Ty.phoo pen

Foto e informazioni sui modelli degli altri produttori
Rispondi
A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1133
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da A Casirati » sabato 28 gennaio 2017, 16:41

SDC15259.JPG
Ed eccoci ad una nuova tappa del mio personalissimo viaggio (finirà mai?) nel mondo della stilografica britannica degli anni 1930.
Questa penna in qualche modo è una rarità.
Non particolarmente preziosa dal punto di vista venale, ma estremamente interessante agli occhi di chi, come me, apprezza cimeli capaci di raccontare qualcosa del passato.
SDC15265.JPG
In misura maggiore o minore, ogni stilografica d’epoca ne è in grado, ma in questo caso la cosa è particolarmente vera, per diversi motivi.
Innanzi tutto, sappiamo chi fu il suo primo proprietario: il signor A. Lawrence, residente al numero 17 di Belmont Road a Wallington, nel Surrey. Date le condizioni della penna, è probabile che sia anche stato il suo unico proprietario, fino a quando l’ho acquistata. Probabilmente, allora, Wallington era così:
Surrey, Wallington, View from the Tower.jpg
Un altro aspetto interessante è relativo alla marca: Ty.phoo, per esteso Summer’s Ty.phoo Tea Ltd, di Birmingham. La stilografica era lo strumento di scrittura usuale per quei tempi e non sorprende che una marca di tè desiderasse fidelizzare maggiormente i suoi clienti offrendo anche altri prodotti che, utilizzati frequentemente, riportassero spontaneamente alla mente del cliente anche il prodotto principale della marca.
Un terzo risvolto non secondario riguarda il fabbricatore della penna: con quasi assoluta certezza si trattò di Curzon, fabbrica di Liverpool ben presente sul mercato a quei tempi e conosciuta sia per il marchio Summit sia per la qualità dei suoi prodotti. Disponeva di impianti molto estesi, che producevano stilografiche complete a partire dalle materie prime, incluso l’oro per i pennini (negli annali è ancora registrato un documento che descrive l’arresto di una dipendente, trovata colpevole di furto d’oro).
Ma ecco un avviso pubblicitario dell'epoca, al centro del quale è illustrata la nostra stilografica, che poteva essere acquistata per 2 scellini e 7 pence (spedizione gratuita):
Ad.jpg
Ma veniamo alla stilografica in quanto tale.
E’ prodotta in celluloide verde e nera, con sezione ed alimentatore in ebanite e pennino d’oro a 14 carati. Le finiture sono dorate.
Fatto inusuale per l’epoca, non presenta levette né pulsanti o manopole di caricamento.
Il serbatoio per l’inchiostro è costituito dal corpo in celluloide verde, che viene riempito agendo ripetutamente sul bulbo in gomma che viene scoperto svitando il lungo fondello nero. La trasparenza del corpo consente di verificare la quantità d’inchiostro ancora disponibile. Fondello e corpo penna si accoppiano in modo perfetto.
SDC15267.JPG
Ecco le dimensioni principali:
- Lunghezza chiusa: 135 mm
- Lunghezza del cappuccio: 63 mm
- Lunghezza del fondello: 45 mm
- Lunghezza della sezione: 15 mm
- Lunghezza della parte esposta del pennino: 16 mm
- Lunghezza della clip: 36 mm
- Diametro del corpo: 11,9 mm
- Diametro del cappuccio: 13,6 mm
- Diametro della sezione: 8,6 mm
- Peso: 14 grammi (vuota)
SDC15268.JPG
SDC15279.JPG
La scritta "pat pdg", che sta per "patent pending", incisa sotto l'alimentatore, suggerisce che per il sistema di caricamento fosse in corso di registrazione un brevetto.

La semplice scatola in cartone misura 165 x 27 x 15 mm e conteneva sia la penna sia le istruzioni.
SDC15280.JPG
La stilografica, ben bilanciata, si impugna molto confortevolmente, grazie alla svasatura della sezione, ed il pennino, seppur non molto grande, è dotato di un piacevole grado di flessibilità. La lunghezza del corpo rende agevole la scrittura anche senza innestare il cappuccio.

Nel complesso, si tratta di una penna originale, piacevole all’occhio ed al tatto anche grazie alla cesellatura, senza dubbio in grado di regalare molte ore di scrittura piacevole.
D’altra parte, specialmente allora, le stilografiche erano prodotte innanzi tutto per scrivere, e per scrivere bene…
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10165
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Ty.phoo pen

Messaggio da piccardi » sabato 28 gennaio 2017, 20:36

Complimenti Alberto,

sia per la penna, che è davvero interessante sotto tutti i punti di vista, che per la recensione, che come sempre è impeccabile e ci riporta indietro nel tempo. Spero davvero che il tuo viaggio prosegua a lungo, il diario che ne deriva è di grande interesse per tutti noi.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7203
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da Ottorino » sabato 28 gennaio 2017, 21:50

Spero davvero che il tuo viaggio prosegua a lungo
Lo volevo dire io !!!
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
Contax1961
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1558
Iscritto il: mercoledì 12 novembre 2014, 15:24
La mia penna preferita: Pelikan M140
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Ty.phoo pen

Messaggio da Contax1961 » sabato 28 gennaio 2017, 23:17

Complimenti recensione decisamente dettagliata :thumbup: questa penna che mi colpisce per la sua semplicità e efficacia, forse Gianluca del Fourm potrebbe trarre qualche spunto per la sua prossima realizzazione! :wave:
Riccardo

kircher
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 862
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 5:44
Località: Firenze/Svizzera

Ty.phoo pen

Messaggio da kircher » sabato 28 gennaio 2017, 23:57

Bella recensione. Ho una penna praticamebte identica, ma con un altro marchio. Una volta che rientro a firenze, condividerò le foto

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1133
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da A Casirati » domenica 29 gennaio 2017, 8:36

Grazie a tutti per le espressioni gentili. Sarà molto interessante vedere le foto della tua penna, kircher.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1551
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da Medicus » domenica 29 gennaio 2017, 10:44

Penna davvero interessante, vista anche l' età e il sistema di caricamento.
Se non ricordo male , nel forum , c'è qualcosa riguardo a questa marca, ma chissà dove l' argomento si è nascosto.
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8781
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da Irishtales » lunedì 30 gennaio 2017, 9:01

Complimenti Alberto, e grazie infinite per la nuova superba presentazione :clap:
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 553
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da lucre » lunedì 30 gennaio 2017, 13:03

Lettura piacevolissima e ricca di informazioni. Grazie
Luigi

Avatar utente
nacanco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 174
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 12:06
La mia penna preferita: Perry
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da nacanco » mercoledì 1 febbraio 2017, 8:55

Grazie per l'interessante e piacevole articolo.
Ottimi il testo, le foto, la penna . . .
Ciao.
Michele

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1133
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da A Casirati » mercoledì 8 marzo 2017, 21:48

Una precisazione storica: la stilografica oggetto della recensione fu prodotta da Lang (non da Curzon, come ho erroneamente affermato) ed era basata sul modello, commercializzato ma non prodotto da Curzon, denominato "Autovac", che apparteneva alla linea "Summit".
Giusto per amor di verità... ;)
E già che ci siamo, ecco un estratto del brevetto relativo al sistema di caricamento:
Autovac-patent pic 600.jpg
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
Syrok
Levetta
Levetta
Messaggi: 583
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da Syrok » giovedì 9 marzo 2017, 0:14

Devo smetterla di leggere le tue recensioni Alberto, ho già fatto danno leggendo della Summit S125 e ora mi tiri fuori questa meraviglia :lol:
Scherzi a parte se i libri di storia fossero scritti nel tuo modo di scrivere le recensioni delle stilografiche credo che verrebbe studiata più volentieri a scuola.
Complimenti

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1133
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da A Casirati » giovedì 9 marzo 2017, 6:50

Grazie, Syrok :wave:
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10165
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Ty.phoo pen

Messaggio da piccardi » sabato 11 marzo 2017, 13:12

A Casirati ha scritto: E già che ci siamo, ecco un estratto del brevetto relativo al sistema di caricamento:
Questo brevetto si è dimostrato un bel punto di partenza, non essendo presente nella raccolta sul wiki mi ha invogliato a fare un po' di ricerche, ed una volta trovato (ne potete leggere la versione integrale inglese qui: https://www.fountainpen.it/File:Patent-GB-414929.pdf) ha dato la stura ad una serie di ulteriori ricerche, e conseguenti aggiunte di altri brevetti.

Alla fine oltre ad ampliare di parecchio l'elenco di quelli attribuibili alla Lang, vedi https://www.fountainpen.it/Brevetti#Lan ... n_-_Summit) il risultato è stato pure quello di sorpassare la soglia dei 2000 brevetti classificati nel wiki. E una conferma documentale (un brevetto inglese della Lang, richiesto in Francia a nome della Stephens) del legame fra queste due aziende.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1133
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Ty.phoo pen

Messaggio da A Casirati » domenica 12 marzo 2017, 19:21

Grazie Simone, ricerche brillanti e dai risultati interessantissimi!
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Rispondi