Pagina 1 di 2

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: mercoledì 5 giugno 2013, 17:21
da Fabilus
Apro questo nuovo argomento (se il posto è sbagliato chiedo venia agli amministratori, che faranno giustizia) per sondare un po' quelle che sono le primissime impressioni sulla nostra nuova penna celebrativa.
A molti, tra cui il sottoscritto, è già stata consegnata e qualcuno si è già "sbilanciato" in qualche timidissimo commento.
E' naturale che, allo stato, nessuno possa affermare nulla di significativo e di definitivo, tuttavia qualcosa è già possibile notare e segnalare agli altri utenti.
Così, più per gioco che per rigore scientifico, che al momento non può esserci davvero.
Comincio io.
La mia n. 32 è arrivata ieri mattina, come segnalato nell'apposita discussione.
Con tutta l'emozione del caso ho aperto il pacco (blindatissimo).
La confezione è degna della penna,nulla da eccepire. Magari se ci fosse stato anche un flaconcino di blu Omas sarebbe stato il massimo......
All'interno si nota la classe. Mi riferisco alla custodia, al cuscinetto con l'alloggiamento e alla bustina di plastica nella quale era la penna con il numero e la firma dell'addetto al cntrollo di qualità.
Non so se avete notato che, girando il cuscinetto con il vano porta penna, i vani portapenne diventano due. :)
La penna, come ho già detto, me l'aspettavo un pelino più grande. Ma questo credo sia dovuto alla mia ignoranza sulle OMAS, infatti questa è la prima che possiedo.
L'ho lavata, come da istruzioni del Forum, e inchiostrata.
All'inizio devo dire che il pennino sembrava grattare lievemente.... più che grattare diciamo che faceva rumore mentre scorreva sulla carta. Inoltre si verificavano anche alcune false partenze...., anche sulle carte migliori... :roll:
Ritenendo fosse solo un problema di rodaggio, ho scritto diverse pagine e devo dire che adesso il pennino vola (anche troppo)e dà il meglio di sè quando si sfiora, letteralmente, il foglio.
Meno si calca e meglio è. Suppongo che questo sia il segno della qualità del pennino.
Per ora mi fermo qui, riservandomi più approfondite riflessioni dopo un uso più intenso e con inchiostri diversi e aspetto di leggere le vostre (prime) impressioni.
Un saluto.

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: mercoledì 5 giugno 2013, 20:52
da Francè
Anche io ho provato le medesime cose ad anche io sono alla mia prima Omas. Non so se avrei mai avuto il coraggio di comprarne una, visti i costi, se non ci fosse stata questa occasione.
Nella mano la trovo perfetta, leggermente meno grande di una Aurora 88 Big soprattutto nel diametro del tratto dove si posano le dita, alcuni millimetri, e nella lunghezza, questione di mezzo centimetro.
Le sfaccettature si allineano perfettamente, dal cappuccio al corpo fino al pistone.
Il pennino è in fase di rodaggio, ancora oppone un pò di "resistenza" allo scorrimento sulla carta.
In Titanio ha un aspetto per me "strano". Devo abituarmi. :D

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: mercoledì 5 giugno 2013, 22:17
da giannidr
Le penne sono arrivate ieri e per tempo ho provato solo la F durante la giornata di oggi, riservandomi di provare la M appena possibile. Sono le mie prime Omas, lo confesso.
Tralasciando qualsiasi considerazione sulla mole della penna in quanto sono abituato alle big nonostante non ho una mano grande ma è abbastanza lunga, il complesso penna-astuccio si presenta bene e ha una sua eleganza intrinseca anche se forse è un tantino minimalista che trova comunque il suo punto di raccordo positivo nel fatto che è un oggetto simpatico e che può essere usato giornalmente, senza tanti particolari patemi di dimenticarla e di lasciarla sulla scrivania di ufficio e magari di soffrire per non raggiungerla in tempo a causa di qualche probabile avvoltoio che potesse intercettarla e farne un solo boccone!. Diciamo che passa più inosservata rispetto alle altre anche se di una penna ad edizione limitata si tratta e per ciò sono più tranquillo e per me è un grande vantaggio.
Durante la prova di oggi, anche cambiando inchiostro (ho usato prima l'Herbin Eclat de Saphir e il Pelikan Royal Blu dopo) ho avuto dalla penna le stesse risposte precedentemente descritte: false partenze, resistenze e ruvidezza del pennino a scorrere su qualsiasi tipo di carta, tratto irregolare e indecisioni varie forse anche perchè sono mancino; ma diamo tempo, diciamo che il pennino in titanio è in fase di rodaggio e aspettiamo! Forse mi devo abituare con questo tipo di pennino e senza dubbio spero che migliori sempre di più. Vi manterrò informati anche sull'esperienza della misura M.
Resta comunque indiscutibilmente un oggetto che simboleggia un'appartenenza particolare a questo singolare forum e il plauso senza se e senza ma va in primis a Daniele e alla Omas che hanno contribuito con tanti sforzi alla realizzazione di questa iniziativa alla quale sono certo che abbiano partecipato in molti e della quale si possano apprezzare più i lati positivi che quelli negativi.
Ad maiora.

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: giovedì 6 giugno 2013, 8:35
da Irishtales
Al pennino - almeno al pennino F - serve un poco di rodaggio e poi fila via che è un piacere. Il tratto per essere un F benché europeo, è bello largo.
La sola pecca è che anche sul mio esemplare non si allineano le sfaccettature del cappuccio e del fusto, a penna chiusa. Resta un disallineamento di un millimetro che impedisce sia di avvitare di meno - il cappuccio si svita con facilità in quella posizione - sia di serrare troppo, perché si rischiano fratture. E' tuttavia un problema relativo in quanto la penna mi piace moltissimo per i motivi esposti da Gianni e quindi da due giorni ormai ce l'ho sempre in mano e il cappuccio riposa beato sulla scrivania... 8-)
Ho notato che almeno il mio esemplare, non ama gli inchiostri troppo liquidi. Con il blu Lamy lo shading è fastidioso, dovrò optare per un blu-viola più denso e corposo.
Come tutti gli oggetti dotati d'una intrinseca ed essenziale eleganza, la si apprezza con il passare del tempo. Non è appariscente, ma ha classe.

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: giovedì 6 giugno 2013, 21:01
da scossa
Irishtales ha scritto:....
La sola pecca è che anche sul mio esemplare non si allineano le sfaccettature del cappuccio e del fusto, a penna chiusa.
Io ho notato che dipende da come si avvita: se non è allineato, lo sviti e provi ad avvitarlo partendo 1/4 di giro prima o dopo e si allinea perfettamente o quasi, almeno la mia.

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: giovedì 6 giugno 2013, 21:13
da Irishtales
scossa ha scritto:
Irishtales ha scritto:....
La sola pecca è che anche sul mio esemplare non si allineano le sfaccettature del cappuccio e del fusto, a penna chiusa.
Io ho notato che dipende da come si avvita: se non è allineato, lo sviti e provi ad avvitarlo partendo 1/4 di giro prima o dopo e si allinea perfettamente o quasi, almeno la mia.
Marco!!! Ho letto il tuo post e...ho provato (ora ci sto anche disegnando...sarà grave?!) e...funziona!!!
Grazie ;)

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: venerdì 7 giugno 2013, 11:56
da Irishtales
Amo questa penna ogni giorno di più (ammesso che l'amore sia un sentimento...incrementale!)
Ormai ho usato ben tre inchiostri. Lamy blu per scrivere e per il "rodaggio"; Standardgraph burgundy per disegnare; Pelikan Brilliant Black per scrivere: è il solo con cui evito lo shading e con cui il pennino abbia un tratto fine e omogeneo come piace a me.
Per tre giorni abbiamo fittamente raccontato e disegnato alloggiamenti per bocche da fuoco, dissertato di difesa piombante, radente e fiancheggiante, di bombarde e moschetti, di archibugi e feritoie a scudatura litica di ogni epoca e foggia.
Insomma è diventata anche lei una macchina da guerra. Ora che il rodaggio è completo, posso dirla una fedele e affidabilissima alleata, ma al termine di questo breve ma intenso tour de force Quattro-Cinquecentesco, riporrò gli armamenti e la manderò in congedo: d'ora in avanti solo tranquille e rilassanti, brevi sessioni di scrittura con un inchiostro poco fluido e poco votato allo shading. Presumo insomma che il nero Pelikan tanto controverso, per questa piccola ammiraglia, sia il carburante più indicato ;)

Omas-FPM.jpg
Omas-FPM.jpg (674.19 KiB) Visto 2558 volte

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: sabato 8 giugno 2013, 18:06
da pescatore
La mia ha grattato per le prime due righe. Poi è partita, e non CI siamo fermati più.
Sono rapito da questa penna: dalla leggerezza, dal colore, dai materiali e, non da ultimo, da come scrive. Ci capiamo pefettamente.
Insomma, un grande amore.

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: martedì 11 giugno 2013, 9:14
da Kind of Blue
Buongiorno a tutti,

io ho ricevuto la Omas lunedì della scorsa settimana, e ho avuto modo di provare la penna del forum tutta la settimana lavorativa, prendendo appunti su un blocco con carta standard. Inchiostro blue-black Waterman.

La penna è bella, non c'è dubbio: elegante, di un bel blu profondo, ma contestualmente non smorto, appena un po' troppo piccola per i miei gusti, sebbene equilibrata.

La scrittura, invece, mi ha deluso: con il pennino Fil tratto è, a volte, irregolare (in particolar modo scrivendo velocemente) e non ha nella fluidità uno dei suoi punti di forza. Anzi, la tendenza è quella di grattare un poco, rendendo il tutto non molto piacevole.
Spero che questi difetti siano dovuti alla mancanza di rodaggio del pennino in titanio e non a delle caratteristiche intrinseche della penna, che mi costringeranno, se non dovesse migliorare, a relegarla in un cassetto: mi dispiacerebbe alquanto.

Salus, KoB

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: martedì 11 giugno 2013, 10:16
da Ottorino
scossa ha scritto: Io ho notato che dipende da come si avvita: se non è allineato, lo sviti e provi ad avvitarlo partendo 1/4 di giro prima o dopo e si allinea perfettamente o quasi, almeno la mia.
Probabilmente ha due o piu' filetti tra cappuccio e cannello.

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: martedì 11 giugno 2013, 10:40
da colex
Ciao,

dispiace sentire ciò, ti consiglio di provarla con inchiostro Aurora Black oppure, se ti piace il Blu, con lo stesso inchiostro di quel colore; Aurora ne produce solo due quindi non puoi sbagliare... Vedrai che ne rimarrai piacevolmente sorpreso e risolverai i tuoi problemi!

Prima di caricarla con un diverso tipo di'inchiostro, ti consiglio un bel risciacquo facendole aspirare acqua ed una goccia di sapone diluita in un bicchiere, trattenendola nel fusto per qualche ora; poi risciacquandola con acqua pulita ed una goccia di ammoniaca fino a che non uscirà solo acqua chiara.

Facci sapere.


Sergio

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: martedì 11 giugno 2013, 11:11
da Kind of Blue
Grazie per la dritta. Appena troverò l'inchiostro Aurora proverò sicuramente! Intanto continuo con il rodaggio e vediamo i risultati.

Andrea

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: martedì 11 giugno 2013, 16:37
da sabbate
Io ho caricato subito la mia con aurora black .Una domanda a tutti i possessori di OMAS FP , quante volte già l'avete ricaricata ?

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: martedì 11 giugno 2013, 16:48
da Phormula
Tre, sempre con lo stesso inchiostro

OMAS FP.it M - primissime impressioni-

Inviato: martedì 11 giugno 2013, 17:05
da Irishtales
Anche io tre, con inchiostri differenti.