Aurora Novum nera prima serie

Foto e informazioni sui modelli dell' Aurora
Rispondi
roccopin
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 150
Iscritto il: sabato 28 maggio 2011, 12:55
La mia penna preferita: Omas Extra Lucens
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 081
Località: Roma
Sesso: Uomo

Aurora Novum nera prima serie

Messaggio da roccopin » domenica 18 settembre 2016, 11:46

Stamattina ho avuto la fortuna di comperare a Porta Portese - storico mercatino delle pulci di Roma - una Aurora Novum in celluloide nera, prima serie, nella misura più grande tra le tre disponibili.

Immagine

Nell'ottimo wiki troviamo una pagina molto approfondita sul modello Novum, grazie alla quale possiamo stabilire che la mia penna è stata prodotta tra il '33 e il '36 e che si tratta del modello più grande, tanto che misura 13,6 cm chiusa, 10,1 aperta senza pennino, per 1,3cm di diametro al fusto. Misure da 'uomo'.

La penna è in ottime condizioni, salvo che per le tre verette, purtroppo allentatesi negli 80 anni trascorsi dalla produzione.

L'ignoto suo primo possessore ha ritenuto di non togliere mai la fascetta col prezzo. Ivi troviamo la cifra 1.050. Supponendo che significasse 105,0 lire, corrisponderebbero a 116,36 euro d'oggi, poco meno di quanto l'ho pagata stamattina :) .

Immagine

Immagine

Particolare la clip, dotata di un meccanismo a molla studiato per "aggrapparsi" alla stoffa dei vestiti ed impedire alla penna di cadere accidentalmente. Non si tratta di solo marketing, ma di una caratteristica molto funzionale, dato che la penna si è rifiutata di abbandonare la mia giacca sino a che non ho azionato la levetta di sgancio :lol:

Immagine

Nell'aspetto, è molto sobria, giacché le uniche decorazioni oltre alla clip sono le tre verette sul cappuccio.

A far capire che si tratta di una Aurora anziché di una generica penna in celluloide nera, ci pensano tre particolari inconfondibili: la clip, la scritta sul serbatoio e il sistema di caricamento a levetta di fondo.

Immagine

Immagine

Il caricamento a levetta di fondo ha il vantaggio, rispetto a quello a pulsante di fondo, di non richiedere un fondello cieco che potrebbe perdersi. Infatti, il pulsante è azionato dalla levetta, che, con un'azione a camma, spinge un pistoncino all'interno del fusto, tramite il quale la barra a pressione viene a flettersi, comprimendo così il sacchetto che funge da serbatoio di inchiostro.

In definitiva, una bella penna, che ha un posto importante nella storia delle stilografiche in Italia.

Avatar utente
lucre
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 423
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

Aurora Novum nera prima serie

Messaggio da lucre » domenica 18 settembre 2016, 13:11

Mannaggia devi essere passato prima di me ! Complimenti ottimo acquisto :clap:
Luigi

Avatar utente
nacanco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 172
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 12:06
La mia penna preferita: Perry
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso: Uomo

Aurora Novum nera prima serie

Messaggio da nacanco » domenica 18 settembre 2016, 13:51

Bella penna. Grazie per averla messa in visione.
Particolarissimo anche l'uncino della clip.
Ottimo acquisto.
Ciao.
Michele

muristenes
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 885
Iscritto il: lunedì 13 maggio 2013, 22:42
La mia penna preferita: Pelikan M215
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Topaz
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cagliari
Sesso: Non Specificato

Aurora Novum nera prima serie

Messaggio da muristenes » domenica 18 settembre 2016, 18:11

Complimenti, bella penna :thumbup:

Avatar utente
sanpei
Honoris Causa
Honoris Causa
Messaggi: 1285
Iscritto il: giovedì 15 gennaio 2009, 18:10
Misura preferita del pennino: Flessibile
Fp.it ℵ: 006
Località: Torino
Sesso: Non Specificato
Contatta:

Aurora Novum nera prima serie

Messaggio da sanpei » domenica 18 settembre 2016, 19:22

Bella penna in buone condizioni, sempre più difficile trovare delle Novum grandi "in the wild" oramai.
Mi perplime l'etichettina con il "1050" solitamente le Aurora avevano una fascetta con scritto marca, modello
e con la L. davanti alla cifra corrispondente al prezzo.

Nel 1937 (fonte catalogo generale) la Novum grande (con pennino oro) costava in effetti 100 lire
ma quel rombo adesivo secondo me non è il costo della penna, xò in verità non so che cosa significhi.
http://www.zona900.it
Facciamo cose, incontriamo persone.

Zona900-Facebook https://www.facebook.com/Zona900-601300 ... /timeline/

johnRbray
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 97
Iscritto il: martedì 6 settembre 2016, 18:33
Località: VALDICHINA
Sesso: Uomo

Aurora Novum nera prima serie

Messaggio da johnRbray » domenica 18 settembre 2016, 21:24

Complimenti, pensare a tutte le volte che sono passato a porta portese senza interessarmi alle penne!
Solo che ora non ci abito più :cry:

Rispondi