì 27 novembre 2018, 11:51

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da Stefano71 » mercoledì 5 dicembre 2018, 22:08

Ciao Francesca,
benvenuta da un altro recente arrivo nel forum!
Ah il mondo delle stilo a basso prezzo è splendido e fatto di millemila tentazioni... sulla Pilot, son certo che non sarò il solo a complimentarmi per l'acquisto. Ne ho due e son convinto che abbiano un fantastico rapporto qualità prezzo. Peraltro credo di avere anche io su entrambe un pennino M.
Beh, buona attesa dunque :)
Ciao!
Stefano

StrumScritt
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 67
Iscritto il: sabato 26 maggio 2018, 13:50

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da StrumScritt » mercoledì 5 dicembre 2018, 22:54

Benvenuta, Francesca.
Posso dirti che la mia esperienza è molto simile alla tua e che, nel mio caso, l'iniziale passione che tu stessa stai provando in prima persona si è trasformata col tempo in scrittura quotidiana con la stilografica (quasi esclusiva, a discapito di altri strumenti o presunti tali).
Hai detto di aver acquistato una Pilot Metropolitan. Ti consiglio di controllare se la penna in questione sia proprio una Metropolitan oppure una MR (Middle Range), modelli che differiscono solamente per l'attacco di cartuccia/convertitore.

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10300
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da piccardi » mercoledì 5 dicembre 2018, 23:37

Ciao Francesca,

un caloroso benvenuto anche da parte mia, e quanto al tuo timore ... diciamo che non sei arrivata nel posto migliore per diminuirlo.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
nime
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 34
Iscritto il: mercoledì 5 dicembre 2018, 5:13
La mia penna preferita: in progress
Il mio inchiostro preferito: ordinati vari, vedremo...
Località: Cagliari, Sardegna
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da nime » giovedì 6 dicembre 2018, 0:09

StrumScritt ha scritto:
mercoledì 5 dicembre 2018, 22:54
Benvenuta, Francesca.
[...]

Hai detto di aver acquistato una Pilot Metropolitan. Ti consiglio di controllare se la penna in questione sia proprio una Metropolitan oppure una MR (Middle Range), modelli che differiscono solamente per l'attacco di cartuccia/convertitore.
Innanzitutto ti ringrazio (e colgo l'occasione per ringraziare tutti) del caloroso benvenuto!
La questione che hai sollevato, in effetti, è una domanda che avrei posto anche io a voi molto presto: come distinguo le due? Negli shop online infatti, sembra siano vendute entrambe sotto la medesima denominazione di Pilot Metropolitan.

Quella che ho acquistato io, su un noto sito, viene indicata come Pilot Metropolitan Collection Fountain Pen, Silver Barrel, Classic Design, Medium Nib, Black Ink (91108); dovrebbe arrivare con un converter "squeeze type" che non credo abbia un codice prodotto: pressi con le dita, rilasci e dovrebbe risucchiare l'inchiostro. Ma non mi sembra esattamente favoloso, quindi vorrei sostituirlo con un altro e vorrei capire quale - se quello internazionale va bene o ne devo acquistare per forza uno Pilot; mi è parso di capire che uno dei due tipi (la Middle Range forse?) mondi solo converter proprietari.

La descrizione del prodotto non mi ha illuminata ulteriormente; posso però dirti che:
1) La penna sta arrivando dall'Ontario (...) non chiedermi perché. Volevo acquistarla su Amazon UK perché quelle italiane non avevano il converter e io volevo evitare di usare la cartuccia in dotazione, ma deve essere successo qualcosa di strano XD
2) Nella sezione dedicata alla descrizione del prodotto, è riportato quanto segue
Designed with writing performance and lasting quality in mind, Pilot MR writing instruments feature durable brass barrels, premium matte finishes, and polished accents that render pure sophistication. Pilot MR is available in two design families - the Metropolitan Collection and the Animal Collection.
Da cui, ulteriori dubbi.
Qualcuno riesce quindi a capire quale converter dovrei acquistare?
Stefano71 ha scritto:
mercoledì 5 dicembre 2018, 22:08
Ciao Francesca,
benvenuta da un altro recente arrivo nel forum!
Ah il mondo delle stilo a basso prezzo è splendido e fatto di millemila tentazioni... sulla Pilot, son certo che non sarò il solo a complimentarmi per l'acquisto. Ne ho due e son convinto che abbiano un fantastico rapporto qualità prezzo. Peraltro credo di avere anche io su entrambe un pennino M.
Beh, buona attesa dunque :)
Ciao!
Stefano
Grazie anche a te!
Purtroppo la punta fine sulla Pilot non era disponibile, perché sono abituata alle punte fine e penso che potrei preferirla. Per caso sai se può essere sostituita?

Per quanto riguarda le Jinhao, so per certo che il pennino può essere sostituito, ma non ho esattamente capito che misure ho ordinato (...) Sono indicati come da 0,5 mm, definizione che mi perplime.
Mi piacerebbe provarne uno < F > e uno < EF >. Qualche consiglio in merito?
piccardi ha scritto:
mercoledì 5 dicembre 2018, 23:37
Ciao Francesca,

un caloroso benvenuto anche da parte mia, e quanto al tuo timore ... diciamo che non sei arrivata nel posto migliore per diminuirlo.

Simone
Temo proprio di no. Due giorni che spulcio il forum e ho già speso 30 euro in inchiostri, 10 in una buona agenda e altre migliaia di euro solo nella mia mente in una lista dei desideri che inizia a diventare imbarazzante. Devo darmi una calmata, perché ancora non ho nemmeno iniziato!

Avatar utente
Mightyspank
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 769
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da Mightyspank » giovedì 6 dicembre 2018, 9:21

Pilot MR e Metropolitan mi risulta siano esattamente la stessa cosa. MR è solo la contrazione.
Da noi si trovano facilmente in molte cartolerie intorno ai 23 €.
Al contrario della versione per il mercato asiatico, in Europa montano cartucce standard internazionale (tipo Pelikan). Il converter di conseguenza dovrebbe essere reperibile in qualsiasi negozio fornito di converter compatibili, per non parlare online.
Il tratto medio della MR è di fatto un fine.
Se vuoi provare un tratto ancora più fine ti consiglio la Pilot 78G o qualche Sailor. Sono davvero fini!
Buona scrittura ;)

Avatar utente
nime
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 34
Iscritto il: mercoledì 5 dicembre 2018, 5:13
La mia penna preferita: in progress
Il mio inchiostro preferito: ordinati vari, vedremo...
Località: Cagliari, Sardegna
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da nime » giovedì 6 dicembre 2018, 12:02

Mightyspank ha scritto:
giovedì 6 dicembre 2018, 9:21
Al contrario della versione per il mercato asiatico, in Europa montano cartucce standard internazionale (tipo Pelikan). Il converter di conseguenza dovrebbe essere reperibile in qualsiasi negozio fornito di converter compatibili, per non parlare online.
Questa è già una bellissima notizia, anche se nelle mie ricerche compulsive ho trovato una comparazione fra la quantità di inchiostro che riesce a contenere il converter in dotazione e un converter tipo C-40 della Pilot ed è uscito fuori che nel C-40 ci sta la metà dell'inchiostro. Quindi mumble mumble, devo pensare.
Eventualmente potrei ordinare qualsiasi converter con attacco internazionale o c'è qualche "cinesata" che è proprio il caso di evitare?
Mightyspank ha scritto:
giovedì 6 dicembre 2018, 9:21
Il tratto medio della MR è di fatto un fine.
Se vuoi provare un tratto ancora più fine ti consiglio la Pilot 78G o qualche Sailor. Sono davvero fini!
Buona scrittura ;)
Si avevo letto che è particolarmente fine perché le punte giapponesi hanno questa caratteristica, ma mi è parso di capire che si potessero anche sostituire proprio... sbaglio?

Avatar utente
Mauro78
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 160
Iscritto il: giovedì 7 settembre 2017, 13:45
La mia penna preferita: Visconti Rembrandt
Il mio inchiostro preferito: blue/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Marche
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da Mauro78 » giovedì 6 dicembre 2018, 12:58

Ciao e benvenuta nel gruppo dei "malati" di questa passione :lol:
Di certo la frequentazione del forum non ti salverà da ulteriori tentazioni... :crazy:
"La penna è la lingua dell'anima" - Miguel de Cervantes

Avatar utente
Holden
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 90
Iscritto il: domenica 20 agosto 2017, 15:34
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da Holden » giovedì 6 dicembre 2018, 14:06

Ciao e benvenuta!
Questo è il posto giusto per alimentare ogni tipo di tentazione stilografica! :thumbup:

Avatar utente
nime
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 34
Iscritto il: mercoledì 5 dicembre 2018, 5:13
La mia penna preferita: in progress
Il mio inchiostro preferito: ordinati vari, vedremo...
Località: Cagliari, Sardegna
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da nime » giovedì 6 dicembre 2018, 14:18

Non mi salverà affatto da ulteriori tentazioni, fra le penne che ho visto qui sul forum ho già scelto il mio regalo di compleanno (...)
Fate male alla salute!

arfe
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 100
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2018, 9:41
La mia penna preferita: Waterman CF
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Royal blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cagliari
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da arfe » giovedì 6 dicembre 2018, 14:31

Benvenuta Francesca!
Anche io vengo da Cagliari! Sei stata colpita anche tu dal morbo delle stilografiche! Attenzione, perchè il passo successivo è riempirsi di penne di ogni tipo comprate con qualsiasi scusa, calamai, cartucce, carte di ogni colore e grammatura!
Qui troverai tanti consigli utili e pareri.
Per esperienza personale so che a Cagliari non si trova granchè... io viaggio un pò per lavoro e mi trovo sempre l'occasione per trovarmi una buona cartoleria :-)

Avatar utente
Placo
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 809
Iscritto il: sabato 2 dicembre 2017, 18:48
La mia penna preferita: Pelikan Classic M205 blu
Il mio inchiostro preferito: J. Herbin Eclat de Saphir
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da Placo » giovedì 6 dicembre 2018, 15:21

Benvenuta! :thumbup:
«Ma solo le parole resistono
all’efferatezza delle stagioni».

Avatar utente
geko
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 39
Iscritto il: martedì 18 settembre 2018, 9:44
Località: BZ
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da geko » giovedì 6 dicembre 2018, 17:01

Benarrivata.
Se non ti vuoi far prendere troppo dai colori, dalle misure dei pennini, dalle forme e dai materiali, ricorda che la penna è uno strumento e prova ad usarlo per il suo scopo primevo: mettere nero su bianco ciò che hai dentro; sperimenta nuove forme di calligrafia e, soprattutto, di contenuti.
Riprendere in mano la stilografica, dopo anni di tastiere e scritture frettolose, mi ha fatto molto bene.
Scrivere lentamente, reimparando la bella calligrafia e rileggendo ciò che ho scritto, mi ha chiarito molte cose, mi è servito ad organizzarmi meglio ed a migliorare il modo in cui mi esprimo, sulla carta ma anche a parole.
Buon divertimento: le chiavi di lettura di questo tuo nuovo interesse sono molte e variegate.

Avatar utente
nime
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 34
Iscritto il: mercoledì 5 dicembre 2018, 5:13
La mia penna preferita: in progress
Il mio inchiostro preferito: ordinati vari, vedremo...
Località: Cagliari, Sardegna
Sesso:

nuovo ingresso nel mondo della stilografica

Messaggio da nime » giovedì 6 dicembre 2018, 21:17

arfe ha scritto:
giovedì 6 dicembre 2018, 14:31
Benvenuta Francesca!
Anche io vengo da Cagliari!

[...]

Per esperienza personale so che a Cagliari non si trova granchè... io viaggio un pò per lavoro e mi trovo sempre l'occasione per trovarmi una buona cartoleria :-)
Compaesano, ben trovato! Approfitterei subito della tua esperienza, a proposito: hai per caso da segnalarmi delle cartolerie "un po' più fornite" delle altre a Cagliari e dintorni? Anche via MP, ovviamente. Ho già sbattuto il muso con una certa resistenza: sono andata in una cartoleria che vende articoli da ufficio a chiedere se avessero la Pilot Metropolitan e mi hanno guardata come se fossi un'aliena. Mi hanno chiesto "Ma vuole proprio quella?" come se fosse assurdo ricercare uno specifico marchio o modello e una penna valesse semplicemente l'altra. Sono rimasta basita!

Per ora ho risolto con l'Online (a chiunque sia in ascolto, sempre via MP, sarebbe stragradito un elenchino di siti affidabili in cui acquistare materiale!) cercando di sfruttare un certo abbonamento molto noto che evita le spese di spedizione su alcuni articoli. L'idea di buttare 8 euro per il corriere su articoli che magari valgono altrettanto, mi irrita terribilmente!
geko ha scritto:
giovedì 6 dicembre 2018, 17:01
Benarrivata.
Se non ti vuoi far prendere troppo dai colori, dalle misure dei pennini, dalle forme e dai materiali, ricorda che la penna è uno strumento e prova ad usarlo per il suo scopo primevo: mettere nero su bianco ciò che hai dentro; sperimenta nuove forme di calligrafia e, soprattutto, di contenuti.
Riprendere in mano la stilografica, dopo anni di tastiere e scritture frettolose, mi ha fatto molto bene.
Scrivere lentamente, reimparando la bella calligrafia e rileggendo ciò che ho scritto, mi ha chiarito molte cose, mi è servito ad organizzarmi meglio ed a migliorare il modo in cui mi esprimo, sulla carta ma anche a parole.
Buon divertimento: le chiavi di lettura di questo tuo nuovo interesse sono molte e variegate.
Questa è una prospettiva molto, molto interessante, e credo che tu abbia ragione: prima di ogni altra cosa, devo considerare la penna per lo strumento che è e riscoprire il piacere di scrivere con uno strumento diverso.
La calligrafia è un argomento spinoso, perché non so bene da dove cominciare. Mi piacerebbe moltissimo riuscire prima di tutto a migliorare la mia grafia giornaliera, che non mi piace affatto. Non credo sia in realtà così assurdamente brutta, ma... non so, mi sembra che non sia giusta per me. È sicuramente il prodotto di anni di appunti frettolosissimi presi con le penne sbagliate e la brutta abitudine a calcare troppo con le classiche biro. Oggi ho cercato di fare alcuni esercizi con le linee e mi sono resa conto che applico, senza accorgermene, una pressione assurda sulla penna, costretta a farlo dal fatto che quando non applico pressione il tratto è praticamente invisibile.

Rispondi