PELIKAN 110 White Gold plated

Foto e informazioni sui modelli della Pelikan
Rispondi
robi996
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 27 ottobre 2009, 3:35
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 086
Arte Italiana FP.IT M: 099
Fp.it ℵ: 137
Località: Trieste
Contatta:

PELIKAN 110 White Gold plated

Messaggio da robi996 » mercoledì 17 agosto 2011, 18:36

PELIKAN 110
colore/materiale: celluloide/ebanite ricoperta da lamina placcata in oro bianco
clip e anelli:
caricamento: con pistone
anno di produzione: 1933
dimensioni: chiusa 11,7 cm-aperta 16 cm.
pennino: in oro 14 ct.-
colori:vari
modeli della serie:Oro giallo ,oro bianco e placcate oro
Allegati
aa513a.JPG
aa513a.JPG (6.5 MiB) Visto 2383 volte
aa513.JPG
aa513.JPG (386.98 KiB) Visto 2376 volte
aa513b.JPG
aa513b.JPG (326.9 KiB) Visto 2376 volte
aa513g.JPG
aa513g.JPG (317.45 KiB) Visto 2376 volte

Avatar utente
vikingo60
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4750
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 16:50
La mia penna preferita: Pelikan M 200
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113
Fp.it Vera: 060
Località: Isernia
Sesso:

Re: PELIKAN 110 White Gold plated

Messaggio da vikingo60 » mercoledì 17 agosto 2011, 22:06

Bellissima!E' l'originale del 1933?Recentemente Pelikan sta riproponendo delle repliche,come la 101 N,cioè questa
Pelikan M 101.jpg
Pelikan M 101.jpg (3.42 KiB) Visto 2367 volte
Naturalmente i materiali sono stati migliorati,pur essendo identica all'originale.
Ciao
Alessandro

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10155
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Re: PELIKAN 110 White Gold plated

Messaggio da piccardi » giovedì 18 agosto 2011, 13:09

Ad occhio direi che è proprio una di quelle "vere" ...

Ma sul fatto che i materiali siano migliorati permettimi di dissentire.

Riconosco che ci può essere una componente aleatoria dovuta ai punti di vista, ma quelle nuove sono di banale plastica a stampo, quelle antiche in ebanite, celluloide e bachelite trasparente (quest'ultima solo sulle prime), e lavorate al tornio con una forte componente artigianale.

Per i miei gusti i materiali sono peggiorati, e non di poco. Di certo il loro valore è nettamente inferiore, rifare la penna con gli stessi materiali oggi costerebbe un ordine di grandezza in più.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
klapaucius
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1433
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2011, 14:23
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Tsuki-yo
Misura preferita del pennino: Italico
FountainPen.it 500 Forum n.: 097
Arte Italiana FP.IT M: 048
Località: Londra
Sesso:

Re: PELIKAN 110 White Gold plated

Messaggio da klapaucius » giovedì 18 agosto 2011, 14:17

piccardi ha scritto:Ad occhio direi che è proprio una di quelle "vere" ...

Ma sul fatto che i materiali siano migliorati permettimi di dissentire.

Riconosco che ci può essere una componente aleatoria dovuta ai punti di vista, ma quelle nuove sono di banale plastica a stampo, quelle antiche in ebanite, celluloide e bachelite trasparente (quest'ultima solo sulle prime), e lavorate al tornio con una forte componente artigianale.

Per i miei gusti i materiali sono peggiorati, e non di poco. Di certo il loro valore è nettamente inferiore, rifare la penna con gli stessi materiali oggi costerebbe un ordine di grandezza in più.

Simone
Come sapete sono un ignorante e per questo le mie domande sono da intendersi come pura curiosità.

La banale plastica a stampo sarebbe quella che i produttori e i venditori chiamano resina, ovvero la PMMA? Secondo Wikipedia è un materiale con proprietà interessanti. Che poi sia meno costoso non dovrebbe essere di per sé un motivo per ritenerlo inferiore. E allora chiedo: quali sono i pregi della celluloide rispetto alla PMMA?
Giuseppe

Avatar utente
vikingo60
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4750
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 16:50
La mia penna preferita: Pelikan M 200
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113
Fp.it Vera: 060
Località: Isernia
Sesso:

Re: PELIKAN 110 White Gold plated

Messaggio da vikingo60 » giovedì 18 agosto 2011, 19:59

klapaucius ha scritto:
piccardi ha scritto:Ad occhio direi che è proprio una di quelle "vere" ...

Ma sul fatto che i materiali siano migliorati permettimi di dissentire.

Riconosco che ci può essere una componente aleatoria dovuta ai punti di vista, ma quelle nuove sono di banale plastica a stampo, quelle antiche in ebanite, celluloide e bachelite trasparente (quest'ultima solo sulle prime), e lavorate al tornio con una forte componente artigianale.

Per i miei gusti i materiali sono peggiorati, e non di poco. Di certo il loro valore è nettamente inferiore, rifare la penna con gli stessi materiali oggi costerebbe un ordine di grandezza in più.

Simone
Che poi sia meno costoso non dovrebbe essere di per sé un motivo per ritenerlo inferiore. E allora chiedo: quali sono i pregi della celluloide rispetto alla PMMA?
Credo che Simone si riferisca alla difficoltà di ottenere materiali come la celluloide,che è costosa proprio per questo.E' costosa anche la lavorazione,più quella da barra piena che quella in foglio.Offre splendidi effetti cromatici,ma presenta il problema di risentire di calore e luce.Altro materiale costoso è la caseina,ottenuta dalle proteine del latte,che risente dell'umidità fino a sciogliersi al contatto con l'acqua.Viene usata,quest'ultima,per un modello della serie 100 di Conway Stewart,da alcuni modelli Montblanc in serie limitata e per la testina della Delta Via Veneto http://www.deltapen.it/_deltaitaly/viaveneto.htm#
Ma se la resina plastica serve ad avere penne più resistenti,pratiche e meno costose,credo che ciò sia più conveniente per coloro che ne fanno un uso quotidiano.Ripeto:senza nulla togliere alla bellezza ineguagliabile della celluloide.Riguardo l'ebanite ho minor simpatia.
Ciao
Alessandro

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10155
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Re: PELIKAN 110 White Gold plated

Messaggio da piccardi » venerdì 19 agosto 2011, 1:29

vikingo60 ha scritto: Ma se la resina plastica serve ad avere penne più resistenti,pratiche e meno costose,credo che ciò sia più conveniente per coloro che ne fanno un uso quotidiano.Ripeto:senza nulla togliere alla bellezza ineguagliabile della celluloide.Riguardo l'ebanite ho minor simpatia.
Quella sensibile alla luce è l'ebanite, se ricordo bene la spiegazione del chimico la reazione che ossida lo zolfo e fa scolorire il materiale è innescata dalla luce. La celluloide è sensibile solo a calore elevato (sopra i 60° diventa molle, mica si scioglie... se non ti metti a storcerla in genere non succede nulla). La sua debolezza sta nel fatto che se non è stata prodotta perfettamente cristallizza (e diventa fragilissima) e che certe colorazioni si macchinano con le emanazioni di gas della gomma. Concordo che l'ebanite non è particolarmente bella (anche perché è poco colorabile) ma è uno dei migliori materiali per il contatto con l'inchiostro, non per nulla i produttori più attenti ancora ci fanno gli alimentatori.

Detto questo sono comunque materiali che sono stati adattissimi per l'uso quotidiano per decenni e lo sarebbero ancora oggi (non è che le resine plastiche non abbiano le loro debolezze, quella della Montblanc si rompeva irrimediabilmente anche con voli di poche decine di centimetri...). Anzi posso traquillamente affermare che lo sono, io continuo ad usare tranquillamente la mia Patrician in celluloide tutti giorni e prima di lei per mesi ho usato questa Waterman 52.

Solo che essendo più costosi (sia da produrre che da lavorare) normalmente non vengono più usati, visto che oggi si riescono ad ottenere gli stessi risultati con altri materiali. Dopo di che se si vuole dare del valore in più ad una penna, si possono tranquillamente usare (ed infatti alcune produzioni artigianali o alcune penne di alto costo li usano).

In fondo per scrivere tutti i giorni con una stilografica basta e avanza una V-Pen usa e getta da pochi euro, che scrive altrettanto bene delle sue sorelle maggiori della Pilot. Sul piano della praticità stretta non credo esista niente di meglio (ma non è un piano che mi interessi troppo).

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1133
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Re: PELIKAN 110 White Gold plated

Messaggio da A Casirati » venerdì 17 maggio 2013, 13:28

piccardi ha scritto:Ad occhio direi che è proprio una di quelle "vere" ...

Ma sul fatto che i materiali siano migliorati permettimi di dissentire.

Riconosco che ci può essere una componente aleatoria dovuta ai punti di vista, ma quelle nuove sono di banale plastica a stampo, quelle antiche in ebanite, celluloide e bachelite trasparente (quest'ultima solo sulle prime), e lavorate al tornio con una forte componente artigianale.

Per i miei gusti i materiali sono peggiorati, e non di poco. Di certo il loro valore è nettamente inferiore, rifare la penna con gli stessi materiali oggi costerebbe un ordine di grandezza in più.

Simone
E' un argomento interessante e che credo non troverà mai tutti d'accordo.
Se la stilografica deve essere pratica, cioè adempiere alla sua funzione primaria, i materiali oggettivamente migliori sono quelli che garantiscono questo risultato; e non v'è dubbio che, da questo punto di vista, le materie plastiche attualmente in uso abbiano caratteristiche superiori a quelle dei materiali utilizzati decine d'anni fa. Non dimentichiamo che sia la genesi sia l'evoluzione tecnologica di questo meraviglioso strumento di scrittura derivarono per decenni dalla necessità di raggiungere l'obiettivo fondamentale della praticità e della sicurezza.
Tuttavia, se la stilografica è anche, come credo debba essere, un oggetto con una personalità, il modo in cui viene prodotta ha di sicuro un peso non trascurabile, così come la sua storia. L'apporto artigianale è, in questo senso, un fattore importante.
Va però osservato che oggi è possibile un connubio migliore fra i due aspetti, perché l'artigianalità può ben sposarsi all'uso di materiali più pratici e sicuri, oltre che meno deteriorabili.
Lo dimostrano i prodotti di diverse case italiane.
E' anche vero che i materiali moderni consentono maggiori personalizzazioni e variazioni estetiche, sia di forma sia di dimensione.
Rimane l'aspetto della standardizzazione, che tende ad un generale appiattimento delle caratteristiche del prodotto, salvo quelle estetiche. Ma su questo ha un peso rilevante la dura legge dell'utile economico...
Personalmente, cerco di apprezzare la singola stilografica per ciò che offre, cioè secondo la sua filosofia produttiva. Ad esempio, fra le mie preferite vi sono l'Aurora Optima, la Pelikan M200, la Delta Dolcevita e la Kaweco Sport Classic: modelli molto differenti fra loro sotto moltissimi punti di vista. Ma anche questo è il bello delle stilografiche: possono assumere personalità diversissime, mantenendosi sempre fedeli alla loro più intima natura.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
colex
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1396
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2011, 16:22
La mia penna preferita: OMAS Extra Lucens L.E. 331
Il mio inchiostro preferito: NoodlersBlack MB Permanent Blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 080
Arte Italiana FP.IT M: 028
Fp.it ℵ: 010
Località: Foggia

PELIKAN 110 White Gold plated

Messaggio da colex » venerdì 17 maggio 2013, 15:41

Quella della foto pubblicate da robi996 è l'originale del 1931... Tralasciando il discorso sui materiali di costruzione che ovviamente non sono, e non potrebbero essere identici a quelli utilizzati in origine ma, il feeling e la cura nella realizzazione, in particolare per le riedizioni "1931" in oro e "1935" in celluloide (blu e verde), sono pressoché identici alle versioni originali.


Posseggo 3 "riedizioni" della Pelikan 100 e quasta in oro bianco MI MANCA! Purtroppo non riesco ancora a trovarla con pennino EF o F!

Immagine




Questa "tabella" fotografica, invece, può essere utile a chi voglia datarle o riconoscerle...

Immagine
pen: Aurora*Delta*Kaweco*LAMY*Montblanc*OMAS*Parker*Pelikan*Pilot*Sheaffer*Stipula*TWSBI*Visconti*Waterman

ink: Aurora*Delta*Diamine*J.Herbin*Montblanc*Noodler's*Omas*Pelikan*Pilot Iroshizuku*Sailor*Visconti*Waterman

Avatar utente
colex
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1396
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2011, 16:22
La mia penna preferita: OMAS Extra Lucens L.E. 331
Il mio inchiostro preferito: NoodlersBlack MB Permanent Blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 080
Arte Italiana FP.IT M: 028
Fp.it ℵ: 010
Località: Foggia

PELIKAN 110 White Gold plated

Messaggio da colex » sabato 25 maggio 2013, 11:32

Ciao a tutti, appena arrivata la mia (moderna) Pelikan 100 White Gold Fine :D

Immagine


Dopo un'anno di ricerche ed un pò di titubanza per l'acquisto, alla fine ne ho trovata una nuova. Pensavo che tanto oro la rendesse un pò pacchiana... Invece è una meraviglia! 8-)
pen: Aurora*Delta*Kaweco*LAMY*Montblanc*OMAS*Parker*Pelikan*Pilot*Sheaffer*Stipula*TWSBI*Visconti*Waterman

ink: Aurora*Delta*Diamine*J.Herbin*Montblanc*Noodler's*Omas*Pelikan*Pilot Iroshizuku*Sailor*Visconti*Waterman

Rispondi