BLACKBIRD 1919

Foto e informazioni sui modelli degli altri produttori
Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

BLACKBIRD 1919

Messaggio da Musicus » lunedì 1 febbraio 2016, 20:52

Blackbird = Turdus merula = Merlo
appollaiato...
1. Turdus Merula.jpg
... e in volo, ad ali spiegate!!
2. BB. inscription.jpg
La penna
BLACKBIRD standard in ebanite nera cesellata (BCHR), pennino Blackbird in oro 14 ct., caricamento a contagocce, prodotta in Inghilterra e U.S.A. da MABIE TODD & Co. Ltd., anno 1919.
3. BB, capped 1x2.jpg
Considerazioni introduttive (noioso, saltare pure)
Chi volesse conoscere le interessanti vicende di questo storico, grande Produttore potrà fare riferimento al nostro formidabile Wiki:
http://www.fountainpen.it/Swan
Per parte mia mi limiterò ad alcune brevi considerazioni che consentano di datare con buona approssimazione la penna in presentazione.
La "Mabie Todd & Co." americana, in attività dalla prima metà del 1800, cominciò a costruire penne stilografiche e a chiamarle SWAN (cigno) negli ultimi venti anni del secolo XIX. Forte del meritato successo conseguito nel campo degli strumenti da scrittura di lusso (penne e matite meccaniche fra le più belle di sempre), nel 1909 la Mabie Todd & Co. iniziò una produzione anche in Inghilterra, dove era andata vendendo i suoi apprezzatissimi prodotti per oltre 25 anni. Non riuscendo a stare al passo con le continue innovazioni del mercato statunitense, e godendo di solida reputazione in Inghilterra, mercato decisamente più conservatore, nel 1915 fu quasi inevitabile che la proprietà della M.T.&Co. passasse alla fiorente consociata inglese, che mutò la ragione sociale in "Mabie Todd & Co. Ltd." e si radicò a tal punto in Albione da fregiarsi del motto pubblicitario "Swan, pen of the British Empire"...
Come avverrà anche per altri celebri Produttori, con l'intento di assicurarsi anche fasce di mercato inferiori le penne stilografiche del cigno (Swan) furono affiancate (a partire dalla metà degli anni 1910, ma le fonti sono poche e nebulose) da una sorprendente sequela di sottomarche:
il merlo "Blackbird",
la rondine "Swallow",
e la taccola "Jackdow",
in una deriva ornitologica che Pelikan (solo molto più tardi) proverà senza successo ad emulare, giungendo a partorire, pardon, a "deporre le uova" solo per una... Ibis! :mrgreen:
La "Blackbird" (ma era "Le Merle Blanc" nel 1921 per le vendite in Francia) era la linea di seconda fascia della Casa, e veniva comunque orgogliosamente pubblicizzata come
"Made By The Swan Pen People".
A parità di impianto e di funzioni, il prezzo di vendita vedeva un rapporto di 3 (Swan) contro 2 (BB), o addirittura di 4:3 per i modelli BB più ricchi ed elaborati. Un pò meno oro nei pennini (un poco più corti e un pò meno pesanti), un titolo minore nell'oro per le decorazioni o totale assenza di decorazioni preziose e non... Cose così... A volte, differenze davvero di poco conto: questa, per esempio, è la omologa della penna in presentazione marchiata "Swan", in una riuscitissima pubblicità del 1919:
4. 1919-Swan-EyedropperPens - detail.jpg
Se volete vedere una BB con celluloide colorata di grande bellezza, vi raccomando quella di Maxpen2012 qui:
https://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?t=8266 :ugeek:

Dopo i massacri e le distruzioni che avevano devastato il continente europeo negli anni della I Guerra Mondiale, la produzione di stilografiche riprese lentamente, tenendo conto del ridotto potere d'acquisto della maggior parte dei privati: nel 1919 si ricorreva comprensibilmente ai modelli più semplici e meno costosi da produrre, come la eyedropper oggi in presentazione, chiudendo un occhio sulla loro arretratezza tecnica e stilistica. In molte pubblicità dell'epoca si rimarca come il prezzo di vendita fosse lo stesso di prima della Guerra, e più di sei anni erano passati: si dovrà attendere in Europa il 1921 per vedere pubblicità all'altezza (di contenuti tecnici e, soprattutto, di rivestimenti) di quelle americane della stessa epoca. La penna in presentazione (una semplice eyedropper probabilmente denominata solo "standard" come la sua omologa della Swan che abbiamo visto nella pubblicità) ebbe dunque vita molto breve, poichè il mercato riprese molto presto a "tirare" ed il pubblico che poteva permettersele riprese finalmente ad acquistare i nuovi modelli...

Le misure
Chiusa: cm. 13,6
5. BB. the pen.jpg
Cappuccio: cm. 5,3
6. BB. open.jpg
Fusto: cm. 12,5 (con pennino di cm.1,6)
7. BB. open.jpg
Con cappuccio calzato: cm. 17,4 (con pennino di cm.1,6)
8. BB. posted.jpg
Diametro massimo (al cappuccio): cm. 1,13
Diametro del fusto (all'iscrizione): cm. 0,93
Diametro medio della sezione (all'impugnatura): cm. 0,81

Peso (carica): gr.11
Cappuccio: gr. 4
Fusto: gr. 7

Capacità: ml. 2


Il cappuccio
Il cappuccio, di forma perfettamente cilindrica, ha la superficie completamente liscia (frequente nella tradizione Swan): su di essa spiccano quattro fori di aerazione, ricavati a coppie speculari su due livelli, ma nessuna iscrizione.
9. BB. cap.jpg
La sommità (cap top) è leggermente stondata e reca incisa una sottile circonferenza, unica concessione alla decorazione in un design asciutto ed essenziale: più che minimale, direi quasi monacale... :geek:
10. BB. cap lip and cap top.jpg
Il cappuccio è con chiusura ad incastro ("slip-on cap", secondo la dicitura della pubblicità Swan), il che significa che era previsto che la penna si portasse con il pennino sempre in alto, onde evitare spiacevoli fuoriuscite di inchiostro: vedremo al termine della recensione come si ovviava sull'esemplare in presentazione alla mancanza di un fermaglio che mantenesse la penna in verticale.


Continua....
Ultima modifica di Musicus il lunedì 1 febbraio 2016, 21:55, modificato 15 volte in totale.

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

BLACKBIRD 1919

Messaggio da Musicus » lunedì 1 febbraio 2016, 20:56

Il fusto
Il fusto ha sezione cilindrica per la maggior parte della lunghezza, per restringersi un poco solo alle estremità: sulla parte centrale è presente una decorazione a festoni, nella lavorazione cesellata tipica di molte early pens in ebanite,
11. BB. chased hr - detail.jpg
interrotta da due rettangoli lisci con funzione di cartiglio:
il primo, fotografato in apertura di presentazione, riporta l'iscrizione principale della penna, con i riferimenti del Produttore:
sulla sinistra:
il disegno di un merlo in volo
TRADE MARK
e sulla destra:
"BLACKBIRD" FOUNTPEN
M.T.& Co Ltd MADE IN ENGLAND
su due righe di uguale lunghezza.
Si noti la caratteristica contrazione "Fountpen" (in luogo del canonico "Fountain Pen" usato da tutta la concorrenza) tipica delle penne prodotte da "the Swan People".
Il secondo rettangolo, più piccolo, situato all'opposto dell'iscrizione, è completamente liscio poichè destinato ad una eventuale personalizzazione da parte dell'acquirente.
Avvicinandoci al gruppo scrittura, notiamo un leggero restringimento sul quale si chiude a frizione il labbro del cappuccio.
All'estremità opposta, anch'essa priva di festoni decorativi, è presente l'indicazione della punta del pennino
MED(ium)
che corrisponde alla punta del pennino effettivamente montato.
12. BB. nib M.jpg
La penna è snella e sottile, a imitazione della cannuccia con pennino da intinzione (dip pen) alla quale erano (e saranno ancora a lungo) abituati molti dei potenziali acquirenti...

Il sistema di caricamento
Quello che non c'è non si può rompere...
13. BB. eyedropper filler.jpg
Capacità di caricamento, giova ricordarlo, di ben 2 ml.... 8-)

Il gruppo scrittura
La sezione, che contiene alimentatore e pennino, è la parte di una eyedropper che contiene i brevetti: su di essa, quindi, spicca l'incisione del marchio di fabbrica
BLACKBIRD
Notiamo come la sezione, di forma tronco conica, si avviti sul fusto formando un piccolo scalino, tipico dello stile della Casa: a questa ben percettibile increspatura della superficie liscia spetta il compito di consentire allo scrivente di "prendere le misure" per una corretta impugnatura.
14. BB. section inscription.jpg
L'alimentatore piatto, tipo spoon-feed, è in ebanite e reca impresso il medesimo marchio.
15. BB. nib and feeder.jpg
Il pennino in oro, con foro tondo, è marchiato
BLACKBIRD
14 CT
M.T. & Co
- N.Y. -
[-]
Come possiamo notare, inserito in una penna "Made in England" il pennino pervicacemente sfoggia un bel N.(ew) Y.(ork): si noti, inoltre, l'assenza della dicitura "Limited" nella ragione sociale, poichè il pennino era stato prodotto da quella che dopo il 1915 era divenuta la "filiale" americana.
La punta, come indicato sul fusto, è un M ed è dotata di una bella flessibilità.
Questa la prova di scrittura:
16. BB. writing sample.jpg
Continua....
Ultima modifica di Musicus il lunedì 1 febbraio 2016, 22:04, modificato 4 volte in totale.

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

BLACKBIRD 1919

Messaggio da Musicus » lunedì 1 febbraio 2016, 20:58

Swan Metal Pocket
La penna, spartanamente prodotta senza clip ancora alla fine degli anni 1910, poteva comunque essere trasportata in tutta sicurezza nel taschino grazie ad un accessorio della linea principale "Swan":
lo "Swan Metal Pocket".
17. Swan Metal Pocket a.jpg
Brevettato ai primi del Novecento (Patent n° 7113/05),
18. Swan Metal Pocket b.jpg
il portapenna tornò nuovamente utile durante la Grande Guerra.
In una pubblicità del 1915, infatti, si promuove l'acquisto "per fanti e marinai" dello "Swan Kit": penna, inchiostro in pillole e portapenne in metallo ferroso "Swan Metal Pocket". Al portapenna, ovviamente, spettava la funzione di "proteggere la penna dalle rotture".
19. Swan Metal Pocket c.jpg
Lunghezza cm.12,
20. Swan Metal Pocket d.jpg
per una larghezza massima di cm. 1,5 al fregio del fermaglio...
21. Swan Metal Pocket e.jpg
con un peso di gr. 14.

Conclusioni
Indistruttibile: forse la Lamy Safari dell'epoca?! :mrgreen:

Grazie per l'attenzione! :thumbup:

Giorgio

Avatar utente
ciro
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3032
Iscritto il: martedì 7 aprile 2015, 15:12
La mia penna preferita: Montblanc Noblesse VIP
Il mio inchiostro preferito: Quel Montblanc verde
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Londra, UK
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da ciro » lunedì 1 febbraio 2016, 21:11

Per i corpi in ebanite non sono un palato finissimo, purtroppo non so ancora apprezzarli. Però mi affascina tanto, tantissimo, quel portapenna.

Un vero gioiello, i miei complimenti! :clap:
Ciro
(Io sono per le firme a colori, sapevatelo!)
“La vita è come una fresella, s'è troppo dura sponzala.”
- Nonna
Immagine

muristenes
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 911
Iscritto il: lunedì 13 maggio 2013, 22:42
La mia penna preferita: Pelikan M215
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Topaz
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cagliari

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da muristenes » lunedì 1 febbraio 2016, 21:38

Caro Giorgio, monacale è esattamente l'aggettivo che avevo in mente prima di accorgermi che tu per primo l'hai utilizzato nella recensione. Rifuggi forse il tuo gusto barocco per cesellature regali e celluloidi sgargianti? :lol:

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da DerAlte » lunedì 1 febbraio 2016, 21:49

Giorgio, come sempre ammaliato dalle tue recensioni..
Nicolò
lo-stupore-del-miracolato-dallamore-L-uI06Oh.jpeg
Immagine

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da Musicus » martedì 2 febbraio 2016, 9:08

ciro ha scritto:Per i corpi in ebanite non sono un palato finissimo, purtroppo non so ancora apprezzarli. Però mi affascina tanto, tantissimo, quel portapenna.

Un vero gioiello, i miei complimenti! :clap:
Ciao Ciro, ti ringrazio!! :thumbup:
Credimi sulla parola se ti dico che l'ebanite è servita da base ad alcune delle penne più belle mai concepite... :ugeek:
Visto che ti interessa, ti mostro come si usa il Metal Pocket... ;)
22. Blackbird 1919 in Swan Metal Pocket.jpg
:wave:

Giorgio

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da Musicus » martedì 2 febbraio 2016, 9:09

muristenes ha scritto:Caro Giorgio, monacale è esattamente l'aggettivo che avevo in mente prima di accorgermi che tu per primo l'hai utilizzato nella recensione. Rifuggi forse il tuo gusto barocco per cesellature regali e celluloidi sgargianti? :lol:
Ciao A!! :thumbup:
Per un attimo ho temuto che avresti raccolto la provocazione sulla L.S.... :lol:
Certo, la BB non sarebbe fuori luogo in un...muristenes!!! ;)
Cari saluti!! :wave:

Giorgio

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da Musicus » martedì 2 febbraio 2016, 9:11

DerAlte ha scritto:Giorgio, come sempre ammaliato dalle tue recensioni..
Nicolò
..ed io dalle tuo fotografie a commento! :thumbup: :thumbup:
:wave:
Grazie Nicolò! ;)

Giorgio

Avatar utente
ciro
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3032
Iscritto il: martedì 7 aprile 2015, 15:12
La mia penna preferita: Montblanc Noblesse VIP
Il mio inchiostro preferito: Quel Montblanc verde
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Londra, UK
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da ciro » martedì 2 febbraio 2016, 14:07

Musicus ha scritto: Ciao Ciro, ti ringrazio!! :thumbup:
Credimi sulla parola se ti dico che l'ebanite è servita da base ad alcune delle penne più belle mai concepite... :ugeek:
Visto che ti interessa, ti mostro come si usa il Metal Pocket... ;)
22. Blackbird 1919 in Swan Metal Pocket.jpg
:wave:

Giorgio
Oh, davvero un accessorio che non passa inosservato! Poi il cigno di Swan è un tocco di classe superlativo, altro che la stellina a sei punte. ;)
Ciro
(Io sono per le firme a colori, sapevatelo!)
“La vita è come una fresella, s'è troppo dura sponzala.”
- Nonna
Immagine

Avatar utente
Dean82
Levetta
Levetta
Messaggi: 693
Iscritto il: venerdì 5 aprile 2013, 15:00
La mia penna preferita: Parker Sonnet Secret Shell
Il mio inchiostro preferito: Nero Dupont/Iroshizuko A-G
Misura preferita del pennino: Fine
Arte Italiana FP.IT M: 082
Fp.it ℵ: 082
Fp.it 霊気: 082
Località: Fidenza, Pr
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da Dean82 » martedì 2 febbraio 2016, 19:45

Giorgio,

complimenti per la bellissima abbinata! :clap: Posso chiederti dove hai recuperato i due pezzi (soprattutto la penna... :mrgreen: ).

Cordialmente,
Dino

Nullus enim locus sine genio est
Servius

Immagine
Immagine

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da Musicus » martedì 2 febbraio 2016, 22:46

Dean82 ha scritto:Giorgio,

complimenti per la bellissima abbinata! Posso chiederti dove hai recuperato i due pezzi (soprattutto la penna... ).
Cordialmente,
Grazie per l'apprezzamento, Dino!! :thumbup:
Certo che puoi chiederlo: l'accoppiata è stata da me rinvenuta in un negozietto specializzato in vintage inglese e belga ( :wtf: )... Ma se ti dicessi esattamente anche "dove" si trova, verrei meno al giuramento di 007 (o di Poirot, fai tu... 8-)).
Ti basti sapere che le penne antiche si possono trovare nei posti più insospettabili, come ricordavo nel post sui negozi di filatelia e numismatica... ;)
E si trovano piccoli tesori...
Su internet si può comprare di tutto: a me personalmente piace camminare nelle città, osservare, incontrare persone, scoprire, studiare e poi...raccontare.
Auguri di buona ricerca anche a te!! :thumbup:

Giorgio

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10040
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da piccardi » mercoledì 3 febbraio 2016, 0:47

Come al solito un altro bellissimo ritrovamento ed un'altra bellissima presentazione dello stesso. Ed il solito contributo a rimpolpare l'archivio fotografico del wiki che sulle Blackbird è particolarmente scarno. Nonostante l'età nelle sue proporzioni mi pare un esemplare di grandissima eleganza, con il degno complemento della sua custodia metallica.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da DerAlte » mercoledì 3 febbraio 2016, 1:03

Musicus ha scritto: Ti basti sapere che le penne antiche si possono trovare nei posti più insospettabili, come ricordavo nel post sui negozi di filatelia e numismatica... ;)
Le foto che seguono sono state scattate alla vetrinetta di un insospettabile negozio di modellismo nel centro città.
IMG-20160203-WA0003.jpg
IMG-20160203-WA0002.jpg
IMG-20160203-WA0001.jpg
Le scatoline dietro lo stiloforo di quest'ultima foto sono di inchiostro Gnocchi color seppia e violetto.
Nicolò
Immagine

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Re: BLACKBIRD 1919

Messaggio da Musicus » mercoledì 3 febbraio 2016, 10:38

DerAlte ha scritto: Le foto... sono state scattate alla vetrinetta di un insospettabile negozio di modellismo nel centro città Le scatoline dietro lo stiloforo di quest'ultima foto sono di inchiostro Gnocchi color seppia e violetto.
Nicolò
Ottimo, Nicolò! :thumbup: Quindi aggiungiamo esplicitamente all'elenco dei "luoghi non deputati ma propizi" anche le vetrine con allestimenti vintage!! ;)
:wave:

Giorgio

Rispondi