Primi passi

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
deca90
Converter
Converter
Messaggi: 8
Iscritto il: mercoledì 31 gennaio 2018, 12:22
Sesso: Non Specificato

Primi passi

Messaggio da deca90 » lunedì 5 febbraio 2018, 7:44

Questa è la mia grafia attuale.
Immagine.

Sulla base di questa grafia, che consigli vi sentireste di darmi?

Avatar utente
Saphur
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 106
Iscritto il: lunedì 29 gennaio 2018, 16:48
La mia penna preferita: Primapenna Pelikan
Il mio inchiostro preferito: Waterman
Località: Napoli
Sesso: Uomo

Primi passi

Messaggio da Saphur » lunedì 5 febbraio 2018, 18:34

riccardo92 ha scritto:
sabato 3 febbraio 2018, 1:25
ok grazie mille, mi mancava questa cosa!
Beh come prima volta non posso sgridarti ma la prossima stai più attento :P
Scherzi a parte sono contento di poter collaborare in qualche modo e ricambiare.

Attendo la recensione e comunque mi congratulo con te per la foto allegata.
courthand ha scritto:
domenica 4 febbraio 2018, 9:58
In effetti però il mio messaggio si riferiva all'intervento di Saphur che ha dimenticato di indicare il modo di cancellare, nel messaggio quotato, le parti di testo che non interessano...
Hai ragione, me ne sono dimenticato, facendolo in automatico da anni alcune cose le do per scontate
riccardo92 ha scritto:
sabato 3 febbraio 2018, 11:58
vuoi avere righe o puntini ti metto il link di un sito che ha tentissimi layout di fogli per trasformare i fogli bianchi in fogli a righe o a quadretti o a puntini o stampare qualsiasi di layout... ecco il link: https://www.printablepaper.net/category/calligraphy è gia messo sulla pagina dei fogli per calligrafia
Avevo già visto questo sito, citato da qualcuno quì o trovato per puro caso.
C'è differenza tra penmenship e calligraphy poaper che ancora mi sfugge...
Non mi trovo molto comodo coi puntini ed i quadretti li trovo dispersivi..mi mandano in confusione.
Ho provato a scrivere su dei fogli da stampante da 100g dopo aver fatto le linbee guida con la matita e poi provare a cancellarle ma è sempre stata una fatica così ora ho preso fogli da 80g che rendono il foglio trasparente e sotto sto inserendo le linee guida o stampando direttamente sul foglio per esercitarmi.

Ok sono svogliato e non mi va di leggere tutto il manuale in inglese e poi mettermi ad esercitarmi... :D

claudio54
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 129
Iscritto il: venerdì 28 aprile 2017, 12:50
La mia penna preferita: Waterman per ragioni affettive
Il mio inchiostro preferito: da definire
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Primi passi

Messaggio da claudio54 » martedì 6 febbraio 2018, 0:23

deca90 ha scritto:
lunedì 5 febbraio 2018, 7:44
Questa è la mia grafia attuale.
Immagine.
in che senso, quello è stampatello, anch'io in ufficio scrivevo così per esigenze specifiche, ma non è la mia grafia corsiva anche se la stessa ne è stata influenzata

riccardo92
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 24
Iscritto il: sabato 28 ottobre 2017, 15:35
La mia penna preferita: pointed nib pen
Il mio inchiostro preferito: walnut
Località: forlì
Sesso: Uomo

Primi passi

Messaggio da riccardo92 » martedì 6 febbraio 2018, 13:26

ciao a tutti! non vi preoccupate, sono abbastanza sicuro che avrei sbagliato comuqnue anche se me lo aveste spiegato alla perfezione ahahah :lol: l'ho sempre detto che faccio a cazzotti con la tecnologia, o ancora meglio, io e l'informatica siamo due rette parallele che non si incontreranno mai ahah anche se qualcuno afferma che nell'infinito forse, prima o poi si potranno incontrare, ergo, c'è qualche possibilità remota anche per me :lol: scherzi a parte, per ora mi limito ad imparare e a limitare i danni ahah grazie per la comprensione :thumbup:

rispondo prima a Deca90, credimi, io sia in stampatello che corsivo (come scrittura da tutti i giorni) scrivo moooolto mooolto peggio del tuo esempio ahah metto una foto che l'ho presa da un video di presentazione sulla storia della calligrafia del Dr. Vitolo e in fondo c'è l'american Business Script (E.C. Mills), a mio avviso è la grafia più bella se si cerca una da tutti i giorni, veloce e una volta imparati i movimenti ti garantisco chè e anche facile da fare, poichè è studiata per essere scritta veloce e che sia leggibile!

saphur anche io uso le linee giuda sotto al foglio e in effetti quando la grammatura inzia ad agirarsi sui 100 gr a m2 non è più semi trasparente e non si vede il foglio sotto.. io uso sempre carta da 80 grammi e ormai uso solo carta della rhodia, la trovo fantastica! e con 80/90 grammi della rhodia vedo bene il foglo sotto.. e sinceramente la differenza fra i due non la saprei proprio ma so solo che se devo usare una dei due, so che troverei quello che mi serve nella sezione calligraphy paper! ;)
Riccardo
Allegati
TIMELINE AMERICAN CALLIGRAPHY.png

deca90
Converter
Converter
Messaggi: 8
Iscritto il: mercoledì 31 gennaio 2018, 12:22
Sesso: Non Specificato

Primi passi

Messaggio da deca90 » martedì 6 febbraio 2018, 16:49

claudio54 ha scritto:
martedì 6 febbraio 2018, 0:23
deca90 ha scritto:
lunedì 5 febbraio 2018, 7:44
Questa è la mia grafia attuale.
Immagine.
in che senso, quello è stampatello, anch'io in ufficio scrivevo così per esigenze specifiche, ma non è la mia grafia corsiva anche se la stessa ne è stata influenzata
Si, claudio54 utilizzo solo lo stampatello minuscolo e maiuscolo :roll:
Il corsivo l ho accantonato da un po'...

deca90
Converter
Converter
Messaggi: 8
Iscritto il: mercoledì 31 gennaio 2018, 12:22
Sesso: Non Specificato

Primi passi

Messaggio da deca90 » martedì 6 febbraio 2018, 16:53

riccardo92 ha scritto:
martedì 6 febbraio 2018, 13:26
ciao a tutti! non vi preoccupate, sono abbastanza sicuro che avrei sbagliato comuqnue anche se me lo aveste spiegato alla perfezione ahahah :lol: l'ho sempre detto che faccio a cazzotti con la tecnologia, o ancora meglio, io e l'informatica siamo due rette parallele che non si incontreranno mai ahah anche se qualcuno afferma che nell'infinito forse, prima o poi si potranno incontrare, ergo, c'è qualche possibilità remota anche per me :lol: scherzi a parte, per ora mi limito ad imparare e a limitare i danni ahah grazie per la comprensione :thumbup:

rispondo prima a Deca90, credimi, io sia in stampatello che corsivo (come scrittura da tutti i giorni) scrivo moooolto mooolto peggio del tuo esempio ahah metto una foto che l'ho presa da un video di presentazione sulla storia della calligrafia del Dr. Vitolo e in fondo c'è l'american Business Script (E.C. Mills), a mio avviso è la grafia più bella se si cerca una da tutti i giorni, veloce e una volta imparati i movimenti ti garantisco chè e anche facile da fare, poichè è studiata per essere scritta veloce e che sia leggibile!

saphur anche io uso le linee giuda sotto al foglio e in effetti quando la grammatura inzia ad agirarsi sui 100 gr a m2 non è più semi trasparente e non si vede il foglio sotto.. io uso sempre carta da 80 grammi e ormai uso solo carta della rhodia, la trovo fantastica! e con 80/90 grammi della rhodia vedo bene il foglo sotto.. e sinceramente la differenza fra i due non la saprei proprio ma so solo che se devo usare una dei due, so che troverei quello che mi serve nella sezione calligraphy paper! ;)
Riccardo
In questi giorni sto sperimentando un mio font in corsivo, provando a costruire le lettere con spontaneità.
E' una pratica che consigliate oppure è meglio che lasci perdere?

claudio54
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 129
Iscritto il: venerdì 28 aprile 2017, 12:50
La mia penna preferita: Waterman per ragioni affettive
Il mio inchiostro preferito: da definire
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Primi passi

Messaggio da claudio54 » martedì 6 febbraio 2018, 17:17

deca90 ha scritto:
martedì 6 febbraio 2018, 16:53
In questi giorni sto sperimentando un mio font in corsivo, provando a costruire le lettere con spontaneità.
E' una pratica che consigliate oppure è meglio che lasci perdere?
assolutamente consigliata, per il "font" non so, io ho ricominciato dal corsivo italiano "elementare" per dare un senso alle lettere, inoltre uso pennini ad intinzione così devo andare lento e scrivere leggero e con attenzione, in verità la grafia è inclinata, non proprio quella verticale delle elementari, ma io non ho esigenza lavorative, ho tempo da lasciar correre e la mia grafia è un po' migliorata rispetto a quando lavoravo, è meno strisciata dalla fretta

Avatar utente
Saphur
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 106
Iscritto il: lunedì 29 gennaio 2018, 16:48
La mia penna preferita: Primapenna Pelikan
Il mio inchiostro preferito: Waterman
Località: Napoli
Sesso: Uomo

Primi passi

Messaggio da Saphur » martedì 27 febbraio 2018, 11:15

claudio54 ha scritto:
martedì 6 febbraio 2018, 17:17
assolutamente consigliata, per il "font" non so, io ho ricominciato dal corsivo italiano "elementare" per dare un senso alle lettere, inoltre uso pennini ad intinzione così devo andare lento e scrivere leggero e con attenzione, in verità la grafia è inclinata, non proprio quella verticale delle elementari, ma io non ho esigenza lavorative, ho tempo da lasciar correre e la mia grafia è un po' migliorata rispetto a quando lavoravo, è meno strisciata dalla fretta
ne approfitto di questo post perchè sto sperimentando capendo e provando ma ancora non ho trovato uno stile a me più congeniale e facilmente applicabile.
Suppongo stia sbagliando tutto e debba partire proprio dall'abc come dice claudio riprendendo il corsivo elementare, l'italico.

per tutti gli altri...come procedono gli studi? :)

Avatar utente
XFer
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 825
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Pilot Custom 845
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Borealis Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Primi passi

Messaggio da XFer » mercoledì 7 marzo 2018, 17:24

Saphur ha scritto:
martedì 27 febbraio 2018, 11:15
Suppongo stia sbagliando tutto e debba partire proprio dall'abc come dice claudio riprendendo il corsivo elementare, l'italico.
Sono probabilmente l'ultimo a poter dare dei consigli qui dentro :lol: , comunque da alcuni giorni sto iniziando a studiare l'italico base (basic italic) con il libro consigliato nell'apposita sezione ("Write Now").
Mi trovo benissimo. Se non si hanno pretese di perfezione, ma si cerca uno stile non troppo difficile da apprendere e che si possa usare tranquillamente con qualsiasi penna, non posso che consigliarlo: ci si mette davvero poco a scrivere decentemente.

So che non hai simpatia per i testi inglesi, ma qui veramente non è richiesta la conoscenza della lingua (forse una decina di parole...) perché è ben illustrato con frecce e numeri per spiegare come scrivere ciascun carattere.

Fer

Rispondi