Recensione de Il quaderno di Calligrafia Cancelleresca

Libri e pubblicazioni: recensioni e segnalazioni.
Rispondi
Avatar utente
courthand
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 985
Iscritto il: venerdì 28 dicembre 2012, 17:37
La mia penna preferita: cannuccio e pennino
Il mio inchiostro preferito: Higgins Eternal Black
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Prato

Recensione de Il quaderno di Calligrafia Cancelleresca

Messaggio da courthand » sabato 1 novembre 2014, 18:06

Seconda fatica di Agnieszka Kossowska che ci propone “Il quaderno di Calligrafia Cancelleresca”.
Il libro, di recentissima uscita (finito di stampare a Settembre 2014), si presenta nella medesima veste grafica di quello dedicato alle calligrafie medievali:
Immagine.jpg
Immagine.jpg (989.44 KiB) Visto 1746 volte
Anche l’impostazione ricalca il testo precedente: parte con una nota storica, seguita da una breve (troppo breve, in verità) descrizione degli strumenti e materiali necessari e delle spaziature. Passando per i consueti esercizi propedeutici all’apprendimento dei principi generali del tratto si giunge allo studio dell’ alfabeto minuscolo; il modello proposto è un italico piuttosto morbido nelle curve:
Immagine01.jpg
Immagine01.jpg (360.99 KiB) Visto 1746 volte
A me personalmente piace ma a qualche appassionato della cancelleresca arrighiana (quella descritta da Hebborn in “Italico per gli Italiani”, per esempio) potrebbe far storcere il naso.
Si passa quindi allo studio di un rigoroso maiuscolo e della numerazione araba.
Accanto ad ogni esempio proposto è presente uno spazio per esercitarsi direttamente su libro, cosa che, personalmente, non farei neppure sotto tortura: ma forse si vuole così enfatizzare la caratteristica di “quaderno”…
Molto interessante l’ultima parte del libro dove vengono presentate forme minuscole e maiuscole ornate (flourished, per gli appassionati di termini anglofoni) che forniscono ottimi spunti per passare da una grafia dalla semplicità quasi ascetica ad una forma grafica più vivace, permettendo di adattare la cancelleresca alle più svariate occasioni.
Un testo semplice per chi si vuole avvicinare allo studio di questa forma calligrafica, dunque, oltretutto offerto ad un prezzo decisamente invitante: nove euro.
Bene qui latuit bene vixit

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8807
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Recensione de Il quaderno di Calligrafia Cancelleresca

Messaggio da Irishtales » sabato 1 novembre 2014, 18:18

Grazie Alessandro per la bella recensione! Ho il volumetto sulle grafie medievali della stessa autrice e l'ho trovato conciso e semplice, adatto per i neofiti. Vedo che anche il nuovo Quaderno è impostato sugli stessi principi, e la Cancelleresca con spigoli arrotondati mi ricorda l'Italico del Prof Reynolds, che a me piace molto.
Avete notato la "f " minuscola senza discendente? Non è la prima volta che la vedo in un manuale moderno, ma mi chiedo perchè abbia optato per questa forma un po' meno diffusa...
Spero che al secondo quaderno ne seguano altri...(chissà, magari uno sul Copperplate!)
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
courthand
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 985
Iscritto il: venerdì 28 dicembre 2012, 17:37
La mia penna preferita: cannuccio e pennino
Il mio inchiostro preferito: Higgins Eternal Black
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Prato

Recensione de Il quaderno di Calligrafia Cancelleresca

Messaggio da courthand » sabato 1 novembre 2014, 18:33

In effetti la forma è un Italic (termine, in questo caso, forse più indicato di cancelleresca) molto "English Style" ma lo trovo comunque estremamente gradevole,
La "f" con la discendente viene inserita nell'alfabeto ornato.
Bene qui latuit bene vixit

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8807
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Recensione de Il quaderno di Calligrafia Cancelleresca

Messaggio da Irishtales » sabato 1 novembre 2014, 18:36

Grazie ancora Alessandro, già segnato nella lista dei prossimi acquisti :thumbup:
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Rispondi