Una festa di penne: Aforismi alfabetici a penna

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 267
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Una festa di penne: Aforismi alfabetici a penna

Messaggio da fufluns » lunedì 27 agosto 2018, 2:12

Sono sempre stato affascinato dal pensiero aforistico. La capacità di esprimere un’idea sagace e originale, comprimendo concetti e parole nello spazio di una manciata di paragrafi, a volte in un’unica orazione, mi é sempre parso di una ardua difficoltà e allo stesso tempo una forma superiore dell’espressione. Il lavoro di sintesi, di sottrazione, di scelta accurata della minima espressione significativa, delle parole esatte, un lavoro invisibile nella versione finale dell’aforisma, é a mio modo di vedere una forma di espressione artistica.

Prima.jpg
Credo che la espressione aforistica sia tipica della maturità. Vi é, nell’aforisma riuscito, una sintesi che non é solamente verbale, ma in qualche modo esistenziale, il risultato di lunghi anni di filtrazione della realtà, di scomposizione e semplificazione, di ricostruzione con i materiali concettuali più essenziali, minimi. E’ un lavoro di scavo, non sempre consapevole, verso l’essenza delle cose. E’ un lavoro impossibile per il fresco slancio della giovinezza.
Per qualche sconosciuta ragione, in qualche imprecisabile momento durante quest’anno, ho avuto la impressione che questa maturità mi avesse raggiunto. La maturità ha conseguenze, per lo più intangibili, ma reali. Alcune non sono positive, ma altre, ugualmente intangibili, rappresentano nuove possibilità.

Nel mese di aprile, ho scritto il mio primo aforisma: “Politica”. Poi ho scritto “Manoscritto”, poi “Gioco”. Niente di speciale, onestamente. Ma per me, speciale é semplicemente quello che posso condividere con il mio pubblico del cuore: mia moglie e le mie figlie. Ho fatto le fotografie dei fogli, con la fotocamera del telefono, insieme alle penne che li hanno scritti, e le ho fatte circolare tra il mio pubblico. Fino a questo momento, gli aforismi non avevano titolo. A quelli già scritti, l’ho aggiunto in seguito.
Politica.JPG
Manoscritto.JPG
Mi é sembrata una buona idea continuare, migliorare. Una scusa meravigliosa per mettere al lavoro le mie penne, per esercitare la mano alla calligrafia e il cervello alla sintesi. Già, ma verso dove? Quanti aforismi? Quando sarebbe finito il lavoro?

Allora ho ideato “Aforismi alfabetici”. Uno per ogni lettera dell’alfabeto. Da scrivere rigorosamente a penna: “Aforismi alfabetici a penna”. E’ stato un esercizio divertente a volte difficile. Una volta scelto il meccanismo dell’alfabeto, gli aforismi sono stati scritti, per così dire, si commissione. Oggi scrivo l’aforisma con la lettera “N”. Vediamo, vediamo… La parola sarà “nessuno”. Oppure “D”, di Dimostrazione. Al lavoro…
Nessuno.JPG
Domani tocca a Q, che difficile, “q” di “quasi”. Al lavoro…
Quasi.JPG
Ogni tanto, inframmezzo quelle davvero difficili, la “X”, la “W”, la “Y”.
Wow.JPG
X.jpg
Ma che alfabeto é questo? vi starete chiedendo. Queste lettere nell’alfabeto italiano non esistono! Vi dirò: per le vicende della mia vita non ho più un solo alfabeto, ma vari, con i quali vivo e lavoro, e li ho riuniti. Ho lasciato fuori qualcosa perché davvero non avrei potuto scrivere un aforisma in italiano con le lettere “LL” (l’Accademia Castigliana della Lingua la ha fortunatamente appena abolita come lettera a sé, riunendola alfabeticamente sotto la “L”) o la “Ñ”.

“S” c’é due volte (Silenzio e Sforzo). E’ un errore involontario. In mezzo ai fogli che si accumulavano sulla scrivania, la prima “S” si é nascosta e mi ha obbligato a scriverne un’altra.
Sforzo.JPG
Alla fin fine, il progetto non é durato molto. Quattro mesi scarsi, per mettere insieme 27 aforismi con 26 lettere dell’alfabeto (due con la “S”). Alla fin fine, le lettere sono poche.

Negli “Aforismi alfabetici a penna” é rappresentata a maggioranza delle lettere. Le lettere dell’alfabeto hanno la loro magia. Si potrebbe scrivere una nuova versione degli “Aforismi alfabetici a penna” totalmente differente, con le stesse lettere ma con altre parole. Se ne potrebbero scrivere cento, mille, un milione di versioni, solamente in italiano. Con gli stessi segni se ne potrebbero scrivere mille milioni di versioni in altre lingue…

Gli aforismi di questa raccolta non sono gran cosa. Meno di una manciata, rileggendoli oggi, mi paiono decenti: gli altri non tanto. Ve li presento più per il progetto e l’aspetto “pennistico” dell’opera che per il suo contenuto letterario.

Le penne. Ho utilizzato una dozzina di penne, senza nessun ordine particolare, semplicemente afferrando ogni volta la penna che maggiormente mi faceva l’occhiolino. Se rivedo i fogli tutti insieme, mi rendo conto di avere delle sfacciate preferenze. A volte ho usato più di una penna per lo stesso foglio, per scrivere il testo e il titolo con pennini diversi.
Aforismi alfabetici a penna - The pens.jpg
Le penne che appaiono in questa serie sono:

Montblanc Meisterstück 149, EF; Solitaire 146 Pinstripe, M; Writers Edition Alexandre Dumas, M italic; Writers Edition Ernest Hemingway, EF. Montegrappa Classica Nero carbone, F; Extra Nero Bambú, Stub; Espressione Verde Amazzonia, M. Omas 555-F circa 1950 Grigioperla, EF flessibile; Dama Deco band Grigioperla, F flessibile; Gentlemen, EF flessibile; Milord Deco band Grigioperla, F flessibile; Nuova Paragon Arco marrone, EF; e Paragon Arco marrone, B.

Alla fine, con istruzioni pescate nella Internet, mi sono costruito una piccola pressa da legatoria e per la prima volta ho provato a rilegare un mazzo di fogli sciolti. E’ stato divertente e certamente lo farò di nuovo. I trenta fogli o giù di lì degli “Aforismi alfabetici a penna” sono ora indissolubilmente legati. Quando gli ho attacco la copertina, ho diluito eccessivamente il vinavil (circa 50:50), perché non avevo ancora trovato le istruzioni per farlo correttamente (80:20), con il risultato che i fogli si sono un po’ arricciati. Non importa molto, e a me quelle leggere o meno leggere imperfezioni che dichiarano che una cosa é il prodotto di una mano umana, infine non dispiacciono…
Rilegato_4.JPG
Per chi fosse interessato al prodotto completo, soprattutto per le penne e le calligrafie, ho messo insieme un PDF di tutte le foto che ho inviato al “mio pubblico”, che si può scaricare da qui.

A chi fosse arrivato fin qui, un grazie di cuore per la paziente lettura.

Avatar utente
efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 315
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso:

Una festa di penne: Aforismi alfabetici a penna

Messaggio da efreddi » lunedì 27 agosto 2018, 8:17

Caro Franco, resto sempre ammirato per la qualita' e la cura dei tuoi interventi: penne, carte, composizioni, calligrafia e contenuti sempre di altissimo livello. Grazie per la condivisione!

Ciao
Elia
----------------------------

Silemar
Levetta
Levetta
Messaggi: 629
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 18:02
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei-Boku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Rieti
Sesso:

Una festa di penne: Aforismi alfabetici a penna

Messaggio da Silemar » lunedì 27 agosto 2018, 11:52

fufluns ha scritto:
lunedì 27 agosto 2018, 2:12
Credo che la espressione aforistica sia tipica della maturità. Vi é, nell’aforisma riuscito, una sintesi che non é solamente verbale, ma in qualche modo esistenziale, il risultato di lunghi anni di filtrazione della realtà, di scomposizione e semplificazione, di ricostruzione con i materiali concettuali più essenziali, minimi. E’ un lavoro di scavo, non sempre consapevole, verso l’essenza delle cose. E’ un lavoro impossibile per il fresco slancio della giovinezza.
Per qualche sconosciuta ragione, in qualche imprecisabile momento durante quest’anno, ho avuto la impressione che questa maturità mi avesse raggiunto. La maturità ha conseguenze, per lo più intangibili, ma reali. Alcune non sono positive, ma altre, ugualmente intangibili, rappresentano nuove possibilità.
Questa mattina, mentre facevo colazione con i miei due figli, ho sbirciato sul sito. Quando ho letto questo intervento ho esclamato a voce alta: "Ecco perché mi piace tanto questo sito! Dove altro potrei leggere parole così belle di primo mattino?".

Mia figlia, anima curiosa, mi ha chiesto spiegazioni ed io, senza tergiversare, le ho letto la parte evidenziata. Lei ha commentato: "Che bello, mamma. Hai ragione quando dici che questo non è un sito qualunque. Sei stata fortunata a scovarlo."
Quindi grazie, grazie, grazie. A fufluns che condivide con noi la bellezza delle sue produzioni :clap: e, più in generale, a tutti voi. :wave:
Laura

Avatar utente
ClaBluReale
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 294
Iscritto il: venerdì 3 novembre 2017, 10:58
La mia penna preferita: Sailor Pro Gear Slim
Il mio inchiostro preferito: RK Scabiosa
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Campagna veneta
Sesso:

Una festa di penne: Aforismi alfabetici a penna

Messaggio da ClaBluReale » mercoledì 26 settembre 2018, 12:48

Sono esterrefatta. Uno più bello dell'altro!
Claudia

Avatar utente
francoiacc
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 400
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Una festa di penne: Aforismi alfabetici a penna

Messaggio da francoiacc » mercoledì 26 settembre 2018, 18:20

Una piccola curiosità, che carta usi ?
Francesco

"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"

Avatar utente
Giorgio1955
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 453
Iscritto il: sabato 28 settembre 2013, 16:06
La mia penna preferita: Ancora --- Zerollo
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 black
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 030
Località: Galatina (LE)
Sesso:

Una festa di penne: Aforismi alfabetici a penna

Messaggio da Giorgio1955 » mercoledì 26 settembre 2018, 19:27

Spettacolo!
Giorgio

Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 267
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Una festa di penne: Aforismi alfabetici a penna

Messaggio da fufluns » sabato 6 ottobre 2018, 2:46

francoiacc ha scritto:
mercoledì 26 settembre 2018, 18:20
Una piccola curiosità, che carta usi ?

Francesco, scusa per non avere risposto prima, ma mi erano sfuggiti gli ultimi messaggi di questo intervento.

Ho usato carta un po’ di tutti i tipi, ma due con maggior frequenza, entrambe vergate, entrambe di Fabriano. Una è la Ingres, 85 gr/mq, una carta “dura”, con dente e resistenza. L’altra è la Grifo, 90 gr/mq, liscissima (non ha cotone), super calligrafica.

Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 267
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Una festa di penne: Aforismi alfabetici a penna

Messaggio da fufluns » sabato 6 ottobre 2018, 2:48

Giorgio1955 ha scritto:
mercoledì 26 settembre 2018, 19:27
Spettacolo!
Grazie, Giorgio,

Rispondi