Pagina 1 di 1

Scrivere a mano. Una rassegna di opinioni

Inviato: sabato 5 gennaio 2019, 15:58
da Ottorino

Scrivere a mano. Una rassegna di opinioni

Inviato: domenica 6 gennaio 2019, 1:30
da Gargaros
Leggevo nei giorni scorsi che anche il mercato delle penne stilografiche ha riconosciuto un'impennata negli ultimi anni... Magari le cose sono collegate, o forse l'uno è un derivato dell'altro. Chissà.

Comunque è incoraggiante che si torni indietro. Per alcune cose pare che convenga.


EDIT
https://www.wired.it/economia/business/ ... ografiche/

Scrivere a mano. Una rassegna di opinioni

Inviato: domenica 6 gennaio 2019, 2:36
da analogico
Gargaros ha scritto:
domenica 6 gennaio 2019, 1:30
Leggevo nei giorni scorsi che anche il mercato delle penne stilografiche ha riconosciuto un'impennata negli ultimi anni... Magari le cose sono collegate, o forse l'uno è un derivato dell'altro. Chissà.

Comunque è incoraggiante che si torni indietro. Per alcune cose pare che convenga.


EDIT
https://www.wired.it/economia/business/ ... ografiche/
Cè un però da valutare.
Nel periodo preso in esame il valore delle vendite è cresciuto del 2,1% , però il numero di pezzi venduti è calato di ben 5 punti.
Meno penne vendute, ma di maggior valore, sempre meno strumento di utilizzo quotidiano, sempre più bene di lusso.
Il che si traduce in sempre meno penne in giro nelle mani delle persone, sempre più penne negli astucci , nelle vetrinette, se non addirittura nelle cassette di sicurezza.
Questo è quanto riguarda il nuovo, l'usato ed il vintage ovviamente fanno storia a se , ma suppongo sia una storia poco pesante a livello numerico/economico essendo una nicchia nella nicchia.

Scrivere a mano. Una rassegna di opinioni

Inviato: lunedì 7 gennaio 2019, 15:03
da Stormwolfie
L'articolo sul Corriere è interessante per capire come alcune cose stanno cambiando. Scrivere a mano è indubbiamente un valore aggiunto alla vita di tutti i giorni, diventa un elemento spesso meditativo ed almeno per me rientra in un contesto di crescita personale. Il piacere di scrivere con una stilografica aumenta il desiderio di migliorare le mie abilità grafiche e di contenuto, e questo mi riempie di soddisfazione.
Diverso il discorso sulle penne. Su questo mi interrogo frequentemente. Spesso acquisto in maniera compulsiva per il desiderio di avere l'oggetto tra le mie mani e mi rammarico dopo di non poter usare tutte le penne che ho acquistato. Questo comportamento fa un po' a cazzotti con il piacere di scrivere che raccoglie e recupera dei valori.Mi rispondo che l'importante è averne consapevolezza e quindi migliorare il mio atteggiamento verso gesti troppo automatici.
Grazie Otto per la riflessione, è qualcosa che mi interessa esplorare con tutti voi.