Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Consigli, esperienze, raccomandazioni dagli utenti per gli utenti concernenti negozi e rivenditori.
Rispondi
Avatar utente
giobatta
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 456
Iscritto il: sabato 4 gennaio 2014, 14:30
La mia penna preferita: Visconti Homo Sapiens
Il mio inchiostro preferito: Visconti Turchese
Misura preferita del pennino: Flessibile
Fp.it ℵ: 118
Località: Genova
Sesso: Uomo

Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Messaggio da giobatta » martedì 20 maggio 2014, 17:42

Cerco di riassumere le regole "doganali", segnalate eventuali errori (probabili, ma si spera di no) o integrazioni in coda.

Se volete arrivare subito ai calcoli andate a TARIFFE DOGANALI poco più sotto.


PREMESSE

Premmesso che il passaggio in dogana non è certo, ma MOLTO PROBABILE, sopratutto per invii più grandi di una lettera o una busta-bolle "cicciuta".

Premesso che la dogana è "fallibile", dunque può applicare quanto sotto in maniera errata (sperando che io abbia indicato tutto in maniera corretta :mrgreen:) Se la dogana sbaglia ad applicare le tariffe, si entra in una spirale burocratica per cui probabilmente conviene starsene.

Se il pacco arriva da un paese facente parte della comunità europea non si paga mai niente. Ovvero dalla dogana proprio non ci passa.

Far scrivere "GIFT" su un pacco, non serve fondamentalmente a niente.

Se il mittente segna un valore dei beni inferiore a quanto pagato, serve a poco. Se in dogana non credono a quanto dichiarato dal mittente, chiedono al destinatario una ricevuta di quanto pagato e su quello saranno basati tutti i calcoli.
Se il destinatario non produce la ricevuta di pagamento, applicherà ad-minchiam un valore alla merce (probabilmente MOLTO alto).

E' invece utile far segnare il proprio numero di telefono sulle carte di spedizione (se previsto) e ben chiaro sul pacco. In caso di problemi in dogana si risparmia parecchio tempo.

Tempistiche dei passaggi in dogana: sono molto variabili.
Le mie ultime due esperienze sono state:
A inizio anno un paio di libri dalla Svizzera che in un giorno sono passati da Svizzera a Italia e da Dogana a Casa un mese e mezzo :evil:
A inizio maggio una copertina in pelle per moleskine spedita dalla Turchia, 1 giorno da Turchia a Italia. 14 giorni da Dogana a casa. Tra l'altro in questo caso il pacco è stato aperto per verifica ed aveva del nastro giallo "Customs" a richiuderlo alla benemeglio :evil:

Per esperienze passate ho comunque notato che tutto ciò che passa per il servizio postale universale (leggi Poste) è sempre moooooooooooolto lento. Se si passa per corrieri o servizio EMS è tutto molto più veloce ma gli Oneri Vettore, vedi sotto, sono più alti.


---------------
TARIFFE DOGANALI


VALORE INTRINSECO: costo degli oggetti ESCLUSA spedizione e tariffe collegate (assicurazione).
Dunque se si sono acquistati beni per l'equivalente di 50 euro, questo sarà anche il Valore Intrinseco


VALORE TRANSAZIONE: è il valore da considerare ai fini di calcolo DAZI e IVA
Questo valore è il prezzo totale pagato per l'oggetto COMPRESA la spedizione fino Italia.
Quindi se un oggetto è costato l'equivalente di 20 euro e la spedizione 10 euro,
VALORE TRANSAZIONE = 20+10 EUR = 30 EUR

Nota: è mia opinione, contestabile, che nella confusione tra valore Intrinseco e Transazione ci siano la maggior parte di errori nell'assegnare o meno la giusta fascia di franchigia. Per mia personalissima "convenienza" preferisco considerare sempre il caso peggiore.


FRANCHIGIE:
Per invii "commerciali" (il mittente è un'azienda):
VALORE INTRINSECO da 0 a 22 EURO: non si paga nulla. La spedizione arriva senza nulla da pagare, sempre.
VALORE INTRINSECO da 22 a 150 EURO: Si paga IVA (22%) sul VALORE TRANSAZIONE + "ONERI VETTORE"
VALORE INTRINSECO oltre 150 EURO: Si paga DAZIO (variabile, in genere 4-6%) + VALORE TRANSAZIONE, su questa somma si aggiunge IVA (22%) e in ultimo gli "ONERI VETTORE"

Per invii "non commerciali" (il mittente è un privato):
VALORE INTRINSECO da 0 a 45 EURO: non si paga nulla. La spedizione arriva senza nulla da pagare, sempre.
VALORE INTRINSECO oltre 45 EURO: Si paga DAZIO (variabile, in genere 4-6%) + VALORE TRANSAZIONE, su questa somma si aggiunge IVA (22%) e in ultimo gli "ONERI VETTORE"



Per quanto riguarda il CAMBIO VALUTA su cui si calcolano il VALORE INTRINSECO e VALORE TRANSAZIONE, ogni mese vengono pubblicati i "cambi doganali" e per tutto il mese successivo valgono quelli: http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/con ... i+doganali
Il calcolo avviene -credo- all'arrivo in dogana, quindi se nel frattempo sono usciti i nuovi cambi le cifre potranno essere diverse (salvo disastri di Borsa comunque in percentuali ignorabili).


Gli "ONERI VETTORE" sono variabili per ogni vettore (Poste, UPS, DHL, ecc ecc).
Le Poste Italiane chiedono:
Da aziende NIENTE fino a 22 EURO
Da privati NIENTE fino a 45 EURO
sopra 22/45 euro e fino a 1000 euro: ONERI VETTORE = 5.50 euro
Oltre 1000 euro: ONERI VETTORE = 11 euro

Per esperienza i corrieri chiedono cifre tra i 10 e i 20 euro. Direi che un buon riferimento può essere sui 15 euro.


DAZI

Il calcolo del dazio è la cosa più complessa, visto che esistono numerosissime categorie e sottocategorie di prodotti e che l'assegnazione credo venga fatta arbitrariamente dall'operatore doganale. Il Dazio potrebbe anche variare in base al paese esportatore.

In linea di massima si può prendere come buon riferimento un 5% (per fare calcoli "spannometrici").

Per conoscere il dazio (ma eventualmente dovrebbe riportare anche l'iva da applicare per quella categoria di prodotti):

https://aidaonline7.agenziadogane.it/ns ... index.html

1) clic su CONSULTAZIONE
2) in alto sx, menu Nomenclature/TARIC/Ricerca per parole
3) ricercare p.es "stilografiche"
4) RISULTATI CATEGORIE PRINCIPALI: dalla lista cliccare sul codice relativo alla descrizione più calzante per la vostra ricerca (es: 9608)
5) AFFINAMENTO SOCCATEGORIE: clic su codice relativo alla descrizione più calzante (es: 9608 3000 00)
6) A sx clic su "Misure importazione"
7) Selezionare il paese esportatore
8) Da qui si può dedurre il dazio e (forse non sempre) l'iva espressi in %
Dazio paesi terzi( ERGA OMNES ).... per stilografiche è il 3.7 %


NOTE

Nelle tariffe doganali ho dato per scontata l'IVA al 22%. Per alcuni prodotti però l'iva applicata potrebbe essere diversa. Per esempio Libri, agende, e tanti altri oggetti potrebbero avere diverse quote iva. P.es. credo (vado a memoria) che per i libri sia l'8%.



---------------
ESEMPI ACQUISTO AZIENDE

Compro in USA da AZIENDA che spedisce con servizio universale (dunque in Italia consegna Poste).
Ho comprato beni per 50USD, la spedizione è costata 20USD.

Il cambio fissato dalla dogana (EUR/USD) per maggio 2014 è :1,38340 EUR/USD

VALORE INTRINSECO = 50 USD / 1,38340 (EUR/USD) = 36,14 EURO
VALORE TRANSAZIONE = (50USD + 20USD) / 1,38340 (EUR/USD) = 50,60 EURO

Siamo dunque nella fascia da 22 a 150 euro di VALORE INTRINSECO.

Questo vuol dire che il valore finale sarà:

(VALORE_TRANSAZIONE + IVA) + ONERI VETTORE
(50,60EURO + 22%) + 5,50 EURO = 67,23 EURO

In sostanza al POSTINO dovrai pagare in contanti: 16,63 euro (VALORE FINALE - VALORE_TRANSAZIONE) .

----
Altro esempio, stesse condizioni di cui sopra (acquisto USA da azienda, spedizione gestita Poste).
Però il bene (ipotizziamo una penna stilografica) è costato 210 USD e 20 USD di spedizione:

Il cambio fissato per maggio 2014 è :1,38340

VALORE INTRINSECO = 210 USD / 1,38340 (EUR/USD) = 151,80 EURO
VALORE TRANSAZIONE = (210USD + 20USD) / 1,38340 (EUR/USD) = 166,26 EURO

Essendo il Valore Intrinseco superiore a 150 EURO si deve includere nel calcolo anche il DAZIO.

Per le penne stilografiche il DAZIO è del 3.7%
https://aidaonline7.agenziadogane.it/ns ... index.html


Questo vuol dire che il valore finale sarà:
[(VALORE_TRANSAZIONE + DAZIO) + IVA] + ONERI VETTORE
[(166,26 EUR + 3,7% DAZIO) + 22% IVA] + 5,50 EURO = 215,84 EURO

In sostanza al POSTINO dovrai pagare in contanti: 49,58 euro.


---------------
ESEMPIO ACQUISTO DA PRIVATO
Riprendiamo il primo esempio, ma questa volta invece che da un'azienda abbiamo comprato da un privato (es EBAY).
Compro in USA da PRIVATO che spedisce con servizio universale (dunque in Italia consegna Poste).
Ho comprato beni per 50USD, la spedizione è costata 20USD.

Il cambio fissato dalla dogana (EUR/USD) per maggio 2014 è :1,38340 EUR/USD

VALORE INTRINSECO = 50 USD / 1,38340 (EUR/USD) = 36,14 EURO

Siamo dunque nella fascia 0 a 45 euro di VALORE INTRINSECO.

Questo vuol dire che non pagherò niente al postino.
O meglio, si spera, sono abbastanza sicuro che in passato le poste anche se il valore era sotto i 45EUR comunque mi abbiano addebitato i 5.50.

---------------
Riferimenti:
http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/con ... portazione
http://www.poste.it/postali/estero/tari ... ento.shtml
Ultima modifica di giobatta il martedì 20 maggio 2014, 19:39, modificato 4 volte in totale.
Guido
"Frustra fit per plura quod fieri potest per pauciora"
"È inutile fare con più ciò che si può fare con meno"- Rasoio di Occam

Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 6964
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso: Uomo

Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Messaggio da Ottorino » martedì 20 maggio 2014, 17:49

Questo argomento diventerà un riferimento futuro da consultare.
Quindi fate interventi costruttivi e utili a tutti.
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

gionni
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 241
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso: Uomo

Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Messaggio da gionni » venerdì 17 febbraio 2017, 14:39

Avrei bisogno di un chiarimento sulla modalità di pagamento delle spese doganali per paese extraeuropei tramite e-bay, essendo io assolutamente non esperto della materia.

In particolare non ho capito come si fa a pagare l'IVA e/o il dazio e/o le spese vettore. Al momento dell'acquisto su e-bay mi sembra che si paghi sempre il valore dell'oggetto + le spese di spedizioe. Ma se la dogana richiede il pagamento di iVA e dazio, come lo si sa? O meglio, è la dogana stessa che contatta l'acquirente e gli chiede il pagamento delle tasse o no? E con che mezzo si pagano queste tasse (bonifico e altro)?

Ho visto infatti che qualche venditore giapponese vende penne a prezzo molto conveniente. Supppongo che poi vadano pagate le tasse per questi acquisti, ma non mi è chiaro con che modalità.
Grazie in anticipo per eventuali spiegazioni.
Gionni

Avatar utente
giobatta
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 456
Iscritto il: sabato 4 gennaio 2014, 14:30
La mia penna preferita: Visconti Homo Sapiens
Il mio inchiostro preferito: Visconti Turchese
Misura preferita del pennino: Flessibile
Fp.it ℵ: 118
Località: Genova
Sesso: Uomo

Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Messaggio da giobatta » mercoledì 16 agosto 2017, 1:32

Eventuali iva/dazi si pagano in contanti al postino/corriere.
Se la dogana richiede il pagamento lo sai... nel momento in cui consegnano.
Ci sono comunque dei casi in cui la dogana contatta il destinatario per avere dettagli sulla transazione (ricevute di pagamento) per calcolare iva e dazi in caso di dubbi (che altrimenti porterebbero ad applicazioni arbitrarie). Ma sinceramente non so se comunichino contestualmente il valore che verrà applicato ( e che sarà da pagare comunque a chi consegna).

Alcuni grandi siti di vendita (ebay e alcuni amazon internazionali, es JP) offrono in alcuni casi l'anticipo degli oneri doganali (iva/dazi) direttamente in fase di pagamento. In questi casi al postino/corriere non si dovrebbe pagare nulla (o forse solo gli oneri vettore).

Andrebbe approfondito se esista una qualche procedura (nel caso sicuramente contorta) per anticipare in ogni caso iva/dazi quando dovuti ed evitarsi gli oneri vettori per la presentazione in dogana...
Guido
"Frustra fit per plura quod fieri potest per pauciora"
"È inutile fare con più ciò che si può fare con meno"- Rasoio di Occam

Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Avatar utente
Pettirosso
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 884
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso: Uomo

Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Messaggio da Pettirosso » mercoledì 16 agosto 2017, 8:55

Giobatta ti ha già detto tutto.
Aggiungo solo che (se ben ricordo) la soglia al di sopra della quale scattano gli oneri è di 22 € se si tratta di venditore professionale (quasi sempre), e di 44 € se si tratta di privato (quasi mai), prezzo comprensivo delle spese di spedizione.
Poi c'è il solito trucchetto del venditore che scrive sulla busta "gift" (tipico della Cina, a quanto pare loro fanno regali a tutto il mondo), e che sovente (ma non sempre) funziona (e che, siamo tutti scemi?).
Personalmente, se vedo il rischio dogana applico un prudenziale quanto empirico aumento del 25% sul prezzo complessivo (bene + spedizione), e mi faccio un'idea se l'acquisto potrebbe essere conveniente.

Avatar utente
giobatta
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 456
Iscritto il: sabato 4 gennaio 2014, 14:30
La mia penna preferita: Visconti Homo Sapiens
Il mio inchiostro preferito: Visconti Turchese
Misura preferita del pennino: Flessibile
Fp.it ℵ: 118
Località: Genova
Sesso: Uomo

Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Messaggio da giobatta » mercoledì 6 settembre 2017, 10:24

La franchigia IVA/dazio si basa sul valore intrinseco, cioè il solo valore della merce (escluse spedizioni assicurazioni), e i limiti sono di 22euro per invii commerciali e 45 euro per invii tra privati.
Negli invii commerciali la franchigia del dazio arriva fino ai 150euro di valore intrinseco.
( specchietto di poste riassume bene: https://www.poste.it/costo-sdoganamento ... stero.html )

Segnare gift non da' nessuna certezza.

Al prudenziale 25%, aggiungi una decina di euro che ti potrebbe chiedere chi gestisce lo sdoganamento (poste o il corriere). In realtà possono chiedere meno o anche di più.

Da qualche tempo comunque, credo grazie alla riforma 2016, spesso è possibile pagare (e dunque conoscere) in anticipo tutte le spese doganali. Un servizio che si vede spesso su aste ebay o su amazon extra-ue.
Guido
"Frustra fit per plura quod fieri potest per pauciora"
"È inutile fare con più ciò che si può fare con meno"- Rasoio di Occam

Dogana: iva, dazi e spese. Come calcolarli

Rispondi