Penna economica per il blu-nero

Consigli, esperienze, raccomandazioni dagli utenti per gli utenti concernenti negozi e rivenditori.
aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da aleck » martedì 7 novembre 2017, 19:06

Ho deciso di acquistare una penna da dedicare esclusivamente al blu-nero. I requisiti che la penna deve avere sono:

- Pennino F (o M giapponese) molto scorrevole (va bene anche rigido, va bene un leggero feedback, ma non deve nè grattare nè affondare nella carta. E' il timore per cui scarto, ad esempio, la per me molto bella Kaweco Perkeo) e alimentatore che garantisca un flusso non troppo magro;
- Costo minore o uguale a 20 euro;
- Reperibile su amazon.de con formula Prime (tassativo, perchè mi sto aggiungendo a un ordine collettivo per aiutare a raggiungere i 30 euro necessari per le spedizioni gratuite);
- Trasformabile a eyedropper (gradito ma non tassativo).

Sto procedendo con la ricerca in autonomia ma se qualcuno avesse un qualche suggerimento è il benvenuto! Fino ad ora ho adocchiato Lamy Vista e la ormai famigerata Platinum Preppy (che pure non mi va tanto giù per il look estremamente anonimo e cheap). Opterei per la bella Schneider Base (che ho provato e mi piace, nonostante il tratto medio-abbondante), non fosse che temo non producano un pennino F.

Intanto, mi farebbe piacere:
- Un parere sul pennino F in acciaio della Lamy. A memoria, mi pare di aver provato solo i (piuttosto abbondanti e mediamente scorrevoli) Lamy M fino ad ora;
- Un parere sul pennino da 0,3mm della Preppy, visto che credo che l'unica che mi è passata per le mani montasse il pennino da 0,5mm.
- Un parere sulle Faber-Castell WRITink e sul loro pennino fine (che non è lo stesso - mio prediletto - delle Loom).

Grazie di cuore a chi vorrà o potrà aiutarmi nella ricerca! :thumbup: :wave:

Avatar utente
Colombre
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 177
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88P
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Fp.it Vera: 028
Località: Pordenone (provincia)
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da Colombre » martedì 7 novembre 2017, 20:22

IMHO per 20€ prenderei la Pilot Kakuno.
Non ce l’ho ma era quella a cui avevo pensato per i miei studenti, poi è stata scartata perché essendo destinata a un regalo e a bambini la reperibilità di cartucce diventa fondamentale. Se però si tratta di una sola ad uso personale non avrei dubbio alcuno.

aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da aleck » martedì 7 novembre 2017, 20:28

Colombre ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 20:22
IMHO per 20€ prenderei la Pilot Kakuno.
Non ce l’ho ma era quella a cui avevo pensato per i miei studenti, poi è stata scartata perché essendo destinata a un regalo e a bambini la reperibilità di cartucce diventa fondamentale. Se però si tratta di una sola ad uso personale non avrei dubbio alcuno.
E', per la verità, una delle mie opzioni principali: i pennini Pilot sono sempre una garanzia e il look è decisamente curato (la trovo bellissima in finitura bianco-celeste). Tuttavia pare non essere al momento disponibile. :cry: Sonderò ancora il portale temporeggiando un po' :thumbup:

Grazie per il suggerimento!

Avatar utente
ctretre
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 161
Iscritto il: mercoledì 21 giugno 2017, 18:06
La mia penna preferita: Wing Sing 698
Il mio inchiostro preferito: Verde scuro
Misura preferita del pennino: Extra Fine

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da ctretre » martedì 7 novembre 2017, 20:42

Online potrebbe avere qualche cosa di interessante, ma non le conosco.
Una ben nota Kaweko Sport (o Perkeo)
Waterman Graduate.

Tutte con cartucce internazionali altrimenti puoi valutare la versione rifinita della preppy: la Platinum Plasir, che si trova sui 12€ venduta e spedita da Amazon DE.

La Lamy F è secondo me molto spessa, in allegato ti mostro degli appunti fatti con una Safari F con cartuccia di fabbrica, in verde è una Wing Sing 698 0.5 con inchiostro Lamy, se non erro la possiedi.
Magari con un 4001 blue-black migliora.
20171107_204105.jpg

aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da aleck » martedì 7 novembre 2017, 21:16

ctretre ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 20:42
Una ben nota Kaweko Sport (o Perkeo)
In realtà con le Kaweco non ho un gran rapporto: mi piacciono da matti ma entrambe le volte che ne ho provata una (pennino M, se non sbaglio) son rimasto molto deluso proprio dal pennino. La prima aveva i rebbi disallineati, cosa che non tollero su una penna da quasi 20 euro, anche perchè può celare altri problemi al gruppo sezione+alimentatore; la seconda aveva un flusso tremendamente magro e restituiva una pessima sensazione persino sul blocchetto di liscissima Clairefontaine disponibile in negozio per la prova. Magari potrei dare una seconda possibilità visto il prezzo stracciato della Perkeo e il look irresistibile della Sport, ma un po' mi spaventa questa discontinuità negli standard qualitativi.

La Waterman Graduate, per quanto un pelo anonima, incontra il mio gusto. Devo ammettere, tuttavia, di avere un po' di pregiudizio: ho constatato in diversi casi che quando un grande nome decide di produrre una economica dall'aspetto curato e dai materiali tutto sommato buoni, finisce per trascurare l'esperienza di scrittura, che per me è decisamente l'elemento principale nella scelta di una penna.

Le Online sono belle penne, le conosco e le ho provate, ne sto valutando un paio! Non offrono esattamente l'esperienza di scrittura che cerco, ma sono delle buone penne :)
ctretre ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 20:42
La Lamy F è secondo me molto spessa, in allegato ti mostro degli appunti fatti con una Safari F con cartuccia di fabbrica, in verde è una Wing Sing 698 0.5 con inchiostro Lamy, se non erro la possiedi.
No, la 698 non la possiedo, ne ho solo provato una di collega in università. Il discorso sul pennino Lamy, invece, potrebbe interessarmi. Alla fin fine, se la scrittura è fluida e il pennino scorre bene, un pennino non troppo stitico potrebbe non dispiacermi :thumbup: :wave:

Grazie!

Avatar utente
ctretre
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 161
Iscritto il: mercoledì 21 giugno 2017, 18:06
La mia penna preferita: Wing Sing 698
Il mio inchiostro preferito: Verde scuro
Misura preferita del pennino: Extra Fine

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da ctretre » martedì 7 novembre 2017, 22:21

aleck ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 21:16
ctretre ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 20:42
Una ben nota Kaweko Sport (o Perkeo)
In realtà con le Kaweco non ho un gran rapporto: mi piacciono da matti ma entrambe le volte che ne ho provata una (pennino M, se non sbaglio) son rimasto molto deluso proprio dal pennino. La prima aveva i rebbi disallineati, cosa che non tollero su una penna da quasi 20 euro, anche perchè può celare altri problemi al gruppo sezione+alimentatore; la seconda aveva un flusso tremendamente magro e restituiva una pessima sensazione persino sul blocchetto di liscissima Clairefontaine disponibile in negozio per la prova. Magari potrei dare una seconda possibilità visto il prezzo stracciato della Perkeo e il look irresistibile della Sport, ma un po' mi spaventa questa discontinuità negli standard qualitativi.

La Waterman Graduate, per quanto un pelo anonima, incontra il mio gusto. Devo ammettere, tuttavia, di avere un po' di pregiudizio: ho constatato in diversi casi che quando un grande nome decide di produrre una economica dall'aspetto curato e dai materiali tutto sommato buoni, finisce per trascurare l'esperienza di scrittura, che per me è decisamente l'elemento principale nella scelta di una penna.

Le Online sono belle penne, le conosco e le ho provate, ne sto valutando un paio! Non offrono esattamente l'esperienza di scrittura che cerco, ma sono delle buone penne :)
ctretre ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 20:42
La Lamy F è secondo me molto spessa, in allegato ti mostro degli appunti fatti con una Safari F con cartuccia di fabbrica, in verde è una Wing Sing 698 0.5 con inchiostro Lamy, se non erro la possiedi.
No, la 698 non la possiedo, ne ho solo provato una di collega in università. Il discorso sul pennino Lamy, invece, potrebbe interessarmi. Alla fin fine, se la scrittura è fluida e il pennino scorre bene, un pennino non troppo stitico potrebbe non dispiacermi :thumbup: :wave:

Grazie!
Non sei l'unico a parlare male delle Kaweko, e capisco il sospetto, magari il diritto di recesso incondizionato in 30 giorni può essere una garanzia.

Sulla Waterman Graduate c'è una ottima recensione qui e su Amazon, emerge il dato che ultimamente la qualità sia calata ma non troppo, appena sarò in Francia la farò mia per 10 € scarsi.

La Platinum Plasir non l'hai proprio presa in considerazione?
Il pennino della Lamy scorre bene anche se a me non piace, ma forse è un dato personale legato alla persona che me l'ha regalata.
Ultima modifica di ctretre il martedì 7 novembre 2017, 23:24, modificato 1 volta in totale.

grafomane
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 264
Iscritto il: martedì 16 maggio 2017, 10:55

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da grafomane » martedì 7 novembre 2017, 22:33

aleck ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 19:06
Ho deciso di acquistare una penna da dedicare esclusivamente al blu-nero. I requisiti che la penna deve avere sono:

- Pennino F (o M giapponese) molto scorrevole (va bene anche rigido, va bene un leggero feedback, ma non deve nè grattare nè affondare nella carta. E' il timore per cui scarto, ad esempio, la per me molto bella Kaweco Perkeo) e alimentatore che garantisca un flusso non troppo magro;
- Costo minore o uguale a 20 euro;
- Reperibile su amazon.de con formula Prime (tassativo, perchè mi sto aggiungendo a un ordine collettivo per aiutare a raggiungere i 30 euro necessari per le spedizioni gratuite);
- Trasformabile a eyedropper (gradito ma non tassativo).
Reform 1745... ma non so se la trovi su amazon, il sito dice "attualmente non disponibile".
Per il resto il pennino a me piace, scrive fine, scorre bene ed è anche un pochino flessibile; col costo ci siamo e se proprio vuoi fare il cannibale puoi estirpare il pistone e trasformarla in eyedropper (credo ci sia chi l'ha fatto).
L'estetica a me piace ma credo vada molto a gusti.

aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da aleck » martedì 7 novembre 2017, 22:45

grafomane ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 22:33
Reform 1745...
Ci avevo pensato e sarebbe anche disponibile, volendo. Però 29 euro mi sembrano tantini (oltre ad essere sopra il mio budget) considerato che capita(va) di trovarne anche a 1/3 del prezzo o anche meno. In verità il fatto che sia una penna a pistone non mi dispiace affatto (mentre un po' mi dispiace la notoria difficoltà di smontaggio e manutenzione) e anche l'estetica non mi dispiace (soprattutto quella col pennino due toni, anche se si dice che il pennino Rupp sia di migliore qualità).

Comunque grazie: il tuo è un ottimo consiglio che - non ti nego - mi piacerebbe seguire, anche per il fascino vintage che la - pur economica - Reform ha :)

grafomane
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 264
Iscritto il: martedì 16 maggio 2017, 10:55

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da grafomane » martedì 7 novembre 2017, 22:50

aleck ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 22:45
grafomane ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 22:33
Reform 1745...
Ci avevo pensato e sarebbe anche disponibile, volendo. Però 29 euro mi sembrano tantini...
29 euro per la Reform sono tanti... si trova a meno, anche sotto i 20 spedizione compresa...

aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da aleck » martedì 7 novembre 2017, 22:57

grafomane ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 22:50
29 euro per la Reform sono tanti... si trova a meno, anche sotto i 20 spedizione compresa...
Non avessi il limite di Amazon, per una decina di euro, la prenderei in seria considerazione (anche se ormai la concorrenza cinese è spietata e di qualità) ma sto facendo questo acquisto più per aiutare la mia ragazza a evitare le spese di spedizione su un libro universitario che per altro, quindi son limitato ad Amazon tedesco :)

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1394
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da MaPe » martedì 7 novembre 2017, 23:42

-Lamy Safari, Al-star. Se non ti piace l'F puoi prendere un pennino EF a parte. Non puoi trasformale in eyedropper.

-Pilot Kakuno, ottima penna...chiedo venia, ottimo pennino, i materiali sembran economici, ma per ora reggono (ne ho due con pennino F ed attacco proprietario Pilot ed una M con attacco Internazionale). Non puoi trasformarla in eyedropper. Ti direi anche la Plumix, ma il pennino è di tipo stub per ogni gradazione.

-Schneider/Online (prova a guardare anche le Herlitz) non ne possiedo, ma ne ho sempre letto bene (ho visto i tratti e personalmente non mi piacciono, troppo abbondanti)

-Platinum Preppy 0.3 ottima penna, ottimo pennino, puoi trasformala in eyedropper. Per quello che costa vale ogni singolo centesimo. Mi piacerebbe prendere una 0.5 per curiosità.
Però io valuterei la Plasir, sembra meno "plasticosa" e non costa uno sproposito.

-Waterman Kultur, ne parlano bene e mi pare si possa trasformare in eyedropper. Ho visto un po' di recensioni e qualche foto, sembra valida come penna.

-Kaweco Sport, magari le varie Ice se vuoi trasformarla in eyedropper, qui ti consiglio direttamente un EF visto che il tratto è abbondante. Io tutti questi problemi non li ho mai avuti ed ho quattro modelli diversi di Kaweco, che hanno scritto bene fin da subito (non ho mai lavato una penna nuova prima di utilizzarla). Per capirci, inserivo una cartuccia, il tempo che l'inchiostro arrivasse dall'alimentatore al pennino e scrivevo tranquillamente.
La Perkeo l'ho vista, tenuta in mano, ma non l'ho presa solo perchè non c'è la gradazione EF, secondo me è una ottima penna, con un ottimo prezzo.

-Sulla Faber-Castell WRITink ho letto pareri contrastanti, ma non avendola mai provata non ti posso dire nulla.
Massimo

aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da aleck » mercoledì 8 novembre 2017, 0:50

MaPe ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 23:42
-Pilot Kakuno, ottima penna...chiedo venia, ottimo pennino, i materiali sembran economici, ma per ora reggono (ne ho due con pennino F ed attacco proprietario Pilot ed una M con attacco Internazionale). Non puoi trasformarla in eyedropper. Ti direi anche la Plumix, ma il pennino è di tipo stub per ogni gradazione.
Ci sarebbe anche la Penmanship (Plumix con pennino standard) e la - per me - carinissima Petit 1, entrambe convertibili a eyedropper, ma purtroppo di Pilot pare non esserci disponibilità.
MaPe ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 23:42
-Schneider/Online (prova a guardare anche le Herlitz) non ne possiedo, ma ne ho sempre letto bene (ho visto i tratti e personalmente non mi piacciono, troppo abbondanti)
Queste come detto le conosco e le ho provate. Belle soprattutto le Schneider, ma i tuoi dubbi son fondati: scrivono "a la Pelikan".
MaPe ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 23:42
-Platinum Preppy 0.3 ottima penna, ottimo pennino, puoi trasformala in eyedropper. Per quello che costa vale ogni singolo centesimo. Mi piacerebbe prendere una 0.5 per curiosità.
Però io valuterei la Plasir, sembra meno "plasticosa" e non costa uno sproposito.
La Preppy 0.5 non è niente male, ma trovo orribili le stampe sul fusto, che paiono anche difficili da eliminare senza abrasione. La Plaisir è di diritto sul podio: l'ho scoperta tempo fa e non fosse stato per voi me ne sarei del tutto dimenticato. E' una penna curata e molto efficiente, se ne parla benissimo.
MaPe ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 23:42
-Waterman Kultur, ne parlano bene e mi pare si possa trasformare in eyedropper. Ho visto un po' di recensioni e qualche foto, sembra valida come penna.
Carina è carina, ci avevo anche pensato, ma ormai su Amazon la vendono a prezzi pompatissimi e l'ho depennata dalla lista delle papabili!
MaPe ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 23:42
-Kaweco Sport, magari le varie Ice se vuoi trasformarla in eyedropper, qui ti consiglio direttamente un EF visto che il tratto è abbondante. Io tutti questi problemi non li ho mai avuti ed ho quattro modelli diversi di Kaweco, che hanno scritto bene fin da subito (non ho mai lavato una penna nuova prima di utilizzarla). Per capirci, inserivo una cartuccia, il tempo che l'inchiostro arrivasse dall'alimentatore al pennino e scrivevo tranquillamente.
La Perkeo l'ho vista, tenuta in mano, ma non l'ho presa solo perchè non c'è la gradazione EF, secondo me è una ottima penna, con un ottimo prezzo.
Le Sport e la Perkeo bianco-azzurra mi piacciono tantissimo, ma due esemplari su due con dei problemi mi preoccupano: non che siano tutte così, questo è certo, ma magari ci son dei problemi nel controllo qualità... Certo, c'è il recesso, ma sai le rogne...
MaPe ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 23:42
-Sulla Faber-Castell WRITink ho letto pareri contrastanti, ma non avendola mai provata non ti posso dire nulla.
Condividiamo le stesse perplessità... La Loom mi piace tantissimo per scrittura, meno come impugnatura. La mia economica 149898 scrive molto bene. Però su questa WRITink i pareri sono molto discordanti :think: A me piaceva la Basic, che volendo potrei anche raggiungere, ma pare che la sezione soffra molto spesso di spaccature. Fosse disponibile prenderei senza pensarci troppo la bella e sobria scolastica 148909 in fibra, con lo stesso pennino della WRITink (ma in acciaio non brunito, che per me è sempre un bene) e, soprattutto, a poco meno della metà del prezzo della WRITink

Grazie per tutte le preziose informazioni e i suggerimenti! :thumbup: :wave:

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1394
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da MaPe » mercoledì 8 novembre 2017, 3:01

aleck ha scritto:
mercoledì 8 novembre 2017, 0:50
MaPe ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 23:42
-Pilot Kakuno, ottima penna...chiedo venia, ottimo pennino, i materiali sembran economici, ma per ora reggono (ne ho due con pennino F ed attacco proprietario Pilot ed una M con attacco Internazionale). Non puoi trasformarla in eyedropper. Ti direi anche la Plumix, ma il pennino è di tipo stub per ogni gradazione.
Ci sarebbe anche la Penmanship (Plumix con pennino standard) e la - per me - carinissima Petit 1, entrambe convertibili a eyedropper, ma purtroppo di Pilot pare non esserci disponibilità.
Non ti ho scritto della Penmanship perchè il pennino (ottimo!) è un vero EF giapponese,e tu sei per un F europeo (o M giapponese).
Massimo

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 290
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Varese
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da Giotto » mercoledì 8 novembre 2017, 14:40

aleck ha scritto:
martedì 7 novembre 2017, 19:06
Intanto, mi farebbe piacere:
- Un parere sul pennino F in acciaio della Lamy. A memoria, mi pare di aver provato solo i (piuttosto abbondanti e mediamente scorrevoli) Lamy M fino ad ora;
- Un parere sul pennino da 0,3mm della Preppy, visto che credo che l'unica che mi è passata per le mani montasse il pennino da 0,5mm.
- Un parere sulle Faber-Castell WRITink e sul loro pennino fine (che non è lo stesso - mio prediletto - delle Loom).
Qui ho una Lamy Safari Vista con pennino F (inchiostro Lamy blue), una Platinum Preppy 03 con pennino F (inchiostro Platinum black) ed una Faber Castell WritInk con pennino M (inchiostro Faber Castell blue):
- Safari: forse un pelo più abbondante di quello della Preppy, rimane molto scorrevole;
- Preppy: il pennino scorre fluidamente su qualsiasi carta lo abbia usato;
- WritInk: non so se sia per l'inchiostro, ma l'impressione è che il pennino sia più "secco" delle altre due;
Con nessuna delle tre ho mai riscontrato problemi.

Per qualche soldo in più potresti valutare la Platinum Plaisir, che dovrebbe essere la versione "costosa" della Preppy.

Vorrei provare anche io una Pilot Kakuno con pennino F ma finora non ne ho trovate (in EU).

aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Penna economica per il blu-nero

Messaggio da aleck » mercoledì 8 novembre 2017, 16:11

Giotto ha scritto:
mercoledì 8 novembre 2017, 14:40
- Safari: forse un pelo più abbondante di quello della Preppy, rimane molto scorrevole;
- Preppy: il pennino scorre fluidamente su qualsiasi carta lo abbia usato;
- WritInk: non so se sia per l'inchiostro, ma l'impressione è che il pennino sia più "secco" delle altre due;
Con nessuna delle tre ho mai riscontrato problemi.
Grazie! Questo è un riscontro prezioso. Riguardo alla WRITink: io ho un po' di antipatia verso i pennini bruniti, ho notato che anche le Lamy con pennino nero tendono ad avere un flusso più magro; la tua constatazione conferma le mie antipatie :thumbup: :wave:

Rispondi