Quale stile fa per me?

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
ipparcos
Converter
Converter
Messaggi: 12
Iscritto il: mercoledì 1 marzo 2017, 9:23
Sesso: Non Specificato

Quale stile fa per me?

Messaggio da ipparcos » giovedì 2 marzo 2017, 19:01

Salve a tutti, sono nuovo. Ho una lamy al star con pennino F. Vorrei imparare uno stile calligrafico che non sia ne troppo gotico ne troppo sempliciotto. Diciamo leggero ma bello da leggere. Potrei prendere anche un pennino italic 1.1 nel caso. Cosa mi cinghiale? Grazie.

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8558
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Uomo

Quale stile fa per me?

Messaggio da Irishtales » giovedì 2 marzo 2017, 19:05

ipparcos ha scritto: Cosa mi cinghiale?
Guarda qui. Ma per favore lascia stare il cinghiale :lol:
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

ipparcos
Converter
Converter
Messaggi: 12
Iscritto il: mercoledì 1 marzo 2017, 9:23
Sesso: Non Specificato

Quale stile fa per me?

Messaggio da ipparcos » giovedì 2 marzo 2017, 22:39

Ahahahaha scusate ma è il correttore automatico del cellulare. Questo a dimostrazione che la scrittura a penna ancora ha il suo perché :)
Cinghiale = consigliate
Grazie per il pdf.

Syrok
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 266
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Pelikan M200 marbrled blue
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Royale Blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso: Uomo

Quale stile fa per me?

Messaggio da Syrok » giovedì 2 marzo 2017, 23:37

Ciao Ipparcos
Secondo me due stili che sono una via di mezzo sono il corsivo italiano (quello praticamente che si faceva a scuola) e il corsivo inglese, sono sostanzialmente lo stesso tipo di carattere ma il corsivo inglese ha le lettere inclinate in avanti di 55 gradi

ipparcos
Converter
Converter
Messaggi: 12
Iscritto il: mercoledì 1 marzo 2017, 9:23
Sesso: Non Specificato

Quale stile fa per me?

Messaggio da ipparcos » giovedì 2 marzo 2017, 23:59

Per la cancelleresca mi consigliate il lamy italic 1.5 oppure 1.1? Oppure va bene il solo pennino F?
Grazie

Syrok
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 266
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Pelikan M200 marbrled blue
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Royale Blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso: Uomo

Quale stile fa per me?

Messaggio da Syrok » venerdì 3 marzo 2017, 0:56

Ivari pennini Italic ti fanno i tratti più spessi a seconda della numerazione quindi hai la possibilità di variare lo spessore a seconda di come giri il pennino mentre gli altri pennini (EF, F,M;B) ti fanno il tratto uniforme

efreddi
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 250
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso: Uomo

Quale stile fa per me?

Messaggio da efreddi » venerdì 3 marzo 2017, 7:32

Per darti un'idea di come scrive il pennino Lamy 1.5 puoi guardare i miei due allegati che trovi in questa discussione:

viewtopic.php?f=32&t=13166

(ma per la qualita' della calligrafia ci sono nel forum esempi sicuramente migliori!)

La larghezza nominale del pennino non corrisponde esattamente alla larghezza del tratto sulla carta, per esempio col mio lamy 1.5 il tratto e' di circa 1,2 mm. Ne ho poi tenuto conto nel preparare le falserighe perche' la dimensione del carattere dipende direttamente dalla larghezza del tratto, c'e' un'armonia tra dimensione e tratto che va rispettata.
Ho provato anche il pennino Lamy 1.1 ma non ne sono rimasto soddisfatto. La differenza del tratto e' meno evidente e poi iniziare a imparare uno stile calligrafico con un pennino piccolo non e' consigliabile perche' gli errori sono poco visibili.

I pennini tronchi (Lamy 1.5, etc...) permettono una variazione di tratto a seconda di come e' il movimento sulla carta: tratto largo se nel senso longitudinale del pennino, stretto se trasversale. Alcuni stili calligrafici richiedono questa variazione e la Cancelleresca (nota anche come italic nel mondo anglosassone) e' uno di questi. A mio parere e' un ottimo stile di partenza con tantissime risorse diponibili in internet (c'e' una discussione sul forum dedicata alle risorse).

In ogni caso dovresti chiederti se vuoi imparare uno stile calligrafico o se invece vuoi avere una bella calligrafia, non sono la stessa cosa.

Ciao



Elia

Avatar utente
courthand
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 941
Iscritto il: venerdì 28 dicembre 2012, 17:37
La mia penna preferita: cannuccio e pennino
Il mio inchiostro preferito: Higgins Eternal Black
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Prato
Sesso: Non Specificato

Quale stile fa per me?

Messaggio da courthand » venerdì 3 marzo 2017, 8:36

La risposta alla tua domanda sta a pagina 5 del pdf indicato da Daniela.
Comunque é corretto quanto scritto da Elia, se vuoi imparare uno stile calligrafico a punta tronca va meglio il pennino da 1,5 che peraltro rimane, a mio avviso, sempre un po' troppo fine, almeno nella prima fase di apprendimento.
Bene qui latuit bene vixit

Avatar utente
Mightyspank
Levetta
Levetta
Messaggi: 594
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso: Uomo

Quale stile fa per me?

Messaggio da Mightyspank » venerdì 3 marzo 2017, 9:08

Per me devi provare le Pilot parallel pen. Ci sono diverse misure di pennino (quattro) e sono ideali per cominciare, ma anche per continuare.

Rispondi