Recensione: M.Drogin - Calligraphy of the Middle Age...

Libri e pubblicazioni: recensioni e segnalazioni.
Rispondi
efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 287
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso:

Recensione: M.Drogin - Calligraphy of the Middle Age...

Messaggio da efreddi » mercoledì 24 maggio 2017, 22:10

Autore: Marc Drogin
Titolo: Calligraphy of the Middles Ages and How to Do It
ISBN: 978-0-486-40205-5
Pagine: 91
Formato: 27,5 x 21 cm
Copertina morbida

Il libro e' scritto in inglese, l'ho trovato scorrevole da leggere, ben scritto.
Dopo l'Introduzione c'e' il primo capitolo dedicato alla descrizione della vita dei calligrafi nel corso del medioevo, c'e' anche qualche aneddoto simpatico, nel complesso si capisce come la scrittura fosse un'arte di pochi, nemmeno tanto considerata se non all'interno dei monasteri dove si e' letteralmente salvata la nostra cultura classica.
Seguono poi i capitoli dedicati ai vari stili, ogni stile e' associato ad un personaggio (reale o leggendario) che permette all'autore di dare qualche cenno sul periodo storico. Si parte quindi da Cesare (stile Romano Rustico), poi Re Artu' (Onciale), segue Carlo Magno (Carolingio) e si chiude con Robin Hood (Gotico). Per ogni stile l'autore da' qualche cenno sull'evoluzione della calligrafia e sul continuo oscillare tra la semplicita' necessaria alla scrittura veloce e la ricercatezza nelle complicazioni che aumentano l'eleganza.
Per ogni stile e' ovviamente riportata la mappa dei caratteri con le intruzioni su come realizzarli e anche indicazioni sulla spaziatura e sulle tecniche per rendere al meglio il tratto con i pennini. Trovo che, seppur senza andare molto nei dettagli, l'autore non sia affatto superficiale e spieghi bene gli aspetti principali di ogni stile.
Marc_Drogin_1.jpg
Marc_Drogin_2.jpg
Ho provato a fare qualche tentativo can la mia fida Lamy Joy con pennino 1.5, ma s'e' rivelato un compito arduo: l'impugnatura triangolare della Lamy mi rende difficili alcuni movimenti. Sto quindi mettendo in strada alcuni pennini, una nuova sfida.

Nel complesso raccomando questo libro a chi e' interessato ad iniziare l'apprendimento, e non solo, di questi stili, come mi era stato raccomandato da Courthand, che ringrazio di nuovo.

Ciao



Elia
Elia
----------------------------

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8714
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Recensione: M.Drogin - Calligraphy of the Middle Age...

Messaggio da Irishtales » giovedì 25 maggio 2017, 7:35

Grazie Elia per la bella recensione.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Silemar
Levetta
Levetta
Messaggi: 572
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 18:02
La mia penna preferita: Aurora 88P
Il mio inchiostro preferito: Aurora black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Rieti
Sesso:

Recensione: M.Drogin - Calligraphy of the Middle Age...

Messaggio da Silemar » giovedì 25 maggio 2017, 7:56

Grazie Elia per l'accurata descrizione del libro e per le foto. Lettura che mi incuriosisce molto (peccato solo sia in inglese). Ancora grazie! :wave:
Laura

Avatar utente
courthand
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 977
Iscritto il: venerdì 28 dicembre 2012, 17:37
La mia penna preferita: cannuccio e pennino
Il mio inchiostro preferito: Higgins Eternal Black
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Prato

Recensione: M.Drogin - Calligraphy of the Middle Age...

Messaggio da courthand » giovedì 25 maggio 2017, 8:34

Lieto di esserti stato utile!
Come sicuramente sarai utile tu a qualcun altro con questo tua recensione.
Bene qui latuit bene vixit

Rispondi