TWSBI Aurora

Nuovi modelli in arrivo o appena presentati.
Avatar utente
Stormwolfie
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1011
Iscritto il: lunedì 4 dicembre 2017, 16:59
La mia penna preferita: Sailor 1911
Il mio inchiostro preferito: Sailor Blue Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da Stormwolfie » lunedì 18 marzo 2019, 16:49

La vedo dura :-)
STEFANO

Ogni penna corre con inchiostri diversi su altrettante innumerevoli carte. Alcune scivolano rapide, altre con piena lentezza, altre grattano ritmi piacevoli. Ognuna esprime un suo carattere che lo scrittore dolcemente doma.

Avatar utente
aaapiero
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 169
Iscritto il: giovedì 28 gennaio 2016, 18:29

TWSBI Aurora

Messaggio da aaapiero » lunedì 18 marzo 2019, 17:28

analogico ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 13:24
aaapiero ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 12:06
neanche io sono avvocato però Aurora è anche il nome comune dell'inizio del giorno
Scusami ma questa te la potevi risparmiare, davvero non bisogna essere avvocati per capire che un conto sono i termini di uso comune, altro sono i marchi registrati e il loro utilizzo in ambito commerciale.
Anche volks e wagen sono parole comuni del lessico germanico per non dire di Ferrari che é un cognome diffusissimo, ma quando i termini o i cognomi diventano marchi commerciali registrati, nei paesi civili sono tutelati dalla legge, in ambito commerciale ovviamente, non in generale.
non è che te la devi prendere eh!
diciamo che, personalmente, la vedo dura a fare una causa su una cosa del genere e vincerla.
Mio pensiero naturalmente

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 968
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da analogico » lunedì 18 marzo 2019, 17:36

Normie ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 16:36

Riguardo il nome ci sono esempi a bizzeffe di pacifica esistenza di modelli di auto con lo stesso nome senza che nessuno si lanci in fantasiose battaglie legali: Pontiac GTO e Ferrari GTO, Ford Sierra e GMC Sierra, Dodge Lancer e Mitsubishi Lancer, Dodge Aspen e Chrysler Aspen.
Intanto diciamo che, potrei ricordare male, ma mi pare che siano tutti modelli cronologicamente distanti uno dall'altro.
Poi, quello di cui si sta scrivendo qui è cosa diversa.
Non si tratta di due modelli di aziende diverse denominati in maniera simile, qui si usa il marchio, si suppone registrato e tutelato, di una azienda concorrente per denominare uno specifico modello.
In pratica é come se Hyundai chiamasse un proprio modello Audi.
Se pensate che ciò sia corretto e accettabile......
Ultima modifica di analogico il lunedì 18 marzo 2019, 18:56, modificato 1 volta in totale.
Antonio

"L'unico uomo felice è il collezionista."
( J.W. Goethe )

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 968
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da analogico » lunedì 18 marzo 2019, 17:39

aaapiero ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 17:28

non è che te la devi prendere eh!
diciamo che, personalmente, la vedo dura a fare una causa su una cosa del genere e vincerla.
Mio pensiero naturalmente
Non me la prendo affatto, ma tu avevi scritto una cosa diversa da quella che hai specificato ora, ed era oggettivamente una cosa priva di senso ai fini del discorso.
Capita a tutti.... Non prendertela tu.
Antonio

"L'unico uomo felice è il collezionista."
( J.W. Goethe )

Avatar utente
Giorgio1955
Levetta
Levetta
Messaggi: 556
Iscritto il: sabato 28 settembre 2013, 16:06
La mia penna preferita: ←Ancora --- Zerollo→
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 black
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 030
Località: Galatina (LE)
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da Giorgio1955 » lunedì 18 marzo 2019, 19:12

A proposito di "cose" di fotografia (anch'io conoscevo M1 / OM1), aggiungo che non è mai esistita una Nikon F1 (vi sono state dal '59 la F, F2, F3 ecc.) perchè Canon avrebbe subito fatto causa. Canon infatti aveva la F1 sua macchina top all'epoca.
Giorgio

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1252
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

TWSBI Aurora

Messaggio da Monet63 » lunedì 18 marzo 2019, 20:02

Giorgio1955 ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 19:12
A proposito di "cose" di fotografia (anch'io conoscevo M1 / OM1), aggiungo che non è mai esistita una Nikon F1 (vi sono state dal '59 la F, F2, F3 ecc.) perchè Canon avrebbe subito fatto causa. Canon infatti aveva la F1 sua macchina top all'epoca.
Verissimo. Ho ancora un Nikon F del 1963 con Photomic primissimo tipo, in perfetto ordine di funzionamento (ha fatto un service completo circa 10 anni fa pur non avendone bisogno, il prossimo lo farà tra una quarantina di anni), e addirittura posso condividere alcune ottiche con la digitale, compreso il Micro-Nikkor 55 Ai con cui di solito fotografo le penne.
:wave:
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Normie
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 319
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 13:23
La mia penna preferita: Nakaya Piccolo
Misura preferita del pennino: Extra Fine

TWSBI Aurora

Messaggio da Normie » lunedì 18 marzo 2019, 20:08

analogico ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 17:36
Normie ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 16:36

Riguardo il nome ci sono esempi a bizzeffe di pacifica esistenza di modelli di auto con lo stesso nome senza che nessuno si lanci in fantasiose battaglie legali: Pontiac GTO e Ferrari GTO, Ford Sierra e GMC Sierra, Dodge Lancer e Mitsubishi Lancer, Dodge Aspen e Chrysler Aspen.
Intanto diciamo che, potrei ricordare male, ma mi pare che siano tutti modelli cronologicamente distanti uno dall'altro.
Poi, quello di cui si sta scrivendo qui è cosa diversa.
Non si tratta di due modelli di aziende diverse denominati in maniera simile, qui si usa il marchio, si suppone registrato e tutelato, di una azienda concorrente per denominare uno specifico modello.
In pratica é come se Hyundai chiamasse un proprio modello Audi.
Se pensate che ciò sia corretto e accettabile......

Parto dal presupposto, abbastanza ovvio, che anche il nome di un modello del prodotto x può essere registrato o tutelato non mi sembra di aver fatto nessun salto ontologico che renda la mia argomentazione non rilevante riguardo il problema posto.

Detto ciò, nonostante Aurora sia un marchio registrato, non mi sembra di dover accusare la TWSBI di concorrenza sleale: il nome del nuovo modello è un palese riferimento all'aurora boreale (resina verde coff coff), come per l'inchiostro della Diamine, la Twsbi Aurora non vuole trarre in inganno nessuno, il logo ed il marchio sono sbandierati più volte sul cappuccio e sul pennino, le due penne si assomigliano solo per la forma della sezione. Quella non è un marchio registrato, giusto?

Avatar utente
jebstuart
Levetta
Levetta
Messaggi: 509
Iscritto il: sabato 4 febbraio 2017, 22:41
La mia penna preferita: Montblanc Celluloid 14x
Il mio inchiostro preferito: Sailor NanoPigment
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Napoli
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da jebstuart » lunedì 18 marzo 2019, 20:41

Monet63 ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 14:09
... Tra l'altro le vecchie Olympus M-1, oggi, hanno un valore rimarchevole nel mercato collezionistico.
Mi consola, perchè a suo tempo mi venne la fissazione di procurarmi tutti i corpi macchina della serie OM, anche nelle loro varianti (es OM-1 e OM1n, e così via...)
Mauro

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 968
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da analogico » lunedì 18 marzo 2019, 20:44

Anche il nome di un modello puo' essere registrato, ma siccome non é questo il caso, secondo me l'argomento é assolutamente irrilevante.
Il termine Aurora, esclusivamente italiano, associato ad una penna stilografica farebbe dunque immediatamente pensare in tutto il mondo, all'aurora boreale, e non a un prestigioso marchio storico di penne conosciuto a livello internazionale.
Come dire che se una ditta cinese denominasse una penna Montblanc o Pelikan potrebbe sostenere che non si fa riferimento ai corrispondenti marchi ma ad una montagna e a un pennuto.
Che dire....
Antonio

"L'unico uomo felice è il collezionista."
( J.W. Goethe )

Normie
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 319
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 13:23
La mia penna preferita: Nakaya Piccolo
Misura preferita del pennino: Extra Fine

TWSBI Aurora

Messaggio da Normie » lunedì 18 marzo 2019, 21:35

esclusivamente italiano ?

Aurora australis, Aurora borealis.
analogico ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 20:44
associato ad una penna stilografica farebbe dunque immediatamente pensare in tutto il mondo, all'aurora boreale, e non a un prestigioso marchio storico di penne conosciuto a livello internazionale.
dato che si parla di marchi et similia: dovresti dimostrare che da parte di Twsbi c'è la volontà di sfruttare il brand dell'Aurora per vendere la sua penna. Cosa che de facto non avviene perchè le due penne, qui può convenire con me chiunque, le puoi confondere solo senza occhiali. Twsbi non sta cercando di far credere di star vendendo una Aurora i.e. Twsbi non sta, dolosamente, cercando di confondere i consumatori vendendo una penna in resina con un pennino in acciaio per una Optima.

Sicuramente c'è una associazione ma questa si ferma al nome.
analogico ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 20:44
Come dire che se una ditta cinese denominasse una penna Montblanc o Pelikan potrebbe sostenere che non si fa riferimento ai corrispondenti marchi ma ad una montagna e a a un pennuto.
Che dire....

a parole tue:
analogico ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 20:44
siccome non é questo il caso, secondo me l'argomento é assolutamente irrilevante.

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1501
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da zoniale » lunedì 18 marzo 2019, 22:15

Qualora io fossi un piemontese, anzi un torinese, ad onta di questo mi chiamassi Verona di cognome (e Cesare di nome) e non mi fossi dimenticato di registrare il mio marchio in giro per il mondo, penso che ci sarebbe cose che farei e cose che eviterei di fare.
  • Andrei a consultarmi con un avvocato esperto in difesa di marchi e proprietà intellettuale per decidere sul da farsi. La penna ricalca stilemi di Aurora e il nome non sembra essere stato appioppato a casaccio, anche se ha quasi il sapore di un "tribute to". Se anche fosse difficile ottenere giustizia su alcuni mercati asiatici, Twsbi vende in Europa e negli USA e potrebbe uscirne qualcosa.
  • Eviterei di andarmi a consultare con gli appassionati di un forum di penne
Una considerazione finale: Aurora nome usato anche in Asia (qui sotto una foto dell'Aurora Plaza di Pudong (Shanghai), ma ciò non toglie forza alla protezione di un marchio.
250px-Aurora_Plaza_Shanghai_20051010.jpg
250px-Aurora_Plaza_Shanghai_20051010.jpg (26.18 KiB) Visto 490 volte
Michele

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1501
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da zoniale » lunedì 18 marzo 2019, 22:25

Normie ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 21:35
dato che si parla di marchi et similia: dovresti dimostrare che da parte di Twsbi c'è la volontà di sfruttare il brand dell'Aurora per vendere la sua penna. Cosa che de facto non avviene perchè le due penne, qui può convenire con me chiunque, le puoi confondere solo senza occhiali. Twsbi non sta cercando di far credere di star vendendo una Aurora i.e. Twsbi non sta, dolosamente, cercando di confondere i consumatori vendendo una penna in resina con un pennino in acciaio per una Optima.
Interessante!

Dunque domani la Opel se ne esce con una nuova utilitaria su base Corsa. Sarà venduta solo in rosso e il modello si chiamerà "Ferrari".
Tale macchina si potrà confondere con una Ferrari (di quelle di Maranello) solo se non vedenti o ipovedenti.
Quindi non c'è volontà di far credere che si stia vendendo una Ferrari (di Maranello), non c'è dolo e tutto va bene.

Giusto?

Hai appena fatto fuori il concetto di protezione dei marchi e completamente distrutto l'intero mercato del licensing dei marchi. Per rimanere nei marchi citati: perché mai Aurora avrebbe dovuto pagare royalties alla Ferrari per produrre una penna rossa con sopra il cavallino e chiamarla Ferrari? Lo vede anche il mio lagotto romagnolo che non è una macchina sportiva!
Michele

Normie
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 319
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 13:23
La mia penna preferita: Nakaya Piccolo
Misura preferita del pennino: Extra Fine

TWSBI Aurora

Messaggio da Normie » lunedì 18 marzo 2019, 22:43

zoniale ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 22:25
Normie ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 21:35
dato che si parla di marchi et similia: dovresti dimostrare che da parte di Twsbi c'è la volontà di sfruttare il brand dell'Aurora per vendere la sua penna. Cosa che de facto non avviene perchè le due penne, qui può convenire con me chiunque, le puoi confondere solo senza occhiali. Twsbi non sta cercando di far credere di star vendendo una Aurora i.e. Twsbi non sta, dolosamente, cercando di confondere i consumatori vendendo una penna in resina con un pennino in acciaio per una Optima.
Interessante!

Dunque domani la Opel se ne esce con una nuova utilitaria su base Corsa. Sarà venduta solo in rosso e il modello si chiamerà "Ferrari".
Tale macchina si potrà confondere con una Ferrari (di quelle di Maranello) solo se non vedenti o ipovedenti.
Quindi non c'è volontà di far credere che si stia vendendo una Ferrari (di Maranello), non c'è dolo e tutto va bene.

Giusto?

Hai appena fatto fuori il concetto di protezione dei marchi e completamente distrutto l'intero mercato del licensing dei marchi. Per rimanere nei marchi citati: perché mai Aurora avrebbe dovuto pagare royalties alla Ferrari per produrre una penna rossa con sopra il cavallino e chiamarla Ferrari? Lo vede anche il mio lagotto romagnolo che non è una macchina sportiva!
non sto parlando di Opel. Non sto parlando di Ferrari. Non sto estremizzando il concetto.
Si sta sparlando di una penne verde, con una resina che richiama l'aurora boreale. Quale stilemi dell'Aurora sta ricalcando?
-clip a goccia? no
-veretta con greca alla base del cappuccio ? no
ne individui altri?

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1501
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da zoniale » lunedì 18 marzo 2019, 22:56

Normie ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 22:43
non sto parlando di Opel. Non sto parlando di Ferrari. Non sto estremizzando il concetto per avere ragione ad ogni costo.
Quale estremizzazione? Ma che differenza fa? Penna, auto, saponetta o tonno il marchio è protetto nello stesso modo.



Normie ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 22:43
Si sta sparlando di una penne verde, con una resina che richiama l'aurora boreale.
E io parlo di una utilitaria rossa con il nome che richiama il lavoro del fabbro nel forgiare il metallo, di cui la macchina è fatta.



Normie ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 22:43
Quale stilemi dell'Aurora sta ricalcando?
Forse sarò cecato, ma a me ricorda tanto una Optima in celluloide.
Michele

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 968
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

TWSBI Aurora

Messaggio da analogico » lunedì 18 marzo 2019, 23:00

Normie ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 21:35
esclusivamente italiano ?

Aurora australis, Aurora borealis.
bravo!
LA penna vuole richiamare l'aurora boreale pero' la chiamiamo solo Aurora, chissà come mai?? aggiungere anche boreale o borealis pareva brutto??
Normie ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 21:35





a parole tue:
analogico ha scritto:
lunedì 18 marzo 2019, 20:44
siccome non é questo il caso, secondo me l'argomento é assolutamente irrilevante.
Certo confermo, il tuo argomento portato ad esempio in questo caso é irrilevante, tu infatti volevi accreditare il fatto che la denominazione di un singolo modello simile ad un altro sia la stessa cosa che utilizzare un marchio registrato di una azienda per denominare un modello di una azienda concorrente.

Per il resto, per rispetto di chi legge evito di ribadire quanto già espresso da Zoniale, visto che corrisponde a ciò che penso, e poi lo stridore delle unghie sugli specchi mi da un pò noia.....
Antonio

"L'unico uomo felice è il collezionista."
( J.W. Goethe )

Rispondi