Spaziatura fra lettere verticali, curve e aperte.

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Pendulo21
Converter
Converter
Messaggi: 5
Iscritto il: domenica 6 dicembre 2020, 22:21
Sesso:

Spaziatura fra lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da Pendulo21 »

Salve a tutti, mi sono iscritto da poco ed ho un dubbio che non riesco a risolvere. Mi sento un po' in imbarazzo perchè sento che sto sollevando una questione banale, che però non riesco a comprendere. Nell'utilissimo manuale di Cencetti e Quinn(Calligrafia Facile), a pagina undici si parla di spaziature tra le lettere. Gli autori distinguono tra lettere verticali, curve e aperte. Anche se c'è una breve descrizione di queste lettere, io non riesco a comprendere la differenza perchè vado totalmente in confusione. Qualcuno, se possibile, potrebbe cortesemente farmi una classificazione completa delle lettere verticali, di quelle curve e di quelle aperte? Allego un'immagine della parte del manuale a cui mi riferisco. Scusatemi, so che la domanda è banale ma sono alle primissime armi nel mondo delle arti calligrafe. Purtroppo sono alle prime armi anche con l'utilizzo del forum e spero di non aver sbagliato sezione.

Grazie
Allegati
Cattura spaziature.JPG
Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 9227
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da Ottorino »

Ti rassicuro sulla sezione giusta e anche sulla non banalità della domanda. Ma aspettiamo l'intervento di qualcuno più esperto
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?
merloplano
Levetta
Levetta
Messaggi: 659
Iscritto il: mercoledì 3 gennaio 2018, 15:36
La mia penna preferita: kafka
Il mio inchiostro preferito: eau de nil
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da merloplano »

Pendulo21 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 12:09 Qualcuno, se possibile, potrebbe cortesemente farmi una classificazione completa delle lettere verticali, di quelle curve e di quelle aperte?
ciao, sono assolutamente digiuno di calligrafia, ma dopo aver letto l'allegato direi:
a o = curva
b d f g h i j k l m n p q r t u y = verticale
c e s v w x z = aperta

assunzioni:
u verticale perche' e' una n ribaltata
y ha angolo elevato se lasciata aperta. inclusa tra le verticali soprattutto per l'estensione
z aperta invece di verticale per via dell'angolo, prossimo alla v piu' che verticale
- i consigli che non si pagano non sono buoni
Avatar utente
calli1958
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 434
Iscritto il: giovedì 12 settembre 2019, 18:54
La mia penna preferita: Reform (credo) pennino flex
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: provincia di Treviso
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da calli1958 »

Pendulo21 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 12:09 so che la domanda è banale ma sono alle primissime armi nel mondo delle arti calligrafe. Purtroppo sono alle prime armi anche con l'utilizzo del forum e spero di non aver sbagliato sezione.
Puoi star certo che non è affatto una domanda banale. anzi! E' una delle principali difficoltà nello scrivere un testo armonioso. Venendo alla tua domanda, la risposta è molto facile (in teoria) e molto difficile (in pratica): quello che conta è lo spazio fra le lettere (inteso come area non come distanza. Prendiamo questa ipotetica parola "HIOC": uniamo tutto con una linea superiore e una inferiore che tocchi tutte le lettere. Gli spazi fra le lettere saranno così delimitati: prima coppia asta-asta, seconda coppia asta-curva, terza coppia curva-curva. L'armonia nella scrittura si avrà quando gli spazi fra ogni coppia di lettere avranno AREA uguale, di conseguenza la distanza (lineare) fra i punti più vicini di ogni coppia di lettere sarà maggiore tra due aste, minore fra due curve e intermedia fra asta-curva (e ovviamente tra curva-asta). Le lettere aperte (come la C) si considerano come curve.
Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 771
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da fufluns »

calli1958 ha scritto: mercoledì 16 dicembre 2020, 12:33
Pendulo21 ha scritto: martedì 8 dicembre 2020, 12:09 so che la domanda è banale ma sono alle primissime armi nel mondo delle arti calligrafe. Purtroppo sono alle prime armi anche con l'utilizzo del forum e spero di non aver sbagliato sezione.
Puoi star certo che non è affatto una domanda banale. anzi! E' una delle principali difficoltà nello scrivere un testo armonioso. Venendo alla tua domanda, la risposta è molto facile (in teoria) e molto difficile (in pratica): quello che conta è lo spazio fra le lettere (inteso come area non come distanza. Prendiamo questa ipotetica parola "HIOC": uniamo tutto con una linea superiore e una inferiore che tocchi tutte le lettere. Gli spazi fra le lettere saranno così delimitati: prima coppia asta-asta, seconda coppia asta-curva, terza coppia curva-curva. L'armonia nella scrittura si avrà quando gli spazi fra ogni coppia di lettere avranno AREA uguale, di conseguenza la distanza (lineare) fra i punti più vicini di ogni coppia di lettere sarà maggiore tra due aste, minore fra due curve e intermedia fra asta-curva (e ovviamente tra curva-asta). Le lettere aperte (come la C) si considerano come curve.
Carissimo calli1958, questo concetto degli spazi interllettera intesi come “area” è un suggerimento prezioso. Magari non “immediato” da visualizzare, ma ciò nondimeno prezioso!
Avatar utente
Stormwolfie
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1032
Iscritto il: lunedì 4 dicembre 2017, 16:59
La mia penna preferita: Sailor 1911
Il mio inchiostro preferito: Sailor Blue Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da Stormwolfie »

Come si suol dire.....
Come si suol dire.....
STEFANO

Ogni penna corre con inchiostri diversi su altrettante innumerevoli carte. Alcune scivolano rapide, altre con piena lentezza, altre grattano ritmi piacevoli. Ognuna esprime un suo carattere che lo scrittore dolcemente doma.
Avatar utente
calli1958
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 434
Iscritto il: giovedì 12 settembre 2019, 18:54
La mia penna preferita: Reform (credo) pennino flex
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: provincia di Treviso
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da calli1958 »

fufluns ha scritto: giovedì 17 dicembre 2020, 17:39 ....questo concetto degli spazi interllettera intesi come “area” è un suggerimento prezioso. Magari non “immediato” da visualizzare, ma ciò nondimeno prezioso!
Buongiorno Fufluns, è un piacere ritrovarsi in argomenti di comune interesse. Purtroppo non sono dotato della tua prosa fluente ed efficace quindi non so le la mia "spiegazione" degli spazi fra lettere (kerning - crenatura) è stata sufficientemente chiara; in ogni caso, essendo sia una necessità estetica che di leggibilità ho visto che tu già di fatto la applichi, magari in parte inconsapevolmente, perché ha a che fare con i concetti di "bellezza" e "armonia" di cui sei, a ragion veduta, particolarmente pervaso. La spaziatura fra lettere è un argomento fondamentale in materia tipografica, pertanto, se avrai desiderio di approfondirne gli aspetti, troverai in quell'ambito abbondanza di materiale. Naturalmente vale altrettanto in calligrafia, con la particolarità che non potendo correggere a posteriori, l'occhio deve abituarsi a prevedere e a "condurre" la mano scrivente in base ai tratti da eseguire (molto più facile a dirsi che a farsi). Sarò particolarmente contento se questo argomento, e la mia "spinta" ad approfondirlo, ti sarà di giovamento per rendere ancora più pregevoli i tuoi già notevoli lavori e, soprattutto, se tu potrai averne ancora maggio soddisfazione. Buona scrittura.
Avatar utente
Dory
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 584
Iscritto il: lunedì 12 novembre 2018, 11:53
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Fiumicello (UD)
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da Dory »

Stormwolfie ha scritto: giovedì 17 dicembre 2020, 17:59 Gotico Italico.JPG
Bellissimo. Che grado calligrafico hai usato?
Dovremmo avere tutti una vita vista mare.
Immagine
Pendulo21
Converter
Converter
Messaggi: 5
Iscritto il: domenica 6 dicembre 2020, 22:21
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da Pendulo21 »

Grazie a tutti. Sto raccogliendo tutte le preziosissime nozioni che avete inserito in questa discussione per creare un mio modo di distanziare le lettere. Nel ringraziarvi, colgo l'occasione per augurarvi buone feste.
Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 9200
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da Irishtales »

calli1958 ha scritto: venerdì 18 dicembre 2020, 12:06
non so le la mia "spiegazione" degli spazi fra lettere (kerning - crenatura) è stata sufficientemente chiara
Chiara e preziosa a tal punto che ho contrassegnato l'argomento come "Importante".
Chiunque si dedichi alla calligrafia, ben presto arriva ad affrontare il problema della spaziatura fra lettere.


Sarebbe utile, per questa ragione, non cedere alle digressioni e lasciare questo spazio per continuare a discutere esclusivamente di questo aspetto importantissimo in calligrafia :)
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela
merloplano
Levetta
Levetta
Messaggi: 659
Iscritto il: mercoledì 3 gennaio 2018, 15:36
La mia penna preferita: kafka
Il mio inchiostro preferito: eau de nil
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da merloplano »

Irishtales ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 6:48 Sarebbe utile, per questa ragione, non cedere alle digressioni e lasciare questo spazio per continuare a discutere esclusivamente di questo aspetto importantissimo in calligrafia :)
ecco. e' stata una lettura interessante, ma rimarrei sul punto, ovvero, sulla domanda (l'unica) dell'OP: "classificazione completa delle lettere verticali, di quelle curve e di quelle aperte". mi aspetto una lista (ho provato a stilarne una in formato compatto ed ancora non mi e' chiaro se sia corretta o meno). grazie
- i consigli che non si pagano non sono buoni
Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 9200
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Spaziatura fra lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da Irishtales »

Domanda difficile, e concordo con la tua classificazione, ma attendiamo il parere di qualcuno più esperto.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela
Avatar utente
calli1958
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 434
Iscritto il: giovedì 12 settembre 2019, 18:54
La mia penna preferita: Reform (credo) pennino flex
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: provincia di Treviso
Sesso:

Distinzione lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da calli1958 »

merloplano ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 10:16 ..... rimarrei sul punto, ovvero, sulla domanda (l'unica) dell'OP: "classificazione completa delle lettere verticali, di quelle curve e di quelle aperte"....
Credo che (ma è sempre possibile essere smentito), posta in questi termini (e richiamando contemporaneamente il problema della spaziatura), solo una questione di denominazione, oltretutto insolita (o dovuta da esigenze di traduzione): la verticalità delle lettere dipende dallo stile di scrittura ma agli effetti della spaziatura poco importa se sia verticale o inclinata, purché sia dritta, quindi si preferisce parlare di "asta"; inoltre alcune lettere (a seconda dello stile) hanno parti dritte (aste) e parti curve (per esempio "d", "b", ecc.). Quindi non è la lettera in se stessa cui bisogna pensare, bensì alla sua raffigurazione nello stile in cui viene scritta. Riguardo ad "aperte-chiuse", vale quanto intuibile, ma sempre con riferimento allo stile usato: "o" è chiusa, "c" è aperta, e così via.
merloplano
Levetta
Levetta
Messaggi: 659
Iscritto il: mercoledì 3 gennaio 2018, 15:36
La mia penna preferita: kafka
Il mio inchiostro preferito: eau de nil
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Spaziatura fra lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da merloplano »

nessuna traduzione, il manuale e' in italiano, come appare nell'OP

cercando referenze, ho scoperto che lo stile di riferimento e' la cancelleresca (quindi inclinata, concordo sia irrilevante), si veda qui:
https://forum.fountainpen.it/viewtopic. ... 319#p77319

a questo punto direi che la mia proposta di classificazione possa non essere errata
- i consigli che non si pagano non sono buoni
Avatar utente
calli1958
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 434
Iscritto il: giovedì 12 settembre 2019, 18:54
La mia penna preferita: Reform (credo) pennino flex
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: provincia di Treviso
Sesso:

Spaziatura fra lettere verticali, curve e aperte.

Messaggio da calli1958 »

merloplano ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2020, 22:45 nessuna traduzione, il manuale e' in italiano, come appare nell'OP

cercando referenze, ho scoperto che lo stile di riferimento e' la cancelleresca (quindi inclinata, concordo sia irrilevante), si veda qui:
https://forum.fountainpen.it/viewtopic. ... 319#p77319

a questo punto direi che la mia proposta di classificazione possa non essere errata
Nel manuale di Cancelleresca richiamato, a pagina 10, si fa riferimento alle spaziature citando "lettere verticali " ma intendendo evidentemente lettere con l'asta, trattandosi della cancelleresca inclinata (esiste anche la versione non inclinata dove, ovviamente le spaziature vengono trattate nello stesso modo). Questo per sottolineare che dipende dallo stile di riferimento la forma assunta dalle lettere, mentre la "spaziatura" segue sempre gli stessi principi.
Rispondi

Torna a “Calligrafia”