Sheaffer Intrigue - converter: una storia di assistenza a lieto fine

Consigli, esperienze, raccomandazioni dagli utenti per gli utenti concernenti negozi e rivenditori.
Rispondi
Avatar utente
Corvogiallo
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 334
Iscritto il: giovedì 9 luglio 2015, 16:09
La mia penna preferita: Waterman Carene
Il mio inchiostro preferito: Montblanc Noir
Misura preferita del pennino: Fine

Sheaffer Intrigue - converter: una storia di assistenza a lieto fine

Messaggio da Corvogiallo » venerdì 20 luglio 2018, 1:02

Una storia a lieto fine...Ero disperatamente in cerca di un converter per la mia Sheaffer Intrigue oramai fuori produzione per affrancarmi definitivamente dalla bicromia blu/nero imposta dalle cartucce (amo visceralmente i marroni) vd.
http://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?f=47&t=17117.
Non avendolo trovato sui vari siti consultati né sul forum ho provato a fare la cosa più ovvia (a posteriori): chiedere all'assistenza. In Italia la gestisce Santara, un marchio di Milano che rappresenta anche Ballograf (bellissima la classica sfera in legno e laminata oro! Unica concessione al mondo della sfera...) e Columbus (il mio amore studentesco insieme alle economiche Waterman). Risposta celere alla mail con proposta di spedizione. Essendo vicini di casa ne approfitto e mi reco in pausa pranzo: ecco l'oggetto delle mie ricerche e la gentilezza della sig.ra Erica e dei suoi due colleghi della SANTARA. Il tutto in continuità col significato del white dot della Sheaffer: garanzia a vita! Sono contento che marchi a me così cari siano in mano a persone così. Grazie ancora.

Avatar utente
fab66
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1660
Iscritto il: mercoledì 31 ottobre 2012, 19:27
La mia penna preferita: Doric che non ho regalato a 8
Il mio inchiostro preferito: pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cecina
Sesso:

Sheaffer Intrigue - converter: una storia di assistenza a lieto fine

Messaggio da fab66 » venerdì 20 luglio 2018, 12:04

Mi fa piacere, tra l'altro può darsi che uno dei due colleghi della Signora sia quello che spesso partecipa ai penshow come espositore (Milano e Bologna sempre presente...).... mi sembra di ricordare che si chiama Marco :problem:
Fabrizio

Rispondi