La Waterman's in Italia nei primi decenni del 900: la pubblicità e le penne oro

Per parlare di quanto scritto sulle penne con altri mezzi...
Rispondi
muristenes
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 984
Iscritto il: lunedì 13 maggio 2013, 22:42
La mia penna preferita: Pelikan M215
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Topaz
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cagliari

La Waterman's in Italia nei primi decenni del 900: la pubblicità e le penne oro

Messaggio da muristenes » lunedì 17 febbraio 2020, 16:41

Mi ricollego a due recenti interventi sul forum [1] [2] per suggerire la lettura dell'ultimo libro dell'amico Paolo Demuro, intitolato appunto "La Waterman's in Italia nei primi decenni del 900: la pubblicità e le penne oro"
Copertina.jpg
Waterman's in Italy in the early 900'
Si tratta di un volume interamente incentrato sulla distribuzione delle Waterman's nel nostro paese, con una corposa introduzione storica e una ricchissima raccolta fotografica con alcune tra le più belle stilografiche rivestite della casa americana.
Indice.jpg
Indice del libro
Il libro si apre con una rapida introduzione sul produttore, con annotazioni sulle prime produzioni e i brevetti a esse correlate.
Pag_14.jpg
Le origini
Nei successivi capitoli ci si addentra nella storia dei distributori italiani e sopratutto nell'elencazione dei laboratori orafi, con tanto di riproduzione dei punzoni solitamente apposti. Indubbiamente questa è una delle parti più interessanti del libro, perché è un grado di fornire un valido strumento per l'identificazione delle penne.
Pag_41.jpg
I distributori e i laboratori orafi
Si arriva così al cuore dell'opera, una stupenda raccolta di immagini in scala 1:1, oltre 100 pagine di stilografiche provenienti dalla collezione di Paolo e da quelle di svariati contributori, molti dei quali utenti attivi del forum (e di pennamania).
Pag_117.jpg
Capitolo 7.1a: la stilografica incontra l'arte
Le fotografie sono suddivise per periodi storici (dalle origini agli anni '30, anni '30-'40, il dopoguerra) e descrivono bene la grande creatività che ha caratterizzato la produzione in quegli anni: lavorazioni a guilloché, filigrana, con inserti laccati o argento e, sopratutto, alcuni superbi esempi di lavorazione a sbalzo, la maggior parte dei quali catalogati nel sotto-capitolo dedicato alle riproduzioni di opere d'arte.
Pag_156.jpg
Waterman's 42 1/2 Night & Day e Barleycorn
L'ottavo e ultimo capitolo del libro affronta una tematica piuttosto curiosa e,credo, affrontata poche volte in precedenza: la produzione di falsi, i marchi di controllo e le differenze tra la produzione americana e francese.
Pag_212.jpg
Marca di controllo Cavaliere
Pag_216.jpg
Confronto dimensioni Usa e Fra
Grazie a tutti per l'attenzione! :wave:

fabbale09
Levetta
Levetta
Messaggi: 537
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 13:19
Località: Cecina - Livorno -

La Waterman's in Italia nei primi decenni del 900: la pubblicità e le penne oro

Messaggio da fabbale09 » mercoledì 19 febbraio 2020, 11:27

Gran bel lavoro fatto dall'amico Paolo.
Assolutamente da tenere il libreria per gli amanti delle rientranti.

:thumbup: :thumbup:

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 12297
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

La Waterman's in Italia nei primi decenni del 900: la pubblicità e le penne oro

Messaggio da maxpop 55 » mercoledì 19 febbraio 2020, 11:34

fabbale09 ha scritto:
mercoledì 19 febbraio 2020, 11:27
Gran bel lavoro fatto dall'amico Paolo.
Assolutamente da tenere il libreria per gli amanti delle rientranti.

:thumbup: :thumbup:
Concordo pienamente. :thumbup:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 640
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso:

La Waterman's in Italia nei primi decenni del 900: la pubblicità e le penne oro

Messaggio da lucre » mercoledì 18 marzo 2020, 8:58

Nei giorni scorsi ho ricevuto il libro che Paolo Demuro ha dedicato alla "Waterman's in Italia nei primi decenni del 900: la pubblicità e le penne d'oro".
L'ho letto con vero piacere e credo sia un volume capace di suscitare l'interesse di ogni collezionista o appassionato. Elegante nella grafica,
ricchissimo di foto di penne meravigliose ( una festa per gli occhi), pieno di spunti, dalle origini, al tema della distribuzione in Italia, ai capolavori dei principali laboratori orafi attivi nel settore fino ad affrontare il delicato tema dei falsi d'epoca e delle contraffazioni. Ci tenevo a ringraziare pubblicamente l'autore.
Luigi

Godowsky1930
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 225
Iscritto il: domenica 25 settembre 2016, 17:52
La mia penna preferita: Dupont linea 1
Il mio inchiostro preferito: Rohrer
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it Vera: 005
Località: Milano
Sesso:

La Waterman's in Italia nei primi decenni del 900: la pubblicità e le penne oro

Messaggio da Godowsky1930 » mercoledì 18 marzo 2020, 9:52

Dove trovarlo ? Grazie dell'informazione. umberto

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 12297
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

La Waterman's in Italia nei primi decenni del 900: la pubblicità e le penne oro

Messaggio da maxpop 55 » lunedì 23 marzo 2020, 0:29

Godowsky1930 ha scritto:
mercoledì 18 marzo 2020, 9:52
Dove trovarlo ? Grazie dell'informazione. umberto
Ciao Umberto, puoi mandare un PM a Paolo Demuro, il suo nick name è herdepi
:wave:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Rispondi