Penne e università!

Consigli, esperienze, raccomandazioni dagli utenti per gli utenti concernenti negozi e rivenditori.
Leira
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 35
Iscritto il: giovedì 15 aprile 2021, 13:56

Penne e università!

Messaggio da Leira »

Salve a tutti! breve introduzione sull'argomento: da piccola avevo mio fratello che era appassionato di penne stilografiche ed ero affascinatissima dalla cosa. Mi appassiona molto anche la calligrafia ( ho visto che c'è una bella sezione del forum che mi spulcerò più che volentieri <3 )
Veniamo al dunque: ho deciso di prendere la laurea, e sono tornata a prendere appunti e via discorrendo.
Mi infastidiscono da sempre le penne a sfera che da poco meno di metà utilizzo iniziano a non scorrere più in maniera lineare.
Un giorno ho visto un mio collega prendere appunti con una stilografica, così ricordando il vecchio fascino ho deciso di provare a chiedere consiglio.
Ho già letto qualche post sul forum di qualche studente che chiedeva aiuto, ma non andava troppo nello specifico, quindi ho deciso di aprire un topic mio.
( Fra l'altro ho visto che qualcuno sconsigliava di prendere appunti con una stilografica, quindi sono aperta a tutte le alternative e consigli discordanti)
Quello che vorrei sapere è:
1) Consigliate una stilografica per appunti universitari?
2)Scrivo su fogli abbastanza fini quindi mi chiedo se l'inchiostro sia adatto o meno
3) Ho bisogno di un inchiostro blu che non sia eccessivamente scuro. Per esempio odio il blu scuro delle "Bic", preferisco il blu leggermente più chiaro della "Tratto".
4) Ho bisogno di una penna leggera e comoda perché scrivo per varie ore e ho una tendinite cronica al braccio, quindi non posso manovrare una penna che pesi più di un sasso per varie ore.
5) ( Nel caso esista una penna con queste mille richieste vi chiederò aiuto anche sullo spessore del tratto.

Scusate per il papiro, ma volevo capire se potesse esistere una penna con queste qualità e mi faceva piacere parlarne con esperti o comunque chi ne è appassionato da un po'!
A parte il fascino per le stilografiche non ho ancora nessuna padronanza di tecnicismi o cose specifiche quindi qualsiasi consiglio anche il più banale è il benvenuto!
Grazie a tutti! Giuro che scriverò di meno la prossima volta



ps: Non consigliatemi penne gel perché non mi piacciono
Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 9552
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Gender:

Penne e università!

Messaggio da Ottorino »

E perchè mai devi scrivere meno. Benvenuta !!

Io con una Sheaffer Nononsense ci ho fatto tutta l'università. Alternandola a una "elmo montegrappa" d'epoca (pennino Tabo) trovata in un robivecchi.

Cerca tra i "calligraphy kit", Sheaffer, Parker e Platinum
di solito sono fatti da un corpo penna e diversi gruppi di scrittura intercambiabili.

Il trio Inchiostro/carta/penna è un manicomio.
Soprattutto se la imposti con questi vincoli: carta Z, blu X, tratto Y.
Complichi un problema già complesso di suo.

Molti/e ti aiuteranno, ma un po' te la dovrai sbrigare da te (e magari farci anche sapere come è andata)

viewtopic.php?f=47&t=23771
viewtopic.php?f=47&t=23662

I primi due che ho trovato qui vicino. Uno è mio
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?
alfred81
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 82
Iscritto il: lunedì 2 novembre 2020, 3:34
La mia penna preferita: Aurora Ipsilon
Il mio inchiostro preferito: Visconti Blu
Misura preferita del pennino: Medio

Penne e università!

Messaggio da alfred81 »

Dipende anche da quanto vuoi spendere...
Esperienza personale: Aurora Y ...costa un po', ma non perde un colpo anche a velocità, perché ha un alimentatore spettacolarmente bilanciato... Ci ho preso appunti per quasi tutta l'università.
Tratto f per via della carta sottile.
Pelikan blu royal per il blu non molto scuro e se non hai esigenza di un inchiostro permanente... Però, per usarlo, devi prendere anche il converter Aurora.
Alfredo
Avatar utente
rolex hunter
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2715
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Gender:

Penne e università!

Messaggio da rolex hunter »

Leira ha scritto: venerdì 16 aprile 2021, 12:40
Quello che vorrei sapere è:
1) Consigliate una stilografica per appunti universitari?
2)Scrivo su fogli abbastanza fini quindi mi chiedo se l'inchiostro sia adatto o meno
3) Ho bisogno di un inchiostro blu che non sia eccessivamente scuro. Per esempio odio il blu scuro delle "Bic", preferisco il blu leggermente più chiaro della "Tratto".
4) Ho bisogno di una penna leggera e comoda perché scrivo per varie ore e ho una tendinite cronica al braccio, quindi non posso manovrare una penna che pesi più di un sasso per varie ore.
molto sinteticamente (tanto, il discorso verrà approfondito, esteso e allungato millemila volte)

1) certamente si (vorrei ben vedere.... 8-) ), ma anche un roller, tradizionale o a cartucce di inchiostro stilografico

2) dovrai provare.... ci sono molte variabili, quindi a questo stadio della discussione la risposta "giusta" è: dipende.

3) qualsiasi inchiostro "blu reale" o "blu lavabile" (Pelikan, R&K, Lamy, Waterman..... qualunque trovi)

4) mille e millanta modelli; anche qui "dipende", ma soprattutto dai tuoi gusti e da quanto vuoi spendere.
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)
&...
I don't want to belong to any club that will accept people like me as a member (cit)
mastrogigino
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 89
Iscritto il: venerdì 12 marzo 2021, 14:18
Misura preferita del pennino: Fine
Gender:

Penne e università!

Messaggio da mastrogigino »

Ciao, sono abbastanza nuovo del forum, ma provo a dire la mia...
Credo che per l’uso che se ne andrebbe a fare bisogna rivolgersi a degli strumenti progettati ‘specificatamente’ per quello, ovver penne di tipo scolastico, perché sono state pensate per un uso intenso, costano poco, sono leggere, affidabili , richiedono poca manutenzione, robuste e di solito facilmente reperibili.
Quindi provando a fare dei nomi, mi vengono in mente:
Lamy Safari ( o versione vista trasparente, al-star in alluminio)
Costo intorno ai 20€, grande scelta di pennini, disponibile in tantissimi colori, contro: cartucce proprietarie (ma facili da trovare anche online)

Pelikan Pelikano: pennino solo M, impugnatura ergonomica morbida, design un po’ “spaziale”, costo intorno ai 15€, usa cartucce internazionali (standard), contro: pennino solo misura media e design non molto sobrio

Kaweco sport o kaweco perkeo : varietà di pennini, design iconico, costo tra i 15 e i 25€, contro: misura un po’ piccola, va usata col cappuccio calzato

Pilot Mr (nota anche come Metropolitan) : in alluminio ma leggera, design abbastanza adulto, pennino M ma scrive come un F, cartucce internazionali, costo sui 20€, contro: uno scalino pronunciato sull’ impugnatura può dare fastidio

Pilot kakuno: costo sui 15€ scelta di pennino F o M, molto robusta, contro: design un po’ “da bimbo”, cartucce proprietarie

Pilot 78g: come la kakuno, ma con design più “da ufficio “, difficile da trovare in Italia

Platinum plaisir (o preppy/ prefounte in plastica che costano meno): costo dai 4/5€ (la preppy) ai 20€ scarsi (la plaisir in alluminio), pennino a scelta tra Ef,F o M , leggera, alto rapporto qualità prezzo, contro: cartucce proprietarie, la preppy in plastica se maltrattata potrebbe creparsi.

Poi ci sono ovviamente anche alternative su altre marche/modelli per la stessa fascia prezzo (inferiore si 25€) ma non li conosco in dettaglio.

Anche per l’inchiostro andrei su tipologia “scolastiche “ perché costano poco, funzionano mediamente bene su tutte le penne e anche sulle carte scadenti, non macchiano e sono di facile reperibilità, quindi Lamy blu, Pelikan 4001 blu, waterman serenity blue, Pilot blu, R&K royal blue, sheaffer Skrip, Parker Quink...

In questo modo anche se la prima scelta di inchiostro o penna non soddisfa, non si è speso un capitale e se la penna malauguratamente la di perde o casca di mano e di rompe (o te la fregano) non ci si dispera per la perdita monetaria.

Spero di essere stato utile
Avatar utente
Ghiandaia
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 929
Iscritto il: domenica 12 maggio 2019, 10:43
La mia penna preferita: Cambia costantemente
Il mio inchiostro preferito: Vedi sopra
Misura preferita del pennino: Medio
Gender:

Penne e università!

Messaggio da Ghiandaia »

Penna: Platinum Preppy 0.3

Inchiostro: Platinum blue-black o Rohrer&Klingner Salix

La penna è semplicemente fenomenale, costa pochissimo (4€ circa) quindi se ti cade, la perdi, la presti ecc. non è mai un problema. Scrive bene e sempre, ha un flusso mai abbondante ma sempre pronto quindi è adatta a un maggior ventaglio di carte. Le cartucce Platinum sono molto robuste e si possono riutilizzare per anni, riempiendole da una boccetta d'inchiostro con una siringa. Il Platinum Blue-Black poi è davvero sopra la media su carte leggere o assorbenti, il colore lo trovo molto bello e rilassante: il nome trae in inganno, fai una veloce ricerca su Google Images e te ne accorgerai. Questo inchiostro viene sia in boccete di generose dimensioni sia in cartucce, se le preferisci. Il Salix è notevolmente più economico ma ha tutte le stesse qualità, però viene solo in boccetta quindi per usarlo o riutilizzi la cartuccia che viene in dotazione con la penna o ti devi prendere un converter Platinum.
Ultima modifica di Ghiandaia il venerdì 16 aprile 2021, 14:46, modificato 1 volta in totale.
Leira
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 35
Iscritto il: giovedì 15 aprile 2021, 13:56

Penne e università!

Messaggio da Leira »

Ottorino ha scritto: venerdì 16 aprile 2021, 12:50 E perchè mai devi scrivere meno. Benvenuta !!

Io con una Sheaffer Nononsense ci ho fatto tutta l'università. Alternandola a una "elmo montegrappa" d'epoca (pennino Tabo) trovata in un robivecchi.

Cerca tra i "calligraphy kit", Sheaffer, Parker e Platinum
di solito sono fatti da un corpo penna e diversi gruppi di scrittura intercambiabili.

Il trio Inchiostro/carta/penna è un manicomio.
Soprattutto se la imposti con questi vincoli: carta Z, blu X, tratto Y.
Complichi un problema già complesso di suo.

Molti/e ti aiuteranno, ma un po' te la dovrai sbrigare da te (e magari farci anche sapere come è andata)
Grazie mille per la risposta! Eh mi rendo conto che il trio maledetto é il cruccio principale, ovviamente non sono in cerca del consiglio perfetto alla prima botta, anche perché hai ragionissima, bisogna testare con mano
Do un occhiata ai kit che mi hai consigliato

mastrogigino ha scritto: venerdì 16 aprile 2021, 13:58 Ciao, sono abbastanza nuovo del forum, ma provo a dire la mia...
Credo che per l’uso che se ne andrebbe a fare bisogna rivolgersi a degli strumenti progettati ‘specificatamente’ per quello, ovver penne di tipo scolastico, perché sono state pensate per un uso intenso, costano poco, sono leggere, affidabili , richiedono poca manutenzione, robuste e di solito facilmente reperibili.
Quindi provando a fare dei nomi, mi vengono in mente:
Lamy Safari ( o versione vista trasparente, al-star in alluminio)
Costo intorno ai 20€, grande scelta di pennini, disponibile in tantissimi colori, contro: cartucce proprietarie (ma facili da trovare anche online)

Pelikan Pelikano: pennino solo M, impugnatura ergonomica morbida, design un po’ “spaziale”, costo intorno ai 15€, usa cartucce internazionali (standard), contro: pennino solo misura media e design non molto sobrio

Kaweco sport o kaweco perkeo : varietà di pennini, design iconico, costo tra i 15 e i 25€, contro: misura un po’ piccola, va usata col cappuccio calzato

Pilot Mr (nota anche come Metropolitan) : in alluminio ma leggera, design abbastanza adulto, pennino M ma scrive come un F, cartucce internazionali, costo sui 20€, contro: uno scalino pronunciato sull’ impugnatura può dare fastidio

Pilot kakuno: costo sui 15€ scelta di pennino F o M, molto robusta, contro: design un po’ “da bimbo”, cartucce proprietarie

Pilot 78g: come la kakuno, ma con design più “da ufficio “, difficile da trovare in Italia

Platinum plaisir (o preppy/ prefounte in plastica che costano meno): costo dai 4/5€ (la preppy) ai 20€ scarsi (la plaisir in alluminio), pennino a scelta tra Ef,F o M , leggera, alto rapporto qualità prezzo, contro: cartucce proprietarie, la preppy in plastica se maltrattata potrebbe creparsi.

Poi ci sono ovviamente anche alternative su altre marche/modelli per la stessa fascia prezzo (inferiore si 25€) ma non li conosco in dettaglio.

Anche per l’inchiostro andrei su tipologia “scolastiche “ perché costano poco, funzionano mediamente bene su tutte le penne e anche sulle carte scadenti, non macchiano e sono di facile reperibilità, quindi Lamy blu, Pelikan 4001 blu, waterman serenity blue, Pilot blu, R&K royal blue, sheaffer Skrip, Parker Quink...

In questo modo anche se la prima scelta di inchiostro o penna non soddisfa, non si è speso un capitale e se la penna malauguratamente la di perde o casca di mano e di rompe (o te la fregano) non ci si dispera per la perdita monetaria.

Spero di essere stato utile
Wow... grazie per le mille penne! Me le spulcio su Amazon (anche se vorrei vederle dal vivo ma purtroppo non ho un negozio dove farlo nelle vicinanze)
Non pensavo ci fosse proprio una categoria pensata per chi ne fa un uso scolastico!
Mi trovi d'accordo per la questione prezzo, ovviamente non mi aspetto di spendere 5€, ma visto che almeno un minimo devo brancolare nel buio, preferisco non spendere 50€ a penna!
Mi informerò meglio anche sulla questione pennino perché per esempio non ho idea del tratto di un pennino M
Fra l'altro per l'inchiostro sono tentata di vedere la Pilot, conosco la marca (per le penne a sfera/gel) e la gradisco!
Grazie ancora!


Vi terrò aggiornati sugli acquisti
Avatar utente
villager
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 271
Iscritto il: venerdì 26 febbraio 2021, 20:54
La mia penna preferita: Parker 45
Il mio inchiostro preferito: Waterman Serenity Blue
Località: FR
Gender:

Penne e università!

Messaggio da villager »

Le stilografiche sono assolutamente utilizzabili e consigliabili per prendere appunti all'università, lo dico per esperienza.

Per quanto riguarda l'inchiostro, hai l'imbarazzo della scelta, ed è anche questo il bello delle stilografiche.
Se tipicamente usi carta di bassa qualità e/o sottile, secondo me ti conviene indirizzarti verso penne dal tratto fine o meglio ancora extra fine.

Per il resto concordo con chi ti ha consigliato penne scolastiche, in particolare Kaweco Sport, Platinum Preppy/Prefounte, Pilot Kakuno, Pilot Metropolitan. Costano poco, facili da usare e resistenti.
Ultima modifica di villager il venerdì 16 aprile 2021, 14:55, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
Miata
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1459
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 14:03
La mia penna preferita: Sheaffer Lifetime Triumph 1000
Il mio inchiostro preferito: Noodler's X-feather
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Sicilia
Gender:
Contatta:

Penne e università!

Messaggio da Miata »

Se cerchi sul forum troverai altri post di utenti che avevano i tuoi stessi dubbi/quesiti.

Mi pare che la risposta di mastrogigino qui sopra sia esaustiva.

Io mi limito ad aggiungere due nozioni: le stilografiche possono avere pennini di dimensioni diverse: EX (extra fine) F (fine), Medio, Broad (largo), e via di seguito.

Se scrivi piccolo basta indirizzarsi su un pennino EF o F, che di conseguenza al tratto sottile, rilascia anche meno inchiostro, con minor rischio di trapassamento del foglio (visto che dici si usare fogli sottili) o di "spiumaggio" (ovvero quando l'inchiostro si espande e il tratto appena scritto si allarga perdendo definizione: immagina la carta come se fosse una spugna che assorbe più inchiostro del necessario). Con una EF o una F qualsiasi carta economica per fotocopie o quaderno andrà bene (o almeno sarà così nel 80% dei casi)
Florinda
"Non abbiate nelle vostre case nulla che non sapete essere utile o che non ritenete essere bello" William Morris
Immagine
Leira
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 35
Iscritto il: giovedì 15 aprile 2021, 13:56

Penne e università!

Messaggio da Leira »

Miata ha scritto: venerdì 16 aprile 2021, 14:53 Se cerchi sul forum troverai altri post di utenti che avevano i tuoi stessi dubbi/quesiti.

Mi pare che la risposta di mastrogigino qui sopra sia esaustiva.

Io mi limito ad aggiungere due nozioni: le stilografiche possono avere pennini di dimensioni diverse: EX (extra fine) F (fine), Medio, Broad (largo), e via di seguito.

Se scrivi piccolo basta indirizzarsi su un pennino EF o F, che di conseguenza al tratto sottile, rilascia anche meno inchiostro, con minor rischio di trapassamento del foglio (visto che dici si usare fogli sottili) o di "spiumaggio" (ovvero quando l'inchiostro si espande e il tratto appena scritto si allarga perdendo definizione: immagina la carta come se fosse una spugna che assorbe più inchiostro del necessario). Con una EF o una F qualsiasi carta economica per fotocopie o quaderno andrà bene (o almeno sarà così nel 80% dei casi)
Grazie per le due nozioni aggiuntive! In merito a questo allora prenderò un F o EF
Effettivamente oltre al trapassato il foglio, non avevo pensato anche al fattore "allargamento"

Io solitamente scrivo su fogli ad anelli, quindi dovendovendo scrivere su entrambe le facce del foglio mi preoccupavo del fatto che dietro si vedessero gli appunti presi dall'altro lato
Avatar utente
rolex hunter
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2715
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Gender:

Penne e università!

Messaggio da rolex hunter »

Leira ha scritto:
..........................
ovviamente non mi aspetto di spendere 5€, ma visto che almeno un minimo devo brancolare nel buio, preferisco non spendere 50€ a penna!
...................
come ha giustamente detto Ghiandaia, Platinum Preppy, a 4€ circa. 8-)

Più in generale, entro i 25€ ci sono ottime penne che potrebbero soddisfare tutte le richieste ragionevoli
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)
&...
I don't want to belong to any club that will accept people like me as a member (cit)
Leira
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 35
Iscritto il: giovedì 15 aprile 2021, 13:56

Penne e università!

Messaggio da Leira »

Dove mi consigliate di acquistarle? Perché per esempio la platinum preppy che mi avete detto stare a 4€, su amazon la trovo a 15/20€
Idem per l'inchiostro dove mi consigliate?
Avatar utente
Miata
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1459
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 14:03
La mia penna preferita: Sheaffer Lifetime Triumph 1000
Il mio inchiostro preferito: Noodler's X-feather
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Sicilia
Gender:
Contatta:

Penne e università!

Messaggio da Miata »

Leira ha scritto: venerdì 16 aprile 2021, 15:11 Dove mi consigliate di acquistarle? Perché per esempio la platinum preppy che mi avete detto stare a 4€, su amazon la trovo a 15/20€
Idem per l'inchiostro dove mi consigliate?
Eccoti un elenco di rivenditori di tutta Italia. Ci sono anche quelli che hanno anche il negozio on line convenzionato col forum
Florinda
"Non abbiate nelle vostre case nulla che non sapete essere utile o che non ritenete essere bello" William Morris
Immagine
Leira
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 35
Iscritto il: giovedì 15 aprile 2021, 13:56

Penne e università!

Messaggio da Leira »

Miata ha scritto: venerdì 16 aprile 2021, 15:14
Leira ha scritto: venerdì 16 aprile 2021, 15:11 Dove mi consigliate di acquistarle? Perché per esempio la platinum preppy che mi avete detto stare a 4€, su amazon la trovo a 15/20€
Idem per l'inchiostro dove mi consigliate?
Eccoti un elenco di rivenditori di tutta Italia. Ci sono anche quelli che hanno anche il negozio on line convenzionato col forum
Grazie mille!! Ho visto che purtroppo nella mia città non c'è nulla, però ho visto in provincia c'è qualcuno anche con il forum! Magari provo a contattarli
Ancora grazie
Lamy
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 976
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 19:36
La mia penna preferita: Pelikan M150/ Kaweco Perkeo
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Royal Blue \ Lamy Blue
Misura preferita del pennino: Broad
Località: Milano
Gender:

Penne e università!

Messaggio da Lamy »

Se stai studiando per un corso di laurea scientifico dovrai orientarti su penne dal tratto fine, in tal caso consiglio di guardare le penne di marca Platinum e soprattutto Pilot di costo inferiore ai 30€. Se invece ti occupi di discipline umanistiche e non hai una scrittura minuta, il consiglio è quello di valutare, oltre a Platinum e Pilot, anche Lamy, Pelikan e Kaweco. L'inchiostro degli studenti per eccellenza è il Pelikan 4001 Royal Blue, alla pari con il Lamy Blue ed il Waterman Serenity Blue, quest'ultimi forse troppo scuri per i tuoi gusti.
Rispondi

Torna a “Consigli ed esperienze per gli acquisti”