Aurora Auretta Lusso

Foto e informazioni sui modelli dell' Aurora
Orlandoemme
Artista
Artista
Messaggi: 1077
Iscritto il: mercoledì 19 febbraio 2014, 19:35
La mia penna preferita: Sailor 1911 naginata togi 21kt
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei Boku blu nero
Fp.it 霊気: 011
Fp.it Vera: 011
Località: Roma
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da Orlandoemme » mercoledì 6 luglio 2016, 16:07

La buona notizia é che le cartucce parker ci vanno.
La cattiva è che sono anch'esse lunghe.
Ordinato le parker mini.
Ah se la spunterò !
Orlando
Orlando
-----
T'insegneranno a non splendere. E TU SPLENDI, invece.
P.P.Pasolini

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 840
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da analogico » mercoledì 6 luglio 2016, 17:54

Molto bene.
Risolto il problema specifico , permane però il dubbio generale.
Escludendo che Aurora abbia potuto produrre una penna che non possa alloggiare cartucce della casa, quali sarebbero la cartucce originali previste??
Antonio

Tutte le persone conoscono il prezzo delle cose ma soltanto alcune ne conoscono il valore.
(O.Wilde)

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9812
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da maxpop 55 » mercoledì 6 luglio 2016, 18:08

Probabilmente porta una cartucce corta Aurora, forse due, di cui una è di riserva.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 840
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da analogico » mercoledì 6 luglio 2016, 18:32

maxpop 55 ha scritto:Probabilmente porta una cartucce corta Aurora, forse due, di cui una è di riserva.
Ma pare che l'imboccatura che va bene sia quella delle cartucce lunghe, le cartucce corte Aurora hanno l'imboccatura più larga o , domanda, sono state prodotte anche cartucce originali corte con l'imboccatura di quelle lunghe, quindi più stretta??
Antonio

Tutte le persone conoscono il prezzo delle cose ma soltanto alcune ne conoscono il valore.
(O.Wilde)

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1043
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da Pettirosso » mercoledì 6 luglio 2016, 19:24

analogico ha scritto:
maxpop 55 ha scritto:Probabilmente porta una cartucce corta Aurora, forse due, di cui una è di riserva.
Ma pare che l'imboccatura che va bene sia quella delle cartucce lunghe, le cartucce corte Aurora hanno l'imboccatura più larga o , domanda, sono state prodotte anche cartucce originali corte con l'imboccatura di quelle lunghe, quindi più stretta??
Esattamente la stessa domanda che ora mi sto ponendo io.

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9812
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 7 luglio 2016, 8:11

Ragazzi non ho modo di controllare, ma non penso facessero una penna e non le cartucce adatte, bisogna solo cercarle.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Orlandoemme
Artista
Artista
Messaggi: 1077
Iscritto il: mercoledì 19 febbraio 2014, 19:35
La mia penna preferita: Sailor 1911 naginata togi 21kt
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei Boku blu nero
Fp.it 霊気: 011
Fp.it Vera: 011
Località: Roma
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da Orlandoemme » giovedì 7 luglio 2016, 16:35

Il problema è risolto.
Ho comprato un converter Platinum, ho tolto la veretta dorata che è presente all'attacco del converter e così calza alla perfezione.
Il converter entra benissmo nel corpo della penna.
Allego qualche foto.
MI faceva piacere condividere la soluzione trovata con la speranza che possa essere d'aiuto anche ad altri.
Che bel mondo il nostro delle penne stilo!
Grazie a tutti per il solito supporto.
Allegati
auretta5.jpg
auretta 4.jpg
Orlando
-----
T'insegneranno a non splendere. E TU SPLENDI, invece.
P.P.Pasolini

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9812
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 7 luglio 2016, 19:48

:clap: :clap:
Senz'altro sarà utile ad altri amici che hanno o si troveranno la stessa penna. :thumbup:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1043
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da Pettirosso » giovedì 7 luglio 2016, 21:37

E penso che abbiamo risolto anche l'altro problema: il converter Platinum si adatta all'imboccatura della Duo cart (https://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?t=9946), quindi, se si adatta anche alla tua, tutte le Auretta (compresa l'ultima serie) hanno la stessa imboccatura "larga".
All'origine dunque utilizzava le cartucce corte colorcart (che in qualche modo sono ancora reperibili con una certa abbondanza).
Tutto chiaro: utilizzava le cartucce della Casa.
Strano solo che tu sia riuscito ad imboccare le Parker: forse, forzando un po'... Anni fa avevo acquistato una Duo Cart dichiarata munita di converter: quando l'ho ricevuta ho visto che vi avevano montato un Lamy. In qualche modo funziona, ma di sfilarlo neppure a parlarne, è già un miracolo che non si sia rotto il beccuccio dell'alimentatore.

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 840
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da analogico » venerdì 8 luglio 2016, 0:50

Allora di sicuro le Parker e le Aurora King Size ci saranno state forzandole.
Io ai tempi della scuola cercavo di farci stare anche le universali tipo Pelikan tagliando il colletto della cartuccia, e a volte ho anche rotto l'innesto della penna però.
Antonio

Tutte le persone conoscono il prezzo delle cose ma soltanto alcune ne conoscono il valore.
(O.Wilde)

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1434
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da MaPe » venerdì 17 marzo 2017, 14:32

Orlandoemme ha scritto:Il problema è risolto.
Ho comprato un converter Platinum, ho tolto la veretta dorata che è presente all'attacco del converter e così calza alla perfezione.
Il converter entra benissmo nel corpo della penna.
Allego qualche foto.
MI faceva piacere condividere la soluzione trovata con la speranza che possa essere d'aiuto anche ad altri.
Che bel mondo il nostro delle penne stilo!
Grazie a tutti per il solito supporto.
Grazie dal profondo del cuore e lo dico sinceramente. Questa è stata la mia prima penna stilografica, donatami per la prima comunione da una persona a cui ero fortemente legato e che purtroppo è venuta a mancare alcuni anni fa. Avevo provato le varie strade, le diverse cartucce Aurora oggi disponibili, le Parker e le Lamy, ma nulla. Avevo quindi cercato le vecchie cartucce Aurora, ho anche implorato un noto negozio fiorentino, ma non sono stato fortunato. Ieri sera, mentre sistemavo alcune penne, mi è capitata tra le mani e mi sono messo a giocherellarci. In fin dei conti le Aurora Auretta non sono delle Etiopia, qualcuno ne avrà sicuramente almeno una nella propria collezione visto che è stata una penna scolastica e forse qualcuno è riuscito a trovare una soluzione per far tornare a scrivere queste penne. Dopo una breve ricerca ( l'utilità del tasto cerca in questo forum, a volte, è poco considerata. Faccio mea culpa) leggo questo argomento, per puro caso ho un converter della Platinum di scorta (a cui manca un pezzetto...ma questo è un altro discorso :lol: ), smonto quello che devo smontare, inserisco nella penna, carico col primo inchiostro che ho sottomano, pulisco la sezione, monto il fusto, attendo alcuni minuti ed incomincio nuovamente a scrivere.

Grazie.
Massimo

Orlandoemme
Artista
Artista
Messaggi: 1077
Iscritto il: mercoledì 19 febbraio 2014, 19:35
La mia penna preferita: Sailor 1911 naginata togi 21kt
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei Boku blu nero
Fp.it 霊気: 011
Fp.it Vera: 011
Località: Roma
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da Orlandoemme » venerdì 24 marzo 2017, 10:53

MaPe ha scritto:
Orlandoemme ha scritto:Il problema è risolto.
Ho comprato un converter Platinum, ho tolto la veretta dorata che è presente all'attacco del converter e così calza alla perfezione.
Il converter entra benissmo nel corpo della penna.
Allego qualche foto.
MI faceva piacere condividere la soluzione trovata con la speranza che possa essere d'aiuto anche ad altri.
Che bel mondo il nostro delle penne stilo!
Grazie a tutti per il solito supporto.
Grazie dal profondo del cuore e lo dico sinceramente. Questa è stata la mia prima penna stilografica, donatami per la prima comunione da una persona a cui ero fortemente legato e che purtroppo è venuta a mancare alcuni anni fa. Avevo provato le varie strade, le diverse cartucce Aurora oggi disponibili, le Parker e le Lamy, ma nulla. Avevo quindi cercato le vecchie cartucce Aurora, ho anche implorato un noto negozio fiorentino, ma non sono stato fortunato. Ieri sera, mentre sistemavo alcune penne, mi è capitata tra le mani e mi sono messo a giocherellarci. In fin dei conti le Aurora Auretta non sono delle Etiopia, qualcuno ne avrà sicuramente almeno una nella propria collezione visto che è stata una penna scolastica e forse qualcuno è riuscito a trovare una soluzione per far tornare a scrivere queste penne. Dopo una breve ricerca ( l'utilità del tasto cerca in questo forum, a volte, è poco considerata. Faccio mea culpa) leggo questo argomento, per puro caso ho un converter della Platinum di scorta (a cui manca un pezzetto...ma questo è un altro discorso :lol: ), smonto quello che devo smontare, inserisco nella penna, carico col primo inchiostro che ho sottomano, pulisco la sezione, monto il fusto, attendo alcuni minuti ed incomincio nuovamente a scrivere.

Grazie.
Mi fa molto piacere che ti sia stato di aiuto.
Una delle molteplici cose belle di questo luogo è la condivisione di problemi e soluzioni!
Orlando
-----
T'insegneranno a non splendere. E TU SPLENDI, invece.
P.P.Pasolini

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1252
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da rolex hunter » venerdì 24 marzo 2017, 13:32

Pettirosso ha scritto:E penso che abbiamo risolto anche l'altro problema: il converter Platinum si adatta all'imboccatura della Duo cart (https://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?t=9946), quindi, se si adatta anche alla tua, tutte le Auretta (compresa l'ultima serie) hanno la stessa imboccatura "larga".
Il che mi fa pensare che forse sulla duocart possa essere installata una cartuccia Platinum ....... :think:
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1434
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da MaPe » venerdì 24 marzo 2017, 15:40

rolex hunter ha scritto:
Pettirosso ha scritto:E penso che abbiamo risolto anche l'altro problema: il converter Platinum si adatta all'imboccatura della Duo cart (https://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?t=9946), quindi, se si adatta anche alla tua, tutte le Auretta (compresa l'ultima serie) hanno la stessa imboccatura "larga".
Il che mi fa pensare che forse sulla duocart possa essere installata una cartuccia Platinum ....... :think:
Ho provato a montare una cartuccia Platinum, ma l'imboccatura è troppo corta.
Massimo

Avatar utente
blaustern
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1986
Iscritto il: domenica 16 giugno 2013, 20:55
La mia penna preferita: Pelikan M800 Burnt Orange
Il mio inchiostro preferito: Graf Faber Castell Cobalt Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 047
Località: Europa
Contatta:

Aurora Auretta Lusso

Messaggio da blaustern » venerdì 24 marzo 2017, 18:03

Ne ho una anch'io da decenni. Le sue cartucce sono queste :thumbup:
Ovviamente non più in commercio ma reperibilissime in rete come fondo di magazzino ;) (ovviamente senza più inchiostro dentro, evaporato negli anni, ma utilissime se riempite/siringate).
Allegati
IMG_0918.JPG
Cartucce Auretta
Geppina & Pelmingway

Rispondi