CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Foto e informazioni sui modelli degli altri produttori
Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9425
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 3 agosto 2017, 11:16

Musicus ha scritto:
maxpop 55 ha scritto:Purtroppo se ho qualcosa non è marchiato, capisco che sei un perfezionista, nel caso fammi sapere.
Se non ho capito male, tu mi vorresti fornire una "pressure bar" tradizionale: ciò vorrebbe dire che non hai letto la recensione (e ci risiamo!), ma sei intervenuto lo stesso nel discorso.
Apprezzo la generosità, ma non ritengo il tuo un comportamento rispettoso del (lungo?, troppo lungo?, troppo noioso?) lavoro altrui...

Giorgio
Giorgio per quanto ti tenda la mano sei sempre lo stesso.
Ti auguro buona giornata.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
zoniale
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 916
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da zoniale » giovedì 3 agosto 2017, 15:28

Ottima recensione, di cui ti ringrazio.

Permettimi una precisazione su snobismo e ghinee:
Musicus ha scritto:... poiché fino a quasi tutto il XX secolo si sono indicati snobisticamente in ghinee i prezzi dei terreni, dei cavalli e degli oggetti d’arte…
Gli inglesi son tutti snob. Concordo. In questo caso non si trattava di "snobismo" ma di commissione del 5% per l'intermediario, come spiegato su wikipedia inglese: "The difference (5p in each guinea) is traditionally the auctioneer's commission (which thus, effectively, amounts to 5% on top of the sales price free from commission)" e stranamente non tradotto dai redattori italiani.
Ovvero il compratore pagava il cavallo in ghinee, il venditore riceveva lo stesso importo in sterline.
Michele

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da Musicus » giovedì 3 agosto 2017, 16:49

zoniale ha scritto:Ottima recensione, di cui ti ringrazio.

Permettimi una precisazione su snobismo e ghinee:
Musicus ha scritto:... poiché fino a quasi tutto il XX secolo si sono indicati snobisticamente in ghinee i prezzi dei terreni, dei cavalli e degli oggetti d’arte…
Gli inglesi son tutti snob. Concordo. In questo caso non si trattava di "snobismo" ma di commissione del 5% per l'intermediario, come spiegato su wikipedia inglese: "The difference (5p in each guinea) is traditionally the auctioneer's commission (which thus, effectively, amounts to 5% on top of the sales price free from commission)" e stranamente non tradotto dai redattori italiani.
Ovvero il compratore pagava il cavallo in ghinee, il venditore riceveva lo stesso importo in sterline.
Ciao Michele!
Ricordo di aver letto il risvolto del "cui prodest?" nel solo apparentemente anacronistico cambio ghinea/sterlina da te opportunamente evidenziato, ma di essermi astenuto dall'inserirlo.
Quando programmo una recensione, come immaginerai, raccolgo i materiali più disparati (lasciandomi attrarre da svariate suggestioni) e solo in un secondo momento seguo i filoni di indagine che reputo più promettenti. Va da sè che ognuno di questi filoni possa essere scavato e poi raccontato solo fino ad un certo punto, per non compromettere la leggibilità dell'argomento principale...
Per questa Cameron, ad esempio, ho ad un certo punto rinunciato alle promettenti possibilità di commento e ambientazione offerte dal vecchio motto della Casa "They come as a boon and a blessing to men / the Pickwick, the Owl and the Waverly Pen" con i risvolti letterari implicati da Sir Walter Scott e Charles Dickens...
Ma anche il discorso militare è stato molto ridimensionato e privato anche delle immagini raccolte, così come la parte musicale (ahimè, già protagonista della penultima recensione) per questa Cameron con il decoro a scacchiera dell'ebanite fatto di pentagrammi(!!), e le mie reminiscenze edimburghesi che scalpitavano per trovare posto...
E ancora, ma molto in piccolo, l'etimo dei Cameron che discende dal gaelico "camshron" ossia "naso storto e/o adunco", e come si può vedere i soldati nella pubblicità sono tutti nasoni... :mrgreen:
E via di questo passo, avanti, march!
Quindi sono solo contento che lettori sensibili e curiosi vogliano approfondire lo scavo di uno dei filoni proposti.

Perciò, grazie a te, Michele, per la chiosa virtuosa ;) e per il gradito apprezzamento!! :thumbup:

Giorgio

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1545
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da Medicus » giovedì 3 agosto 2017, 20:53

Intanto non è grave, diciamo che è soltanto una esacerbazione della malattia che non modifica affatto la prognosi : sempre infausta :D ma noi vogliamo così ;)
Questa volta ti sei superato : bell' antefatto ricco di notizie storiche , recensione ricca di notizie non solo storiche ma anche tecniche e poi quel bellissimo pennino che , secondo me ha pochi eguali.
:clap:
Rientro sul palco
:clap:
Piccolo contributo ( inutile ? ) : https://www.youtube.com/watch?v=Xt1A6SixtmY
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da Musicus » giovedì 3 agosto 2017, 23:42

Medicus ha scritto:Intanto non è grave, diciamo che è soltanto una esacerbazione della malattia che non modifica affatto la prognosi : sempre infausta... ma noi vogliamo così...
Questa volta ti sei superato : bell' antefatto ricco di notizie storiche , recensione ricca di notizie non solo storiche ma anche tecniche e poi quel bellissimo pennino che , secondo me ha pochi eguali.
:clap:
Rientro sul palco...
Caro Pierangelo, bentornato!!! La tua arguzia e il tuo buonumore proprio mi mancavano!! :D
Grazie di cuore delle belle parole.
Medicus ha scritto:...
Piccolo contributo ( inutile ? ) : https://www.youtube.com/watch?v=Xt1A6SixtmY
Tutt'altro che inutile, davvero utilissimo, grazie (io nemmeno ci avevo pensato :oops: )...
Certo che "La Battaglia di Wellington"... forse è peggio: ma ho scoperto che Beethoven a chi glielo faceva notare rispondeva: "Anche una mia ....defecatio... è sempre meglio di qualunque cosa potrebbe mai venire in mente a te!", e il discorso si chiudeva lì.
:lol:

Giorgio

P.s.: quando eri in ferie ho pubblicato una recensione di cui vado particolarmente fiero. Te ne accorgerai quando risalterà fuori.... :wave:

efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 290
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da efreddi » venerdì 4 agosto 2017, 12:48

Mi ha fatto piacere leggere la recensione di questa penna, anche per tutti i dettagli storici.
La penna in se' e' interessante, specialmente il pennino. Raccogliere tutte queste informazioni e presentarle in modo organico non e' cosa da poco. Un grazie a Giorgio per il lavoro fatto!

Ciao
Elia
----------------------------

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1076
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da A Casirati » venerdì 4 agosto 2017, 20:47

Recensione eccellente e penna davvero interessante. Congratulazioni e grazie per l'interessante articolo.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da Musicus » sabato 5 agosto 2017, 11:18

Medicus ha scritto: Questa volta ti sei superato : bell' antefatto ricco di notizie storiche , recensione ricca di notizie non solo storiche ma anche tecniche e poi quel bellissimo pennino che , secondo me ha pochi eguali...
A proposito del complesso rapporto penna/spada, leggi in questa pubblicità citata nella recensione (trovata in rete):
31.Cameron - 1918-11-23 - Copia.JPG
Cameron Penna-Spada 1918.11.23
"Britannia chiede ai suoi valorosi figli di cambiare la spada con la penna - l’efficiente Cameron prodotta in Gran Bretagna.
Perché la penna ha ripreso il potere.
I nostri nemici, ricordalo, con l'aiuto della penna cercheranno adesso di recuperare nei campi dell'industria, del commercio, degli affari il terreno che hanno perduto con la spada sul campo di battaglia.
Comincia bene, non combattere questa battaglia con armi superate, usa la penna moderna, la Cameron SSF - la penna su cui contare.
"
;)

Giorgio

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da Musicus » sabato 5 agosto 2017, 11:54

efreddi ha scritto:Mi ha fatto piacere leggere la recensione di questa penna, anche per tutti i dettagli storici.
La penna in se' e' interessante, specialmente il pennino.
Raccogliere tutte queste informazioni e presentarle in modo organico non e' cosa da poco.
Un grazie a Giorgio per il lavoro fatto!
Grazie a te Elia per averlo apprezzato fino in fondo!! :thumbup:
A Casirati ha scritto:Recensione eccellente e penna davvero interessante. Congratulazioni e grazie per l'interessante articolo.
Grazie, Alberto, mi fa molto piacere che tu abbia apprezzato!!
Ho un amico collezionista che va da decenni in UK per fare acquisti per il suo negozio vintage di Milano ed ha molte centinaia di penne d'epoca, ma non si era mai imbattuto in una Cameron...
Simone ha messo insieme una straordinaria raccolta di pubblicità (credo acquisita tutta in una volta) comunque risalente ad un periodo molto preciso: 1916-1919/1920. Anche in rete si trovano in vendita alcune di queste pubblicità (come ritagli) e pochissime altre (un paio le ho inserite di straforo, come quella qui sopra), tutte molto belle, ma gli anni sono sempre quelli; di penne in vendita, poi, ce ne sono proprio pochine...
Probabilmente, proveniendo dai "pennini da intinzione" e dalla cancelleria, devono averci provato con una lunga campagna mirata, ma non hanno sfondato e non sono poi riusciti a restare al passo della concorrenza.
Buona domenica! :wave:

Giorgio

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1545
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da Medicus » lunedì 7 agosto 2017, 14:31

Musicus ha scritto: "Britannia chiede ai suoi valorosi figli di cambiare la spada con la penna - l’efficiente Cameron prodotta in Gran Bretagna.
Perché la penna ha ripreso il potere.
I nostri nemici, ricordalo, con l'aiuto della penna cercheranno adesso di recuperare nei campi dell'industria, del commercio, degli affari il terreno che hanno perduto con la spada sul campo di battaglia.
Comincia bene, non combattere questa battaglia con armi superate, usa la penna moderna, la Cameron SSF - la penna su cui contare.
"
;)

Giorgio
Grazie per la piccola gentilezza della traduzione.
Premetto che, ironia della sorte l'adsl si è guastata davvero e ora sono con una chiavetta Vodafon che la lumaca di Pinocchio sembra Usain Bolt ( mi dispiace sia arrivato terzo ).

A quanto pare i consigli della Cameron non sono stati seguiti e poi chi dice che l' Inghilterra ha nemici ? :silent: :angel:
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

musicamusica
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 238
Iscritto il: sabato 18 aprile 2015, 14:52
La mia penna preferita: tante
Il mio inchiostro preferito: molti
Misura preferita del pennino: Flessibile
Contatta:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da musicamusica » giovedì 17 agosto 2017, 8:49

Ciao Giorgio,
non avevo il tempo di leggerla con la dovuta attenzione quando la pubblicasti, ma me la sono appuntata nei segnalibri.
Completa ed interessante come sempre, a giudicare dal tuo veloce test calligrafico mi sembra di poter dire che sia un pennino che possa regalare grandi soddisfazioni nella scrittura ponderata.

Ora vado a leggermi l'altra tua presentazione ( quella della Omas Lucens ) appuntata anche quella ed ho già l'acquolina che sale !

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da Musicus » venerdì 23 febbraio 2018, 11:27

piccardi ha scritto:
giovedì 3 agosto 2017, 0:33
Ciao Giorgio,

complimenti per la solita bellissima recensione, anche se ormai sono fin troppo banali e scontati, e complimenti anche per la penna, nonostante la mancanza del sistema di riempimento, hai trovato comunque un esemplare straordinario, uno dei più bei pennini in circolazione...

Corro a caricare le foto sul wiki, e a correggere il primo dei link (per fortuna archive.org aveva una copia), purtroppo il secondo è definitivamente perso...

Simone
PS dimenticavo, per la foto che dicevi, se hai un link meglio pubblicare quello, probabilmente il copyright è scaduto, ma non si sa mai...
Ciao, Simone!: questa è mia, e non ci saranno problemi :D.
Il nuovo ritrovamento parrebbe avvalorare la mia ipotesi secondo cui:

“L’assoluta originalità della (quadri-)partizione della penna con cappuccio calzato (che, piaccia o meno, è la condizione d’uso promossa da tutti i costruttori d’anteguerra) fece sì che il disegno della penna divenisse parte integrante del logo della Casa nelle pubblicità (inglesi, ma non francesi) dalla metà del 1917, e venisse addirittura riportato sulla penna stessa (questa, come ho scritto sopra, è la mia ipotesi) dalla seconda metà del 1919.”

E’ una Ad tratta dal numero del 24 Novembre 1919 (XMAS 1919) della sontuosa rivista illustrata “The Sphere” (The Empire's Illustrated Weekly) edita a Londra dal 1900 al 1964:
32. CAMERON - Safety Self Filler - 1919-11-24. The Sphere, Vol. LXXIX N°1035A, pag.XII.jpg
CAMERON - Safety Self Filler - 1919-11-24. The Sphere, Vol. LXXIX N°1035A, pag.XII
in altro è visibile il "vecchio" logo con il disegno della penna che mostra la scritta sul fondello svitabile, mentre le penne pubblicizzate (modelli con decorazioni in oro) riportano la scritta e l'incisione del disegno della penna sul fusto (tra sezione e fondello)
13. C. logo.jpg
proprio come nella stilografica da me recensita. :thumbup:

Giorgio

kircher
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 838
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 5:44
Località: Firenze/Svizzera

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da kircher » venerdì 23 febbraio 2018, 13:28

come sta andando il restauro?

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da Musicus » venerdì 23 febbraio 2018, 13:45

kircher ha scritto:
venerdì 23 febbraio 2018, 13:28
come sta andando il restauro?
Ciao Kircher! :thumbup:
Penso di aver trovato una LUS con il caricamento identico :o cioè a sacchetto/gommino strizzato tra due barrette solidali: l'ho vista ad un mercatino, e siccome non se la filerà nessuno nemmeno ai 10 Euro richiesti, la prossima volta mi porterò la Cameron per le misure. Per il ripristino del nero dell'ebanite a volte lo faccio, altre no. Per questa, avendo avuto notizia e foto (pubblicata sotto la Alone N.3) del primo proprietario di cent'anni fa, per il momento aspetto. ;)

Giorgio

muristenes
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 911
Iscritto il: lunedì 13 maggio 2013, 22:42
La mia penna preferita: Pelikan M215
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Topaz
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cagliari

CAMERON SAFETY SELF FILLER - 1919

Messaggio da muristenes » sabato 24 febbraio 2018, 15:16

Ti ringrazio per avermi fatto conoscere questo marchio di cui ignoravo completamente l'esistenza. :clap: A questo punto non rimane altro che cercare uno di questi meravigliosi pennini ;)
A proposito: su internet viene citata molto spesso la filastrocca che accompagnava la promozione dei prodotti dalla MacNiven & Cameron:

They come as a boon and a blessing to men,
the Pickwick, the Owl and the Waverley Pen.

Slogan che, per l'appunto, si ritrova in diversi testi, locandine d'epoca, e insegne pubblicitarie. Alcune di queste sono esposte sulle pareti del Pen Museum di Birmingham (link) :wave:

Rispondi