Pennini a intinzione

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
isos77
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: martedì 12 dicembre 2017, 14:49
Sesso:

Pennini a intinzione

Messaggio da isos77 » lunedì 18 dicembre 2017, 11:35

Ho una stilografica a punta tronca (se non ricordo male, una Lamy)... ma visto che ho già la bacchetta, volevo anche procurarmi dei pennini a intinzione a punta tronca (non so se la terminologia è corretta....), in modo da avere più misure.

Avevo qualche domanda:
1) non so se ci sono marche e modelli di pennini migliori di altre (non ho trovato molto in rete, ma ammetto di aver cercato anche poco...)
2) i pennini vintage possono essere una soluzione? non so quanto un pennino possa essere soggetto a usura o difetti non immediatamente rilevabili...
3) ci sono dei negozi (a Milano, oppure virtuali) da suggerire per questi acquisti?

grazie!

Avatar utente
Placo
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 811
Iscritto il: sabato 2 dicembre 2017, 18:48
La mia penna preferita: Pelikan Classic M205 blu
Il mio inchiostro preferito: J. Herbin Eclat de Saphir
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Pennini a intinzione

Messaggio da Placo » lunedì 18 dicembre 2017, 11:41

Magari qualcuno ti saprà dare informazioni più dettagliate, io ho comprato un set speedball per calligrafia su Amazon e mi trovo bene. :thumbup:
Ho provato i pennini zebra, ma sono rimasto deluso.
«Ma solo le parole resistono
all’efferatezza delle stagioni».

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8825
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Pennini a intinzione

Messaggio da Irishtales » lunedì 18 dicembre 2017, 11:54

Quali stili ti interessano? Ci sono molte marche che possono offrire attualmente pennini di ottima qualità, sia tronchi che flessibili, etc.
Se poi cerchiamo nel vintage, le possibilità sono pressochè infinite. In ogni caso, prima bisogna avere chiaro il tipo di stile che si vuole affrontare (occorre un tronco vero e proprio? Oppure sarebbe preferibile un tronco inclinato?) e poi si può procedere alla scelta degli strumenti adeguati, che in ogni caso, in prima battuta, possono anche consitere semplicemente in carta e...matita.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
Placo
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 811
Iscritto il: sabato 2 dicembre 2017, 18:48
La mia penna preferita: Pelikan Classic M205 blu
Il mio inchiostro preferito: J. Herbin Eclat de Saphir
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Pennini a intinzione

Messaggio da Placo » lunedì 18 dicembre 2017, 11:57

Irishtales ha scritto:
lunedì 18 dicembre 2017, 11:54
Quali stili ti interessano? Ci sono molte marche che possono offrire attualmente pennini di ottima qualità, sia tronchi che flessibili, etc.
Se poi cerchiamo nel vintage, le possibilità sono pressochè infinite. In ogni caso, prima bisogna avere chiaro il tipo di stile che si vuole affrontare e poi si può procedere alla scelta degli strumenti adeguati, che in ogni caso, in prima battuta, possono anche consitere semplicemente in carta e...matita.
Ne approfitto per chiedere anche io. Per il corsivo italico? Grazie!
«Ma solo le parole resistono
all’efferatezza delle stagioni».

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8825
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Pennini a intinzione

Messaggio da Irishtales » lunedì 18 dicembre 2017, 12:22

Solo per citare alcuni fra i più diffusi attualmente in commercio: Leonardt Round Hand, Mitchell Italic (in rame), i Mitchell Round Hand (square cuts)... Ottimi tutti, ma indubbiamente così come per ogni altra tipologia di pennino, ognuno di noi ha caratteristiche di scrittura che gli rendono più confortevole l'uso dell'uno piuttosto che dell'altro prodotto.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

isos77
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: martedì 12 dicembre 2017, 14:49
Sesso:

Pennini a intinzione

Messaggio da isos77 » lunedì 18 dicembre 2017, 17:25

Irishtales ha scritto:
lunedì 18 dicembre 2017, 11:54
Quali stili ti interessano?
Usavo la penna con pennino tronco per il gotico. Mi piacerebbe approfondire la cancellersca e magari il foundational.

Con la Lamy non avevo riscontrato problemi nell'utilizzo, quindi pensavo di continuare su quel tipo di pennino. Più che altro volevo avere la possibilità di variare lo spessore e colore senza avere una serie di stilografiche.

Ma ritornando alla mie domande iniziali, ci sono consigli su quali marche è meglio orientarsi? oppure al variare del tipo di pennino varia anche la marca suggerita?

il vintage può essere interessante? oppure è un terno al lotto in termini di qualità, usura ecc...

e in merito all'ultima domanda... ho in mente un po' di negozi milanesi di stilografiche, ma non mi ricordo di aver visto pennini per intinzione (a parte i set regalo), ma magari qualcuno è fornito, ma solo non espone!

grazie!

Rispondi