ANCORA 37

Foto e informazioni sui modelli della Ancora
Rispondi
Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2012
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da Musicus » giovedì 4 agosto 2016, 19:50

Parola d’ordine: Aerodinamica!
1. A37. Ancora 37 posted on Ad Ancora Lusso.jpg
Sul finire degli anni ‘40, a II Guerra Mondiale da poco terminata, anche in Italia come nel resto del mondo la stilografica andò rapidamente abbandonando quelle forme che erano divenute mature e tradizionali per assumere linee aerodinamiche sempre più accentuate: lo stile streamlined (affusolato) esperito dalla Sheaffer Balance quasi vent’anni prima nel lontano 1929 (che aveva comunque visto l’adesione all’idea di modelli straordinari ma poco compresi quali l’Aurora Superba), fu infine adottato da quasi tutti i Produttori italiani pressoché contemporaneamente (come era avvenuto ed ancora avverrà per le tendenze stilistiche o tecniche più profondamente innovative).
E fu così una pioggia di missili e torpedini, fusi, sigari e siluri!!! 8-)
2. A37. capped x 4.jpg
Credits
Questa e tutte le fotografie seguenti della ANCORA 37 sono state scattate sulla riproduzione di “Untitled” (1953) di Mark Rothko.
3. A37. su Mark Rothko -Untitled- -1953-.jpg

La penna
ANCORA 37 in celluloide arco marrone tornita da barra piena, parti metalliche a vista placcate oro, pennino originale Ancora in oro 14 carati, caricamento a leva, produzione Italia fine anni 1940.
4. A37. The pen.jpg
Le misure
Chiusa: cm. 13,6
5. A37. capped.jpg
Cappuccio: cm. 6,5
6. A37. open bis.jpg
Fusto: cm. 12,5 (con pennino sporgente di cm.2)
7. A37. open.jpg
Con cappuccio calzato: cm. 15,5 (con pennino sporgente di cm.2)
8. A37. posted.jpg
Diametro massimo (all’anellino): mm. 13,4
Diametro all’iscrizione: mm. 11,8
Diametro medio impugnatura: mm. 9,9
9. A37. 4sides.jpg
Peso (a vuoto): gr. 17
Cappuccio: gr. 6
Fusto: gr. 11
10. A37. capped bis.jpg
Continua....
Ultima modifica di Musicus il venerdì 5 agosto 2016, 11:17, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2012
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da Musicus » giovedì 4 agosto 2016, 20:12

Marca e modello
Come accennavamo nell’introduzione, nel primissimo dopoguerra Ancora disegnò una nuova penna sigariforme: la stilografica venne declinata in due classi (“Lusso” ed economica) in ragione del sistema di caricamento (a pistone, in celluloide semitrasparente, e a levetta, in celluloide opaca).
Molti sono i dettagli condivisi tra le due classi (il più importante, dopo la forma, è il pennino); per le differenze, tecniche e decorative, oltre che per conoscere la storia di questo glorioso Marchio italiano e l’arco temporale del modello, si consulti il nostro formidabile Wiki partendo dalla voce Ancora Lusso:
https://www.fountainpen.it/Ancora_Lusso
In questa sede gioverà ricordare solamente che l’Ancora #37 è il già generoso modello intermedio fra la #38 (oversize) e la #36.

Il cappuccio
Il cappuccio è l’elemento stilisticamente più estremo, un autentico proiettile:
11. A37. cap x2.jpg
l’ogiva molto accentuata si diparte dalla metà esatta del cappuccio, all’altezza dei due fori di aerazione speculari.
Il fermaglio avvolgente, decisamente scenografico, è chiaramente ispirato a quello della Sheaffer Balance Defender del 1940 (il cui brevetto di clip military “passante” si può consultare sul Wiki): al contrario del modello americano, tuttavia, esso rimane rigorosamente rettangolare per tutto il suo sviluppo lineare, per allargarsi leggermente soltanto sulla sommità, venendo a formare una splendente cupolina.
12. A37. cap x 3.jpg
La decorazione, rifinita da una eccellente doratura, è completata da una veretta di oltre un millimetro di larghezza.
Il cappuccio si avvita compiendo poco più di un giro sulla filettatura.

Il fusto
Il fusto non mostra una pronunciata bombatura centrale, e risulta snello e filante: la percepita sensazione di movimento verso le estremità (pennino e fondello cieco) è indotta, oltre che dal graduale restringimento del fusto, anche dagli “archi” opalescenti che prorompono dalla bella celluloide (detta appunto “arco”).
13. A37. blind cap and cap top.jpg
Sul lato opposto rispetto alla levetta orgogliosamente campeggia l'incisione del bel logo della gloriosa Casa italiana (l’ancora a due bracci) che contiene anche il numero del modello:
ANCORA
37
14. A37. inscription.jpg
Se non sai che c’è, potresti anche non vederlo, nonostante sia perfettamente impresso: è il caso, proprio in questi giorni, di una Ancora 38 messa in vendita da un noto inserzionista straniero ad un prezzo (viste le forme e le pubblicità, coerentemente) spaziale :mrgreen: , e rubricata come Ancora “modello sconosciuto” …

Il sistema di caricamento
Il sistema di caricamento, ancora nel primo dopoguerra, è la non più originalissima ma pur sempre affidabile levetta, nel caso di specie facilmente azionabile grazie alla distintiva ansa ellissoidale che ne agevola non poco il sollevamento.
15. A37. lever filler.jpg
La leva si inserisce perfettamente nel disegno complessivo: notiamo, infatti, come le parti metalliche dorate (clip, veretta e leva) di forma “rettangolare” (reale o percepita), vengano a fungere da contraltare formale rispetto alle accentuate linee curve della struttura in celluloide.
16. A37. rectangles.jpg
Il pennino
Il pennino, in oro 14 Ct. con foro circolare, reca inciso:
ANCORA (in intersezione con il fusto del logo dell’ancora)
585 (in un rombo)
Osmiridi[um]
4
17. A37. nib and feeder.jpg
e risulta identico (come disegno, iscrizioni ed alimentatore in ebanite) a quello montato sui modelli della classe “Lusso” a stantuffo (#87 e #97, lunghe come la presente media #37), seppure di misura solo leggermente inferiore (questo, come detto, è un #4).

Sempre con un misto di piacere e trepidazione completo l’esame di una vecchia stilografica offrendole la possibilità di lasciare nuovamente, spesso dopo molti decenni, il suo segno sulla carta: dopo qualche pagina vergata in sua compagnia (spesso, come in questo caso, riconoscente per l’ispirazione da essa ricevuta), concludo con la rituale dedica al nostro Forum...
18. A37. writing sample.jpg
Commiato
ANCORA 37, una stilografica davvero ben progettata:
19. A37. posted x 2.jpg
per l’originale interpretazione delle sue moderne forme (che la rende riconoscibile all’interno di una corrente stilistica tra le più affollate), per la coloristica raffinatezza di oro e celluloide (nel solco della grande tradizione del Produttore), per i decori dall’affilata eleganza di un algido e quasi affettato understatement
In conclusione: “economica” a chi?!? :twisted:

Grazie per l'attenzione! :thumbup:

Giorgio

goccioloso
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 70
Iscritto il: giovedì 9 giugno 2016, 19:15
La mia penna preferita: aurora optima
Il mio inchiostro preferito: green, sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da goccioloso » giovedì 4 agosto 2016, 20:37

:clap: :thumbup: :clap: :thumbup:
bis..... bis....
sempre capolavori di letteratura mondiale. .... :angel:

Cex71
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 364
Iscritto il: domenica 12 ottobre 2014, 19:06
La mia penna preferita: wahl eversharp doric
Il mio inchiostro preferito: Aurora black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Fp.it 霊気: 071
Fp.it Vera: 071
Località: Thiene (VI)
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da Cex71 » venerdì 5 agosto 2016, 0:43

Fantastica recensione Musicus, come sempre! E bellissime anche le foto, per non dire della penna! :clap: :clap: :clap:
Grazie e... al tuo prossimo scritto!
Cesare

Avatar utente
nacanco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 172
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 12:06
La mia penna preferita: Perry
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da nacanco » venerdì 5 agosto 2016, 6:56

Mi unisco al coro, caro Musicus, per ringraziarti di cuore per le tue godibilissime recensioni.
Buona giornata.
Michele

roccopin
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 150
Iscritto il: sabato 28 maggio 2011, 12:55
La mia penna preferita: Omas Extra Lucens
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 081
Località: Roma
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da roccopin » venerdì 5 agosto 2016, 7:03

Bella recensione e bella penna. E complimenti per la calligrafia

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2012
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da Musicus » venerdì 5 agosto 2016, 9:14

goccioloso ha scritto:...bis..... bis....
sempre capolavori di letteratura mondiale...
Stavo litigando col PC, ma tu mi hai rimesso di buon umore :lol:
Grazie!!
Cex71 ha scritto:Fantastica recensione Musicus, come sempre! E bellissime anche le foto, per non dire della penna!
Grazie mille a te, Cesare!! ;)
Cex71 ha scritto:Grazie e... al tuo prossimo scritto!
Vista la stagione, ho in caldo ( :lol: ) un paio di belle novità: speriamo dunque di continuare...
nacanco ha scritto:Mi unisco al coro, caro Musicus, per ringraziarti di cuore per le tue godibilissime recensioni. Buona giornata.
Grazie, Michele, anche per il coro.!! :D
roccopin ha scritto:Bella recensione e bella penna. E complimenti per la calligrafia
Grazie per l'apprezzamento, Roccopin: il buono che si rileva in chi non studia con rigore la "Calligrafia", spesso è merito dell'ergonomia della penna e delle sensazioni virtuose che comunica il pennino allo scrivente... Quindi, onore ad Ancora!! :thumbup:

Giorgio

Avatar utente
lucre
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 423
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da lucre » venerdì 5 agosto 2016, 11:05

Complimenti Giorgio, grande penna (anche di dimensioni) e splendida presentazione, da leggere e rileggere.
Grazie
Luigi

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2012
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da Musicus » venerdì 5 agosto 2016, 11:36

lucre ha scritto:Complimenti Giorgio, grande penna (anche di dimensioni) e splendida :mrgreen: presentazione, da leggere e rileggere.
Grazie
Luigi
Grazie a te, caro Luigi!! :thumbup:
Infatti, la 38 che ho avuto per le mani (ma non acquistato) era veramente un siluro... :twisted:

Giorgio

P.s.: certo che se non la leggo e rileggo scappa qualche errorino di troppo... :lol:

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 9541
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso: Uomo
Contatta:

ANCORA 37

Messaggio da piccardi » venerdì 5 agosto 2016, 17:27

Ormai le parole di apprezzamento le ho finite, quindi non sto a ripetermi, finisco di mettere le foto sul wiki, e mi ritiro in buon ordine...

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2012
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da Musicus » venerdì 5 agosto 2016, 20:29

piccardi ha scritto:Ormai le parole di apprezzamento le ho finite, quindi non sto a ripetermi, finisco di mettere le foto sul wiki, e mi ritiro in buon ordine...
:lol: :lol: :lol:
;)
:wave:

Giorgio

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8484
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da Irishtales » venerdì 5 agosto 2016, 21:19

Raffinato accostamento fra una celluloide che è un capolavoro e un altro capolavoro, di M.Rothko.
Bellissima recensione come sempre, anche questa da collezionare così come la Ancora 37 :clap:
Grazie, Giorgio :P
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2012
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da Musicus » sabato 6 agosto 2016, 11:34

Irishtales ha scritto:Raffinato accostamento fra una celluloide che è un capolavoro e un altro capolavoro, di M.Rothko.
Bellissima recensione come sempre, anche questa da collezionare così come la Ancora 37 :clap:
Grazie, Giorgio
Carissima Daniela, ti ringrazio per il commento che, tu lo sai, mi fa un grandissimo piacere… :P
Ti confesso di aver impiegato il capolavoro di Rothko non tanto e non solo per la contiguità temporale della riflessione estetica dell'Artista rispetto alla progettazione della penna in presentazione, bensì quasi per esorcizzare un’opera che trovo per molti aspetti profondamente inquietante, se non addirittura terrificante… :mrgreen:
L’impianto teorico che sta alla base di questa e delle consimili opere del grande Maestro ebreo-americano (il suo periodo “classico”), è chiaramente espresso dal suo Autore in acutissime riflessioni: Rothko sosteneva che il dramma umano messo in scena sulla tela (era così, oltremodo “teatrale” l’approccio del Maestro alla Pittura), che pure aveva dipinto in passato nel modo più convenzionale privilegiando soggetti della mitologia classica (che gli consentivano di dipingere “idee” più che persone), non si sarebbe più dovuto consumare tra personaggi antropomorfi, ma tra superfici (solo “quasi” perfettamente) quadrangolari di colore.
Questo egli affermava con chirurgica precisione: “La familiarità con le cose va ridotta in polvere, per annullare le associazioni limitanti… La chiarezza, innanzi tutto: l’eliminazione di tutti gli ostacoli tra il pittore e l’idea e tra l’idea e colui che guarda. Esempi di tali ostacoli: la memoria, la storia e la geometria… Le forme saranno ora gli attori, realizzati in modo da poter recitare il dramma senza imbarazzo ed eseguire tutto senza vergogna”.
A fronte di ciò, non possono non assumere una enorme rilevanza in queste tele i bordi sfrangiati, indeterminati, infuocati...
E qui è meglio che mi fermi… :shifty:
E comunque, il rosa col marron ci sta anche bene… :lol:

Giorgio

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8484
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Uomo

ANCORA 37

Messaggio da Irishtales » domenica 7 agosto 2016, 11:24

Musicus ha scritto: Ti confesso di aver impiegato il capolavoro di Rothko non tanto e non solo per la contiguità temporale della riflessione estetica dell'Artista rispetto alla progettazione della penna in presentazione, bensì quasi per esorcizzare un’opera che trovo per molti aspetti profondamente inquietante, se non addirittura terrificante…

Giorgio, sei sorprendente. Quoto anche le virgole!
Impressionante realizzare di quanti argomenti tu sia esperto: ciò rende i tuoi interventi sempre interessanti e... imprevedibili :)
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Rispondi