Durata pennini calligrafici

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
lonetraveler
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 69
Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2017, 14:37
La mia penna preferita: Aurora 88
Il mio inchiostro preferito: Verde
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Bra (CN)
Sesso:

Durata pennini calligrafici

Messaggio da lonetraveler » giovedì 15 giugno 2017, 21:42

Ciao a tutti,
dopo una deludente esperienza con l'accoppiata Jinhao 750 e Zebra vorrei ora continuare le mie esercitazioni con il corsivo inglese usando pennini ad
intinzione con le relative cannuccie.
Leggendo qua e là ho tirato giu una lista di acquisti ma volevo sapere un paio di cose: quanto può durare un pennino calligrafico? In fase di
acquisto conviene farsene una bella scorta oppure ne bastano pochi per poter scrivere per parecchio tempo?
Altra domanda: meglio la cannuccia diritta o quella obliqua?
Chiedo questo perchè sono abituato a scrivere tenendo il foglio di carta in obliquo, mi sa che avrei qualche problema a scrivere su un foglio tenuto
diritto.. :)
Attendo qualche vostro commento in merito!

Carlo

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8892
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Durata pennini calligrafici

Messaggio da Irishtales » giovedì 15 giugno 2017, 23:25

L'utilizzo delle cannucce oblique\diritte per il Roundhand o Copperplate che dir si voglia, così come per i suoi derivati, è soggettivo. Qualcuno non riesce a fare a meno delle cannucce oblique, altri invece preferiscono le cannucce diritte. Quindi puoi provare con una cannuccia diritta e con una Speedball in plastica all'inizio, che costa poco ed è robusta, e ti permetterà di valutare come ti trovi meglio.
I pennini da intinzione si rovinano molto più rapidamente se usati in maniera impropria, ossia su una stilografica. Stando continuamente a contatto con l'inchiostro su una delle due facce, è chiaro che tendono ad ossidarsi ben più facilmente.
Si consumano anche con il normale utilizzo, ma in modo molto meno veloce; ti consiglio comunque di acquistarne all'inizio almeno due o tre per tipo, così che tu possa renderti conto di quali siano più adatti alle tue esigenze.
Attento con la fiamma. I pennini a punta sono a volte sottili e delicati, e non bisogna eccedere con la "prova del fuoco". Per alcuni è addirittura sconsigliata. Prova prima a pulirli con alcool o semplice acqua calda, se la patina non va via, passa alla fiamma.
La durata del pennino può essere prolungata da una pulizia accurata da effettuarsi dopo ogni sessione di scrittura, e se le sessioni sono lunghe, anche prevedendo delle piccole soste per una pulizia di routine, magari fra un esercizio e l'altro.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

lonetraveler
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 69
Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2017, 14:37
La mia penna preferita: Aurora 88
Il mio inchiostro preferito: Verde
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Bra (CN)
Sesso:

Durata pennini calligrafici

Messaggio da lonetraveler » giovedì 15 giugno 2017, 23:50

Grazie dei tuoi preziosi consigli DAniela, sapevo di poter contare su di te! ;)
Purtroppo l'esperienza con la Jinhao per me è stata molto deludente perchè il pennino non è durato neanche due settimane.
Per la cannuccia avevo già visto le Speedball e anche le Tachikawa non devono essere male. Inizierò con una dritta
Per il pennino invece mi orienterei senz'altro sul Brause Steno 361: ha una flessibilità straordinaria da quanto ho visto!

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8892
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Durata pennini calligrafici

Messaggio da Irishtales » sabato 17 giugno 2017, 13:20

Ci sono pennini più flessibili del Brause 361. La flessibilità però non è tutto e anzi in genere i pennini extra flessibili possono essere meno facili da gestire. Il 361 ha un insieme di carateristiche che lo rendono speciale. E' flessibile, ma non come un pennello! Questo aiuta all'inizio a prendere confidenza con un paramentro nuovo: esercitare una pressione variabile mentre si scrive.
Inoltre ha una punta fine ma non è proprio uno spillo. Quindi è docile, non impunta, non salta, non inciampa sulla carta come pennini meno "facili".
Inoltre, con l'uso costante, se si tende a farlo flettere poco alla volta, aumentando la pressione solo nel tempo, acquista una flessibilità ulteriore che gli permette, senza deformarsi plasticamente, di scrivere caratteri che arrivano e superano il centimetro di altezza.
Il consiglio naturalmente è di provare anche altri pennini flessibili, perchè nonostante le buone qualità del 361, il "tuo" pennino potrebbe essere ...un altro ;)
Fai sempre attenzione alle misure dei pennini, non sono tutte uguali. Il 361 va bene con lo Speedball obliquo. Altri pennini non vanno bene. Quando scegli il pennino, fai quindi attenzione a scegliere una cannuccia adatta. Se non sei sicuro, contatta prima il venditore per chiedere conferma della compatibilità o fai una prova, se acquisti in un negozio fisico.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Rispondi