Comparazione Servizi di Assistenza

I problemi che incontriamo nel mondo delle Penne, oltre quelli generali. Parliamone.
gionni
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 126
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88 (Nizzoli design)
Il mio inchiostro preferito: Parker Quink
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Torino
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda gionni » giovedì 13 aprile 2017, 17:16

gionni ha scritto:Riguardo al servizio di assistenza Parker, posso finora dire che ho portato la penna, che ha un anno e mezzo di vita e non è mai stata usata, a far riparare perchè il cappucco era crepato e, dopo oltre due mesi, il negozio che l'ha spedita alla Parker non ha notizie della penna (e non si cura neanche di chiederle...). Inoltre la negoziante, constatata la crepa, ha subito sollevato dubbi sul riconoscimento del difetto in garanzia, pur vedendo che la penna era ancora nuova. Per una penna costata oltre 300 euro mi pare un trattamento un pò scarso.
Aggiornerò il post quando cortesemente mi daranno notizie della penna.
Ciao. Gionni



Aggiorno il post: la Parker è arrivata una settimana fa circa e al negozio mi hanno detto che una prima volta era tornata non riparata, per cui hanno dovuto rispedirla al servizio di assistenza Parker, dove l'hanno finalmente riparata, riconoscendo il danno (cappuccio crepato) come difetto del materiale, sostituendolo in garanzia. Tutto bene, quindi , tranne il tempo passato, circa due mesi e mezzo.
Ciao. Gionni

Avatar utente
vikingo60
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4703
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 16:50
La mia penna preferita: Pelikan M 200
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113
Località: Isernia
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda vikingo60 » giovedì 13 aprile 2017, 21:01

Illustrerò in breve una mia esperienza con il Servizio di assistenza TWSBI.
Si è sempre detto della estrema disponibilità di questa Casa nel venire incontro ai clienti, addirittura spedendo i pezzi a domicilio, anche se negli ultimi tempi so per certo che venivano richiesti brevi filmati per documentare il difetto riscontrato.
Ho ceduto alla tentazione di acquistare una TWSBI Classic nera.
Alla terza ricarica mi è rimasto il fondello in mano, con l'asse incastrato all'interno del fusto.
Contattata la TWSBI, mi è stato risposto da un certo Philip Wang che le loro penne non si rompono mai, e si meravigliavano di come fossi riuscito a romperne una io (in tono di scherno, naturalmente). Wang ha allegato un video di Youtube dal quale non si capiva assolutamente nulla.
Da me ricontattato, mi ha inviato un altro video (anche esso inutile) avvertendomi che se non fossi riuscito a metterla a posto avrei dovuto rimandarla a mie spese a Taiwan (cosa che non mi sognavo neanche di fare), ricordandomi inoltre che la continua lubrificazione è fondamentale.
Alla fine dopo due ore di "combattimenti" sono riuscito ad estrarre l'albero incastrato e a lubrificarlo, e a rimontarla.
Aggiungo anche che fin da nuova aveva avuto problemi di false partenze che ho sistemato da solo armeggiando con i rebbi.
A questo punto la domanda: sarebbe mai convenuto rinviarla a Taiwan? Il valore della penna avrebbe giustificato la spesa di andata e ritorno?
Quanto alla lubrificazione, scrivo con penne che ho lubrificato molto di rado; alcune, come la vecchia Ero, addirittura mai, senza aver avuto in qualche modo problemi.
In base alla mia esperienza ho deciso perciò di non acquistare più alcuna penna TWSBI.
Con ciò intendo mettere in guardia chi avesse l'intenzione di acquistarne qualcuna. Con buona pace del signor Wang.
Alessandro

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1066
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda DerAlte » venerdì 14 aprile 2017, 0:31

Alessandro, non c'era modo di fare presente il problema anche al negoziante?
Immagine

Avatar utente
vikingo60
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4703
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 16:50
La mia penna preferita: Pelikan M 200
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113
Località: Isernia
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda vikingo60 » venerdì 14 aprile 2017, 0:35

L'ho fatto, ma mi ha risposto che secondo le ultime disposizioni della TWSBI era necessario rinviare a loro la penna a mie spese.
Alessandro

Avatar utente
Daniele
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 2172
Iscritto il: giovedì 18 agosto 2011, 9:47
La mia penna preferita: Quelle del Forum!
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 000
Arte Italiana FP.IT M: 000
Fp.it ℵ: 000
Fp.it 霊気: 000
Fp.it Vera: 000
Località: Roma
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda Daniele » giovedì 11 maggio 2017, 8:17

Riporto la mia personale recentissima esperienza con l'assistenza TWSBI.
Ho una Diamond 540 Smoke alla quale, il solito ignorante a caso, nel mio ufficio ha tirato il cappuccio invece che svitarlo.
Il risultato è stato questo:

20170510_122746.jpg
Il cappuccio dopo essere stato gentilmente tirato dal troglodita...


Ho scritto all'assistenza TWSBI, all'indirizzo twsbiinc@gmail.com, e il giorno stesso mi ha risposto Philip Wang.
Ha immediatamente dato la sua disponibilità a spedirmi un cappuccio di ricambio pagando le sole spese di spedizione, tramite posta aerea registrata, stimate in ragionevolissimi 5 dollari americani (4,76 euro).
Devo aggiungere che in passato mi è successa una cosa simile con la TWSBI VAC 700 e in quella occasione non pagai neanche le spese di spedizione.
Daniele

Memento Audere Semper
(Gabriele D'Annunzio)

gionni
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 126
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88 (Nizzoli design)
Il mio inchiostro preferito: Parker Quink
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Torino
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda gionni » giovedì 11 maggio 2017, 10:32

vikingo60 ha scritto:L'ho fatto, ma mi ha risposto che secondo le ultime disposizioni della TWSBI era necessario rinviare a loro la penna a mie spese.


Alessandro, se la penna è stata acquistata in Italia, secondo la legge il venditore è obbligato a riparare la penna in garanzia legale (entro i due anni dall'acquisto) anche se il produttore decide diversamente. Il negoziante avebbe dovuto ritirare la penna e provvedere lui stesso ad inviarla all'assistenza .

Ciao. Gionni

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1066
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda DerAlte » giovedì 11 maggio 2017, 16:15

Tecnicamente dovrebbe essere un danno fuori garanzia, visto che il tuo collega ha tirato anziché svitato il cappuccio.
Lo dico non per fare il precisino, ma perché capita, sono convinto che una certa operazione vada fatta in un certo modo ed invece va fatta in un altro, a volte non succede nulla, a volte succede il patatràc.
La Twsbi, piuttosto che sindacare sul danno, manda il pezzo di ricambio e basta, bisognerebbe però in coscienza non abusarne, perché l'azienda finirà per spalmare i costi di garanzia su tutti i clienti.
Immagine

Avatar utente
vikingo60
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4703
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 16:50
La mia penna preferita: Pelikan M 200
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113
Località: Isernia
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda vikingo60 » giovedì 11 maggio 2017, 19:52

Il problema è che il negoziante avrebbe comunque addebitato a me i costi di spedizione .
Comunque tanto per dire anche Pelikan non si sta comportando bene. Ho dovuto inviare una M 800 in Germania due volte perché lo stantuffo non tratteneva più l'inchiostro e alla fine me l'hanno rimandata così come era. Quando l'assistenza stava a Milano funzionava in modo impeccabile.
Alessandro

Avatar utente
alfredop
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1695
Iscritto il: martedì 30 dicembre 2008, 17:48
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 061
Località: Napoli
Sesso: Non Specificato

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda alfredop » giovedì 11 maggio 2017, 20:13

Alessandro,

il problema è che nel tuo caso la penna andava riparata, e non era possibile inviare solo un ricambio (da quel che ho capito non c'era niente di rotto, bisognava solo smontare e rimontare un pezzo).
In passato hanno spedito anche a me ricambi chiedendomi solo le spese di spedizione (circa 5E.), anche fattorizzando i costi di spedizione il servizio assistenza da loro offerto mi sembra ancora buono.

Alfredo
“Andare all’inferno è facile . C’è una scala. Scendi il primo gradino. Poi scendi il secondo. Poi scivoli." (Leo Ortolani, Rat-Man n. 91)

Avatar utente
vikingo60
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4703
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 16:50
La mia penna preferita: Pelikan M 200
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113
Località: Isernia
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda vikingo60 » giovedì 11 maggio 2017, 23:10

Rimane il fatto che non è normale che una penna si smonti in mano mentre si ricarica...
Per questo ho deciso di lasciar perdere.
Alessandro

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 9244
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso: Uomo
Contatta:

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda piccardi » venerdì 12 maggio 2017, 9:25

DerAlte ha scritto:Tecnicamente dovrebbe essere un danno fuori garanzia, visto che il tuo collega ha tirato anziché svitato il cappuccio.
Lo dico non per fare il precisino, ma perché capita, sono convinto che una certa operazione vada fatta in un certo modo ed invece va fatta in un altro, a volte non succede nulla, a volte succede il patatràc.
La Twsbi, piuttosto che sindacare sul danno, manda il pezzo di ricambio e basta, bisognerebbe però in coscienza non abusarne, perché l'azienda finirà per spalmare i costi di garanzia su tutti i clienti.

Mi sembra che stai sottovalutando il fatto che non è per nulla normale (e men che meno accettabile) che tirando un cappuccio a vite questo si rompa. Questo mito del "manfano" che tira come un dannato un cappuccio e lo rompe va un minimo sfatato.

Nel caso specifico il problema è specifico di quella penna, anche a me quel cappuccio si è rotto esattamente nello stesso modo e l'ho sempre e solo svitato. Ed è successo 2 volte, con quello originale, e con il sostituto (stessa serie) che mi aveva fornito il venditore in sostituzione quando ancora anni fa mandavano pezzi di ricambio ai venditori. L'attuale è di quelli nuovi della 580 e non si rompe.

Quel cappuccio ha una fragilità strutturale (che mi risulta sia stata curata nei modelli nuovi) chiaramente identificata e pertanto la ditta provvede, giustamente, alla sua sostituzione.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
http://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
http://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1066
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda DerAlte » sabato 13 maggio 2017, 10:28

piccardi ha scritto:Mi sembra che stai sottovalutando il fatto che non è per nulla normale (e men che meno accettabile) che tirando un cappuccio a vite questo si rompa. Questo mito del "manfano" che tira come un dannato un cappuccio e lo rompe va un minimo sfatato.

Nel caso specifico il problema è specifico di quella penna, anche a me quel cappuccio si è rotto esattamente nello stesso modo e l'ho sempre e solo svitato. Ed è successo 2 volte, con quello originale, e con il sostituto (stessa serie) che mi aveva fornito il venditore in sostituzione quando ancora anni fa mandavano pezzi di ricambio ai venditori. L'attuale è di quelli nuovi della 580 e non si rompe.

Quel cappuccio ha una fragilità strutturale (che mi risulta sia stata curata nei modelli nuovi) chiaramente identificata e pertanto la ditta provvede, giustamente, alla sua sostituzione.

Simone

Rettifico il mio pensiero, il cappuccio in effetti non si sarebbe dovuto rompere con una o più trazioni, per quanto energiche.
La Twsbi evidentemente è ben al corrente del problema e si comporta di conseguenza, a maggior ragione perché questo si verifica anche in penne che vengono utilizzate appropriatamente.
Immagine

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1471
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Sheaffer Connoisseur
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda Medicus » lunedì 15 maggio 2017, 13:39

Se posso dire la mia : ho avuto solo una esperienza con l' assistenza e devo dire che non è stata entusiasmante.
Comunque, come su tutto c' è chi funziona bene e chi funziona male.
Quello che non mi va giù è che se la penna ( o un altro bene ) è in garanzia, perchè devo mandarla in assistenza a mie spese ? Se la penna è difettosa che colpa ne ho ?
Oppure perchè devo pagare la chiamata del tecnico se il mio frigorifero ( ad esempio ) è difettoso ed è in garanzia ?
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

Avatar utente
vikingo60
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4703
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 16:50
La mia penna preferita: Pelikan M 200
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113
Località: Isernia
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda vikingo60 » lunedì 15 maggio 2017, 14:43

Medicus ha scritto:Se posso dire la mia : ho avuto solo una esperienza con l' assistenza e devo dire che non è stata entusiasmante.
Comunque, come su tutto c' è chi funziona bene e chi funziona male.
Quello che non mi va giù è che se la penna ( o un altro bene ) è in garanzia, perchè devo mandarla in assistenza a mie spese ? Se la penna è difettosa che colpa ne ho ?
Oppure perchè devo pagare la chiamata del tecnico se il mio frigorifero ( ad esempio ) è difettoso ed è in garanzia ?

E' proprio ciò che dico anche io: sia che avessi inviato la penna tramite il negoziante o direttamente alla TWSBI a Taiwan le spese avrei dovuto pagarle io. In base a cosa?
Alessandro

Paolo79
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 77
Iscritto il: lunedì 26 dicembre 2016, 14:27
La mia penna preferita: Aurora 88P
Il mio inchiostro preferito: Verde Waterman
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Palermo
Sesso: Uomo

Comparazione Servizi di Assistenza

Messaggioda Paolo79 » giovedì 18 maggio 2017, 12:50

Esperienza con assistenza Pelikan. L'unico sentito ringraziamento è per uno dei migliori, più forniti e gentili rivenditori palermitani. Per il resto un disastro: spedita la mia M120 S.E. per la sostituzione del fusto causa alcune sbeccature. La penna fa tappa a Milano e da qui vola verso la Germania. Passano circa tre mesi e torna indietro col fusto spaccato all'altezza della manopola dello stantuffo. Il rivenditore - che va subito santificato - si offre di rispedire il tutto a Milano per ricominciare da capo la trafila. Forse faccio prima a stanziare altri 179 euro e ricomprarmi la penna!!!


Torna a “Problematiche di settore”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti