Lettere Cadel

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
Avatar utente
calli1958
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 493
Iscritto il: giovedì 12 settembre 2019, 18:54
La mia penna preferita: Reform (credo) pennino flex
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: provincia di Treviso
Gender:

Lettere Cadel

Messaggio da calli1958 »

Le lettere Cadel ( o Cadeaux, o Cadeau), iniziali gotiche elaborate, apparse inizialmente nel XV secolo in manoscritti francesi, credo possano essere utilmente utilizzate in abbinamento ad altri stili, naturalmente con "parsimonia" e in modo appropriato (per esempio in un titolo o un capolettera.
Qui provo ad abbinarle ad uno stile tipo cancelleresca e ad uno tipo corsivo inglese.
IMG_20210530_164102.jpg
Queste (realizzate un po' frettolosamente con un pennino a punta tronca da 2 mm.) sono derivate dal modello proposto da Julien Chazal nel suo manuale "Calligraphy - A complete guide"; l'altezza è di 24 gradi calligrafici.
Avatar utente
G P M P
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2473
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2012, 16:06
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Blue
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 003
Arte Italiana FP.IT M: 003
Fp.it ℵ: 003
Fp.it 霊気: 003
Località: Pescara
Gender:

Lettere Cadel

Messaggio da G P M P »

"Tutto molto bello" (cit.)

Mia umilissima e inqualificata opinione, con la cancelleresca mi piacciono molto di più, anche per una sorta di coerenza storica.
Giovanni Paolo
Avatar utente
Tribbo
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1081
Iscritto il: lunedì 30 dicembre 2019, 15:37
La mia penna preferita: Montblanc 149 -
Il mio inchiostro preferito: Waterman Serenity Blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Gender:

Lettere Cadel

Messaggio da Tribbo »

...mi fermo all’estetica e non posso fare a meno di esclamare: complimenti!! Sono praticamente sbalordito....
Avatar utente
Automedonte
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2073
Iscritto il: martedì 25 febbraio 2020, 16:33
La mia penna preferita: Aurora 88 big
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Gender:

Lettere Cadel

Messaggio da Automedonte »

Sei bravo da far schifo :D

Ogni volta che vedo le Tue produzioni resto incantato :clap:
Cesare Augusto
Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 960
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Lettere Cadel

Messaggio da fufluns »

Sono bellissime! E il tuo corsivo inglese é incantevolmente ispiratore...
Koten90
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 232
Iscritto il: domenica 11 aprile 2021, 13:25
La mia penna preferita: Pilot Custom 912 Falcon
Il mio inchiostro preferito: Diamine Green Black
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Busto Arsizio
Gender:

Lettere Cadel

Messaggio da Koten90 »

Sono bellissime davvero! Sembrano quasi le maiuscole miniate di inizio capitolo degli amanuensi.
G P M P ha scritto: domenica 30 maggio 2021, 18:38 Mia umilissima e inqualificata opinione, con la cancelleresca mi piacciono molto di più, anche per una sorta di coerenza storica.
Mi unisco al pensiero, ma non tanto per coerenza storica, quanto per il fatto che stonano un po’ con il corsivo non avendo inclinazione. Rimangono anche parecchio più “pesanti” del corsivo.
fufluns ha scritto: lunedì 31 maggio 2021, 1:03 il tuo corsivo inglese é incantevolmente ispiratore...
Anche qui non posso che condividere: quella G di Gothic è davvero meravigliosa e anche la C di Cadeau e tutte le p minuscole credo saranno oggetto di plagio spudorato😁

P.S. Solo ora ho capito a cosa ti riferivi quando mi consigliasti un cappello della t “molto più armoniosamente arcuato a onda”: bello! Ci proverò
Alessio Pariani
Tenere sempre a portata di mano una penna caricata a idee.
Pilot Custom Heritage 912 Falcon Nib
OMAS Extra stiloforo
Pelikan M205 F Petrol Blue
Avatar utente
francoiacc
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3675
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Gender:

Lettere Cadel

Messaggio da francoiacc »

Secondo me è stampato, sarà qualche bel font :mrgreen: :mrgreen:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine
Avatar utente
calli1958
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 493
Iscritto il: giovedì 12 settembre 2019, 18:54
La mia penna preferita: Reform (credo) pennino flex
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: provincia di Treviso
Gender:

Lettere Cadel

Messaggio da calli1958 »

E' un vero piacere riscontrare l'interesse per l'accoppiamento di stili diversi. Ho solo voluto dare un suggerimento (non una dimostrazione), perché ritengo che qualche elemento "diverso" possa a volte arricchire e rendere più "interessanti" i nostri lavori. Nel caso delle lettere Cadel, considerato il loro forte "impatto", è ovviamente da ponderarne bene l'utilizzo.
G P M P ha scritto: domenica 30 maggio 2021, 18:38 Mia umilissima e inqualificata opinione, con la cancelleresca mi piacciono molto di più, anche per una sorta di coerenza storica.
Naturalmente gli abbinamenti sono a gusto personale; ho usato questi due solo per la differenza fra scrittura dritta e scrittura inclinata. Sulla coerenza storica si può discutere; non tanto per per i periodi di riferimento (il corsivo inglese è sicuramente successivo al Cadel) ma per l'uso di abbinamenti di stili riferiti a periodi diversi: per esempio, nei manoscritti medievali è frequente l'uso di titoli e/o capilettera in stile precedente a quello del testo. Quindi anche l'abbinamento di stili di epoche diverse ha in un certo senso un suo fondamento "storico".
Tribbo ha scritto: domenica 30 maggio 2021, 20:13 ...Sono praticamente sbalordito....
Ne sono contento ma... tieni presente che è più apparenza che sostanza! Non lo dico per sminuire i miei "lavori" o per falsa modestia, ma per sottolineare che a volte la complessità non è davvero tale; per rendersene conto è sufficiente a provare (dando per scontato un po' di pratica, ecc. ecc.)
Automedonte ha scritto: domenica 30 maggio 2021, 22:44 Ogni volta che vedo le Tue produzioni resto incantato
Ti ringrazio (...anche dello schifo :D ); mi piace pensare che le mie "proposte" siano uno stimolo a provare, a sperimentare, così sicuramente ognuno può godere dell'incanto dei propri scritti.
fufluns ha scritto: lunedì 31 maggio 2021, 1:03 Sono bellissime! E il tuo corsivo inglese é incantevolmente ispiratore...
Accolgo con malcelata soddisfazione i tuoi complimenti, soprattutto per quanto riguarda l'ispirazione, perché è un rapporto reciproco; sta proprio nel condividere le proprie esperienze l'opportunità di verificare diverse soluzioni, diversi approcci, naturalmente mediati dalla sensibilità personale e per questo stesso motivo ancora più incisivi e utili a cogliere diverse sfumature su cui lavorare.
Koten90 ha scritto: lunedì 31 maggio 2021, 7:02 Mi unisco al pensiero, ma non tanto per coerenza storica, quanto per il fatto che stonano un po’ con il corsivo non avendo inclinazione. Rimangono anche parecchio più “pesanti” del corsivo.

E' corretto pensare a una forzatura nel mettere insieme scrittura dritta e scrittura inclinata ma, se si trova un "adeguato" inserimento, può essere proprio questo "contrasto" ad enfatizzare il risultato. La "pesantezza" dipende da come vengono inserite nel testo: se, per esempio, usiamo una Cadel come capolettera potremmo avere a fianco 3-4 righe di testo, in modo che rimanga comunque "inglobata" nel testo.

Anche qui non posso che condividere: quella G di Gothic è davvero meravigliosa e anche la C di Cadeau e tutte le p minuscole credo saranno oggetto di plagio spudorato😁

Vedrò con piacere le tue evoluzioni, anche perché "copiando" ciò che ci piace lo adattiamo alle nostre preferenze aumentando le nostre possibilità espressive

P.S. Solo ora ho capito a cosa ti riferivi quando mi consigliasti un cappello della t “molto più armoniosamente arcuato a onda”: bello! Ci proverò
E' importante provare diverse soluzioni in modo da trovare quelle che ci sembrano più adatte.
francoiacc ha scritto: lunedì 31 maggio 2021, 8:26 Secondo me è stampato, sarà qualche bel font :mrgreen: :mrgreen:
Sicuramente ci sono dei bellissimi font di Cadel a cui ispirarsi, da riprodurre e, perché no, anche da stampare se si preferisce; anche creare una bella pagina stampata può essere un' "arte" (caratteri, dimensioni, accostamenti, allineamenti, impaginatura, fregi, ecc. ecc.). Immagina una lettera, un contratto, un avviso, ...., pensato nei caratteri da stampare, con un bel capolettera, con impaginatura idonea a una buona lettura, con aspetto piacevole, con gli opportuni spazi ed evidenziazioni, ecc. ecc., ....sarà anche questo un bell'impegno! ;)
Avatar utente
francoiacc
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3675
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Gender:

Lettere Cadel

Messaggio da francoiacc »

calli1958 ha scritto: lunedì 31 maggio 2021, 10:32
francoiacc ha scritto: lunedì 31 maggio 2021, 8:26 Secondo me è stampato, sarà qualche bel font :mrgreen: :mrgreen:
Sicuramente ci sono dei bellissimi font di Cadel a cui ispirarsi, da riprodurre e, perché no, anche da stampare se si preferisce; anche creare una bella pagina stampata può essere un' "arte" (caratteri, dimensioni, accostamenti, allineamenti, impaginatura, fregi, ecc. ecc.). Immagina una lettera, un contratto, un avviso, ...., pensato nei caratteri da stampare, con un bel capolettera, con impaginatura idonea a una buona lettura, con aspetto piacevole, con gli opportuni spazi ed evidenziazioni, ecc. ecc., ....sarà anche questo un bell'impegno! ;)
Ovviamente spero che tu abbia colto lo spirito del mio commento assolutamente ironico inteso a evidenziare la perfezione del tuo lavoro che rasenta quella di una grafica computerizzata. :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine
Avatar utente
calli1958
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 493
Iscritto il: giovedì 12 settembre 2019, 18:54
La mia penna preferita: Reform (credo) pennino flex
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: provincia di Treviso
Gender:

Lettere Cadel

Messaggio da calli1958 »

francoiacc ha scritto: lunedì 31 maggio 2021, 11:42 Ovviamente spero che tu abbia colto lo spirito del mio commento assolutamente ironico inteso a evidenziare la perfezione del tuo lavoro che rasenta quella di una grafica computerizzata. :wave:
Ho colto in pieno e ti ringrazio :) , volevo solo segnalare che anche usare dei font di stampa può essere divertente e impegnativo, oltreché creativo. D'altra parte ci sono calligrafi che prima compongono a stampa i loro lavori (scegliendo i vari font che ritengono adatti) per avere una visione complessiva del risultato e dopo passano all'esecuzione manuale. Quindi i due "mondi" non sono così distanti fra loro. Personalmente preferisco, per ora, la manualità totale ma non credo siano da porre limiti alle possibilità espressive.
Mi scuso di non aver reso evidente nel mio post precedente la comprensione della tua simpatica "ironia".....ed anche la tua "esagerazione" del post che qui commento ;)
Rispondi

Torna a “Calligrafia”