Pelikan 400 sfera e matita

Consigli, esperienze, raccomandazioni dagli utenti per gli utenti concernenti negozi e rivenditori.
Rispondi
Avatar utente
Syrok
Levetta
Levetta
Messaggi: 654
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Pelikan 400 sfera e matita

Messaggio da Syrok » giovedì 27 settembre 2018, 0:27

Salve a tutti.

Sono qui oggi per chiedervi un consiglio dai più esperti di voi in campo Pelikan.

Ho avuto la fortuna di trovare una Pelikan 400 prima serie a strisce verdi databile tra il 1954 e il 1955 in quanto ha la scritta sulla fascetta del cappuccio e mi pare di aver letto sul wiki che tale modello è stato fatto solo in quel periodo quando poi è stata sostituita dalla 400N.

Come indica il titolo vorrei cercare una penna a sfera o roller (ma credo che all'epoca fossero solo a sfera) e una matita meccanica per ricreare il terzetto giusto per l'epoca.

Ho dato un occhiata al Wiki ma non sono riuscito a trovare niente solo delle pubblicità dell'epoca ma senza codici particolari (magari mi è sfuggito qualcosa chiedo venia).

Su internet ho trovato dei modelli di penna a sfera denominati 355, 455, K400 mentre le matite meccaniche le ho viste denominate 350, 450,ecc.

Ora vorrei chiedere a voi esperti quale dovrebbe essere l'accoppiata giusta di quel metà anni 50 a cui appartiene la mia 400, immagino siano modelli simili, quindi accoppiabili comunque ma più o meno moderni, la mia vorrebbe solo essere una voglia di trovare la compagnia giusta di quel periodo.
Grazie a tutti per l'aiuto che potrete darmi.
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1249
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Pelikan 400 sfera e matita

Messaggio da rolex hunter » venerdì 28 settembre 2018, 9:19

Dai un'occhiata a questo catalogo del 1955 (spiacente, è in tedesco; ma le figure sono comprensibili)
https://www.pelikan-collectibles.com/de ... g-1955.pdf

Direi che quello che cerchi puoi trovarlo alle pagine 9 e 12
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
Syrok
Levetta
Levetta
Messaggi: 654
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Pelikan 400 sfera e matita

Messaggio da Syrok » venerdì 28 settembre 2018, 9:36

Grazie mille Giorgio è quello che stavo cercando per capire le differenze tra i più recenti e i più vecchi, anche nelle pubblicità no non specificano i numeri dei modelli.
Ho visto anche la sezione degli astucci molto bello.
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1249
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Pelikan 400 sfera e matita

Messaggio da rolex hunter » venerdì 28 settembre 2018, 10:46

Syrok ha scritto:
venerdì 28 settembre 2018, 9:36
Grazie mille Giorgio è quello che stavo cercando per capire le differenze tra i più recenti e i più vecchi, anche nelle pubblicità non specificano i numeri dei modelli.
In effetti il problema è spinoso: nel corso degli anni, anche se cambia l'estetica, il codice di identificazione (la referenza ??? ;) ) resta uguale, quindi indipendentemente che si parli di una 400, una 400N o una 400NN, i codici sono rimasti invariati perciò, ad esempio, il portamine (druckstifte) avrà sempre il codice 350 oppure 450 (verde/nero).
giusto una verifica visiva ti può suggerire eventuali differenze; ecco da consultare un (altro) catalogo, del 1963, per vedere come le suddette "referenze" sono cambiate

https://www.pelikan-collectibles.de/de/ ... g-1963.pdf
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
Syrok
Levetta
Levetta
Messaggi: 654
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Pelikan 400 sfera e matita

Messaggio da Syrok » venerdì 28 settembre 2018, 11:02

Il dubbio mio era tra il 450 e il K 450 e ora che ho visto i codici senza la lettera davanti immagino che gli altri siano della serie più recente anni 80 come le serie M400 che è uscita molto dopo alla mia
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Rispondi