WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Foto e informazioni sui modelli della Waterman
Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 524
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da lucre » mercoledì 3 maggio 2017, 9:14

Vorrei oggi presentarVi questo set Waterman, composto da due " rosse " che mi stanno particolarmente a cuore. Il set è giunto ai nostri giorni ancora completo della scatola originale e della garanzia, con tanto di argentea coccarda, garanzia alla quale deve il nome e che stando alle promesse iniziali avrebbe dovuto essere valida ancora oggi e per altri 25 anni circa.
1.JPG
3 bis.JPG
Rinviando al nostro wiki per ogni approfondimento, mi limito a qualche considerazione solo allo scopo di datare gli esemplari in visione. La Hundred
Year fu commercializzata dalla fine del 1939 , dunque un paio di anni prima della Parker 51 e della Skyline. Il modello, tradizionale nel sistema di carica, ma innovativo sia nel materiale usato che nel disegno, fu una invenzione del grande John Vassos, un geniale designer nato nel 1898 in Romania da genitori greci.
4.JPG
Il giovane John fino ai 16 anni visse a Costantinopoli, dove all'epoca il padre lavorava, manifestando ancora ragazzo una grande passione e talento per il disegno. Le cronache raccontano che però dalla Turchia dovette precipitosamente fuggire a causa di alcune sue vignette giudicate irrispettose della autorità politica e che gli stavano per costare l' arresto. Si arruolò dunque come marinaio su un mercantile britannico, girovagando in quegli anni di guerra i mari fra l'Europa ed il Medio Oriente. A 20 anni emigrò negli Stati Uniti, a Boston, dove inizialmente si mantenne facendo il lavavetri ed il pittore di insegne pubblicitarie, ma riuscendo contemporaneamente a frequentare i corsi serali di una nota scuola d'arte. Cominciò cosi a farsi conoscere fino poi a trasferirsi a New York dove fu consacrato il suo successo. A lui si devono sia progetti industriali, come i tornelli della metropolitana ed i primi televisori, sia importanti lavori grafici come l'illustrazione in stile art decò di alcune opere di Oscar Wilde fra cui, trenta anni dopo la originaria versione di Beardsley, la Salomè
5.JPG
6.JPG
Ma lasciamo Salomè ad attendere che le sia servita la testa del profeta e torniamo alla Hundred Year. La prima serie fu prodotta in quattro colori ( rosso , verde, blu e nero ) in una unica misura ed utilizzando una nuova resina particolarmente luminosa, chiamata " lucite". Inizialmente il prezzo di vendita era di 8,50 dollari per la penna e 12,25 per il set, come si evidenzia in questa pubblicità apparsa nel febbraio del 1940 sul Life Magazine, che, se utile, è
a disposizione del Wiki.
7.JPG
Dopo circa un anno dalla prima uscita furono diversificate le misure con una taglia lady, una standard ed una de luxe ( questa con un quarto anello). Il fondello fu modificato, diventando meno affusolato e più tronco ed inoltre, alla prima versione con marcate costine orizzontali avvolgenti il corpo e parte del cappuccio, si affiancarono esemplari, come quelli in presentazione, lisci e dunque ancor più trasparenti. Considerato che verso la fine del 1941 le vere fino allora poste sul corpo vennero spostate sul cappuccio, pare ragionevole dire che gli esemplari in visione siano databili al 1941 e che non siano stati, in questa versione, in produzione per più di dodici mesi.
2.JPG
3.JPG
. La matita è lunga 12,8 cm e monta una mina da 1,12 mm. Sul retro del tappo è inciso su tre livelli " Waterman's/ United States/of America "
La stilografica, tradizionale nel sistema di carica a leva, misura chiusa 13, 1 cm con un diametro massimo di 1,3. Pesa solo 16,6 gr ( direi ... leggera come i veli della danza di Salomè ...) . Il cappuccio è alto 5,4 cm e sul retro riporta su quattro livelli " Waterman's/Reg. Us. Pat. Off./ Made in Usa/ Hundred Year Pen " con il globo Ideal.
8.JPG
(continua)
Allegati
15.JPG
Ultima modifica di lucre il mercoledì 3 maggio 2017, 10:00, modificato 6 volte in totale.

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 524
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da lucre » mercoledì 3 maggio 2017, 9:37

9.JPG
La clip è del cosidetto tipo Washer ( rondella) che dal 1941 aveva sostituito il precedente tipo Wrap over ( avvolgente sopra). In cima alla clip, sia della penna che della matita fa bella mostra il logo Ideal
10.JPG
Il corpo, dove comincia a restringersi verso la sezione è attraversato da tre bande ( stretta, larga, stretta) che manifestano una ricchezza - come nella clip e nella leva - impensabile in Europa in quegli anni attraversata in lungo e largo dalla guerra.
11.JPG
Straordinaria la brillantezza del materiale " una lucentezza pari a quella di un gioiello che ne il tempo ne l'uso potranno mai offuscare " come recitava la pubblicità sul Life Magazine sopra riprodotta
12.JPG
Se la lucite si confermò materiale di ottima resistenza, oltre che trasparenza, i guai cominciarono quando, con l'ingresso in guerra degli Stati Uniti ( Dic. 1941) il materiale fu considerato di interesse bellico ed usato per la copertura delle cabine degli aerei da combattimento; la Waterman dovette allora sostituirlo con celluloide trasparente, molto più fragile, tanto che proprio la fragilità del fondello ha contribuito non poco alla odierna difficoltà a reperire esemplari ancora integri.
Il pennino, in oro 14 ct, di tratto fine , media flessibilità e grande scorrevolezza porta inciso il nome della casa e del modello
13.JPG
un pennino che insieme ad un bilanciamento di assoluta soddisfazione ed alla leggerezza della penna garantiscono il piacere dello scrivere.
Grazie per l'attenzione

Avatar utente
fab66
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1572
Iscritto il: mercoledì 31 ottobre 2012, 19:27
La mia penna preferita: Doric che non ho regalato a 8
Il mio inchiostro preferito: pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cecina
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da fab66 » mercoledì 3 maggio 2017, 12:44

Ma qui stiamo andando verso l'infinito ed oltre :clap: :clap: :clap:

A Firenze una stilo perfetta (verde mi pare ) andava sui 500 eurozzi... giusto se qualcuno ci stava facendo un pensierino :mrgreen:

Spettacolare veramente Luigi, grazie per avercele mostrate.
Fabrizio

Avatar utente
Mightyspank
Levetta
Levetta
Messaggi: 696
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da Mightyspank » mercoledì 3 maggio 2017, 14:14

Grazie Luigi per la interessantissima recensione e per le belle foto.

A titolo di curiosità allego alcuni dati inerenti il costo della vita negli Stati Uniti del 1941.

Car: $925
Gasoline: 19 cents/gal
House: $6,900
Bread: 8 cents/loaf
Milk: 34 cents/gal
Postage Stamp: 3 cents
Stock Market: 111
Average Annual Salary: $2,050
Minimum Wage: 30 cents per hour

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da Musicus » mercoledì 3 maggio 2017, 15:20

Mmmmm....Bella da mangiare!! :P
20170503_125421.jpg
Bravo Luigi, ottima recensione (anche se, stranamente, c'è chi riesce a vedere solo le foto...)! :clap:

Forse mi è sfuggito: la penna presentata è una standard?

Un paio di notazioni personali:
- il primo modello uscito, quello "grooved" e streamlined, partorito dal designer Vassos, è a mio avviso davvero rivoluzionario: perchè poi rifare (quasi, ma meno estrema) la stessa penna liscia, e lasciar vedere in trasparenza attraverso il fusto un sacchetto (scuro) tradizionale e non il livello dell'inchiostro?
In ogni caso la trasparenza del cappuccio, questa sì è straordinaria (all'epoca!) e compensa ampiamente l'apparente incongruenza.
- nel Torneo Salomé di Parigi, Beardsley batte Vassos 6-0, 6-0... :mrgreen:

:wave:

Giorgio

P.s.: E una prova di scrittura...della matita? :lol:
Sai che mi appassionano anche loro....

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 524
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da lucre » mercoledì 3 maggio 2017, 19:03

fab66 ha scritto:Ma qui stiamo andando verso l'infinito ed oltre :clap: :clap: :clap:

A Firenze una stilo perfetta (verde mi pare ) andava sui 500 eurozzi... giusto se qualcuno ci stava facendo un pensierino :mrgreen:

Spettacolare veramente Luigi, grazie per avercele mostrate.
Grazie a te Fabrizio per la consueta graditissima partecipazione!
Buona serata
Luigi

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 524
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da lucre » mercoledì 3 maggio 2017, 19:14

Mightyspank ha scritto:Grazie Luigi per la interessantissima recensione e per le belle foto.

A titolo di curiosità allego alcuni dati inerenti il costo della vita negli Stati Uniti del 1941.

Car: $925
Gasoline: 19 cents/gal
House: $6,900
Bread: 8 cents/loaf
Milk: 34 cents/gal
Postage Stamp: 3 cents
Stock Market: 111
Average Annual Salary: $2,050
Minimum Wage: 30 cents per hour

Grazie a te per l'apprezzamento e per gli interessanti dati circa il costo della vita negli USA in quel 1941. Colpisce in particolare il salario minimo orario.
Grazie ancora e buona serata
Luigi

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 524
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da lucre » mercoledì 3 maggio 2017, 19:32

Musicus ha scritto:Mmmmm....Bella da mangiare!! :P
20170503_125421.jpg

Bravo Luigi, ottima recensione (anche se, stranamente, c'è chi riesce a vedere solo le foto...)! :clap:

Forse mi è sfuggito: la penna presentata è una standard?

Un paio di notazioni personali:
- il primo modello uscito, quello "grooved" e streamlined, partorito dal designer Vassos, è a mio avviso davvero rivoluzionario: perchè poi rifare (quasi, ma meno estrema) la stessa penna liscia, e lasciar vedere in trasparenza attraverso il fusto un sacchetto (scuro) tradizionale e non il livello dell'inchiostro?
In ogni caso la trasparenza del cappuccio, questa sì è straordinaria (all'epoca!) e compensa ampiamente l'apparente incongruenza.
- nel Torneo Salomé di Parigi, Beardsley batte Vassos 6-0, 6-0... :mrgreen:

:wave:

Giorgio

P.s.: E una prova di scrittura...della matita? :lol:
Sai che mi appassionano anche loro....
Giorgio,
grazie per le belle parole e la consueta competente partecipazione. Per quanto riguarda la taglia confermo che è una standard ( come dicevo in presentazione la de luxe esibisce una quarta vera sul corpo in direzione del fondello ; posso aggiungere che veniva venduta a 10 dollari).
In merito alle tue osservazioni circa i motivi che spinsero la casa ad affiancare una versione " smooth" alla originaria " grooved", la mia personale impressione è che l'originale modello fosse troppo innovativo per il mercato dell'epoca e che, dunque, ci siano stati da parte della Waterman una
progressiva serie di "ritocchi", quasi a voler in parte " normalizzare " la penna ( ad esempio vedo in quella direzione lo spostamento delle vere dalla originaria ed originale posizione sul corpo al più tradizionale riposizionamento sul cappuccio) .Ma, ripeto , è solo una mia impressione.
Grazie ancora ed una buona serata
Luigi

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 9982
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso: Uomo
Contatta:

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da piccardi » giovedì 4 maggio 2017, 15:11

Ciao Luigi,

stracomplimenti sia per le penne (davvero belle) che per la loro recensione (altrettanto bella, curata e dettagliata, se non di più). Le foto saranno ovviamente rubate ed aggiunte al wiki appena ho un po' di tempo.

In effetti le Hundred Year erano davvero troppo avanti rispetto alla loro uscita, sia per stile che per materiali. Ci si esalta tanto per i nuovi materiali e lo stile modernista della Parker 51, ma la Waterman sulla lucite ci era arrivata ben prima e quanto a novità dello stile le Hundred Year sono altrettanto rivoluzionarie. Ma alle volte arrivare essere troppo in anticipo sui tempi ti si ritorce contro...

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 524
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da lucre » giovedì 4 maggio 2017, 19:40

piccardi ha scritto:Ciao Luigi,

stracomplimenti sia per le penne (davvero belle) che per la loro recensione (altrettanto bella, curata e dettagliata, se non di più). Le foto saranno ovviamente rubate ed aggiunte al wiki appena ho un po' di tempo.

In effetti le Hundred Year erano davvero troppo avanti rispetto alla loro uscita, sia per stile che per materiali. Ci si esalta tanto per i nuovi materiali e lo stile modernista della Parker 51, ma la Waterman sulla lucite ci era arrivata ben prima e quanto a novità dello stile le Hundred Year sono altrettanto rivoluzionarie. Ma alle volte arrivare essere troppo in anticipo sui tempi ti si ritorce contro...

Simone
Simone, grazie a te per la graditissima condivisione
Luigi

efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 281
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da efreddi » giovedì 4 maggio 2017, 20:36

Mi e' piaciuta molto la recensione, contestualizzata e con cose nuove da imparare (il forum e' molto bello anche per questo). Non conoscevo Beardsley e Vassos, che ho subito approfondito in internet (spettacolo!)
La penna invece... bellissima la lucite rossa, ipnotica, ma la forma non mi piace, specialmente il cappuccio... per me ha qualcosa di incompiuto.

Grazie e ciao


Elia
Elia
----------------------------

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7095
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da Ottorino » giovedì 4 maggio 2017, 21:07

Spettacolare veramente Luigi, grazie per avercele mostrate.
mode ironia ellittica on
Grazie ???
E di che ?
Io quasi quasi lo escludo dal forum per eccesso di suscitata invidia !!!
mode ironia ellittica off
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 524
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da lucre » giovedì 4 maggio 2017, 22:01

efreddi ha scritto:Mi e' piaciuta molto la recensione, contestualizzata e con cose nuove da imparare (il forum e' molto bello anche per questo). Non conoscevo Beardsley e Vassos, che ho subito approfondito in internet (spettacolo!)
La penna invece... bellissima la lucite rossa, ipnotica, ma la forma non mi piace, specialmente il cappuccio... per me ha qualcosa di incompiuto.

Grazie e ciao


Elia
Grazie a te Elia per l'attenzione e le tue considerazioni. Mi è piaciuto molto il termine " ipnotica " riferito alla lucite rossa ...
Ciao
Luigi

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 524
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da lucre » giovedì 4 maggio 2017, 22:05

Ottorino ha scritto:
Spettacolare veramente Luigi, grazie per avercele mostrate.
mode ironia ellittica on
Grazie ???
E di che ?
Io quasi quasi lo escludo dal forum per eccesso di suscitata invidia !!!
mode ironia ellittica off

Grazie per l'ironia Ottorino e non mi escludere ... sapessi quante volte ho invidiato la tua capacità tecnica ...
Buona serata
Luigi

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9120
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

WATERMAN'S Hundred Year - Red Trasparent Set

Messaggio da maxpop 55 » venerdì 5 maggio 2017, 9:16

Complimenti Luigi, bellissima :clap: :clap:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Rispondi