HELIOS flat top - 1934

Foto e informazioni sui modelli degli altri produttori
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10928
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

HELIOS flat top - 1934

Messaggio da piccardi » martedì 29 novembre 2016, 0:50

Musicus ha scritto: Ti segnalo che però adesso cliccando sulla sottomarca Helios nel file della Kaweco si viene rimandati alla marca italiana. :D
Stavo quasi per corregger la cosa quando... mi sono messo a riguardare i PDF della Kaweco scaricati tanto tempo fa quando erano stati resi disponibili, di cui resta un estratto, per fortuna sfacciata proprio della pagina che serve, sull'attuale sito della Kaweco, questo:

Immagine

Si tratta di un estratto dalla pagina del catalogo già citato, dove un po' di pagine sotto compaiono le Helios. Questo attiene ai pulsanti di fondo Kaweco, ma anche se qui si nota male (nell'originale che ha risoluzione maggiore la cosa è evidente), le figure sono (a parte la prima che è ribaltata di 180°) assolutamente identiche a quelle del foglietto di istruzioni messo a disposizione da Wally.

Due indizi non fanno una prova ma mi sa che la tua ipotesi:
Musicus ha scritto: Gli anni dal 1925 al 1928 in Germania corrispondono alla data reperita da Simone per la nuova Marca “italiana” (1929) che potrebbe avere semplicemente tratto ispirazione (copiato :mrgreen: ) un Marchio non (ancora) depositato nel nostro Paese.
sia anche troppo prudente; ovviamente non ci sono (al momento) conferme documentali, ma di ditte italiane che rivendevano (e magari facevano anche produzione o montaggio) per aziende tedesche ce n'erano, come agenti/produttori italiani che registravano a loro nome marchi esteri (vedi Astoria di Webber).

Per cui l'uso di figure totalmente identiche, oltre al nome, più che all'ispirazione/copia mi fa pensare ad un rapporto più sostanzioso come una produzione su licenza o una commercializzazione.

Ora mi toccherà ampliare la pagina...

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

HELIOS flat top - 1934

Messaggio da Musicus » martedì 29 novembre 2016, 11:30

piccardi ha scritto:...Due indizi non fanno una prova ma mi sa che la tua ipotesi...sia anche troppo prudente; ovviamente non ci sono (al momento) conferme documentali, ma di ditte italiane che rivendevano (e magari facevano anche produzione o montaggio) per aziende tedesche ce n'erano, come agenti/produttori italiani che registravano a loro nome marchi esteri (vedi Astoria di Webber).
Per cui l'uso di figure totalmente identiche, oltre al nome, più che all'ispirazione/copia mi fa pensare ad un rapporto più sostanzioso come una produzione su licenza o una commercializzazione...
Il lavoro di squadra porta sempre buoni frutti!!! :clap: :thumbup:

Per tutti, questa è la nuova voce HELIOS.

Giorgio

kircher
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 966
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 5:44
Località: Firenze/Londra

HELIOS flat top - 1934

Messaggio da kircher » martedì 29 novembre 2016, 18:23

Io ho un pacco di rottamo.kaweco helios che ho comprato in bulgaria per sbaglio. Quando torno a firenze guardo le incisioni

Rispondi