VISCONTI ALHAMBRA SET

Foto e informazioni sui modelli degli altri produttori
Rispondi
fabbale09
Levetta
Levetta
Messaggi: 517
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 13:19
Località: Cecina - Livorno -

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da fabbale09 » lunedì 8 aprile 2019, 10:32

Quando uscirono, furono subito preda di arabi danarosi, visto anche il costo "esoso" che avevano.
Tutte numerate, fatte in ebanite rossa.
288 pezzi realizzati per quella in gold e 888 pezzi per quella in silver
Qui, abbastanza raro vederle in set ambedue con numero 166.
Allegati
6c9c318b-5f26-4488-8953-09e0d7e5567e.jpg
0f42672a-413e-45b8-8d41-7fa4399489dd.jpg
12075904-d460-45f7-b1fa-6501dbde57a6.jpg
ec8926a9-8bfa-4ce2-8f4a-d6958491772f.jpg
f67cf6ec-871c-46da-8916-087b9d70edcc.jpg

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1657
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da rolex hunter » lunedì 8 aprile 2019, 12:48

Penna assolutamente fascinosa, ne ebbi un paio (argento) per le mani, una delle prime L.E. di Visconti, aveva un'eleganza (e anche un'impressione di "mai visto prima") che poi negli anni, con tutta la caterva di L.E. che la seguì (Casanova, Taj Mahal....), cominciò a diradarsi sino a perdersi del tutto;
Questa penna era ancora pensata per essere usata, per scrivere (molte L.E. non lo sono....) quindi era bilanciata e non eccessivamente pesante (non ho detto "leggera"...); splendida quell'ebanite rossa.
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
Stormwolfie
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1011
Iscritto il: lunedì 4 dicembre 2017, 16:59
La mia penna preferita: Sailor 1911
Il mio inchiostro preferito: Sailor Blue Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da Stormwolfie » lunedì 8 aprile 2019, 13:34

Chissà perché questa clip così “estrema”...
STEFANO

Ogni penna corre con inchiostri diversi su altrettante innumerevoli carte. Alcune scivolano rapide, altre con piena lentezza, altre grattano ritmi piacevoli. Ognuna esprime un suo carattere che lo scrittore dolcemente doma.

fabbale09
Levetta
Levetta
Messaggi: 517
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 13:19
Località: Cecina - Livorno -

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da fabbale09 » lunedì 8 aprile 2019, 17:23

Stormwolfie ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 13:34
Chissà perché questa clip così “estrema”...
Così stilizzata era stata ispirata al Ponte Vecchio :ugeek:

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1657
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da rolex hunter » lunedì 8 aprile 2019, 17:26

Le Visconti di quegli anni erano così; la clip era, di fatto, a molla, ed era molto comoda da agganciare al taschino; inoltre anche su tessuti "spessi" (tipo il taschino interno di una giacca) l'apertura della clip era facilitata.
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
francoiacc
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1427
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da francoiacc » lunedì 8 aprile 2019, 18:31

Sono davvero meravigliose, sarà che mi piacciono le penne arancioni! :clap: :clap: :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
fab66
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1786
Iscritto il: mercoledì 31 ottobre 2012, 19:27
La mia penna preferita: Doric che non ho regalato a 8
Il mio inchiostro preferito: pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cecina
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da fab66 » lunedì 8 aprile 2019, 19:57

peccato che poi quelle in celluloide abbiano manifestato dei problemini.......

immagine dalla rete
Allegati
cristallizzazione.jpg
Fabrizio

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7846
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da Ottorino » lunedì 8 aprile 2019, 21:02

rolex hunter ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 17:26
Le Visconti di quegli anni erano così; la clip era, di fatto, a molla, ed era molto comoda da agganciare al taschino; inoltre anche su tessuti "spessi" (tipo il taschino interno di una giacca) l'apertura della clip era facilitata.
Sottoscrivo. Per me è tanto sgraziata quanto comoda. Ce l'ho su una Florentia a siringa rovesciata. Ancora molto sana alla facciaccia di quel gufo di Fabrizoo
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 11507
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da maxpop 55 » lunedì 8 aprile 2019, 21:11

Bellissime , ma a quanto pare altrettanto fragili.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1657
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da rolex hunter » lunedì 8 aprile 2019, 21:48

Si, vero; io ho due Voyager (la blu e la rossa); la celluloide del corpo penna si è sciolta e saldata con quella del sistema di caricamento "hi-power filler" e così... ora sono due grossi bastoni di celluloide con un pennino ad una estremità. :thumbdown: :evil: :twisted:
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

fabbale09
Levetta
Levetta
Messaggi: 517
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 13:19
Località: Cecina - Livorno -

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da fabbale09 » martedì 9 aprile 2019, 9:25

fab66 ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 19:57
peccato che poi quelle in celluloide abbiano manifestato dei problemini.......

immagine dalla rete

In celluloide.... :thumbdown:

fabbale09
Levetta
Levetta
Messaggi: 517
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 13:19
Località: Cecina - Livorno -

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da fabbale09 » mercoledì 10 aprile 2019, 19:21

rolex hunter ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 21:48
Si, vero; io ho due Voyager (la blu e la rossa); la celluloide del corpo penna si è sciolta e saldata con quella del sistema di caricamento "hi-power filler" e così... ora sono due grossi bastoni di celluloide con un pennino ad una estremità. :thumbdown: :evil: :twisted:
Effettivamente in tutti questi anni ho visto problemi sulla celluloide, ed in particolare sulle Voyager e anche sulle Uffizzi.
Io ho avuto anche una Voyager rossa, una delle prime con doppio sistema di scrittura che però è stata nei miei cassetti per molti anni.
Forse può dipendere dal fatto di come si mantengono, ma anche dalla fortuna di trovarne una "bella stagionata" :roll:

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1657
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da rolex hunter » giovedì 11 aprile 2019, 12:27

fabbale09 ha scritto:
mercoledì 10 aprile 2019, 19:21
rolex hunter ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 21:48
Si, vero; io ho due Voyager (la blu e la rossa); la celluloide del corpo penna si è sciolta e saldata con quella del sistema di caricamento "hi-power filler" e così... ora sono due grossi bastoni di celluloide con un pennino ad una estremità.
Effettivamente in tutti questi anni ho visto problemi sulla celluloide, ed in particolare sulle Voyager e anche sulle Uffizzi.
Io ho avuto anche una Voyager rossa, una delle prime con doppio sistema di scrittura che però è stata nei miei cassetti per molti anni.
Forse può dipendere dal fatto di come si mantengono, ma anche dalla fortuna di trovarne una "bella stagionata" :roll:
Già.... :cry:
In questi casi la fortuna conta, eccome; la mia Voyager rossa non è mai uscita di casa, ed è stata caricata soltanto una volta, poco dopo l'acquisto; poi la lasciai a dormire nel suo lettino (per la mia mano era un po' pesante ed ingombrante); la blu invece fu un regalo ad un mio amico quindi... chissà che gli avrà fatto (quasi nulla, da quanto mi ha detto recentemente, ma si sa.... tutti mentono 8-) )

E prima o poi pubblicherò le foto di una Omas Celluloide faccettata (557F), blu (o forse verde) marmorizzata, che è stata sempre e solo nel cofanetto portapenne (OMAS, per giunta....), insieme ad altre sue sorelle, eppure tutte le altre sono tutte in buona salute mente "lei".... sigh sigh
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

fabbale09
Levetta
Levetta
Messaggi: 517
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 13:19
Località: Cecina - Livorno -

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da fabbale09 » giovedì 11 aprile 2019, 17:24

rolex hunter ha scritto:
giovedì 11 aprile 2019, 12:27
fabbale09 ha scritto:
mercoledì 10 aprile 2019, 19:21


Effettivamente in tutti questi anni ho visto problemi sulla celluloide, ed in particolare sulle Voyager e anche sulle Uffizzi.
Io ho avuto anche una Voyager rossa, una delle prime con doppio sistema di scrittura che però è stata nei miei cassetti per molti anni.
Forse può dipendere dal fatto di come si mantengono, ma anche dalla fortuna di trovarne una "bella stagionata" :roll:
Già.... :cry:
In questi casi la fortuna conta, eccome; la mia Voyager rossa non è mai uscita di casa, ed è stata caricata soltanto una volta, poco dopo l'acquisto; poi la lasciai a dormire nel suo lettino (per la mia mano era un po' pesante ed ingombrante); la blu invece fu un regalo ad un mio amico quindi... chissà che gli avrà fatto (quasi nulla, da quanto mi ha detto recentemente, ma si sa.... tutti mentono 8-) )

E prima o poi pubblicherò le foto di una Omas Celluloide faccettata (557F), blu (o forse verde) marmorizzata, che è stata sempre e solo nel cofanetto portapenne (OMAS, per giunta....), insieme ad altre sue sorelle, eppure tutte le altre sono tutte in buona salute mente "lei".... sigh sigh
Giorgio, non so che dire... Ho un brutto ricordo su 2 extra Lucens tartaruga con corpo trasparente : dopo averle tolte dal pacchetto che mi arrivò le posizionai in una couvette per visionarle meglio il giorno dopo, ma il giorno dopo era già iniziato l'effetto "ragnatela" :silent: :silent:
Sentendo anche i più esperti, ci sono ragioni particolari che danno fastidio alla celluloide come ambienti troppo caldi, secchi, senza ricambio di aria. C'è chi dice che anche la troppa luce dia fastidio...
Io propendo più per la fortuna, nel senso che magari alcune penne sono state prodotte con della celluloide ben stagionata e altre invece no (le aziende dovevano produrre), altrimenti non si spiega il fatto di penne che hanno quasi 100 anni e che stanno in salute, a confronto di penne fatte negli anni 90 e già sbriciolate.

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1657
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

VISCONTI ALHAMBRA SET

Messaggio da rolex hunter » giovedì 11 aprile 2019, 22:02

fabbale09 ha scritto:
giovedì 11 aprile 2019, 17:24
............
Io propendo più per la fortuna, nel senso che magari alcune penne sono state prodotte con della celluloide ben stagionata e altre invece no (le aziende dovevano produrre), altrimenti non si spiega il fatto di penne che hanno quasi 100 anni e che stanno in salute, a confronto di penne fatte negli anni 90 e già sbriciolate.
Affatto d'accordo
(su FPN avrei detto "we're on the same page") :thumbup:
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Rispondi