Libri per studiare calligrafia

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
Avatar utente
colaman
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 195
Iscritto il: venerdì 17 febbraio 2012, 20:51
La mia penna preferita: Sailor 1911FL nero opaco
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight
Misura preferita del pennino: Fine
Arte Italiana FP.IT M: 027
Fp.it ℵ: 027
Fp.it 霊気: 024
Fp.it Vera: 022
Località: San Bovio - Peschiera Borromeo (MI)
Sesso:

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da colaman » venerdì 21 febbraio 2014, 20:30

In un lungo cammino c'è sempre un primo passo.
In attesa di partire con pennini e carta, comincio con un poco di sana teoria.
Che ne pensate?
Allegati
image.jpg
image.jpg (789.58 KiB) Visto 3194 volte
Roberto
Una penna è certamente uno strumento eccellente per fissare l'attenzione di un uomo e per alimentare la sua ambizione.
(John Adams)

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8981
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da Irishtales » venerdì 21 febbraio 2014, 20:37

Ottima bibliografia se vuoi migliorare la tua grafia personale (Getty-Dubay) e se vuoi imparare la Cancelleresca, o meglio la sua evoluzione moderna, l'Italico.
Ti occorreranno per la seconda applicazione, dei pennini tronchi.
(..Allora niente pennini flessibili.... ;) ...E io che credevo ti saresti dedicato al Copperplate o a qualche sua derivazione!!! :) )
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 8053
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da Ottorino » venerdì 21 febbraio 2014, 21:31

Sono commosso. Dico davvero. Anni fa ero solo con questi libri. O meglio avevo qualche compagno di merende.
È bello vedere che la compagnia cresce.

Pennino e carta??

Attacca subito il write now !!!!!! Anche col lapis!!!!!
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Resvis71
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2206
Iscritto il: venerdì 1 novembre 2013, 1:19
La mia penna preferita: Pelikan M200 Cognac
Il mio inchiostro preferito: i blu,marrone,rosso e seppia
Misura preferita del pennino: Italico
Fp.it ℵ: 071
Località: Varese

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da Resvis71 » venerdì 21 febbraio 2014, 21:48

Un primo passo davvero deciso!
Complimenti e buona scrittura :)
Massimiliano

Avatar utente
colaman
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 195
Iscritto il: venerdì 17 febbraio 2012, 20:51
La mia penna preferita: Sailor 1911FL nero opaco
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight
Misura preferita del pennino: Fine
Arte Italiana FP.IT M: 027
Fp.it ℵ: 027
Fp.it 霊気: 024
Fp.it Vera: 022
Località: San Bovio - Peschiera Borromeo (MI)
Sesso:

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da colaman » venerdì 21 febbraio 2014, 21:58

Irishtales ha scritto:Ottima bibliografia se vuoi migliorare la tua grafia personale (Getty-Dubay) e se vuoi imparare la Cancelleresca, o meglio la sua evoluzione moderna, l'Italico.
Ti occorreranno per la seconda applicazione, dei pennini tronchi.
(..Allora niente pennini flessibili.... ;) ...E io che credevo ti saresti dedicato al Copperplate o a qualche sua derivazione!!! :) )
Sai cos'è la nebbia? :D
Sono partito con l'intenzione di tornare a scrivere in corsivo poi mi sono "intrigato" con il copperplate e la scrittura che considero elegante.
Poi è' saltato fuori l'italico .....
Insomma, ad oggi navigo ancora nella nebbia
Lunedì mi arriva un trio di pennini tronchi per le safari di lamy ma credo che non durerò tutto il weekend senza mettere le mani online su una serwex.....
Roberto
Una penna è certamente uno strumento eccellente per fissare l'attenzione di un uomo e per alimentare la sua ambizione.
(John Adams)

Avatar utente
courthand
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 998
Iscritto il: venerdì 28 dicembre 2012, 17:37
La mia penna preferita: cannuccio e pennino
Il mio inchiostro preferito: Higgins Eternal Black
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Prato

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da courthand » sabato 22 febbraio 2014, 9:01

I testi sono indubbiamente interessanti anche se,come già detto sopra, quello di Getty-Dubay ha una finalità diversa rispetto agli altri due. Per la "nebbia" se mi permetti vorrei darti un suggerimento: lo studio di una forma calligrafica richiede tempo e impegno e impelagarsi su più fronti é molto dispersivo. Scegli uno stile che ti piace e studia quello: imparerai comunque dei principi che stanno alla base della calligrafia e che in seguito ti permetteranno di affrontare più agevolmente ogni grafia. Un parere personale: ritengo gli stili posati più facili da imparare rispetto agli stili pienamente corsivi, specie per i neofiti: un ottimo compromesso in tal senso è la Cancelleresca o Italico.
Bene qui latuit bene vixit

Resvis71
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2206
Iscritto il: venerdì 1 novembre 2013, 1:19
La mia penna preferita: Pelikan M200 Cognac
Il mio inchiostro preferito: i blu,marrone,rosso e seppia
Misura preferita del pennino: Italico
Fp.it ℵ: 071
Località: Varese

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da Resvis71 » sabato 22 febbraio 2014, 10:19

Ciao Roberto, ciao a tutti.
Il consiglio di Alessandro lo seguo da tempo;per un neofita è davvero tra i più preziosi.
Abbiamo tutti quanti, credo, poco tempo da rubare per questa passione.Disperderlo, non concentrare le energie su un obbiettivo solo sarebbe un errore.Certo ci si diverte, ma si concretizza poco e tutto rimane sospeso.
La Cancelleresca è meravigliosa, e sta influenzando e credo migliorando la mia personale grafia.
Certo, a vedere i lavori di Alessandro e di Daniel comprendo che la strada è ancora bella lunga :)
Poi guardo il Copperplate di Daniela e la tentazione di cambiare pennino per provare un'altra emozione c'è, ma so che sarebbe sbagliato.Ora sicuramente.
Scusate se mi sono dilungato, ma ripetere queste cose fa prima di tutto bene a me stesso ;)
Massimiliano

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8981
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da Irishtales » sabato 22 febbraio 2014, 11:00

E' del tutto normale avere le idee confuse quando si varca la soglia del meraviglioso mondo della Calligrafia! Per un neofita assoluto, tutto è formidabile e accattivante, ogni stile ha un fascino particolare e si vorrebbe provare tutto e subito...ma se si dà retta all'istinto, si finisce per impantanarsi e non imparare nulla! O un po' di tutto, in modo grossolano e approssimativo. Ciò per dire che il consiglio di Alessandro è fondamentale, la prima cosa da fare è decidere dove iniziare. La Cancelleresca \ Italico è perfetta, in questo caso studierei subito l'ottimo testo dei nostri calligrafi, "Calligrafia facile", scaricabile gratuitamente qui:
viewtopic.php?f=52&t=6800
Avere dei testi di riferimento è imprescindibile, soprattutto se non si hanno corsi a disposizione cui iscriversi.
Ogni stile ha dei movimenti precisi da imparare, un modo particolare di orientare il pennino o impugnare la penna o orientare il foglio. Saltare dall'uno all'altro all'inizio, non aiuta l'apprendimento. Sul lungo periodo, dedicarsi con costanza ad uno stile e quindi a delle regole precise, aiuta senza dubbio alcuno a migliorare la grafia, anche quando questa non somigli affatto allo stile calligrafico studiato, perché in ogni caso lo studio aiuta a disciplinare i movimenti, a creare gerarchie fra i tratti, a ricercare istintivamente quell'armonia di forme che rende più leggibile ed aggraziata qualsiasi grafia, senza snaturarla.
Detto questo, ogni volta che impugno un pennino tronco, istintivamente me lo ritrovo orientato a 45° e appena tocca la carta, ne esce uno scritto in Cancelleresca. Che siano appunti, note o la lista della spesa, il risultato è lo stesso. Questo fatto mi sorprende ogni volta e assecondo volentieri questa tendenza.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

spaudio
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2017, 14:02

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da spaudio » martedì 17 gennaio 2017, 18:54

Ciao a tutti, sapete dirmi dove posso acquistare il libro Write Now in rete? Non riesco a trovarlo!
Grazie mille

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8981
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da Irishtales » martedì 17 gennaio 2017, 21:03

Conviene comperarlo direttamente sul sito delle autrici:
http://www.handwritingsuccess.com/write-now.php
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
Orlandoemme
Artista
Artista
Messaggi: 1125
Iscritto il: mercoledì 19 febbraio 2014, 19:35
La mia penna preferita: Sailor 1911 naginata togi 21kt
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei Boku blu nero
Fp.it 霊気: 011
Fp.it Vera: 011
Località: Roma
Sesso:

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da Orlandoemme » martedì 17 gennaio 2017, 21:11

courthand ha scritto:I testi sono indubbiamente interessanti anche se,come già detto sopra, quello di Getty-Dubay ha una finalità diversa rispetto agli altri due. Per la "nebbia" se mi permetti vorrei darti un suggerimento: lo studio di una forma calligrafica richiede tempo e impegno e impelagarsi su più fronti é molto dispersivo. Scegli uno stile che ti piace e studia quello: imparerai comunque dei principi che stanno alla base della calligrafia e che in seguito ti permetteranno di affrontare più agevolmente ogni grafia. Un parere personale: ritengo gli stili posati più facili da imparare rispetto agli stili pienamente corsivi, specie per i neofiti: un ottimo compromesso in tal senso è la Cancelleresca o Italico.

Cominciato proprio ieri con la cancelleresca. Ritengo che presto verrò moooolto presto a spaventarvi con i miei esercizi ...
Orlando
-----
I computer sono inutili. Ti sanno dare solo risposte.

spaudio
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2017, 14:02

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da spaudio » martedì 17 gennaio 2017, 21:16

Irishtales ha scritto:Conviene comperarlo direttamente sul sito delle autrici:
http://www.handwritingsuccess.com/write-now.php
Ho provato ma non mi fa selezionare altri paesi all'infuori di USA e Canada :(

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8981
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Libri per studiare calligrafia

Messaggio da Irishtales » mercoledì 18 gennaio 2017, 8:59

Prova a contattarle per email: info@allport.com
Altrimenti il libro è acquistabile su Amozon.com
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Rispondi