LISET anellata e sospetta cugina.

Foto e informazioni sui modelli degli altri produttori
PG1964TO
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 108
Iscritto il: martedì 12 marzo 2019, 15:31
La mia penna preferita: in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Pacific blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da PG1964TO » martedì 19 marzo 2019, 16:40

Trovate entrambe sulla baia tempo fa, ma a prezzi diametralmente opposti.
La Liset blu anellata, credo anni '50, è lunga 12,5 cm, il fusto ha una sezione di 12 mm e pesa 15 gr. Il pennino è un Liset Torino extra 3 (iridium?). E' in condizioni perfette di funzionamento. Il venditore è molto simpatico e competente.
Quella marrone, la cui celluloide pare ricavata dallo stesso blocco anche se di colore diverso, è lunga 12,5 cm, ha una sezione di 11 mm e pesa 12 gr., ma la levetta ed il serbatoio sono mancanti. Il pennino, rotto, riporta la scritta Signature 4 Made in USA, a me ignota, ma potrebbe essere stato anche un rimpiazzo. Va ancora restaurata.
La somiglianza è incredibile, anche se quella marrone ha, probabilmente per ragioni di mercato, le componenti metalliche diverse.
A me il sospetto che siano state prodotte entrambe dalla Liset è venuto. A voi?
Allegati
IMG_8962 copia.JPG
IMG_8968 copia.JPG
IMG_8976 copia.JPG
IMG_8978 copia.JPG
IMG_8982 copia.JPG
Ultima modifica di PG1964TO il martedì 19 marzo 2019, 16:44, modificato 1 volta in totale.

PG1964TO
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 108
Iscritto il: martedì 12 marzo 2019, 15:31
La mia penna preferita: in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Pacific blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da PG1964TO » martedì 19 marzo 2019, 16:42

Cappucci e pennini.
Allegati
IMG_8981 copia.JPG
IMG_8985 copia.JPG
IMG_8964 copia.JPG
IMG_8966 copia.JPG
IMG_8970 copia.JPG
IMG_8986 copia.JPG

Avatar utente
sanpei
Honoris Causa
Honoris Causa
Messaggi: 1545
Iscritto il: giovedì 15 gennaio 2009, 18:10
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 006
Località: Torino
Contatta:

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da sanpei » martedì 19 marzo 2019, 16:53

Secondo me probabilmente no, è la tipica celluloide degli anni '40/'50 utlizzata da parecchie ditte,
tra le quali Aurora, SAFIS, Pagliero, ecc. A quell'epoca, verso il canto del cigno per le stilografiche
la fantasia lasciava il posto alla componente economica, le penne dovevano costare poco e funzionare abbastanza...
http://www.zona900.it
Facciamo cose, incontriamo persone.

Zona900-Facebook https://www.facebook.com/Zona900-601300 ... /timeline/

PG1964TO
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 108
Iscritto il: martedì 12 marzo 2019, 15:31
La mia penna preferita: in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Pacific blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da PG1964TO » martedì 19 marzo 2019, 18:46

Ok, ora però mi tocca cercare chi forniva la celluloide e la "ferramenta".... :crazy:

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1435
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da zoniale » martedì 19 marzo 2019, 22:27

sanpei ha scritto:
martedì 19 marzo 2019, 16:53
... è la tipica celluloide degli anni '40/'50 utlizzata da parecchie ditte ... dovevano costare poco e funzionare abbastanza...
Ho una curiosità. Mentre le penne in celluloide più recenti o di maggiore qualità (ad es le "arco") sono ricavate tornendo una barra dal pieno e mentre le inglesi usavano una sorta di nastro messo a tortiglione, queste penne economiche italiane parrebbero essere fatte, sempre da un nastro di celluloide, ma saldato dritto lungo un fianco. Sbaglio?
Michele

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10839
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da piccardi » martedì 19 marzo 2019, 22:39

zoniale ha scritto:
martedì 19 marzo 2019, 22:27
Ho una curiosità. Mentre le penne in celluloide più recenti o di maggiore qualità (ad es le "arco") sono ricavate tornendo una barra dal pieno e mentre le inglesi usavano una sorta di nastro messo a tortiglione, queste penne economiche italiane parrebbero essere fatte, sempre da un nastro di celluloide, ma saldato dritto lungo un fianco. Sbaglio?
La saldatura a elica si trova anche sulle italiane, come la saldatura dritta si trova sulle americane (almeno su una Balance che ho...). Non credo dipenda dalla nazionalità, ma dai macchinari a disposizione del costruttore.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

PG1964TO
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 108
Iscritto il: martedì 12 marzo 2019, 15:31
La mia penna preferita: in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Pacific blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da PG1964TO » lunedì 8 aprile 2019, 15:52

Col solo rifermento alle aziende Settimesi, secondo la fonte che sto studiando adesso, gli artigiani locali hanno usato tubi di celluloide fino ai primi anni '50, perchè lavoravano solo con i torni.
Allegati
IMG_9761.jpg
Archivio Giacomazzi, Settimo torinese

PG1964TO
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 108
Iscritto il: martedì 12 marzo 2019, 15:31
La mia penna preferita: in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Pacific blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da PG1964TO » lunedì 8 aprile 2019, 15:54

Curiosamente ecco un'altra coppia di "cugine": celluloide identica, ferramenta differente.
Allegati
IMG_9762.JPG
Archivio Genoso, Settimo torinese

Avatar utente
Mightyspank
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 810
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Milano
Sesso:

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da Mightyspank » lunedì 8 aprile 2019, 23:23

Posseggo un paio di Liset, entrambe con la stampigliatura in rilievo.
Propendo anch'io per una marca diversa, non facile da identificare senza qualche elemento in più. Ne ho sempre viste di misura tascabile.
Sono penne carine e piacevoli da usare.
Allegati
Liset flex.jpg
Liset anellata verde a leva
Due Liset.jpg
Due Liset
Liset gialla.jpg
A pulsante di fondo
pennino.jpg
Pennino flessibile in acciaio

Avatar utente
Giorgio1955
Levetta
Levetta
Messaggi: 532
Iscritto il: sabato 28 settembre 2013, 16:06
La mia penna preferita: ←Ancora --- Zerollo→
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 black
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 030
Località: Galatina (LE)
Sesso:

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da Giorgio1955 » martedì 9 aprile 2019, 7:12

Permettetemi di aggiungere una 'sospetta cugina' di questa ultima anellata verde; in realtà sono tutte figlie e figliastre della classica Vacumatic se non la prima, la più famosa ad 'anellarsi'. Il motivo sembra lo stesso ma in verticale è una Stilnova con il suo pennino in oro.
Allegati
_MG_9305.JPG
_MG_9306.JPG
Giorgio

PG1964TO
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 108
Iscritto il: martedì 12 marzo 2019, 15:31
La mia penna preferita: in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Pacific blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da PG1964TO » martedì 9 aprile 2019, 16:06

Mightyspank ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 23:23
Posseggo un paio di Liset, entrambe con la stampigliatura in rilievo.
Molto belle!
Secondo la fonte di cui sopra gli artigiani settimesi si erano concentrati sul caricamento a pulsante. Il caricamento a levetta invece era riservato solo a penne di pregio e tra il 1939 ed il 1946 fu totalmente abbandonato. Dunque la tua marrone dovrebbe posizionarsi tra il 1946 ed il 1950 circa.

PG1964TO
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 108
Iscritto il: martedì 12 marzo 2019, 15:31
La mia penna preferita: in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Pacific blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da PG1964TO » martedì 9 aprile 2019, 16:10

Giorgio1955 ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 7:12
Permettetemi di aggiungere una 'sospetta cugina' di questa ultima anellata verde; in realtà sono tutte figlie e figliastre della classica Vacumatic se non la prima, la più famosa ad 'anellarsi'. Il motivo sembra lo stesso ma in verticale è una Stilnova con il suo pennino in oro.
Questa striata verde-azzurra è parente, nel senso di settimese, ma è posteriore come epoca di circa un lustro. Bella, come lo è tutta la produzione della Pagliero sulla quale bisognerebbe spendere ancora un pò di parole.

Avatar utente
Mightyspank
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 810
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Milano
Sesso:

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da Mightyspank » martedì 9 aprile 2019, 19:39

Quindi quella a leva laterale dovrebbe essere precedente?
Personalmente trovo più elegante la versione a leva, ma sono graziose entrambe.
Soprattutto è apprezzabile la flessibilità del pennino :)
Allegati
Lever Filler.jpg
Lever filler

PG1964TO
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 108
Iscritto il: martedì 12 marzo 2019, 15:31
La mia penna preferita: in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Pacific blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da PG1964TO » martedì 9 aprile 2019, 22:08

No, sarebbe coetanea alle altre due, ma di maggiore pregio nei dettagli: veretta più larga, clip con la molletta, etc. Ovviamente anche la lavorazione, che comporta 3/4 fasi in più, è più lunga e dunque il prezzo è più alto.

Avatar utente
aaapiero
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 169
Iscritto il: giovedì 28 gennaio 2016, 18:29

LISET anellata e sospetta cugina.

Messaggio da aaapiero » mercoledì 10 aprile 2019, 14:10

solo per curiosità:
ma esistono solo con caricamento a levetta o ci sono altre versioni?
sono penne care da acquistare?

Rispondi