Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

I problemi che incontriamo nel mondo delle Penne, oltre quelli generali. Parliamone.
Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 290
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da Stilo80 » venerdì 17 agosto 2018, 10:04

Ciao a tutti,
Premesso che comunque la mia fascinazione per questo mondo non è vista come mero interesse economico, secondo voi serie speciali e limitate, ammettendo che se ne conservi la scatola e la garanzia originali aumentano il loro valore anche nel caso vengano usate per intinzione invece di essere inchiostrate? Probabilmente può sembrare una domanda banale o scontata, ma ieri confrontandomi con un collezionista di Rolex mi sonk effettivamente chiesto se oltre alla bellezza ed alla grazia di questi inseparabili strumenti di scrittura ci fosse un loro effettivo maggior valore nel tempo. Guardando sulla baia o i mercatini non si direbbe.

Mettiamo il caso, per avere un esempio specifico che si volesse affrontare una spesa verso una montblanc le petit prince, il suo valore in queste condizioni o peggio se usata del tutto con inchiostratura aumenterebbe?

Sto cercando una scusa in più per comprarla non so se si è capito... ;)

Voi che ne pensate?

Avatar utente
Mightyspank
Levetta
Levetta
Messaggi: 744
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da Mightyspank » venerdì 17 agosto 2018, 11:30

Prendila se ti piace e se ti va di affrontare la spesa.
Stesso discorso per l'uso. Se la prendi per scriverci dimentica le considerazioni sul valore futuro, che sarà comunque molto inferiore a quanto l'avrai pagata.
A parte rare eccezioni le edizioni limitate, soprattutto quelle attuali, non sono particolarmente appetibili.

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1225
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da rolex hunter » venerdì 17 agosto 2018, 11:37

Che io sappia un oggetto, qualunque oggetto (nuovo o vintage) vale di più nella condizione "inusato".

Per rispondere alla tua domanda, certo, una ipotetica L.E. "usata" ma con il corredo completo varrebbe meno della stessa penna "inusata" e con il corredo completo, e più della stessa penna "senza corredo".

Il "quanto" di più (che non è affatto scontato e/o automatico) dipende da molte varianti.

Lascia perdere le ipotesi economiche: se ti piace comprala, usala e goditela.
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 290
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da Stilo80 » venerdì 17 agosto 2018, 13:59

Grazie, quindi una L.E. Se viene usata e non si trova più in commercio vale comunque meno del prezzo di acquisto originario anche se in presenza di corredo?

Grazie.

Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 267
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da fufluns » venerdì 17 agosto 2018, 14:27

Ci sono eccezioni (piuttosto rare), ma sì, come regola generale le penne in edizione limitata, inusate o usate, valgono meno di quanto costavano da nuove. Se si calcolasse il valore reale con la inflazione delle monete, valgono spesso molto meno.

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1225
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da rolex hunter » venerdì 17 agosto 2018, 15:24

Praticamente tutte le eccezioni a quanto detto sopra hanno la stella sul cappuccio.
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 290
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da Stilo80 » venerdì 17 agosto 2018, 15:37

rolex hunter ha scritto:
venerdì 17 agosto 2018, 15:24
Praticamente tutte le eccezioni a quanto detto sopra hanno la stella sul cappuccio.

Quindi per esser certo di aver capito, nel caso delle signore stellate che siano usate o non usate se in edizione speciale o limitata tendono ad impreziosirsi nel tempo?
Ultima modifica di Stilo80 il venerdì 17 agosto 2018, 22:14, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
sciumbasci
Levetta
Levetta
Messaggi: 652
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2015, 11:58
La mia penna preferita: Lamy Safari
Località: Reggio Emilia
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da sciumbasci » venerdì 17 agosto 2018, 15:52

Sempre li vai a parare :D
La risposta credo che sia: boh
Nel senso che non si può sapere con certezza se una edizione limitata un giorno varrà di più di prima, e non si sa neanche quale.
In teoria no.

La pratica però è ben diversa.
Magari un giorno, doman, come tra un anno, come tra 50 anni, le penne di gianluca saranno quotate 3 volte il loro prezzo; allo stesso modo la Petit Prince potrebbe risultare in una svalutazione che manco il dollaro di Zimbabwe

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 306
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da Giotto » venerdì 17 agosto 2018, 15:58

rolex hunter ha scritto:
venerdì 17 agosto 2018, 15:24
Praticamente tutte le eccezioni a quanto detto sopra hanno la stella sul cappuccio.
Bianca?
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
francoiacc
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 400
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da francoiacc » venerdì 17 agosto 2018, 16:08

Io ho il presentimento che difficilmente l'acquisto di una penna nuova, per quanto LE, sia un investimento, o quantomeno un investimento sicuro. Vedo davvero poche eccezioni dove il prezzo sia salito, tra queste le vecchie Monblanc in Celluloide o le OMAS tipo le Arco o le 360. Per il resto non vedo molto.
Sinceramente se dovessi prendere una bella penna LE non me la comprerei di certo per un investimento, sarebbe una scommessa troppo azzardata.
Francesco

"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 199
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da ricart » venerdì 17 agosto 2018, 16:09

Stellate o non stellate sempre usato è, quindi per me non possono valere come nuove o più di nuove. Se uno mette in vendita una penna tenuta nel cassetto per X anni senza usarla la ritengo sempre una penna di "seconda mano" e quindi non gli darò mai i soldi da lui spesi.Stiamo parlando di penne "industriali" costruite in migliaia di pezzi, non sono pezzi unici o quasi e/o tiratura limitatissima.Tutti gli oggetti degradano con l'uso e succede lo stesso anche per quelli chiusi nelle scatole,penso che sia nella natura delle cose.Poi ci sono le eccezioni ma qui è tutta un'altra storia.

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 826
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da analogico » venerdì 17 agosto 2018, 16:53

Io non ho mai sentito o visto qualcuno che investe in penne.
Mi pare abbastanza chiaro che in linea generale , con le penne non ci si guadagni.
Le poche, pochissime eccezioni, probabilmente costano già oggi così tanto che sono riservate a pochissimi eletti , e circolano nell' iperuranio dell’alto collezionismo internazionale da cui i comuni mortali sono esclusi.
Poi è ovvio che ci possono essere penne che hanno quel valore aggiunto dato da una storia particolare, ma questo prescinde dall'oggetto in se.
Per esempio se uno si ritrova una penna indubitabilmente appartenuta a Gabriele D'annunzio, probabilmente ha per le mani un certo valore, se si ritrova la stessa penna appartenuta al notaio Pinco Pallo, probabilmente ha poco , o niente.
Insomma per quanto mi riguarda se avessi dei soldi da "buttare" comprerei penne ( ma anche tante altre cose) magari costose, se invece avessi dei soldi da investire me ne guarderei bene.
Antonio

Tutte le persone conoscono il prezzo delle cose ma soltanto alcune ne conoscono il valore.
(O.Wilde)

Avatar utente
ASTROLUX
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 806
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da ASTROLUX » venerdì 17 agosto 2018, 18:25

Magari una Aurora Etiopia potrebbe rivalutarsi...ma non vedo le penne come investimento.

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 290
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da Stilo80 » venerdì 17 agosto 2018, 22:24

Questo thread serviva a farmi capire che... La sostanza non cambia e resto malato per questo mondo :lol: magari sarò meno incline a spendere quel di più che avrei speso pensando ad un improbabile investimento a favore dei posteri. Del resto le esperienze con la baia parlano chiaro.

Pinco Pallo è più famoso di D'Annunzio se abbiamo una sua penna teniamocela stretta :mrgreen:

Grazie a tutti ahimè sarebbe stato bello sperare in una nota di gradimento del mercato migliore purtroppo immaginavo, ma la conferma di molti è stata utile a metterci la definitiva pietra su per questo aspetto.

Grazie!

Avatar utente
ASTROLUX
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 806
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

Stilografiche che s'impreziosiscono... O no?

Messaggio da ASTROLUX » venerdì 17 agosto 2018, 22:34

Stilo80 ha scritto:
venerdì 17 agosto 2018, 22:24
....magari sarò meno incline a spendere quel di più che avrei speso pensando ad un improbabile investimento a favore dei posteri.
Grazie!
Cito da "Così parlò Bellavista" di Luciano De Crescenzo
Stoici ed Epicurei...
"Gli Stoici amano i grandi obiettivi posti al di là della vita, e per questi obiettivi loro sono disposti a morire...noi no, noi siamo Epicurei. Noi ci accontentiamo di poco purché questo poco ci venga dato al più presto possibile...d'altra parte perché sacrificarsi per i posteri, che cosa hanno fatto questi posteri per noi?"

:lol:

Rispondi