Requisiti specifici per la mia prima penna

Consigli, esperienze, raccomandazioni dagli utenti per gli utenti concernenti negozi e rivenditori.
Irene
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2019, 18:27

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da Irene » domenica 28 aprile 2019, 21:42

diridolfof ha scritto:
sabato 27 aprile 2019, 3:36
Ho regalato a mio figlio di 13 anni la Faber Castell Neo Slim. Se ti piace senza scalino e sottile è l'ideale. Mio figlio la usa anche a scuola e sostiene che sia ottima anche con il cappuccio calzato. Occhio, però. È in metallo. Per cui se hai un problema di sudorazione eccessiva alle mani non è ideale. Ha la clip per essere agganciata al taschino (cosa non scontata, ad esempio la Kaweco Sport nasce senza clip) per cui in piedi in nave puoi riporla in una tasca. Ne esistono varie finiture e la scelta è solo estetica. In questo caso.
Sarebbe perfetta effettivamente! Per me non è un problema il metallo. Che pennino usa tuo figlio? La trova scorrevole?

Irene
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2019, 18:27

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da Irene » domenica 28 aprile 2019, 21:45

HoodedNib ha scritto:
venerdì 26 aprile 2019, 13:17
Ho in casa Lamy ST e la CP1 e' solo una variante (poche differenze non sostanziali). Sono penne molto buone secondo me, sottili, leggere, scrivono in modo scorrevole (anche troppo ma io sono abituato alle Giapponesi ormai) e letteralmente non oppongono nessuna resistenza allo scrivere, tralaltro il pennino e' intercambiabile abbastanza facilmente (si cava con un unghia o con un pezzetto di scotch) e lo puoi sostituire facilmente, sono facili da pulire, prezzo contenuto.

Secondo me, visto cosa descrivi sono penne che potrebbero fare al caso tuo. Un suggerimento, prendila col converter cosi' puoi cambiare il colore dell'inchiostro facilmente
Mi piacerebbe usare il converter, spero di riuscirci! Dovrei solo ricordarmi di controllarlo la sera prima delle riunioni importanti...

Irene
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2019, 18:27

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da Irene » domenica 28 aprile 2019, 21:47

davide451 ha scritto:
venerdì 26 aprile 2019, 15:42
Ciao Irene, visto che ti piace la 45 comprati quella. Io ne ho più di una e trovo sia una penna eccezionale. La compri per pochi euro e ci scrivi bene e con soddisfazione. Non guardare se quella che stai usando gratta, è senz'altro un problema di quella particolare penna. Ciao e sappici dire. Davide
Sì mi piacerebbe la 45! Vorrei provare anche altro ma effettivamente l’ho trovata molto maneggevole.

diridolfof
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 60
Iscritto il: martedì 3 aprile 2018, 18:54

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da diridolfof » lunedì 29 aprile 2019, 0:19

Irene ha scritto:
domenica 28 aprile 2019, 21:42
diridolfof ha scritto:
sabato 27 aprile 2019, 3:36
Ho regalato a mio figlio di 13 anni la Faber Castell Neo Slim. Se ti piace senza scalino e sottile è l'ideale. Mio figlio la usa anche a scuola e sostiene che sia ottima anche con il cappuccio calzato. Occhio, però. È in metallo. Per cui se hai un problema di sudorazione eccessiva alle mani non è ideale. Ha la clip per essere agganciata al taschino (cosa non scontata, ad esempio la Kaweco Sport nasce senza clip) per cui in piedi in nave puoi riporla in una tasca. Ne esistono varie finiture e la scelta è solo estetica. In questo caso.
Sarebbe perfetta effettivamente! Per me non è un problema il metallo. Che pennino usa tuo figlio? La trova scorrevole?
Ha un EF e lo trova ottimo. Certo, a volte gratta un pochino in certe angolazioni, ma fondamentalmente lo trova migliore di altri F o M.

Mia figlia, invece, usa una Parker 45 flighter. Supponiamo che sia pennino EF (l'abbiamo presa ad un mercatino dell'usato). La usa per i compiti al liceo, incluse le prove scritte.

Entrambe ottime penne. Tanto che sono divenute le preferite dei miei figli. Della Neo Slim non troverai usato, perché è una penna recente. Disponibile in molte finiture. Mio figlio ha quella total black (incluso il pennino). Ne ho viste alcune che consiglierei ad una ragazza, come quelle in finitura mista con il cloro oro rosa per alcuni dettagli. Per la 45 se ti rivolgi all'usato devi sperare di trovare il pennino che ti interessa e non è facile verificarne la gradazione.

Entrambe le penne sono caricate con Pelikan 4001 Royal Blu. La Parker l'ho provata anche con il Online Chocolate Brown ed andava bene.

Avatar utente
Bons
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 294
Iscritto il: sabato 10 marzo 2018, 13:10
La mia penna preferita: Oggi, Pelikan M405 con...
Il mio inchiostro preferito: ... Pelikan Edelstein Sapphire
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Ho attraversato l'Alto Adige

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da Bons » lunedì 29 aprile 2019, 18:31

Lamy ha scritto:
venerdì 26 aprile 2019, 15:19
Per quanto riguarda le Lamy io farei due cose:
1) Lascerei perdere (opzione migliore);
Rivolgo una petizione agli amministratori di fountainpen.it per cambiare il nickname dell'utente Lamy: io proporrei "Lamy? No, grazie!"
;) :lol: :angel:
Angelo


We are such stuff
As dreams are made on; and our little life
Is rounded with a sleep.

William Shakespeare, The Tempest

Avatar utente
francoiacc
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1405
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da francoiacc » lunedì 29 aprile 2019, 18:51

Irene ha scritto:
domenica 28 aprile 2019, 21:45
HoodedNib ha scritto:
venerdì 26 aprile 2019, 13:17
Ho in casa Lamy ST e la CP1 e' solo una variante (poche differenze non sostanziali). Sono penne molto buone secondo me, sottili, leggere, scrivono in modo scorrevole (anche troppo ma io sono abituato alle Giapponesi ormai) e letteralmente non oppongono nessuna resistenza allo scrivere, tralaltro il pennino e' intercambiabile abbastanza facilmente (si cava con un unghia o con un pezzetto di scotch) e lo puoi sostituire facilmente, sono facili da pulire, prezzo contenuto.

Secondo me, visto cosa descrivi sono penne che potrebbero fare al caso tuo. Un suggerimento, prendila col converter cosi' puoi cambiare il colore dell'inchiostro facilmente
Mi piacerebbe usare il converter, spero di riuscirci! Dovrei solo ricordarmi di controllarlo la sera prima delle riunioni importanti...
Anche se la penna la carichi tramite converter nulla vieta di portarti dietro un pò di cartucce, così se rimani a secco sostituisci il converter vuoto con una cartuccia nuova.

Tra le Lamy ti consiglio anche la Logo, molto comoda e bella linea. :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Irene
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2019, 18:27

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da Irene » lunedì 29 aprile 2019, 21:01

Grazie del chiarimento Diridolfof!

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1656
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da rolex hunter » martedì 30 aprile 2019, 10:04

Bons ha scritto:
lunedì 29 aprile 2019, 18:31
Lamy ha scritto:
venerdì 26 aprile 2019, 15:19
Per quanto riguarda le Lamy io farei due cose:
1) Lascerei perdere (opzione migliore);
Rivolgo una petizione agli amministratori di fountainpen.it per cambiare il nickname dell'utente Lamy: io proporrei "Lamy? No, grazie!"
;) :lol: :angel:
Tuttoattaccato :mrgreen:
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1656
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da rolex hunter » martedì 30 aprile 2019, 10:18

OK Irene, torniamo "In Topic"

In uno dei primi post tu scrivi:
"La mia penna ideale dovrebbe essere quindi sottile, leggera, bilanciata anche con cappuccio calzato e senza scalini nell’impugnatura."

E, se non ho capito male, anche "poco costosa" (mi pare si parli di penne "da battaglia").

Scalino dell'impugnatura a parte (c'è, ma non particolarmente rilevante o fastidioso) la descrizione sembra adattarsi perfettamente alla Platinum Preppy e alla sua sorella maggiore Plaisir.


Quando sarai pronta per il "livello successivo", e senza impegnare un capitale (diciamo, più di 20 e MENO di 100€), ti suggerisco di cercare, sul mercato dell'usato, in qualche mercatino, o andando ad un pen show (se puoi) una aurora Hastil (di quelle vecchie) oppure una parker 51; la 51 dovrebbe essere la quadratura del TUO cerchio (non menziono qui la Aurora "88 Nizzoli" perchè è un po' più "cicciotta" della 51)

Questo suggerimento nasce dall'aver intuito che puoi comunque contare sul supporto di utenti un po' più esperti (chi ti ha prestato le penne che attualmente usi, ad esempio)
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Irene
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2019, 18:27

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da Irene » martedì 30 aprile 2019, 13:24

francoiacc ha scritto:
lunedì 29 aprile 2019, 18:51
Irene ha scritto:
domenica 28 aprile 2019, 21:45

Mi piacerebbe usare il converter, spero di riuscirci! Dovrei solo ricordarmi di controllarlo la sera prima delle riunioni importanti...
Anche se la penna la carichi tramite converter nulla vieta di portarti dietro un pò di cartucce, così se rimani a secco sostituisci il converter vuoto con una cartuccia nuova.

Tra le Lamy ti consiglio anche la Logo, molto comoda e bella linea. :wave:
L’ho provata (tenuta in mano) in un negozio proprio ieri, passandoci per caso, ed è veramente leggera e bilanciata.. ci penserò su :)
Grazie!

Irene
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2019, 18:27

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da Irene » martedì 30 aprile 2019, 13:27

rolex hunter ha scritto:
martedì 30 aprile 2019, 10:18
OK Irene, torniamo "In Topic"

In uno dei primi post tu scrivi:
"La mia penna ideale dovrebbe essere quindi sottile, leggera, bilanciata anche con cappuccio calzato e senza scalini nell’impugnatura."

E, se non ho capito male, anche "poco costosa" (mi pare si parli di penne "da battaglia").

Scalino dell'impugnatura a parte (c'è, ma non particolarmente rilevante o fastidioso) la descrizione sembra adattarsi perfettamente alla Platinum Preppy e alla sua sorella maggiore Plaisir.


Quando sarai pronta per il "livello successivo", e senza impegnare un capitale (diciamo, più di 20 e MENO di 100€), ti suggerisco di cercare, sul mercato dell'usato, in qualche mercatino, o andando ad un pen show (se puoi) una aurora Hastil (di quelle vecchie) oppure una parker 51; la 51 dovrebbe essere la quadratura del TUO cerchio (non menziono qui la Aurora "88 Nizzoli" perchè è un po' più "cicciotta" della 51)

Questo suggerimento nasce dall'aver intuito che puoi comunque contare sul supporto di utenti un po' più esperti (chi ti ha prestato le penne che attualmente usi, ad esempio)
Grazie del consiglio. L’Aurora Hastil che ho provato era davvero bella ed ha una decina d’anni almeno.

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 11488
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da maxpop 55 » martedì 30 aprile 2019, 13:42

Irene ha scritto:
martedì 30 aprile 2019, 13:27

Grazie del consiglio. L’Aurora Hastil che ho provato era davvero bella ed ha una decina d’anni almeno.
Direi una quarantina.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1656
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da rolex hunter » martedì 30 aprile 2019, 13:47

Irene ha scritto:
martedì 30 aprile 2019, 13:27

Grazie del consiglio. L’Aurora Hastil che ho provato era davvero bella ed ha una decina d’anni almeno.
Guarda la Clip del cappuccio della Hastil: se è così

Immagine
Immagine

è una produzione moderna (qualche anno fa), bella ma mostruosamente sovrapprezzo :thumbdown:

Se invece la clip è così:

Immagine
Immagine
Immagine

allora la penna è una produzione anni 70/80 (assolutamente migliore, e anche decisamente più economica, come ho detto prima).


N.B.
Non dimenticare la Parker 51, magari in versione "demi" se la vuoi un po' più piccina
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Irene
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2019, 18:27

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da Irene » martedì 30 aprile 2019, 22:24

La Hastil era del secondo tipo, con la clip anni 70/80. Se non ricordo male era proprio quella nera e dorata, o tutta nera.

JetMcQuack
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 230
Iscritto il: martedì 31 dicembre 2013, 21:50
La mia penna preferita: Pelikan 101
Misura preferita del pennino: Obliquo
Località: Pavia
Sesso:

Requisiti specifici per la mia prima penna

Messaggio da JetMcQuack » mercoledì 1 maggio 2019, 0:23

Io prenderei una Sheaffer Targa

Rispondi