C'è speranza

Comunicazioni, notizie ed eventi di interesse per il nostro Forum.
Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da DerAlte » giovedì 29 giugno 2017, 14:57

grafomane ha scritto:Personalmente non vedrei male il ritorno della stilografica a scuola. [...]
Ottima disamina, sono d'accordo su tutto.
Immagine

grafomane
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 264
Iscritto il: martedì 16 maggio 2017, 10:55

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da grafomane » venerdì 30 giugno 2017, 9:50

Giotto ha scritto:
grafomane ha scritto:ed ho sentito con le mie orecchie un ragazzo chiedere, all'esame di licenza media, di poter scrivere il tema in stampatello, perché col corsivo "non se la cavava molto bene"... a tredici anni...
Di mostruosità la scuola dell'obbligo è piena: basta fare un giro sui cosiddetti "social" per avere l'impulso di saltare dalla finestra :D
Scusa a parte, e se fosse stato stampatello minuscolo? ;)
Non è solo una questione di stile... il corsivo è necessario anche perché, all'occorrenza, "corre". Il mio corsivo è bruttino, e se vado veloce diventa orrendo. Però a lezione sono sempre riuscito a prendere appunti leggibili. Non aver pronto il corsivo e altre cosette utili tipo la tavola pitagorica o un filo di analisi logica a 13 anni vuol dire andare incontro a seri problemi alle superiori.
Infatti (altro dato preoccupante) oggi il tasso di abbandono nei primi anni della scuola superiore è decisamente troppo alto.

goccioloso
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 73
Iscritto il: giovedì 9 giugno 2016, 19:15
La mia penna preferita: aurora optima
Il mio inchiostro preferito: green, sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da goccioloso » venerdì 30 giugno 2017, 12:55

Vari fattori impediscono il ritorno della stilografica. ...
1) le mamme terrorizzate dalle macchie
2) la didattica cancella-riscrivi delle maestre.....
3) i Manciniche non saprebbero come usare la sstilografica

Avatar utente
mak97
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 262
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2016, 14:30
La mia penna preferita: Lamy CP1 Black
Il mio inchiostro preferito: R&K Blau Permanent
Misura preferita del pennino: Medio

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da mak97 » venerdì 30 giugno 2017, 15:13

grafomane ha scritto:Secondo me scrivere con una stilografica sviluppa una manualità di tipo superiore a quella che si sviluppa usando una biro. E affina il gusto per le forme armoniose. Per cui va bene perchè, sempre secondo me, chi ha una buona manualità è un pochino più intelligente in un certo tipo di intelligenza.
Non vedo perché l'utilizzare la stilografica sviluppi una manualità superiore dello scrivere con una normalissima bic. Inoltre anche dattilografia è utile e scrivere senza guardare la tastiera usando tutte e 10 le dita chi è in grado di scrivere 955 caratteri al minuto? Ed il fatto di saper scrivere veloci non implica il fatto di essere costretti a farlo!!
Quello che secondo me va insegnato è semplicemente come impugnare una penna e lasciar scegliere, matita, bic, replay (cosa più scomoda mai usata), stilografica, etc...
TeoJ ha scritto:Infatti scrivendo sulla tastiera la concentrazione è tutta nella scrittura, e non nel contenuto di quello che si sta scrivendo. Alla fine in pratica non si ricorda quasi nulla di quanto si ha scritto.
Solo se non sai scrivere. Io ho il problema di non riuscire a capire quello che scrivo se sto copiando del testo scritto (sia a mano che su PC), anzi per me a mano è peggio (soprattutto se devo ricopiare delle slides) perché mentre se scrivo al pc guardo sempre oltre lo schermo, se scrivo a mano e non voglio fare sgorbi devo anche guardare il quaderno (non tanto perché non riesca a scrivere ma non seguo il rigo).
Giotto ha scritto:
grafomane ha scritto:ed ho sentito con le mie orecchie un ragazzo chiedere, all'esame di licenza media, di poter scrivere il tema in stampatello, perché col corsivo "non se la cavava molto bene"... a tredici anni...
Di mostruosità la scuola dell'obbligo è piena: basta fare un giro sui cosiddetti "social" per avere l'impulso di saltare dalla finestra :D
Scusa a parte, e se fosse stato stampatello minuscolo? ;)
Ho visto un professore chiedere esplicitamente di scrivere in stampatello maiuscolo alla 3a prova e poverino neanche a dargli torto, anche perché se mi produce righe da manco mezzo cm per scrivere io faccio degli sgorbi assurdi, non mi viene naturale scrivere tanto piccolo!
goccioloso ha scritto:Vari fattori impediscono il ritorno della stilografica. ...
1) le mamme terrorizzate dalle macchie
2) la didattica cancella-riscrivi delle maestre.....
3) i Manciniche non saprebbero come usare la sstilografica
Il fatto di avere una alternativa più comoda da usare (tranne che per scrivere) e la mancanza di curiosità. Ma non la vedo tanto tragica, ognuno è libero di scegliere :)

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 318
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da Giotto » venerdì 30 giugno 2017, 15:17

grafomane ha scritto:Non è solo una questione di stile... il corsivo è necessario anche perché, all'occorrenza, "corre". Il mio corsivo è bruttino, e se vado veloce diventa orrendo. Però a lezione sono sempre riuscito a prendere appunti leggibili. Non aver pronto il corsivo e altre cosette utili tipo la tavola pitagorica o un filo di analisi logica a 13 anni vuol dire andare incontro a seri problemi alle superiori.
Infatti (altro dato preoccupante) oggi il tasso di abbandono nei primi anni della scuola superiore è decisamente troppo alto.
Concordo con te che la mancanza di basi sia un problema sempre più' comune. E, a parer mio, non incide solo sul percorso scolastico.
La mia "strizzatina d'occhio" ;) si spiega col fatto che verso la fine delle scuole elementari, per una serie di ragioni, ho abbandonato il corsivo preferendo lo stampatello minuscolo (questo non vuol dire che io non sappia scrivere in corsivo :D )

Avatar utente
mak97
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 262
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2016, 14:30
La mia penna preferita: Lamy CP1 Black
Il mio inchiostro preferito: R&K Blau Permanent
Misura preferita del pennino: Medio

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da mak97 » venerdì 30 giugno 2017, 15:31

Giotto ha scritto:Concordo con te che la mancanza di basi sia un problema sempre più' comune. E, a parer mio, non incide solo sul percorso scolastico.
La mia "strizzatina d'occhio" ;) si spiega col fatto che verso la fine delle scuole elementari, per una serie di ragioni, ho abbandonato il corsivo preferendo lo stampatello minuscolo (questo non vuol dire che io non sappia scrivere in corsivo :D )
Io scrivevo in corsivo già all'asilo e facevo menare le maestre (poi risolto come fai un po' come cavolo ti pare, si ero e sono molto testardo) perché in prima ci facevano usare le matite (nessun problema) (tutti scrivevano in stampatello ed io in corsivo :oops:), poi siamo passati alle replay (odio profondo da subito, l'ho usata 2 giorni, e visto che il fatto che usassi le matite non piaceva sono passato ad una roller con inchiostro stilografico della pelikan (non ho idea di come si chiami, era una penna cicciotta di gomma nera e rossa con il marchio del pelicano, dovevi metterci 2 cartucce (perché non erano fissate) e mi divertivo a ricaricarle con una siringa senza ago. Dopo una decina di ricariche si sfondava la plastica che teneva la sfera).
Giotto ha scritto:questo non vuol dire che io non sappia scrivere in corsivo :D
Beh, ora perciò mi incuriosisci, come mai allora preferivi lo stampatello? Io in corsivo scrivo più veloce e quindi mi ci trovo meglio. Un mio amico scriveva sempre in stampatello perché il corsivo (non è che non lo sapesse fare) ma non lo sapeva fare perché era lentissimo a scriverci!!

P.S. Secondo me non ha senso insegnare la calligrafia a scuola. Ma bisognerebbe insegnare davvero a scrivere alla scuola primaria, cominciando a diminuire il numero degli studenti nelle classi. Se lo si fa con una penna a sfera o una matita o una stilografica cambia poco secondo me. La cosa importante è vigilare e correggere.

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 318
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da Giotto » venerdì 30 giugno 2017, 16:10

mak97 ha scritto:Beh, ora perciò mi incuriosisci, come mai allora preferivi lo stampatello?
Utilizzo tutt'ora lo stampatello, sia per documenti ufficiali che per appunti; giusto la firma rimane in corsivo.
Mi piace leggere da sempre: uno dei motivi fu che mi divenne spontaneo scrivere con lo stesso stile presente sui libri (per ogni carattere in corsivo i miei occhi ne vedevano almeno cento in stampatello); un altro è che lo stampatello mi risulta più' elegante e leggibile.

paki
Levetta
Levetta
Messaggi: 525
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2014, 16:15
La mia penna preferita: Pelikan M805 Stresemann
Il mio inchiostro preferito: Diamine 150th Blue Velvet
Misura preferita del pennino: Italico
Sesso:

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da paki » venerdì 30 giugno 2017, 16:13

mak97 ha scritto: Secondo me non ha senso insegnare la calligrafia a scuola. Ma bisognerebbe insegnare davvero a scrivere alla scuola primaria, cominciando a diminuire il numero degli studenti nelle classi. Se lo si fa con una penna a sfera o una matita o una stilografica cambia poco secondo me. La cosa importante è vigilare e correggere.
Concordo.

L'idea della stilografica nasce come palliativo a un insegnamento scorretto perché, come ben sappiamo, una stilografica ti costrige ad impugnare la penna correttamente e a non premere. In pratica la stilografica farebbe quello che i docenti di oggi non fanno.
Pasquale
Immagine

Avatar utente
mak97
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 262
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2016, 14:30
La mia penna preferita: Lamy CP1 Black
Il mio inchiostro preferito: R&K Blau Permanent
Misura preferita del pennino: Medio

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da mak97 » venerdì 30 giugno 2017, 16:22

Giotto ha scritto:Mi piace leggere da sempre: uno dei motivi fu che mi divenne spontaneo scrivere con lo stesso stile presente sui libri
Molto interessante davvero, sarei curioso di vedere un tuo stampatello :D
Giotto ha scritto:(per ogni carattere in corsivo i miei occhi ne vedevano almeno cento in stampatello)
Beh, basta l'allenamento ;)
Giotto ha scritto:un altro è che lo stampatello mi risulta più' elegante e leggibile.
Beh leggibile direi che è sicuro (a meno che non sia il mio stampatello se ho fretta dove non stacco mai la penna dal foglio).
Io di solito invece utilizzo stampatello maiuscolo per i titoli, maiuscoletto (o stampatello minuscolo ma sempre più di rado dato che ormai lo ho fatto diventare un monospace) per i sottotitolo e stampatello minuscolo monospace per codice o dati (tipo mail).
Per quanto riguarda l'elegante non saprei, dipende... Io so far apparire lo stampatello davvero sgraziato e corsivato. Anche un bel corsivo inglese direi che è molto elegante ;)
paki ha scritto:L'idea della stilografica nasce come palliativo a un insegnamento scorretto perché, come ben sappiamo, una stilografica ti costrige ad impugnare la penna correttamente e a non premere. In pratica la stilografica farebbe quello che i docenti di oggi non fanno.
Ho visto gente impugnare una stilografica per la prima volta e... nutro dei dubbi che non si possano trovare modi assurdi per utilizzarla... Credo siano un pessimo palliativo (e non parlo del semplice usare il pennino un po' storto) :(

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 318
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da Giotto » venerdì 30 giugno 2017, 16:51

mak97 ha scritto:Beh, basta l'allenamento ;)
Sarà stato il (troppo?) leggere. :lol:
mak97 ha scritto:Anche un bel corsivo inglese direi che è molto elegante ;)
Indubbiamente ... però a me piace più l'Onciale dello Spencerian ;)

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 318
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da Giotto » venerdì 30 giugno 2017, 16:56

mak97 ha scritto:P.S. Secondo me non ha senso insegnare la calligrafia a scuola.
Magari non "calligrafia" ... però, come bene o male sosteniamo tutti, almeno "grafia".

Avatar utente
mak97
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 262
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2016, 14:30
La mia penna preferita: Lamy CP1 Black
Il mio inchiostro preferito: R&K Blau Permanent
Misura preferita del pennino: Medio

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da mak97 » venerdì 30 giugno 2017, 17:52

Giotto ha scritto:Magari non "calligrafia" ... però, come bene o male sosteniamo tutti, almeno "grafia".
Sono convinto che scrivere male sia causato da 3 problemi (escludendo ogni forma di patologia):
  • troppa fretta (eccomi, ce la metto anche quando non serve)
  • mancanza di allenamento
  • mancanza di tecnica (cioè o non sapere come sono fatte le lettere o sbagliare a seguirle, avere una postura sbagliata oppure impugnare male la penna
Per l'ultima alla fine non è molto complicato, basterebbe un pochino di attenzione sulla singola persona da parte dei maestri alle elementari. Ma spesso non è possibili a causa delle classi troppo affollate. Allora il compito ricade sui genitori/nonni o chi per loro.

Alla fine io a leggere/scrivere e le tabelline le ho imparate grazie a alla mia cara nonna e non alle maestre delle elementari (che diciamoci la verità, imparare a memoria i numeri in sequenza cantandoli anche non ti fa ricordare quanto fa 7*5 se prima non fai 7 14 21 28 35, il metodo giusto è ripetere ogni volta gli operandi e essere interrogati chiedendole in ordine aleatorio, stessa cosa per l'alfabeto e la ricerca sul dizionario, uno dovrebbe sapere l'alfabeto a memoria in tutti e due i versi per sapere sempre quale lettera viene prima e quale dopo e non dover ogni volta ricominciare dalla A (cosa vista fare realmente)).

Avatar utente
efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 318
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso:

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da efreddi » venerdì 30 giugno 2017, 19:15

Giotto ha scritto:
mak97 ha scritto:Anche un bel corsivo inglese direi che è molto elegante ;)
Indubbiamente ... però a me piace più l'Onciale dello Spencerian ;)
Sono assolutamente d'accordo! :clap:
Elia
----------------------------

claudio54
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 129
Iscritto il: venerdì 28 aprile 2017, 12:50
La mia penna preferita: Waterman per ragioni affettive
Il mio inchiostro preferito: da definire
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso:

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da claudio54 » mercoledì 5 luglio 2017, 11:02

se serve una firma sono presente

grafomane
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 264
Iscritto il: martedì 16 maggio 2017, 10:55

Riportare la stilografica nelle scuole

Messaggio da grafomane » mercoledì 5 luglio 2017, 17:06

mak97 ha scritto:(...)
...mancanza di tecnica (cioè o non sapere come sono fatte le lettere o sbagliare a seguirle, avere una postura sbagliata oppure impugnare male la penna.
(...) alla fine non è molto complicato, basterebbe un pochino di attenzione sulla singola persona da parte dei maestri alle elementari.
(...)
Faccio presente che la maggior parte degli attuali maestri elementari ha un'età tra i venticinque e i cinquant'anni. Quelli tra loro che hanno imparato a scrivere con la stilografica o sono già in pensione o ci stanno andando (ai loro tempi si iniziava a insegnare dopo quattro anni di scuola magistrale, e le maestre non avevano da fare neanche il servizio militare di leva, e si trovava lavoro subito, per cui, anche lasciando perdere i casi vergognosi della pensione dopo 19 anni sei mesi e un giorno di scuola, gli anni di servizio necessari li hanno raggiunti in età relativamente giovane). Per cui chi volesse far usare la stilo ai bambini a scuola dovrebbe prima imparare a usarla lui. E' vero che non ci vorrebbe molto, ma temo che sia una cosa fuori dal loro orizzonte...

Rispondi