Pagina 4 di 4

Comparazione Servizi di Assistenza

Inviato: giovedì 13 aprile 2017, 17:16
da gionni
gionni ha scritto:Riguardo al servizio di assistenza Parker, posso finora dire che ho portato la penna, che ha un anno e mezzo di vita e non è mai stata usata, a far riparare perchè il cappucco era crepato e, dopo oltre due mesi, il negozio che l'ha spedita alla Parker non ha notizie della penna (e non si cura neanche di chiederle...). Inoltre la negoziante, constatata la crepa, ha subito sollevato dubbi sul riconoscimento del difetto in garanzia, pur vedendo che la penna era ancora nuova. Per una penna costata oltre 300 euro mi pare un trattamento un pò scarso.
Aggiornerò il post quando cortesemente mi daranno notizie della penna.
Ciao. Gionni



Aggiorno il post: la Parker è arrivata una settimana fa circa e al negozio mi hanno detto che una prima volta era tornata non riparata, per cui hanno dovuto rispedirla al servizio di assistenza Parker, dove l'hanno finalmente riparata, riconoscendo il danno (cappuccio crepato) come difetto del materiale, sostituendolo in garanzia. Tutto bene, quindi , tranne il tempo passato, circa due mesi e mezzo.
Ciao. Gionni

Comparazione Servizi di Assistenza

Inviato: giovedì 13 aprile 2017, 21:01
da vikingo60
Illustrerò in breve una mia esperienza con il Servizio di assistenza TWSBI.
Si è sempre detto della estrema disponibilità di questa Casa nel venire incontro ai clienti, addirittura spedendo i pezzi a domicilio, anche se negli ultimi tempi so per certo che venivano richiesti brevi filmati per documentare il difetto riscontrato.
Ho ceduto alla tentazione di acquistare una TWSBI Classic nera.
Alla terza ricarica mi è rimasto il fondello in mano, con l'asse incastrato all'interno del fusto.
Contattata la TWSBI, mi è stato risposto da un certo Philip Wang che le loro penne non si rompono mai, e si meravigliavano di come fossi riuscito a romperne una io (in tono di scherno, naturalmente). Wang ha allegato un video di Youtube dal quale non si capiva assolutamente nulla.
Da me ricontattato, mi ha inviato un altro video (anche esso inutile) avvertendomi che se non fossi riuscito a metterla a posto avrei dovuto rimandarla a mie spese a Taiwan (cosa che non mi sognavo neanche di fare), ricordandomi inoltre che la continua lubrificazione è fondamentale.
Alla fine dopo due ore di "combattimenti" sono riuscito ad estrarre l'albero incastrato e a lubrificarlo, e a rimontarla.
Aggiungo anche che fin da nuova aveva avuto problemi di false partenze che ho sistemato da solo armeggiando con i rebbi.
A questo punto la domanda: sarebbe mai convenuto rinviarla a Taiwan? Il valore della penna avrebbe giustificato la spesa di andata e ritorno?
Quanto alla lubrificazione, scrivo con penne che ho lubrificato molto di rado; alcune, come la vecchia Ero, addirittura mai, senza aver avuto in qualche modo problemi.
In base alla mia esperienza ho deciso perciò di non acquistare più alcuna penna TWSBI.
Con ciò intendo mettere in guardia chi avesse l'intenzione di acquistarne qualcuna. Con buona pace del signor Wang.

Comparazione Servizi di Assistenza

Inviato: venerdì 14 aprile 2017, 0:31
da DerAlte
Alessandro, non c'era modo di fare presente il problema anche al negoziante?

Comparazione Servizi di Assistenza

Inviato: venerdì 14 aprile 2017, 0:35
da vikingo60
L'ho fatto, ma mi ha risposto che secondo le ultime disposizioni della TWSBI era necessario rinviare a loro la penna a mie spese.