Il (non così) grande libro delle penne

Per parlare di quanto scritto sulle penne con altri mezzi...
Avatar utente
gandalff
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 430
Iscritto il: domenica 24 marzo 2013, 9:16
La mia penna preferita: Pilot Capless...... al momento
Il mio inchiostro preferito: Purché non sia funereo
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 025
Località: Santa Marinella (RM), terza pietra dal sole
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da gandalff » lunedì 19 agosto 2013, 16:28

Mmmhhhh in questo caso propendo per l'alternanza..... meglio avere una conoscenza globale.... ed io sono un indeciso per natura :)
Su ciò di cui non si può parlare, bisogna tacere - L. Wittgenstein
Pietro

rembrandt54
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da rembrandt54 » lunedì 19 agosto 2013, 16:35

gandalff ha scritto:Mmmhhhh in questo caso propendo per l'alternanza..... meglio avere una conoscenza globale.... ed io sono un indeciso per natura :)
Hai dimenticato le rosse :mrgreen:

Avatar utente
gandalff
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 430
Iscritto il: domenica 24 marzo 2013, 9:16
La mia penna preferita: Pilot Capless...... al momento
Il mio inchiostro preferito: Purché non sia funereo
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 025
Località: Santa Marinella (RM), terza pietra dal sole
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da gandalff » lunedì 19 agosto 2013, 16:40

Non pongo limite alcuno :D
Su ciò di cui non si può parlare, bisogna tacere - L. Wittgenstein
Pietro

Avatar utente
Seamaster
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 216
Iscritto il: domenica 5 febbraio 2012, 18:19
La mia penna preferita: Montblanc Thomas Mann
Il mio inchiostro preferito: Serie Pilot Iroshizuku
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Salerno
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da Seamaster » lunedì 19 agosto 2013, 17:31

gandalff ha scritto:
Seamaster ha scritto: Mi dispiace contraddirti,ma nel momento in cui rispondi a questo topic,incentrato sul libro in questione,automaticamente esprimi un tuo giudizio personale su di esso.
Eh no, scusa. Questa legge da dove si desume? Io ho espresso un'opinione generica. Io ho quel tipo di reazione ogni volta che in un libro trovo un errore. Perdo la fiducia nell'autore e non posso apprezzare il resto. Chi mi dice che anche le altre cose, che non conosco siano esatte?
Ti consiglio,se ne hai l'opportunità,di sfogliarlo in libreria per farti un'idea e poi ne riparleremo. ;)
Mi conosco a sufficienza per capire quale sarebbe la mia reazione. Ripeto, è un problema mio, Se trovo inesattezze il libro mi diventa irritante.
Ti contraddico di nuovo!
Il tuo giudizio generico,come lo definisci tu, è di risposta ad una mia affermazione fatta a Simone su questo libro,quindi non può essere considerata più in tale senso.
Ti ri-consiglio di valutarlo di persona,prima di esprimere ulteriori opinioni generiche o non su di un testo che non si conosce e non si è mai visto prima. ;)

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 9465
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso: Uomo
Contatta:

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da piccardi » lunedì 19 agosto 2013, 18:41

Seamaster ha scritto: Ti contraddico di nuovo!
Il tuo giudizio generico,come lo definisci tu, è di risposta ad una mia affermazione fatta a Simone su questo libro,quindi non può essere considerata più in tale senso.
Ti ri-consiglio di valutarlo di persona,prima di esprimere ulteriori opinioni generiche o non su di un testo che non si conosce e non si è mai visto prima. ;)
Guarda che il libro contiene senz'altro inesattezze, anzi diciamo pure errori fra i più clamorosi. E questo è il motivo per cui secondo me resta fin dall'inizio "non così grande". Se il punto è la presenza di errori (seri) ben noti alla sua stesura, c'è poco da valutare di persona, non è che affermazioni storiche sbagliate diventan giuste.

Nel caso mio, anche se non lo avessi visto, il fatto stesso di sapere che pubblica la bufala della macchia di inchiostro della Waterman, me lo avrebbe fatto scartare immediatamente dalle ipotesi di acquisto. Dopo di che per le foto può essere anche interessante, ma a me non interessano poi molto...

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
gandalff
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 430
Iscritto il: domenica 24 marzo 2013, 9:16
La mia penna preferita: Pilot Capless...... al momento
Il mio inchiostro preferito: Purché non sia funereo
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 025
Località: Santa Marinella (RM), terza pietra dal sole
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da gandalff » lunedì 19 agosto 2013, 18:43

Seamaster ha scritto: Ti contraddico di nuovo!
Il tuo giudizio generico,come lo definisci tu, è di risposta ad una mia affermazione fatta a Simone su questo libro,quindi non può essere considerata più in tale senso.
Se rileggi la prima risposta che ti diedi, risulta evidente che non mi riferisco a quel libro in particolare. Tu avevi risposto a Simone che, il libro valeva 30 euro (nonostante gli errori), io ti ho risposto che per me un libro con degli errori non vale la spesa. Mai. Indipendentemente dal libro.

Tu avrai un'opinione diversa e la rispetto. Io, personalmente, sono disposto a prendere un libro con notizie farlocche quando mi permetteranno di pagare parte della somma con le banconote del monopoli (una quota proporzionale alle notizie farlocche). Fra le altre cose 30 euro non sono spiccioli.
Ti ri-consiglio di valutarlo di persona,prima di esprimere ulteriori opinioni generiche o non su di un testo che non si conosce e non si è mai visto prima. ;)
Tu compresresti un atlante astronomico bellissimo, pieno di foto ed informazioni dove però, a proposito del sistema solare si asserisce che la terra ne è al centro? O un CD con 9 canzoni belle e due che non puoi ascoltare perché si blocca il CD? Un libro con informazioni sbagliate è un libro difettoso, se so a priori che una cosa è difettosa, non la compro.
Quindi, se una persona, che ritengo preparata ed attendibile, dice che ci sono palesi inesattezze io il libro non lo compro,sic et simpliciter, il forum esiste anche per questo, altrimenti a che servono le recensioni? ;)
Su ciò di cui non si può parlare, bisogna tacere - L. Wittgenstein
Pietro

Avatar utente
Seamaster
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 216
Iscritto il: domenica 5 febbraio 2012, 18:19
La mia penna preferita: Montblanc Thomas Mann
Il mio inchiostro preferito: Serie Pilot Iroshizuku
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Salerno
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da Seamaster » martedì 20 agosto 2013, 11:28

gandalff ha scritto:
Seamaster ha scritto: Ti contraddico di nuovo!
Il tuo giudizio generico,come lo definisci tu, è di risposta ad una mia affermazione fatta a Simone su questo libro,quindi non può essere considerata più in tale senso.
Se rileggi la prima risposta che ti diedi, risulta evidente che non mi riferisco a quel libro in particolare. Tu avevi risposto a Simone che, il libro valeva 30 euro (nonostante gli errori), io ti ho risposto che per me un libro con degli errori non vale la spesa. Mai. Indipendentemente dal libro.

Tu avrai un'opinione diversa e la rispetto. Io, personalmente, sono disposto a prendere un libro con notizie farlocche quando mi permetteranno di pagare parte della somma con le banconote del monopoli (una quota proporzionale alle notizie farlocche). Fra le altre cose 30 euro non sono spiccioli.
Ti ri-consiglio di valutarlo di persona,prima di esprimere ulteriori opinioni generiche o non su di un testo che non si conosce e non si è mai visto prima. ;)
Tu compresresti un atlante astronomico bellissimo, pieno di foto ed informazioni dove però, a proposito del sistema solare si asserisce che la terra ne è al centro? O un CD con 9 canzoni belle e due che non puoi ascoltare perché si blocca il CD? Un libro con informazioni sbagliate è un libro difettoso, se so a priori che una cosa è difettosa, non la compro.
Quindi, se una persona, che ritengo preparata ed attendibile, dice che ci sono palesi inesattezze io il libro non lo compro,sic et simpliciter, il forum esiste anche per questo, altrimenti a che servono le recensioni? ;)
Il libro lo devo sfogliare e toccare di persona e poi valutare se acquistarlo o meno.
Non puoi dare un giudizio su un oggetto o un testo che non hai mai visto basandoti esclusivamente su recensioni o fonti provenienti da internet.Sia che si tratti di questo libro che di altri.
Il forum aiuta,ma la scelta è sempre soggettiva.
Quello che puo andare bene a me,non può andare bene ad altri o viceversa!
Nonostante ci siano delle inesattezze,non credo lo si debba per forza "cestinare" o condannare del tutto.

Avatar utente
Seamaster
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 216
Iscritto il: domenica 5 febbraio 2012, 18:19
La mia penna preferita: Montblanc Thomas Mann
Il mio inchiostro preferito: Serie Pilot Iroshizuku
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Salerno
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da Seamaster » martedì 20 agosto 2013, 11:57

piccardi ha scritto:
Seamaster ha scritto: Ti contraddico di nuovo!
Il tuo giudizio generico,come lo definisci tu, è di risposta ad una mia affermazione fatta a Simone su questo libro,quindi non può essere considerata più in tale senso.
Ti ri-consiglio di valutarlo di persona,prima di esprimere ulteriori opinioni generiche o non su di un testo che non si conosce e non si è mai visto prima. ;)
Guarda che il libro contiene senz'altro inesattezze, anzi diciamo pure errori fra i più clamorosi. E questo è il motivo per cui secondo me resta fin dall'inizio "non così grande". Se il punto è la presenza di errori (seri) ben noti alla sua stesura, c'è poco da valutare di persona, non è che affermazioni storiche sbagliate diventan giuste.

Nel caso mio, anche se non lo avessi visto, il fatto stesso di sapere che pubblica la bufala della macchia di inchiostro della Waterman, me lo avrebbe fatto scartare immediatamente dalle ipotesi di acquisto. Dopo di che per le foto può essere anche interessante, ma a me non interessano poi molto...

Simone
Simone, questa pubblicazione è un libro GENERICO e divulgativo e non un'enciclopedia definitiva sulla penna!
E' fuor di dubbio che esistano testi piu' significativi,precisi,dettagliati e tecnici sulle penne,ma al tempo stesso anche piu' costosi,da preferire a questo.
Come ho gia scritto precedentemente,per chi ha un livello "advanced" di conoscenze sul mondo delle penne,questo libro non va bene.

rembrandt54
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da rembrandt54 » martedì 20 agosto 2013, 12:49

Seamaster ha scritto: Nonostante ci siano delle inesattezze,non credo lo si debba per forza "cestinare" o condannare del tutto.
Qui rientriamo nei gusti personali; credo che Gandalf non voglia convincerti che la sua opinione sia quella giusta ;)

Avatar utente
gandalff
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 430
Iscritto il: domenica 24 marzo 2013, 9:16
La mia penna preferita: Pilot Capless...... al momento
Il mio inchiostro preferito: Purché non sia funereo
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 025
Località: Santa Marinella (RM), terza pietra dal sole
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da gandalff » martedì 20 agosto 2013, 13:08

Seamaster ha scritto: Il libro lo devo sfogliare e toccare di persona e poi valutare se acquistarlo o meno.
Se so per certo che all'interno del libro ci sono leggende metropolitane spacciate per vere non perdo tempo a sfogliarlo.
Non puoi dare un giudizio su un oggetto o un testo che non hai mai visto basandoti esclusivamente su recensioni o fonti provenienti da internet.Sia che si tratti di questo libro che di altri.
Ho forse espresso un giudizio su quello specifico testo?.

Quello che puo andare bene a me,non può andare bene ad altri o viceversa!
Parole sacrosante
Nonostante ci siano delle inesattezze,non credo lo si debba per forza "cestinare" o condannare del tutto.
Se per te è accettabile che in un libro ci siano notizie farlocche spacciate per vere, fai bene a valutare anche altri aspetti ed eventualmente acquistarlo, se per me questo è assolutamente inaccettabile, ho il diritto di ritenere che quel libro sia da cestinare?Tutto questo in considerazione del il principio che hai citato sopra
Simone, questa pubblicazione è un libro GENERICO e divulgativo e non un'enciclopedia definitiva sulla penna!
E' fuor di dubbio che esistano testi piu' significativi,precisi,dettagliati e tecnici sulle penne,ma al tempo stesso anche piu' costosi,da preferire a questo.
Come ho gia scritto precedentemente,per chi ha un livello "advanced" di conoscenze sul mondo delle penne,questo libro non va bene.
Proprio nel caso di un libro generico e divulgativo è necessaria la veridicità delle notizie riportate. E' accettabile che un libro generico e divulgativo non approfondisca le informazioni, o che non riporti qualcosa. Ma è inaccettabile che riporti leggende metropolitane spacciandole per vere, proprio perché è rivolto ad un pubblico che, verosimilmente, non è esperto e quindi non è in grado di riconoscere certi sfondoni. Un libro generico deve dare poche notizie, generiche ma vere. E' inaccettabile che divulghi notizie false in un pubblico generico mantenendole vive.
Su ciò di cui non si può parlare, bisogna tacere - L. Wittgenstein
Pietro

Avatar utente
gandalff
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 430
Iscritto il: domenica 24 marzo 2013, 9:16
La mia penna preferita: Pilot Capless...... al momento
Il mio inchiostro preferito: Purché non sia funereo
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 025
Località: Santa Marinella (RM), terza pietra dal sole
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da gandalff » martedì 20 agosto 2013, 13:10

rembrandt54 ha scritto:
Seamaster ha scritto: Nonostante ci siano delle inesattezze,non credo lo si debba per forza "cestinare" o condannare del tutto.
Qui rientriamo nei gusti personali; credo che Gandalf non voglia convincerti che la sua opinione sia quella giusta ;)
Difendo semplicemente il mio diritto ad averne una ;)
Su ciò di cui non si può parlare, bisogna tacere - L. Wittgenstein
Pietro

rembrandt54
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da rembrandt54 » martedì 20 agosto 2013, 13:12

Direi che abbiamo capito tutti che Seamaster ama questo libro e lo difende ( mica lo avrai scritto tu :mrgreen: )
mentre Gandalf ...non lo ama...tutto qui
credo che si possa voltare pagina ;)

Avatar utente
Seamaster
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 216
Iscritto il: domenica 5 febbraio 2012, 18:19
La mia penna preferita: Montblanc Thomas Mann
Il mio inchiostro preferito: Serie Pilot Iroshizuku
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Salerno
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da Seamaster » martedì 20 agosto 2013, 14:53

gandalff ha scritto:
Seamaster ha scritto: Il libro lo devo sfogliare e toccare di persona e poi valutare se acquistarlo o meno.
Se so per certo che all'interno del libro ci sono leggende metropolitane spacciate per vere non perdo tempo a sfogliarlo.
Non puoi dare un giudizio su un oggetto o un testo che non hai mai visto basandoti esclusivamente su recensioni o fonti provenienti da internet.Sia che si tratti di questo libro che di altri.
Ho forse espresso un giudizio su quello specifico testo?.

Quello che puo andare bene a me,non può andare bene ad altri o viceversa!
Parole sacrosante
Nonostante ci siano delle inesattezze,non credo lo si debba per forza "cestinare" o condannare del tutto.
Se per te è accettabile che in un libro ci siano notizie farlocche spacciate per vere, fai bene a valutare anche altri aspetti ed eventualmente acquistarlo, se per me questo è assolutamente inaccettabile, ho il diritto di ritenere che quel libro sia da cestinare?Tutto questo in considerazione del il principio che hai citato sopra
Simone, questa pubblicazione è un libro GENERICO e divulgativo e non un'enciclopedia definitiva sulla penna!
E' fuor di dubbio che esistano testi piu' significativi,precisi,dettagliati e tecnici sulle penne,ma al tempo stesso anche piu' costosi,da preferire a questo.
Come ho gia scritto precedentemente,per chi ha un livello "advanced" di conoscenze sul mondo delle penne,questo libro non va bene.
Proprio nel caso di un libro generico e divulgativo è necessaria la veridicità delle notizie riportate. E' accettabile che un libro generico e divulgativo non approfondisca le informazioni, o che non riporti qualcosa. Ma è inaccettabile che riporti leggende metropolitane spacciandole per vere, proprio perché è rivolto ad un pubblico che, verosimilmente, non è esperto e quindi non è in grado di riconoscere certi sfondoni. Un libro generico deve dare poche notizie, generiche ma vere. E' inaccettabile che divulghi notizie false in un pubblico generico mantenendole vive.
Inutile ripetermi.Gia ti ho risposto prima.

Avatar utente
Seamaster
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 216
Iscritto il: domenica 5 febbraio 2012, 18:19
La mia penna preferita: Montblanc Thomas Mann
Il mio inchiostro preferito: Serie Pilot Iroshizuku
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Salerno
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da Seamaster » martedì 20 agosto 2013, 14:54

rembrandt54 ha scritto:
Seamaster ha scritto: Nonostante ci siano delle inesattezze,non credo lo si debba per forza "cestinare" o condannare del tutto.
Qui rientriamo nei gusti personali; credo che Gandalf non voglia convincerti che la sua opinione sia quella giusta ;)
Me lo auguro di cuore!! ;)

Avatar utente
gandalff
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 430
Iscritto il: domenica 24 marzo 2013, 9:16
La mia penna preferita: Pilot Capless...... al momento
Il mio inchiostro preferito: Purché non sia funereo
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 025
Località: Santa Marinella (RM), terza pietra dal sole
Sesso: Non Specificato

Il (non così) grande libro delle penne

Messaggio da gandalff » martedì 20 agosto 2013, 14:59

Seamaster ha scritto:
Inutile ripetermi.Gia ti ho risposto prima.
Risposta di chi non ha risposta. Ma è meglio chiudere, vista l'inutilità di argomentare.
Su ciò di cui non si può parlare, bisogna tacere - L. Wittgenstein
Pietro

Bloccato