Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

I problemi che incontriamo nel mondo delle Penne, oltre quelli generali. Parliamone.
musicamusica
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 235
Iscritto il: sabato 18 aprile 2015, 14:52
La mia penna preferita: tante
Il mio inchiostro preferito: molti
Misura preferita del pennino: Flessibile
Sesso: Non Specificato
Contatta:

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da musicamusica » sabato 23 dicembre 2017, 9:54

E' di questi giorni la notizia che la famiglia Fedrigoni ha ceduto il gruppo Fabriano ad acquirenti esteri. Sono certo che i nuovi proprietari manterranno alto il prestigio di questo storico marchio e spero che non ci siano ripercussioni sui posti di lavoro, dispiace solamente che un altro marchio storico del nostro paese passi di mano...
Chi di noi da bambini, non ha usato un album da disegno fabriano per muovere i primi passi con stecche e righelli o cimentarsi a mano libera ?
ciao a tutti e auguri di Buon Natale

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 8880
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da maxpop 55 » sabato 23 dicembre 2017, 12:17

Ricordo da piccolo quando andavo a comprarli in merceria ......................... :cry:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 752
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso: Uomo
Contatta:

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da Monet63 » sabato 23 dicembre 2017, 12:40

Beh, ultimamente non è che Fedrigoni stesse facendo faville.
Ad esempio, una delle migliori carte al mondo professionali (anche nel prezzo, 9 euro al foglio) da disegno, la Fabriano Roma fatta a mano, era stata messa in un angolino: contrazione decisa della gamma portando le tinte da 20 a 3, eliminando addirittura la fondamentale tonalità grigia, che veniva usata in tutto il mondo da pittori da 4000 euro per un deux crayons. Motivo? Il mastro cartaio (una figura altamente specializzata, come si può immaginare) era stato messo alla rotatoria per la produzione di carta da fotocopie. Un pò come mettere Fernando Alonso alla guida di un autobus cittadino. Uno spreco senza fine, una vera e propria mortificazione della professionalità.
Speriamo che i nuovi sappiano fare meglio, italiani o non italiani.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Maruska
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1673
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pelikan M805
Il mio inchiostro preferito: blue/black sailor sei boku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: imperia (provincia)
Sesso: Donna

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da Maruska » sabato 23 dicembre 2017, 13:11

Monet63 ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 12:40
Beh, ultimamente non è che Fedrigoni stesse facendo faville.
Ad esempio, una delle migliori carte al mondo professionali (anche nel prezzo, 9 euro al foglio) da disegno, la Fabriano Roma fatta a mano, era stata messa in un angolino: contrazione decisa della gamma portando le tinte da 20 a 3, eliminando addirittura la fondamentale tonalità grigia, che veniva usata in tutto il mondo da pittori da 4000 euro per un deux crayons. Motivo? Il mastro cartaio (una figura altamente specializzata, come si può immaginare) era stato messo alla rotatoria per la produzione di carta da fotocopie. Un pò come mettere Fernando Alonso alla guida di un autobus cittadino. Uno spreco senza fine, una vera e propria mortificazione della professionalità.
Speriamo che i nuovi sappiano fare meglio, italiani o non italiani.
Ciao Monet, questi sono i risultati della crisi economica :cry:
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Maruska
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1673
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pelikan M805
Il mio inchiostro preferito: blue/black sailor sei boku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: imperia (provincia)
Sesso: Donna

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da Maruska » sabato 23 dicembre 2017, 13:16

musicamusica ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 9:54
E' di questi giorni la notizia che la famiglia Fedrigoni ha ceduto il gruppo Fabriano ad acquirenti esteri. Sono certo che i nuovi proprietari manterranno alto il prestigio di questo storico marchio e spero che non ci siano ripercussioni sui posti di lavoro, dispiace solamente che un altro marchio storico del nostro paese passi di mano...
Chi di noi da bambini, non ha usato un album da disegno fabriano per muovere i primi passi con stecche e righelli o cimentarsi a mano libera ?
ciao a tutti e auguri di Buon Natale
Questa cosa mi dispiace proprio tanto, certo che da bambina usavo gli album da disegno Fabriano, dovrei averne ancora uno da qualche parte, me lo terrò caro, visto che i prossimi non saranno più di produzione italiana :cry:
L'Italia si sta vendendo come una prostituta, a chi addebitare questo sfacelo?
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 752
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso: Uomo
Contatta:

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da Monet63 » sabato 23 dicembre 2017, 13:32

Maruska ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 13:11
Monet63 ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 12:40
Beh, ultimamente non è che Fedrigoni stesse facendo faville.
Ad esempio, una delle migliori carte al mondo professionali (anche nel prezzo, 9 euro al foglio) da disegno, la Fabriano Roma fatta a mano, era stata messa in un angolino: contrazione decisa della gamma portando le tinte da 20 a 3, eliminando addirittura la fondamentale tonalità grigia, che veniva usata in tutto il mondo da pittori da 4000 euro per un deux crayons. Motivo? Il mastro cartaio (una figura altamente specializzata, come si può immaginare) era stato messo alla rotatoria per la produzione di carta da fotocopie. Un pò come mettere Fernando Alonso alla guida di un autobus cittadino. Uno spreco senza fine, una vera e propria mortificazione della professionalità.
Speriamo che i nuovi sappiano fare meglio, italiani o non italiani.
Ciao Monet, questi sono i risultati della crisi economica :cry:
In questo caso no. E' proprio cecità. Troppo comodo invocare tutte le volte la crisi economica. A Fabriano si è sempre fatta la miglior carta del mondo, e ci sono mastri cartai in concentrazione sconosciuta al resto del mondo. A me, francamente, se li paga - ad esempio - un canadese anziché un italiano non mi cambia niente.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Polemarco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 210
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso: Uomo

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da Polemarco » sabato 23 dicembre 2017, 16:14

Se disdicono o dimezzano le commesse (rispettivamente, India ed Europa) per la fornitura di filigrana per le banconote, c'è poco da fare. Si vende la quota di maggioranza, si tiene quella di minoranza e si spera che gli amministratori nominati dal fondo acquirente lavorino al meglio.
Sic transit Gloria mundi.

Avatar utente
Phormula
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2903
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Delta "Phormula"
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano
Sesso: Non Specificato

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da Phormula » sabato 23 dicembre 2017, 18:48

Infatti, la produziuone di carta filigranata per banconote sta diminuendo, i nuovi sistemi di pagamento fanno si che ci sia meno bisogno di contante, e le nuove banconote saranno di plastica.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

Avatar utente
zoniale
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 814
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso: Uomo

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da zoniale » sabato 23 dicembre 2017, 23:01

Evviva! Evviva!
C'è ancora qualche straniero che crede nel nostro paese e ci investe!
Grazie per questa buona notizia che ci rallegra il Natale.
Michele

Avatar utente
AinNithael
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 492
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino
Sesso: Non Specificato

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da AinNithael » sabato 23 dicembre 2017, 23:55

Monet63 ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 12:40
Beh, ultimamente non è che Fedrigoni stesse facendo faville.
Ad esempio, una delle migliori carte al mondo professionali (anche nel prezzo, 9 euro al foglio) da disegno, la Fabriano Roma fatta a mano, era stata messa in un angolino: contrazione decisa della gamma portando le tinte da 20 a 3, eliminando addirittura la fondamentale tonalità grigia, che veniva usata in tutto il mondo da pittori da 4000 euro per un deux crayons. Motivo? Il mastro cartaio (una figura altamente specializzata, come si può immaginare) era stato messo alla rotatoria per la produzione di carta da fotocopie. Un pò come mettere Fernando Alonso alla guida di un autobus cittadino. Uno spreco senza fine, una vera e propria mortificazione della professionalità.
Speriamo che i nuovi sappiano fare meglio, italiani o non italiani.
Molto interessante e triste. Vedevo le mancanze ma ne ignoravo le ragioni e questo spreco senza senso. La Fabriano 5 così buona per le matite colorate è rarissimo averla in un comodo blocco tanto che l'avevo conosciuta in quel formato in un set di Ann Swan, illustratrice britannica :-/
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 752
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso: Uomo
Contatta:

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da Monet63 » domenica 24 dicembre 2017, 2:20

AinNithael ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 23:55
Monet63 ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 12:40
Beh, ultimamente non è che Fedrigoni stesse facendo faville.
Ad esempio, una delle migliori carte al mondo professionali (anche nel prezzo, 9 euro al foglio) da disegno, la Fabriano Roma fatta a mano, era stata messa in un angolino: contrazione decisa della gamma portando le tinte da 20 a 3, eliminando addirittura la fondamentale tonalità grigia, che veniva usata in tutto il mondo da pittori da 4000 euro per un deux crayons. Motivo? Il mastro cartaio (una figura altamente specializzata, come si può immaginare) era stato messo alla rotatoria per la produzione di carta da fotocopie. Un pò come mettere Fernando Alonso alla guida di un autobus cittadino. Uno spreco senza fine, una vera e propria mortificazione della professionalità.
Speriamo che i nuovi sappiano fare meglio, italiani o non italiani.
Molto interessante e triste. Vedevo le mancanze ma ne ignoravo le ragioni e questo spreco senza senso. La Fabriano 5 così buona per le matite colorate è rarissimo averla in un comodo blocco tanto che l'avevo conosciuta in quel formato in un set di Ann Swan, illustratrice britannica :-/
Ancor più triste se si conosce la qualità di quella carta particolare (mi riferisco alla Roma, la Fabriano 5 è comunque ottima, ma piuttosto comune), famosa e richiesta in tutto il mondo, possibile solo se fatta a mano da chi sa il fatto suo. Ok comprimere la gamma (20 tinte erano effettivamente tantine), ma quelle che vengono chieste in tutto il mondo, almeno, lasciatele. Hanno lasciato 2 tinte (bianco e crema), silurando quella più importante in assoluto, ovvero la grigio medio. Ok, si compra altro (non è che le alternative abbondino, ma un paio esistono), oppure si fa scorta di fondi di magazzino; ma quel genere di produzione, anche se non legata ai grandi numeri, è sempre stata un'eccellenza tutta italiana. Speriamo che, a livello qualitativo, non faccia la stessa fine di Magnani.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
AinNithael
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 492
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino
Sesso: Non Specificato

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da AinNithael » domenica 24 dicembre 2017, 14:14

Monet63 ha scritto:
domenica 24 dicembre 2017, 2:20
AinNithael ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 23:55


Molto interessante e triste. Vedevo le mancanze ma ne ignoravo le ragioni e questo spreco senza senso. La Fabriano 5 così buona per le matite colorate è rarissimo averla in un comodo blocco tanto che l'avevo conosciuta in quel formato in un set di Ann Swan, illustratrice britannica :-/
Ancor più triste se si conosce la qualità di quella carta particolare (mi riferisco alla Roma, la Fabriano 5 è comunque ottima, ma piuttosto comune), famosa e richiesta in tutto il mondo, possibile solo se fatta a mano da chi sa il fatto suo. Ok comprimere la gamma (20 tinte erano effettivamente tantine), ma quelle che vengono chieste in tutto il mondo, almeno, lasciatele. Hanno lasciato 2 tinte (bianco e crema), silurando quella più importante in assoluto, ovvero la grigio medio. Ok, si compra altro (non è che le alternative abbondino, ma un paio esistono), oppure si fa scorta di fondi di magazzino; ma quel genere di produzione, anche se non legata ai grandi numeri, è sempre stata un'eccellenza tutta italiana. Speriamo che, a livello qualitativo, non faccia la stessa fine di Magnani.
Condivido ogni tua parola, incluso il timore a conclusione
Enrica
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 9924
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso: Uomo
Contatta:

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da piccardi » domenica 24 dicembre 2017, 16:40

Maruska ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 13:11
Monet63 ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 12:40
Speriamo che i nuovi sappiano fare meglio, italiani o non italiani.
Ciao Monet, questi sono i risultati della crisi economica :cry:
Mah, a me, se restiamo nell'esempio citato, sembrano più che altro il risultato dell'incompetenza e della mancanza di visione e prospettiva.

Non è che essere italiani garantisca competenza e capacità imprenditoriale.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 9924
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso: Uomo
Contatta:

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da piccardi » domenica 24 dicembre 2017, 16:52

Maruska ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 13:16
Questa cosa mi dispiace proprio tanto, certo che da bambina usavo gli album da disegno Fabriano, dovrei averne ancora uno da qualche parte, me lo terrò caro, visto che i prossimi non saranno più di produzione italiana :cry:
L'Italia si sta vendendo come una prostituta, a chi addebitare questo sfacelo?
Io se saranno prodotti di qualità e realizzati con tutti i crismi invece continuerò a comprarli. Lo sfracelo nello specifico lo addebiterei a chi non è stato capace di gestire l'azienda. Mi pare una scorciatoia un po' troppo autogiustificativa scaricare le responsabilità a qualcun altro. Se l'Italia va male non sarà che forse gli italiani qualche responsabilità ce l'hanno anche loro?

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
AinNithael
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 492
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino
Sesso: Non Specificato

Fabriano Fedrigoni, un altro pezzo d'Italia che se ne va

Messaggio da AinNithael » domenica 24 dicembre 2017, 16:57

piccardi ha scritto:
domenica 24 dicembre 2017, 16:52
Maruska ha scritto:
sabato 23 dicembre 2017, 13:16
Questa cosa mi dispiace proprio tanto, certo che da bambina usavo gli album da disegno Fabriano, dovrei averne ancora uno da qualche parte, me lo terrò caro, visto che i prossimi non saranno più di produzione italiana :cry:
L'Italia si sta vendendo come una prostituta, a chi addebitare questo sfacelo?
Io se saranno prodotti di qualità e realizzati con tutti i crismi invece continuerò a comprarli. Lo sfracelo nello specifico lo addebiterei a chi non è stato capace di gestire l'azienda. Mi pare una scorciatoia un po' troppo autogiustificativa scaricare le responsabilità a qualcun altro. Se l'Italia va male non sarà che forse gli italiani qualche responsabilità ce l'hanno anche loro?

Simone
Concordo con Simone su tutto. Credevo che gli straordinari mastri cartai si fossero estinti e che le sciocchezzuole (paragonabili agli stracci costosissimi perché griffati dei marchi di abbigliamento) della Boutique Fabriano fossero l'aver tentato di mettere una pezza a questo, scoprire che invece li hanno sottoutilizzati (ed è un eufemismo) mi addolora e mi fa adirare.
Ultima modifica di AinNithael il domenica 24 dicembre 2017, 22:25, modificato 1 volta in totale.
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Rispondi