Le mie prove: tentativi iniziali di Onciale e Gotico

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
Fagus
Converter
Converter
Messaggi: 9
Iscritto il: mercoledì 12 dicembre 2018, 8:37

Le mie prove: tentativi iniziali di Onciale e Gotico

Messaggio da Fagus » sabato 15 dicembre 2018, 22:04

Ciao a tutti!!!
Oggi mi è arrivato il quaderno di calligrafia della Kossowska (quello sull'onciale e gotico). Ed armato della mia paralel da 3.4 non ho resistito e mi sono buttato nel primo esercizio del libro sull'onciale.
Nel fare le falserighe ahimè non ho pensato a l'interlinea...per cui mi sono arrangiato come ho potuto (sono passati troppi anni dalle lezioni di disegno tecnico) ed ho alternato le O tra una riga e l'altra...ammetto che il risultato è qualcosa di insolitamente caotico.
Tutto sembra una cavolata all'inizio ma anche i tratti più semplici sono insolitamente difficili...mi "scappava" spessissimo il pennino al fondo del primo tratto delle O..ci vuole un controllo che davvero non immaginavo.

Nei prossimo giorni proverò il primo esercizio sul gotico e vediamo quale dei due mi ispira di più, con quale mi sento più a mio agio per iniziare (stranamente mi piacciono entrambi).

Fagus
Converter
Converter
Messaggi: 9
Iscritto il: mercoledì 12 dicembre 2018, 8:37

Le mie prove: tentativi iniziali di Onciale e Gotico

Messaggio da Fagus » domenica 16 dicembre 2018, 11:41

Ehm..mi sono reso conto solo ora che non avevo messo la foto.
Già che ci sono carico anche la mia prova di oggi (sempre con l'onciale in quanto avevo già pronta la falsariga): ho notato che inclinando leggermente di più il pennino (circa 30° anzichè i 20° suggeriti dal manuale) riesco ad avere molto più controllo, sopratutto nella fase finale del primo tratto della O e della C.
O-Onciale.jpg
Ehm..un poco fuori fuoco
C-O_Onciale.jpg
16.12.18
PS: Il pennino è 3.8 e non 3.4, iniziò gia a dare i numeri!

Avatar utente
demogorgone
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 140
Iscritto il: mercoledì 29 marzo 2017, 9:15
La mia penna preferita: La sto cercando
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Senigallia
Sesso:

Le mie prove: tentativi iniziali di Onciale e Gotico

Messaggio da demogorgone » domenica 16 dicembre 2018, 12:53

Solo un messaggio di incoraggiamento a proseguire e a condividere tutti i tuoi passi successivi di miglioramento!
Daniele

Silemar
Levetta
Levetta
Messaggi: 747
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 18:02
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei-Boku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Rieti
Sesso:

Le mie prove: tentativi iniziali di Onciale e Gotico

Messaggio da Silemar » domenica 16 dicembre 2018, 14:55

Fagus ha scritto:
sabato 15 dicembre 2018, 22:04
Tutto sembra una cavolata all'inizio ma anche i tratti più semplici sono insolitamente difficili...mi "scappava" spessissimo il pennino al fondo del primo tratto delle O..ci vuole un controllo che davvero non immaginavo.
Ciao Fagus, sono felice che tu abbia iniziato il tuo percorso calligrafico! :thumbup: Nelle tue parole esprimi giustamente quella sensazione di totale sorpresa che si prova nei primi passi calligrafici, quando si appura quanto sia difficile riprodurre quei tratti così apparentemente semplici. Raggiungere quel controllo di cui tu parli è compito lungo e paziente ma, nel mentre, il mondo rallenterà un attimo il suo ritmo frenetico e tu potrai godere di questa bella sensazione. Buona calligrafia! :wave:
Laura

Fagus
Converter
Converter
Messaggi: 9
Iscritto il: mercoledì 12 dicembre 2018, 8:37

Le mie prove: tentativi iniziali di Onciale e Gotico

Messaggio da Fagus » martedì 18 dicembre 2018, 8:12

demogorgone ha scritto:
domenica 16 dicembre 2018, 12:53
Solo un messaggio di incoraggiamento a proseguire e a condividere tutti i tuoi passi successivi di miglioramento!
Daniele
Grazie mille!
Li condividerò sicuramente

Fagus
Converter
Converter
Messaggi: 9
Iscritto il: mercoledì 12 dicembre 2018, 8:37

Le mie prove: tentativi iniziali di Onciale e Gotico

Messaggio da Fagus » martedì 18 dicembre 2018, 8:19

Silemar ha scritto:
domenica 16 dicembre 2018, 14:55
Fagus ha scritto:
sabato 15 dicembre 2018, 22:04
Tutto sembra una cavolata all'inizio ma anche i tratti più semplici sono insolitamente difficili...mi "scappava" spessissimo il pennino al fondo del primo tratto delle O..ci vuole un controllo che davvero non immaginavo.
Ciao Fagus, sono felice che tu abbia iniziato il tuo percorso calligrafico! :thumbup: Nelle tue parole esprimi giustamente quella sensazione di totale sorpresa che si prova nei primi passi calligrafici, quando si appura quanto sia difficile riprodurre quei tratti così apparentemente semplici. Raggiungere quel controllo di cui tu parli è compito lungo e paziente ma, nel mentre, il mondo rallenterà un attimo il suo ritmo frenetico e tu potrai godere di questa bella sensazione. Buona calligrafia! :wave:
si a vederle nei libri (ed anche nella spiegazione molte sintetica della Kossowska) sembra di una semplicità disarmante, tanto da chiederti: ci vorrà davvero così tanto tempo? E poi la risposta è : Altrochè!!!
Ma per me iniziare un percorso del genere non è solo per scrivere belle lettere ma proprio come dici tu di "prendermi un certo tempo di distacco dal mondo"...alla fine mi pare che gli arabi o gli ebrei non ricordo bene chi avessero sviluppato una via spirituale basata solo sulla scrittura.
Mezzoretta su mezzoretta (almeno) al giorno e piano piano perderò la preoccupazione di averlo fatto giusto e mi concentrerò solo sui gesti ;)


Piccola aggiunta: Ho abbandonato il Gotico...di 10 linee ne ho tracciate 11 storte XD

Rispondi