Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Foto e informazioni sui modelli della Parker
Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Musicus » mercoledì 8 novembre 2017, 23:07

Essere o non essere?
Tra oltre cinquanta stilografiche d’epoca, all’ultimo mercatino ho scelto una matita…
Ora la domanda è: «Può una matita meccanica essere più bella di una stilografica?»
La risposta è «Assolutamente sì!», se la matita è una

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black, 1928
1. PP. Ritratto di Marjorie Ferry, 1932.jpg
Ritratto di Marjorie Ferry, 1932 - collez. priv.

In questo dipinto di Tamara De Lempicka (1898-1980) sono presenti tutti gli elementi cromatici e stilistici del più puro glamour Déco che ritroviamo anche sulla penna: l’oro delle chiome, il perla degli occhi e dell’anello, il bianco della veste e il nero zigzagante del drappeggio, le linee curve alla base della colonna e l’impianto perfettamente cilindrico del fusto…
2. PP.jpg

Un po’ di storia
Quel diavolo di George Parker faceva le pentole ma non i coperchi…
Ovvero: la prima matita della Casa risale solo al 1922, ma la matita abbinata alla prima Duofold (che vide la luce nel 1921) non venne resa disponibile che dal 1924! E questa fu la ragione principale per cui, anche ad un'osservazione superficiale, lo stile dei due strumenti non risulta perfettamente armonizzato, anzi… :problem: Gli unici elementi autenticamente condivisi sono la celluloide ed il fermaglio, la celeberrima washer-clip ("a rondella") brevetto Parker.
3. PP. barrel inscrition.jpg
La matita meccanica, nonostante la solida regolarità dell’impianto cilindrico del suo baricentro che l'accomuna alla penna flat-top, dispiega purtuttavia una irresistibile spinta verso il basso - nella oversize con un lungo (cm.3!) ed affusolatissimo puntale conico,
4. PP. x4.jpg
che anticipa il nose-cone dei missili - e verso l’alto, come i grattacieli delle città americane che erano la base più autentica della sua ispirazione…
5. PP. Nudo ed edifici, 1930.jpg
Nudo ed edifici, 1930 – collez.priv.
Ben lo noterebbe chi avesse l’ardire di introdurre lo strumento nel proprio taschino: il cappuccio spunterebbe di oltre due centimetri e mezzo(!!), tutti di lamina d’oro, per un diametro di cm.1,2… :o
6. PP.jpg
Come risulta dalla Ad seguente, archiviata da Simone sul nostro formidabile Wiki :thumbup: , quando nel 1928 fu lanciato il set top-di-gamma della Parker Duofold Imperiale nella straordinaria celluloide “Perla & Nero”, la matita meccanica da abbinare alla taglia Oversize/Senior costava (sotto Natale) lo sproposito di $5, che era quanto richiesto da Parker per le penne stilografiche Junior e Lady in tutte le altre colorazioni disponibili (rosso, nero, verde giada, giallo mandarino e blu lapislazzuli)…
7. 1928-Parker-Duofold.jpg
Pochi mesi dopo, nel 1929, la penna top di gamma venne ribattezzata “Parker Duofold De Luxe”...
8. 1929-Parker-Duofold-DeLuxe-Set.jpg
...e il colore, come si desume da altre pubblicità, venne rinominato “Moderne [sic] Black and Pearl”.
Una particolarità cromatica del nero&perla Parker sembrerebbe risiedere (secondo almeno uno dei commentatori) nell’aggiunta alla celluloide di “scaglie di pesce”: tale elemento, “composito” e “animalier” proprio come il Déco propugnava, avrebbe però compromesso la tenuta della colorazione della parte chiara del materiale, già messa a repentaglio dalle esalazioni dei sacchetti per l’inchiostro nelle stilografiche. Quindi un colore così bello e ben conservato, che sia su una stilografica o su una matita, è sicuramente degno di apprezzamento… 8-)
9. PP.jpg
Ma torniamo alle forme.
Tra le due matite mostrate nei disegni vi è una sottile differenza, che non ha mancato di incuriosire il mitico curatore del da me più volte citato e lodato The Leadhead's Pencil Blog. :clap:
https://leadheadpencils.blogspot.it/sea ... d%20cap%29
(a cui rinvio anche per un gustoso approfondimento sulle dinamiche aziendali tra la Parker e i suoi rivenditori).
Ad una attenta osservazione, infatti, non sfuggirà che le due matite mostrate nelle Ads differiscono per una… costoletta: sulla corona dorata (gold crown ovvero "a campana") di quella precedente, come la mia, le costolette sono due, e il gold cap, e di conseguenza la matita, risultano più lunghi, mentre in quella successiva vi è una sola costoletta, e questo probabilmente dal giugno del 1929. In quell’anno, infatti, la Parker decise che era tempo di rinnovare una linea che, nonostante il grande successo aveva ormai quasi un decennio di onoratissima carriera sulle spalle (dalla prima Duofold solo rossa con estremità nere in ebanite del 1921) e necessitava di uno svecchiamento, dapprima solo cromatico con l’introduzione del colore perla&nero, poi ben più radicale con l’introduzione della nuova linea Duofold Streamline per la quale fu finalmente studiata una matita molto più affine stilisticamente.
Ma più di un anno dopo (almeno fino alla fine del 1930) in Italia si continuavano a pubblicizzare i vecchi modelli flat-top cilindrici da accoppiare alle matite “tradizionali”, come si vede in questo mio contributo archiviato:
10. 1930-08-Parker-Duofold.jpg
Continua
Ultima modifica di Musicus il giovedì 9 novembre 2017, 0:28, modificato 11 volte in totale.

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Musicus » mercoledì 8 novembre 2017, 23:11

Datazione
Per la datazione azzarderei un “Febbraio 1928”… :ugeek:
11. PP. date.jpg
La data impressa sul meccanismo :mrgreen: all’interno, è un dettaglio che non ho trovato segnalato in rete, nemmeno sul blog citato: c’è forse un’altra spiegazione possibile di questi numeri?

Nata per stupire…
…e per durare: godeva infatti della garanzia a vita: le laminature sono di qualità superiore,
12. PP. clip ball.jpg
e in questo esemplare quasi tutte pressoché intatte dopo novant’anni…
La celluloide è rimasta spettacolare…
13. PP. celluloid detail.jpg
mentre gli accoppiamenti, quelli a frizione così come quelli filettati, sono semplicemente perfetti.
14. PP. nose cone.jpg
Per darvi un’idea delle dimensioni,
15. PP.jpg
vi dirò soltanto che la matita è lunga ben 14 centimetri, come una MontBlanc146 chiusa, e pesa 29 grammi, proprio come una MontBlanc 146...

Funzionamento
16. PP. open1.jpg
Come recitava la pubblicità, la matita «si carica facilmente inserendo una mina [di 1,18 mm. di diametro] dalla punta [“tapered tip” puntale conico], senza bisogno di rimuovere il meccanismo interno».
Il meccanismo, con componenti in acciaio, viene manovrato dalla corona turrita che è inserita saldamente a frizione sul cilindro porta-gomma («gomma di dimensioni triple rispetto allo standard», sempre secondo la pubblicità): con una rotazione oraria si fa fuoriuscire la mina che rientrerà con la rotazione contraria.
17. PP. open2.jpg

In conclusione…
…beato chi ce l’ha. :angel:
18. PP. x2.jpg
Grazie per l'attenzione! :thumbup:

Giorgio

Avatar utente
Colombre
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 177
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88P
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Fp.it Vera: 028
Località: Pordenone (provincia)
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Colombre » mercoledì 8 novembre 2017, 23:19

Che spettacolo Giorgio!
Grandioso l’accostamento con i dipinti di Tamara! :clap:
Non avresti qualcosa da abbinare anche a Frida (che mi piace da impazzire)?

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Musicus » mercoledì 8 novembre 2017, 23:29

Colombre ha scritto:
mercoledì 8 novembre 2017, 23:19
Che spettacolo Giorgio!
Grandioso l’accostamento con i dipinti di Tamara! :clap:
...
Grazie Enrico! :thumbup:
Mi fa davvero piacere che tu abbia apprezzato: e poi, trattandosi di una matita... :D
Colombre ha scritto:
mercoledì 8 novembre 2017, 23:19
...
Non avresti qualcosa da abbinare anche a Frida (che mi piace da impazzire)?
Ho perso il conto degli "accostamenti" (più o meno riusciti ;) ) e delle affinità elettive che ho proposto: Frida e il marito (che apprezzo anche molto), non mi sono ancora venuti in mente... Ma, chissà?!?

Giorgio

Avatar utente
Colombre
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 177
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88P
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Fp.it Vera: 028
Località: Pordenone (provincia)
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Colombre » mercoledì 8 novembre 2017, 23:32

Ecco ... intanto ti ho messo la pulce nell’orecchio... :D

Avatar utente
efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 311
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da efreddi » giovedì 9 novembre 2017, 6:40

Eh,caro Giorgio, questo e' un colpo basso. La purezza estetica dei dipinti di Tamara De Lempicka nobiliterebbe anche un chiodo. Non sono un estimatore delle matite meccaniche, ma apprezzo molto questo tuo contributo.
Elia
----------------------------

Avatar utente
Miata
Levetta
Levetta
Messaggi: 717
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 14:03
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Violet
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Sicilia
Sesso:
Contatta:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Miata » giovedì 9 novembre 2017, 9:39

Ho solo dato un'occhiata al post, ma ne rimando la lettura a stasera, con la giusta atmosfera e la giusta musica, perché sono solita viaggiare con i tuoi post, soprattutto se parlano degli anni '20 e '30
Florinda


"Non abbiate nelle vostre case nulla che non sapete essere utile o che non ritenete essere bello" William Morris

Silemar
Levetta
Levetta
Messaggi: 618
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 18:02
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei-Boku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Rieti
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Silemar » giovedì 9 novembre 2017, 11:00

Bellissima Musicus, davvero. La linea, le laminature, la celluloide, lo stato di conservazione... tutto semplicemente perfetto. E' vero... beato chi la possiede! :D
Grazie per avercela mostrata con la tua consueta raffinatezza. :thumbup:
Laura

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Musicus » giovedì 9 novembre 2017, 11:43

efreddi ha scritto:
giovedì 9 novembre 2017, 6:40
...
Non sono un estimatore delle matite meccaniche, ma apprezzo molto questo tuo contributo.
Ciao, Elia, :thumbup: ti ringrazio per l'apprezzamento! :thumbup:
efreddi ha scritto:
giovedì 9 novembre 2017, 6:40
Eh,caro Giorgio, questo e' un colpo basso. La purezza estetica dei dipinti di Tamara De Lempicka nobiliterebbe anche un chiodo...
:lol:
Sono d'accordo! Io torno spesso all'immaginario dell'Artista perchè, come sempre accade per i grandi, incarna plasticamente alcune delle istanze estetiche del suo Tempo, che ella influenza e dalle quali è parimenti influenzata...
Tornando ai miei contributi, pur avendo più volte accostato una penna ad un'opera della Pittrice, ricordo con particolare piacere questa immagine di una lady Astoria: fingevo che la penna fosse uscita dalla scatolina regalo...
Tamara de Lempicka - Il Regalo - 1931.jpg
Tamara de Lempicka: Il Regalo, 1931
:wave:

Giorgio

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Musicus » giovedì 9 novembre 2017, 11:47

MiataJPS ha scritto:
giovedì 9 novembre 2017, 9:39
Ho solo dato un'occhiata al post, ma ne rimando la lettura a stasera, con la giusta atmosfera e la giusta musica, perché sono solita viaggiare con i tuoi post, soprattutto se parlano degli anni '20 e '30
Grazie, Florinda! :thumbup:
Le tue parole mi fanno molto piacere... :)
Silemar ha scritto:
giovedì 9 novembre 2017, 11:00
Bellissima Musicus, davvero. La linea, le laminature, la celluloide, lo stato di conservazione... tutto semplicemente perfetto. E' vero... beato chi la possiede!
Grazie per avercela mostrata con la tua consueta raffinatezza. :thumbup:
Cara Laura, grazie a te per la lettura attenta e per le belle parole!! :thumbup:

:wave:

Giorgio

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 553
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da lucre » giovedì 9 novembre 2017, 13:13

Ciao Giorgio, complimenti per la bellissima matita e per le foto. Queste matite, non avendo dovuto combattere con inchiostro e zolfo, hanno il merito di aver conservato la magnifica colorazione originaria, cosa che molto raramente mi è capitato di vedere nelle penne. Credo che la misura del puntale , in questa serie di matite, sia " standard " a giudicare dal fatto che la più piccola delle mie - lunga 12 cm - ha anch'essa un puntale da 3 cm.
Di nuovo complimenti e grazie
Luigi

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Musicus » giovedì 9 novembre 2017, 14:12

lucre ha scritto:
giovedì 9 novembre 2017, 13:13
Ciao Giorgio, complimenti per la bellissima matita e per le foto. Queste matite, non avendo dovuto combattere con inchiostro e zolfo, hanno il merito di aver conservato la magnifica colorazione originaria, cosa che molto raramente mi è capitato di vedere nelle penne. Credo che la misura del puntale , in questa serie di matite, sia " standard " a giudicare dal fatto che la più piccola delle mie - lunga 12 cm - ha anch'essa un puntale da 3 cm.
Di nuovo complimenti e grazie
Luigi
Grazie per l'apprezzamento, Luigi, sempre molto gradito! :thumbup:
Parker4-2-01 (1).jpg
Come risulta da questa foto tratta dall'articolo da me citato, si può verificare che la lunghezza era quella (cm.3) ma cambiava il diametro alla base del cono.
Un'altra questione che avrei voluto approfondire (ma non era il caso di fare in questa occasione) è quella dell'iscrizione sul fusto della matita, che subito prima della Imperial P&B sulle oversize era stata addirittura "Big Bro[ther]" (!!) Per fare pendant con il nomignolo "Big Red"...
Magari ci sarà la possibilità in futuro!
Grazie ancora, Luigi, e a presto! :wave:

Giorgio

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1551
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Medicus » giovedì 9 novembre 2017, 17:22

Non bastano le bellissime stilografiche , adesso anche le matite (che è vero è molto più bella di molte stilo ), non ti sembra di esagerare ?
Medicus

Lascialo perdere e non dargli retta se la risposta è un po acida , parla cosi solo per invidia, perchè possiede solo due Eversharp nemmeno lontanamente belle come la tua Parker.
Complimenti, perchè non mi sembra molto facile mantenere lo stesso tono delle descrizioni stilografiche.
Pierangelo :clap: :clap:
Ultima modifica di Medicus il giovedì 9 novembre 2017, 19:44, modificato 1 volta in totale.
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2290
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da Musicus » giovedì 9 novembre 2017, 19:18

Medicus ha scritto:
giovedì 9 novembre 2017, 17:22
Non bastano le bellissime stilografiche , adesso anche le matite (che è vero e molto più bella di molte stilo ), non ti sembra di esagerare ?
Medicus

Lascialo perdere e non dargli retta se la risposta è un po acida , parla cosi solo per invidia, perchè possiede solo due Eversharp nemmeno lontanamente belle come la tua Parker.
Complimenti, perchè non mi sembra molto facile mantenere lo stesso tono delle descrizioni stilografiche.
Pierangelo :clap:
Ma non eravate tre con Ludwig?!? 8-)

:D

Caro Pierangelo, qui le personalità si moltiplicano, le tue come le mie... :lol:

Ma a noi piace così!!! ;)

Ti ringrazio tanto del commento, come di consueto arguto e sempre attento!!!

Giorgio

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10159
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Parker Imperial Duofold Pearl-and-Black Pencil - 1928

Messaggio da piccardi » venerdì 10 novembre 2017, 14:16

Ciao Sergio,

come sai le matite meccaniche non sono proprio al centro del mio interesse, ma questa è davvero bella. Chissà chi era il Dr. Pontieri...

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Rispondi