Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Consigli, esperienze, raccomandazioni dagli utenti per gli utenti concernenti negozi e rivenditori.
Bloccato
Avatar utente
Bacchinif
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 26 novembre 2015, 20:43
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Napoli

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Bacchinif » mercoledì 6 febbraio 2019, 14:55

Salve, come da titolo, sono alla ricerca di una penna stilografica (budget, molto limitato a dire il vero) che abbia un pennino F o EF e che sia anche abbastanza morbida. Al momento scrivo con una Aurora Ipsilon con pennino M, ma vorrei cambiarla perché ho problemi di allagamento oltre che di tratto troppo spesso.
Ho poche pretese, se non quella di:

- trovare qualcosa di esteticamente gradevole per i miei gusti
- rientrare in un budget limitato, massimo 40€ [nuovo o usato che sia]
- avere un pennino F o EF che sia morbido, eventualmente con un po' di flessione e che permetta di scrivere anche in obliquo


Sono troppe pretese? Forse. Non saprei.
I miei gusti ricadono su penne in stile anni 60', quindi con qualche inserto in oro, e qualche marezzatura sul corpo della penna (preferibilmente in resina o simil-resina).

Ringrazio tutti per l'aiuto eventuale.

In rete ho trovato una Parker IM con pennino F a circa 20€, ma, onestamente, mi lascia un po' perplesso il look "moderno": corpo grigio metalizzato.

hobbit
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 286
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2016, 23:16

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da hobbit » venerdì 8 febbraio 2019, 7:03

Non so soddisfare pienamente le tua richiesta, ma puntando soprattutto sull’economia nel nuovo ecco alcuni suggerimenti:

- Platinum Preppy o Plaisir con pennino F (0,3), sono fini, ma scorrevoli, scrivono sempre e il loro flusso è giusto non ho mai situazioni di eccessivo impregnamento del foglio, nemmeno sulla cartaccia scolastica che uso di solito, però non sono flessibili, simili ai Lamy;

- Kaweco Sport o Perkeo con pennino EF o F, tratto più abbondate, sia in spessore che in flusso, ma non esagerato, è un tratto europeo per capirci, l'EF Kaweco è leggermente più fine dell'EF Lamy, non è flessibile, ma comunque restituisce una scrittura un po' più morbida.

- Lamy Safari o Nexx con pennino EF, sono penne ottimamente progettate e costruite, scrivono in maniera affidabile, non lasciano mai per strada, sono robuste e in caso di incidente o di necessità di cambiare il tratto la sostituzione del pennino è istantanea anche a penna carica, io ad esempio intervallo EF e 1,1 sulla stessa penna.

Le penne suggerite si trovano entro i 20 euro perciò dalla spesa veramente modica.

Non mi sento di consigliare le varie cinesi, che pur costando poco, io non ne ho ancora azzeccata una che mi dia soddisfazione.
Ultima modifica di hobbit il venerdì 8 febbraio 2019, 8:14, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
HoodedNib
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1464
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da HoodedNib » venerdì 8 febbraio 2019, 7:58

Aurora 88 o simili. Ce ne sono un discreto numero in giro con pennino semiflessibile. Quel pennino se fosse full size non avrebbe niente da invidiare a quelli veramente flessibili solo che e' corto e semicarenato quindi e' semplicemente morbido.
Le vecchie Aurora 88(anche P o K vanno bene) con quel tipo di pennino mi sembrano quello che stai cercando
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
Corvogiallo
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 464
Iscritto il: giovedì 9 luglio 2015, 16:09
La mia penna preferita: Waterman Carene
Il mio inchiostro preferito: Montblanc Noir
Misura preferita del pennino: Fine

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Corvogiallo » venerdì 8 febbraio 2019, 9:17

La Parker im viaggia bene ma il pennino è un chiodo (zero flessibilità) e il flusso normalmente è piuttosto abbondante. Così di solito accade anche alle waterman specie moderne. Se lo vuoi flessibile, io mi sono trovato bene con le eyedropper centenarie. Morbide e flessibili.

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1279
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Pettirosso » venerdì 8 febbraio 2019, 10:00

Con tutte queste specifiche voterei anch'io per una vecchia Aurora serie 88 (o anche 98).
Attenzione al pennino: le facevano praticamente in tutte le misure (da EF a BB), flessibili e no, quindi devi leggere attentamente la descrizione del venditore.
Io ho un EF rigido, e ti assicuro che è veramente tale (non dico giapponese, ma quasi), ed un EF flessibile (con tratto leggermente più grande).
C'è anche in giro qualche esemplare di Stil Re-Ma (uguale alla 88 ma con pennino scoperto): chi l'ha acquistata ha scritto che è un F veramente flessibile.
In realtà, buona parte delle tedesche degli anni '40 - '50 montavano pennini in oro discretamente flessibili (rispetto ai chiodi odierni). Il problema è il tratto: la maggior parte M, ma le eccezioni ci sono.
Un'ampia serie di pennini in acciaio (ci sono apposite tabelle) la trovi sulle Esterbrook, e con il budget potresti starci, ma il caricamento è a levetta.
Anche le inglesi Summit hanno ottimi pennini in oro, ma non saprei per gli EF, e comunque temo che siano fuori budget.
Fra le super economiche attuali qualche variazione di tratto lo consente la Kaweco Perkeo (l'ho solo letto su qualche recensione).
Insomma, la scelta c'è...
Curiosità: strano che tu abbia problemi di "allagamento" sulla Aurora Y: dev'esserci qualcosa fuori posto. Sono le mie preferite per l'uso quotidiano, in condizioni normali il flusso non è scarso ma neppure troppo abbondante (non certo alla Pelikan).

gionni
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 461
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso:

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da gionni » venerdì 8 febbraio 2019, 12:11

Pettirosso ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 10:00
Con tutte queste specifiche voterei anch'io per una vecchia Aurora serie 88 (o anche 98).
Attenzione al pennino: le facevano praticamente in tutte le misure (da EF a BB), flessibili e no, quindi devi leggere attentamente la descrizione del venditore.
Io ho un EF rigido, e ti assicuro che è veramente tale (non dico giapponese, ma quasi), ed un EF flessibile (con tratto leggermente più grande).
C'è anche in giro qualche esemplare di Stil Re-Ma (uguale alla 88 ma con pennino scoperto): chi l'ha acquistata ha scritto che è un F veramente flessibile.
In realtà, buona parte delle tedesche degli anni '40 - '50 montavano pennini in oro discretamente flessibili (rispetto ai chiodi odierni). Il problema è il tratto: la maggior parte M, ma le eccezioni ci sono.
Un'ampia serie di pennini in acciaio (ci sono apposite tabelle) la trovi sulle Esterbrook, e con il budget potresti starci, ma il caricamento è a levetta.
Anche le inglesi Summit hanno ottimi pennini in oro, ma non saprei per gli EF, e comunque temo che siano fuori budget.
Fra le super economiche attuali qualche variazione di tratto lo consente la Kaweco Perkeo (l'ho solo letto su qualche recensione).
Insomma, la scelta c'è...
Curiosità: strano che tu abbia problemi di "allagamento" sulla Aurora Y: dev'esserci qualcosa fuori posto. Sono le mie preferite per l'uso quotidiano, in condizioni normali il flusso non è scarso ma neppure troppo abbondante (non certo alla Pelikan).
Confermo la flessibilità del pennino Stil Re.Ma., ma solo per il modello piccolo simile all'Aurora 88. Il modello grande, praticamente uguale, ha un bel pennino ma non così flessibile, direi solo morbido.

Ciao. Gionni

Avatar utente
Bacchinif
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 26 novembre 2015, 20:43
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Napoli

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Bacchinif » sabato 9 febbraio 2019, 16:19

Corvogiallo ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 9:17
La Parker im viaggia bene ma il pennino è un chiodo (zero flessibilità) e il flusso normalmente è piuttosto abbondante. Così di solito accade anche alle waterman specie moderne. Se lo vuoi flessibile, io mi sono trovato bene con le eyedropper centenarie. Morbide e flessibili.
Ciao.
Non ho trovato in rete queste Eyedropper. Sapresti linkarmi qualcosa?

HoodedNib ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 7:58
Aurora 88 o simili. Ce ne sono un discreto numero in giro con pennino semiflessibile. Quel pennino se fosse full size non avrebbe niente da invidiare a quelli veramente flessibili solo che e' corto e semicarenato quindi e' semplicemente morbido.
Le vecchie Aurora 88(anche P o K vanno bene) con quel tipo di pennino mi sembrano quello che stai cercando
Grazie.
Io ora ho proprio una Aurora, modello Y. Cosa cambierebbe rispetto alla K?
Il punto è: trovarla usata, in buone condizioni e ad un prezzo decente. Quella che ho io ha il pennino F, ma per i miei gusti è ancora troppo abbondante.

Dici che la 88 risolverebbe la cosa o il gruppo scrittura è uguale?

Avatar utente
Corvogiallo
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 464
Iscritto il: giovedì 9 luglio 2015, 16:09
La mia penna preferita: Waterman Carene
Il mio inchiostro preferito: Montblanc Noir
Misura preferita del pennino: Fine

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Corvogiallo » sabato 9 febbraio 2019, 16:56

Bacchinif ha scritto:
sabato 9 febbraio 2019, 16:16
Corvogiallo ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 9:17
La Parker im viaggia bene ma il pennino è un chiodo (zero flessibilità) e il flusso normalmente è piuttosto abbondante. Così di solito accade anche alle waterman specie moderne. Se lo vuoi flessibile, io mi sono trovato bene con le eyedropper centenarie. Morbide e flessibili.
Ciao.
Non ho trovato in rete queste Eyedropper. Sapresti linkarmi qualcosa?
Il modello da guardare è waterman 12 (c’e Una recensione sul forum) ma c’è ne sono anche di altre marche come Onoto, Mabie Todd (se vai sulla baia e scrivi eyedropper esce parecchio) etc... Normalmente non costano troppo ma cura che abbiano il pennino originale (anche se spesso quelli sostituiti sono egualmente flex). Unica attenzione procurarsi un tubetto di grasso al silicone per evitare fuoriuscite d’inchiostro dalla filettatura è un contagocce per riempirle. Mi pare che ultimamente ne sia comparsa una anche sul mercatino...buttaci un occhio viewtopic.php?f=47&t=18077
(Forse quella è fuori budget ma secondo me puoi chiedere uno sconto :mrgreen: )

Avatar utente
HoodedNib
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1464
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da HoodedNib » sabato 9 febbraio 2019, 17:13

Bacchinif ha scritto:
sabato 9 febbraio 2019, 16:19
HoodedNib ha scritto:
venerdì 8 febbraio 2019, 7:58
Aurora 88 o simili. Ce ne sono un discreto numero in giro con pennino semiflessibile. Quel pennino se fosse full size non avrebbe niente da invidiare a quelli veramente flessibili solo che e' corto e semicarenato quindi e' semplicemente morbido.
Le vecchie Aurora 88(anche P o K vanno bene) con quel tipo di pennino mi sembrano quello che stai cercando
Grazie.
Io ora ho proprio una Aurora, modello Y. Cosa cambierebbe rispetto alla K?
Il punto è: trovarla usata, in buone condizioni e ad un prezzo decente. Quella che ho io ha il pennino F, ma per i miei gusti è ancora troppo abbondante.

Dici che la 88 risolverebbe la cosa o il gruppo scrittura è uguale?
Allora no, I vari modelli di Aurora della serie 88 sono vintage (c'e' anche una serie moderna ma io parlo di quelli degli anni 60) e i gruppi di scrittura non hanno niente a che spartire rispetto a quelle moderne, in generale sono tutte ottime penne.

Ma visto che cercavi una penna, anche usata, che costasse relativamente poco, con i pennini flessibili e che i tuoi gusti ricadono verso quelle stile anni 60 non vedo che ci possa essere di meglio. Devi cercarla usata ovviamente, stando attento di trovarla col pennino flessibile visto che ne hanno fatte uscire di ogni gradazione.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
Bacchinif
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 26 novembre 2015, 20:43
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Napoli

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Bacchinif » martedì 12 febbraio 2019, 18:14

Corvogiallo ha scritto:
sabato 9 febbraio 2019, 16:56
Bacchinif ha scritto:
sabato 9 febbraio 2019, 16:16


Ciao.
Non ho trovato in rete queste Eyedropper. Sapresti linkarmi qualcosa?
Il modello da guardare è waterman 12 (c’e Una recensione sul forum) ma c’è ne sono anche di altre marche come Onoto, Mabie Todd (se vai sulla baia e scrivi eyedropper esce parecchio) etc... Normalmente non costano troppo ma cura che abbiano il pennino originale (anche se spesso quelli sostituiti sono egualmente flex). Unica attenzione procurarsi un tubetto di grasso al silicone per evitare fuoriuscite d’inchiostro dalla filettatura è un contagocce per riempirle. Mi pare che ultimamente ne sia comparsa una anche sul mercatino...buttaci un occhio viewtopic.php?f=47&t=18077
(Forse quella è fuori budget ma secondo me puoi chiedere uno sconto :mrgreen: )
Eccomi qui. Finalmente ho un po' di tempo per rispondere.

Facendo un recap di quello che mi avete detto:

Suggerimento 1: Aurora 88, 98, K o P in variante F. Da cercare usate e facendo attenzione che abbiano pennino flessibile.
L'estetica mi piace, ma sono un po' spaventato da questa spasmodica ricerca sulla baia, con prezzi alti e grossa possibilità di sbagliare. Insomma. Dovrei beccarne una usata, nel mio range di prezzo e con pennino oltre che flessibile anche EF. Insomma... un terno al lotto, no?

Suggerimento 2: Stil Re-Ma
Il brand non lo conoscevo. Cercando rapidamente su internet mi pare che sia poco diffuso, cosa che complicherebbe ancora di più la ricerca di un modello nell'usato.

Sulla Aurora Y ho problemi di allagamento perché i rebbi sono disallineati, oltre al fatto che potrebbe esserci qualche problema al gruppo scrittura. Spesso, infatti, trovo delle vere e proprie gocce di inchiostro nel cappuccio.

Avatar utente
Siberia
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 773
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: Quelle in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Siberia » martedì 12 febbraio 2019, 20:08

Se hai problemi nel riallineare i pennini con la Ipsilon e poca propensione all'aggiustamento dei pennini è meglio guardare a penne nuove perché il vintage richiede attenzioni. Le Pelikan m150 o m200 non hanno un costo esagerato e i pennini sono "morbidi", non rigidissimi. Le Aurora (es. la Style) hanno un pennino morbido, secondo me, e insieme alle Pelikan sono le uniche. Posso consigliarti le Twsbi ma i pennini sono più rigidi. Kaweko, Faber Castell, ecc. sono pennini simili ai Twsbi e un po'tutte uguali.
I pelikan F non sono annaffiatoi, dipende dall'esemplare che capita. È sbagliato generalizzare sul flusso.
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Avatar utente
Bacchinif
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 26 novembre 2015, 20:43
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Napoli

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Bacchinif » mercoledì 13 febbraio 2019, 18:54

Siberia ha scritto:
martedì 12 febbraio 2019, 20:08
Se hai problemi nel riallineare i pennini con la Ipsilon e poca propensione all'aggiustamento dei pennini è meglio guardare a penne nuove perché il vintage richiede attenzioni. Le Pelikan m150 o m200 non hanno un costo esagerato e i pennini sono "morbidi", non rigidissimi. Le Aurora (es. la Style) hanno un pennino morbido, secondo me, e insieme alle Pelikan sono le uniche. Posso consigliarti le Twsbi ma i pennini sono più rigidi. Kaweko, Faber Castell, ecc. sono pennini simili ai Twsbi e un po'tutte uguali.
I pelikan F non sono annaffiatoi, dipende dall'esemplare che capita. È sbagliato generalizzare sul flusso.
Ok. D'accordo che optare per le nuove sia meglio, ma se beccassi una usata intonsa? Diciamo come la maggior parte delle usate che si trovano in giro...?

Comunque la Aurora Style mi piace, anche se è molto simile alla Y che già ho. Purtroppo non la trovo al di sotto dei 50€.

Alla fine 30€-35€ di budget li ho, ma vorrei che fosse:

- design anni 60, simil Aurora o eventualmente alcune Omas che reputo molto belle

- pennino molto sottile, preferibilmente EF

- pennino abbastanza flessibile, diciamo non un chiodo

______

Sulla baia ho provato a cercare "eyedropper" come suggeritomi, ma non ho trovato molto.

paki
Levetta
Levetta
Messaggi: 581
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2014, 16:15
La mia penna preferita: Pelikan M805 Stresemann
Il mio inchiostro preferito: Diamine 150th Blue Velvet
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Cerignola
Sesso:

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da paki » mercoledì 13 febbraio 2019, 20:20

Mi sono affacciato al mondo del vintage da poco, quindi prendi con le pinze ciò che scrivo.

C'è un asta su ebay, una Esterbrook J con pennino 9128, che secondo la gradazione Esterbrook è l'EF flessibile.

Magari qualcun'altro può dirti di più sulla penna, io non ce l'ho.

Prova anche a cercare tra le aste le stilografiche di marchi minori inglesi e italiani.
"Le nuove opinioni sono sempre sospette e vengono di solito contrastate per l'unica ragione che non sono ancora diventate comuni" - John Locke

Normie
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 280
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 13:23
La mia penna preferita: Nakaya Piccolo
Misura preferita del pennino: Extra Fine

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Normie » mercoledì 13 febbraio 2019, 20:45

assecondo il consiglio di paki e del Corvo, a quelle cifre bisogna spulciare i mercatini virtuali e non, qualcosa salta sempre fuori.

Avatar utente
Bacchinif
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 26 novembre 2015, 20:43
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Napoli

Penna Economica Morbida F/EF [Usato]

Messaggio da Bacchinif » mercoledì 13 febbraio 2019, 21:31

Normie ha scritto:
mercoledì 13 febbraio 2019, 20:45
assecondo il consiglio di paki e del Corvo, a quelle cifre bisogna spulciare i mercatini virtuali e non, qualcosa salta sempre fuori.
Mi farò un giro sulla baia allora.

P.S. Come parole chiave vorrei evitare di scrivere "fountain pen". Escono troppi risultati e ci si perde. Già se avessi 2-3 parole chiave da inserire sarebbe meglio.

Bloccato