SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Foto e informazioni sui modelli degli altri produttori
Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da DerAlte » domenica 30 aprile 2017, 10:27

Giorgio, non posso far altro che accodare i miei complimenti alla sfilza di quelli che hai già ricevuto.
Penna interessante con un caricamento poco diffuso, la lucentezza del pennino poi, suscita in me, un’attrazione quasi ipnotica, il tutto condito con la solita ironia ed il garbo che contraddistingue come un marchio di fabbrica le tue recensioni.
Grazie anche del tempo speso.
Nicolò
Immagine

muristenes
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 914
Iscritto il: lunedì 13 maggio 2013, 22:42
La mia penna preferita: Pelikan M215
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Topaz
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cagliari

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da muristenes » mercoledì 17 maggio 2017, 16:37

Giorgio, l'eleganza di questa bella Swan non raggiunge quella della tua recensione :clap:

Mi prenoto per il libro ;) :lol:

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da Musicus » mercoledì 17 maggio 2017, 17:00

DerAlte ha scritto:Giorgio, non posso far altro che accodare i miei complimenti alla sfilza di quelli che hai già ricevuto.
Penna interessante con un caricamento poco diffuso, la lucentezza del pennino poi, suscita in me, un’attrazione quasi ipnotica, il tutto condito con la solita ironia ed il garbo che contraddistingue come un marchio di fabbrica le tue recensioni.
Grazie anche del tempo speso.
Grazie a te, Nicolò per il tempo speso a leggere con attenzione e a commentare con proprietà, ma ti confesso che comincio a sentire la mancanza delle donnine procaci che pertinentemente quanto lussuriosamente commentavano i resoconti di alcuni miei ritrovamenti particolarmente fortunati... :lol:
P.s.ot: Campini-Caproni C.C.2 über alles!!
:wave:
muristenes ha scritto:Giorgio, l'eleganza di questa bella Swan non raggiunge quella della tua recensione ...
Mi prenoto per il libro...
So che scherzi, A, ma forse saresti capace di avvicinarti per la firma della tua copia con una SAFARI VISTA :o e io morirei sul colpo...
Quindi niente libro. :angel:
:lol:

Giorgio

musicamusica
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 238
Iscritto il: sabato 18 aprile 2015, 14:52
La mia penna preferita: tante
Il mio inchiostro preferito: molti
Misura preferita del pennino: Flessibile
Contatta:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da musicamusica » mercoledì 17 maggio 2017, 23:44

Musicus ha scritto: Voglio abusare del tempo dei lettori più indulgenti.....
abusa, abusa !
Complimenti come sempre per una narrazione che prende spunto da una penna ( bellissima penna ) per toccare storia arte e cultura in generale.
e complimenti per la penna !
quando sul foglietto ho letto "flex" con appresso il punto di domanda ho avuto un sussulto :D
magnifco pennino.

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da DerAlte » giovedì 18 maggio 2017, 0:26

Musicus ha scritto:ma ti confesso che comincio a sentire la mancanza delle donnine procaci che pertinentemente quanto lussuriosamente commentavano i resoconti di alcuni miei ritrovamenti particolarmente fortunati... :lol:
Caro Giorgio, si può sempre rimediare, d'altronde il lupo perde il pelo ma non il vizio.
Potrei accostare l’eleganza sobria e raffinata della leverless, alla bellezza iconica e senza tempo della protagonista di Black Swan (giusto per restare in tema :angel: ), l’attrice Natalie Portman.
9473cdc80a3f54da53c68671fdc4401b.jpg
Il film le è valso l’apprezzamento della critica e diversi riconoscimenti tra cui un Oscar.
9473cdc80a3f54da53c68671fdc4401c.jpg
9473cdc80a3f54da53c68671fdc4401c.jpg (78.65 KiB) Visto 596 volte
Nicolò
Ultima modifica di DerAlte il giovedì 18 maggio 2017, 16:32, modificato 1 volta in totale.
Immagine

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da Musicus » giovedì 18 maggio 2017, 0:55

musicamusica ha scritto:
Musicus ha scritto: Voglio abusare del tempo dei lettori più indulgenti.....
abusa, abusa !...
:D
Grazie Stefano, non mancherò... :lol:
musicamusica ha scritto:...
Complimenti come sempre per una narrazione che prende spunto da una penna ( bellissima penna ) per toccare storia arte e cultura in generale...
Le penne sono figlie del loro tempo, a volte tardano, altre volte i tempi provano a precorrerli... Mi piace...(in)seguirle!! ;)
Un caro saluto!! :thumbup:

Giorgio

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da Musicus » giovedì 18 maggio 2017, 1:05

DerAlte ha scritto:
Musicus ha scritto:ma ti confesso che comincio a sentire la mancanza delle donnine procaci che pertinentemente quanto lussuriosamente commentavano i resoconti di alcuni miei ritrovamenti particolarmente fortunati...
Caro Giorgio, si può sempre rimediare, d'altronde il lupo perde il pelo ma non il vizio.
Potrei accostare l’eleganza sobria e raffinata della leverless, alla bellezza iconica e senza tempo della protagonista di Black Swan (giusto per restare in tema), l’attrice Natalie Portaman...
Caro Nicolò, cosa posso scriverti con le lacrime agli occhi?! :angel:
:D
Credo che Swan (Mabie o Todd, fai tu) in persona non avrebbe potuto trovare accostamento più appropriato!! :clap:
Ah, il lavoro di squadra, le sinergie dei bei tempi andati... 8-)
:wave:

Giorgio
Ultima modifica di Musicus il giovedì 18 maggio 2017, 1:07, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Syrok
Levetta
Levetta
Messaggi: 548
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da Syrok » giovedì 18 maggio 2017, 1:06

Ecco mi ci mancava giusto un altro alla Casorati per invogliarmi a tuffarmi in altre inglesine come se non bastassero le Summit che ho per colpa delle recensioni appunto del Casorati. :lol:
Comunque veramente bella la presentazione della penna e il suo "quadro" storico, complimenti.
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da Musicus » giovedì 18 maggio 2017, 1:28

Syrok ha scritto:Ecco mi ci mancava giusto un altro alla Casorati per invogliarmi a tuffarmi in altre inglesine come se non bastassero le Summit che ho per colpa delle recensioni appunto del Casorati. :lol:
Comunque veramente bella la presentazione della penna e il suo "quadro" storico, complimenti.
Ciao Syrok! :thumbup:
Ti ringrazio per l'apprezzamento, o almeno per l'intenzione...
Saprai certamente che Felice Casorati è un noto pittore, mentre quello cui tu ti riferisci è Alberto Casirati, utente del Forum.
Se dalle Summit passerai alle Swan, credimi sulla parola ma chiedi pure in giro, non te ne pentirai...
:wave:

Giorgio

Avatar utente
Syrok
Levetta
Levetta
Messaggi: 548
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da Syrok » giovedì 18 maggio 2017, 2:46

Musicus ha scritto:
Syrok ha scritto:Ecco mi ci mancava giusto un altro alla Casorati per invogliarmi a tuffarmi in altre inglesine come se non bastassero le Summit che ho per colpa delle recensioni appunto del Casorati. :lol:
Comunque veramente bella la presentazione della penna e il suo "quadro" storico, complimenti.
Ciao Syrok! :thumbup:
Ti ringrazio per l'apprezzamento, o almeno per l'intenzione...
Saprai certamente che Felice Casorati è un noto pittore, mentre quello cui tu ti riferisci è Alberto Casirati, utente del Forum.
Se dalle Summit passerai alle Swan, credimi sulla parola ma chiedi pure in giro, non te ne pentirai...
:wave:

Giorgio
Ti ringrazio per la precisazione Giorgio, conoscevo tutti e due sia il pittore che l'utente Casorati (magari sono parenti :think: )
è grazie alle vostre recensioni che mi sono appassionato alle vintage e alle inglesi in particolare, sicuramente le Swan sono molto apprezzate per ovvie questioni di fabbricazione e materiali ma ti devo dire che anche le Summit come dice anche Alberto non sono da sottovalutare, io mi sto trovando molto bene con una S100 degli anni 40 in ebanite con pennino flessibile anche se ho sempre paura a spingere quando scrivo per paura di prendere frammenti di carta che possono staccarsi dal foglio e visto l'età non più giovane del pennino non vorrei deformarlo anche se so bene che i pennini di una volta sono robusti quanto flessibili e non si dovrebbe correre rischi a premere un pò, credo che questa cosa passerà con l'uso e l'esperienza che farò man mano che le userò.
Grazie ancora per quello che ci hai insegnato.
Alessandro
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da Musicus » giovedì 18 maggio 2017, 8:47

Syrok ha scritto:Ti ringrazio per la precisazione Giorgio, conoscevo tutti e due sia il pittore che l'utente Casorati (magari sono parenti :think: )
è grazie alle vostre recensioni che mi sono appassionato alle vintage e alle inglesi in particolare, sicuramente le Swan sono molto apprezzate per ovvie questioni di fabbricazione e materiali ma ti devo dire che anche le Summit come dice anche Alberto non sono da sottovalutare, io mi sto trovando molto bene con una S100 degli anni 40 in ebanite con pennino flessibile anche se ho sempre paura a spingere quando scrivo per paura di prendere frammenti di carta che possono staccarsi dal foglio e visto l'età non più giovane del pennino non vorrei deformarlo anche se so bene che i pennini di una volta sono robusti quanto flessibili e non si dovrebbe correre rischi a premere un pò, credo che questa cosa passerà con l'uso e l'esperienza che farò man mano che le userò.
Grazie ancora per quello che ci hai insegnato.
Alessandro, mi arrendo...alla Summit! :D
Casirati con la i, non con la O...

Per il pennino che "gratta" prova a cambiare carta (passando a una Clairefontaine 90 g. vellutata) e inchiostro (Aurora nero). Se il problema persiste è un fatto di allineamento dei rebbi che puoi risolvere da solo con il tutorial o sottoponendo le foto al Reparto tecnico. :wave:

Giorgio

Avatar utente
Syrok
Levetta
Levetta
Messaggi: 548
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

SWAN LEVERLESS PEN #2060 - 1947

Messaggio da Syrok » giovedì 18 maggio 2017, 13:23

Scusami Giorgio hai ragione ho sbagliato io e ho messo una o al posto della i.
Per quanto riguarda il pennino non gratta neanche sulla carta da copie, sono io che mi faccio mille paure da neofita ma preferisco restare leggero piuttosto che calcare un po' di più.
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

Rispondi