Aurora 88 e Copperplate

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
Olmoelisa
Converter
Converter
Messaggi: 4
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2018, 18:24

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da Olmoelisa » sabato 12 maggio 2018, 18:51

Buongiorno a tutti, sto praticando da qualche tempo il Copperplate, mi piace moltissimo!
Ho ritrovato una mia vecchia Aurora 88 (inizio anni '50, cappuccio argento).
Ha il pennino rotto e la farò aggiustare.
Piccolo problema: il riparatore giustamente mi dice che mi metterà il suo pennino oro 14k, ma che posso scegliere la finezza del tratto ma non la flessibilità, comunque che i pennini di questa penna degli anni '50 sono piuttosto flessibili.
Io so che dal dopoguerra i pennini delle stilografiche hanno un po' perso di flessibilità, ma magari le aurora no.
Sceglierò tratto fine ovviamente, ma sarà abbastanza flessibile per il Copperplate?
Considerate che non ombreggio molto, preferisco tenere le lettere non troppo pesanti.
Qualcuno ha esperienza di calligrafia con le Aurora 88 (anche non Copperplate)?

Grazie a tutti

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10038
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da piccardi » sabato 12 maggio 2018, 23:29

Temo che la 88 non sia molto adatta per il Copperplate. Qualche pennino più flessibile di altri c'è ma in genere per il copperplate deve essere molto flessibile, ed essendo a pennino carenato la cosa è sostanzialmente impossibile,

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
Syrok
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 477
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da Syrok » domenica 13 maggio 2018, 0:34

Ciao per l'esperienza che ho avuto qui sul forum e anche a detta di altri per il cooperplate e altri stili "fronzolosi" i pennini migliori li trovi nelle cannucce da scrittura e non nelle stilografiche.
Negli anni pre guerra andavano i pennini semi flessibili o flessibili nelle stilografiche per via del tipo di scrittura che avevano simile al cooperplate ma nessuna riesce ad eguagliare le cannucce in quanto avessero la stessa flessibilità si distanzierebbero troppo dall'alimentatore lasciando passare troppo inchiostro e quindi lasciando macchie e così hanno optato per pennini semiflessibili, penso che un esempio lo hai già se hai un pennino Zebra quello penso sia il massimo di flessibilità data ai pennini anche vecchi.
Spero di esserti stato utile
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da Musicus » domenica 13 maggio 2018, 0:40

Ciao, Elisa, e benvenuta anche da parte mia! :thumbup:
Se per lo studio del Copperplate pensi di sostituire a cannuccia/pennino una penna stilografica, allora la 88 Nizzoli non sembra essere lo strumento più adatto, come ha giustamente osservato Simone. Esigenza imprescindibile per questo stile è una notevole escursione del tratto (flessibilità) partendo da una hairline, una linea sottile come un capello: nonostante esistano pennini EF flessibili per la 88,
1600px-195x-Aurora-88-Warranty-Back.jpg
le loro prestazioni potrebbero non soddisfarti. Ma per rimettere in funzione la tua penna questa è comunque una strada percorribile, e tentar non nuoce...
Fossi in te, sempre restando nel campo stilografico (non certamente l'ideale per il Copperplate), ti suggerirei pennini molto fini e flessibili come quelli che si trovano ad esempio sulle Waterman eyedropper (12 o ancor meglio 14) fino al 1920:
https://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?t=9950

Buona scrittura!

Giorgio

Olmoelisa
Converter
Converter
Messaggi: 4
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2018, 18:24

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da Olmoelisa » domenica 13 maggio 2018, 12:18

Grazie a tutti per le vostre risposte.
Sì, pennino carenato e flessibilità probabilmente non vanno molto d'accordo, però mi sentirei in colpa a non farla riparare, e naturalmente non scrivo solo in Copperplate!
A proposito di riparazione, un noto riparatore mi ha chiesto 140 euro (compresi 90 euro di pennino).
È una cifra giusta?

Quanto alla Waterman eyedropper....mi sono innamorata a prima vista!
Ho già dato uno sguardo su ebay, però è abbastanza difficile capire come muoversi: i prezzi variano moltissimo, non sempre è chiaro il modello, spesso del tipo di pennino non si parla proprio...
Mi sa che avrò bisogno di un po' di assistenza.

Avatar utente
Syrok
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 477
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da Syrok » domenica 13 maggio 2018, 12:28

Olmoelisa ha scritto:
domenica 13 maggio 2018, 12:18
Grazie a tutti per le vostre risposte.
Sì, pennino carenato e flessibilità probabilmente non vanno molto d'accordo, però mi sentirei in colpa a non farla riparare, e naturalmente non scrivo solo in Copperplate!
A proposito di riparazione, un noto riparatore mi ha chiesto 140 euro (compresi 90 euro di pennino).
È una cifra giusta?
Ma che per caso è lo stesso di Alvise? Che gli ha chiesto 150 € solo per portare una penna in laboratorio? :lol:
Dai retta a me se puoi rivolgiti al reparto tecnico del forum ci sono tanti utenti molto bravi anche meglio dei "riparatori noti".
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Olmoelisa
Converter
Converter
Messaggi: 4
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2018, 18:24

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da Olmoelisa » domenica 13 maggio 2018, 14:26

Il riparatore è un negozio di Bologna, so che non posso fare il nome, ma sono dei "piccoli vecchi".
50 euro per la riparazione non mi sembra esagerato, la mia aurora 88 purtroppo è messa male, mi lascia perplessa il 90 euro per il pennino (ma sono ignorante in materia) ed il fatto che mi ha detto che per questa penna posso solo scegliere tratto fine o meno, perchè pensavo ci fossero almeno 2 tipi di flessibilità.
In più io ho il problema che vivo all'estero, devo mandare la stilografica per posta e non so se tutti lo accettano.

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8711
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da Irishtales » domenica 13 maggio 2018, 14:43

OT.
Semmai aprite un argomento in Tecnica e riparazioni ;)
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
HoodedNib
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 495
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da HoodedNib » domenica 13 maggio 2018, 14:47

in effetti 90 euro per un pennino mi sembra tantino, anche se il pennino e' fuori produzione da un sacco di tempo di quelle penne (e relativi ricambi) ne sono stati fatti diversi milioni...
Tempus Fugit, Carpe Gnam!

Avatar utente
G P M P
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2138
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2012, 16:06
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Blue
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 003
Arte Italiana FP.IT M: 003
Fp.it ℵ: 003
Fp.it 霊気: 003
Località: Pescara
Sesso:

Aurora 88 e Copperplate

Messaggio da G P M P » lunedì 21 maggio 2018, 16:59

HoodedNib ha scritto:
domenica 13 maggio 2018, 14:47
in effetti 90 euro per un pennino mi sembra tantino, anche se il pennino e' fuori produzione da un sacco di tempo di quelle penne (e relativi ricambi) ne sono stati fatti diversi milioni...
Irishtales ha scritto:
domenica 13 maggio 2018, 14:43
OT.
Semmai aprite un argomento in Tecnica e riparazioni ;)
Repetita iuvant ;)
Giovanni Paolo (ma per tutti, GP) - il mio fotoblog

Rispondi