Come si chiama questa calligrafia dalla quale voglio iniziare?

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
Avatar utente
Giok
Converter
Converter
Messaggi: 7
Iscritto il: lunedì 12 febbraio 2018, 15:56

Come si chiama questa calligrafia dalla quale voglio iniziare?

Messaggio da Giok » mercoledì 11 aprile 2018, 19:09

Buonasera,

Come si chiama la calligrafia, usata in queste foto? (sia per il titolo che per il resto...)
Sarebbe la prima esperienza per me nel mondo della calligrafia... quindi se vi viene anche in mente qualche manuale per questi stili...
Vi ringrazio ;)
Allegati
IMG_20180411_185057.jpg
IMG_20180411_185207.jpg
IMG_20180411_185221.jpg

Avatar utente
courthand
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 978
Iscritto il: venerdì 28 dicembre 2012, 17:37
La mia penna preferita: cannuccio e pennino
Il mio inchiostro preferito: Higgins Eternal Black
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Prato

Come si chiama questa calligrafia dalla quale voglio iniziare?

Messaggio da courthand » giovedì 12 aprile 2018, 14:25

É un bel guazzabuglio di bastarda gotica, fraktur, capitali romane, una forma di minuscolo derivato dall'italico, un corsivo che si avvicina al corsivo inglese e quant'altro...
Bene qui latuit bene vixit

Avatar utente
vivalapenna
Storico della Calligrafia
Storico della Calligrafia
Messaggi: 29
Iscritto il: martedì 19 agosto 2014, 12:27
La mia penna preferita: calligrafica punta fine
Il mio inchiostro preferito: waterman e i giapponesi
Misura preferita del pennino: Fine

Come si chiama questa calligrafia dalla quale voglio iniziare?

Messaggio da vivalapenna » mercoledì 18 aprile 2018, 14:13

Alcune premesse.
Mi sermbra di capire che le tavole mostrare non provengano da un manuale di scrittura inglese. Sono tavole incise che mostrano più che altro dei font che si usavano in UK nel XVIII secolo. Gli stili inglesi del periodo sono soprattutto la roundhand (antesignana di quella che noi chiamiamo inglese) ma qui esposta in versione incisa ma non come modello di scrittura, per cui non consiglio l'imitazione di un font anche se inciso perché non concepito a fini didattici. Se vuole una panoramica del 700 inglese a livello calligrafico consiglio la visione del volume Universal Penman pubblicato da Bickham del 1743. Esiste anche una versione economica Dover a poco prezzo.
Consiglierei uno sguardo all'italiana (nel senso di scrittura italiana), che si avvicina a quella che era la scrittura che si usava in quel periodo in Italia. Nella libreria del blog ci sono numerosi esempi (Ponzilacqua...ecc.).

Rispondi