Attenzione: Lamy contraffatte?

I problemi che incontriamo nel mondo delle Penne, oltre quelli generali. Parliamone.
Rispondi
muristenes
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 885
Iscritto il: lunedì 13 maggio 2013, 22:42
La mia penna preferita: Pelikan M215
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Topaz
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cagliari
Sesso: Non Specificato

Attenzione: Lamy contraffatte?

Messaggio da muristenes » venerdì 16 dicembre 2016, 11:08

Condivido con gli amici del forum una discussione recente sul gruppo facebook di FPN, decisamente interessante.

https://www.facebook.com/groups/fountai ... cmZlaXQ%3D

La discussione è in inglese, come in quest'altro post (http://www.deskoflori.com/blog/2015/4/1 ... amy-safari), ma il concetto è sostanzialmente questo: pare che esistano Safari contraffatte.

Non vorrei creare inutili allarmismi, ma effettivamente la mia Al-Star, comprata 2/3 anni fa da un venditore asiatico, presenta alcune difformità rispetto a quelle presentate come originali. Dal momento che al momento ne possiedo solo una, la farò valutare a un rivenditore italiano autorizzato.

Vi ringrazio per l'attenzione e invito chiunque ne sappia di più a spendere qualche parola.

Avatar utente
ebrownolf
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 477
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 0:00
La mia penna preferita: Aurora 88P
Il mio inchiostro preferito: Rohner & Klingner Verdgris
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Avellino
Sesso: Uomo

Attenzione: Lamy contraffatte?

Messaggio da ebrownolf » venerdì 16 dicembre 2016, 11:32

Grazie per l'avviso :thumbup: , in effetti discussione molto interessante.A guardare le foto nel link emerge che a prima vista non è semplice accorgersi delle differenze.
Emanuele

muristenes
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 885
Iscritto il: lunedì 13 maggio 2013, 22:42
La mia penna preferita: Pelikan M215
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Topaz
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cagliari
Sesso: Non Specificato

Attenzione: Lamy contraffatte?

Messaggio da muristenes » venerdì 16 dicembre 2016, 11:41

Segnalo anche questo video dove vengono esplicate le differenze tra le penne.
https://www.youtube.com/watch?v=1EE3DtrJlEA

Le differenze sembrano davvero minime, posseggo anche una Lamy Joy e non riesco a trovare prove evidenti del fatto che la mia sia falsa. Per questo voglio confrontare la mia Dark Purple con una sicuramente originale.

Gli elementi che mi fanno sospettare sono:
  1. la mia scatolina: grigia con scritta nera. Senza foglietti all'interno.
  2. il costo relativamente basso: avevo pagato circa 23 euro con spedizione inclusa, converter e pennino EF (che generalmente si paga a parte)
  3. la provenienza (Malesia)
All'epoca non ero abbastanza smaliziato, la Al-Star è stata una delle prime penne acquistate dopo l'iscrizione sul forum

Avatar utente
Contax1961
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1558
Iscritto il: mercoledì 12 novembre 2014, 15:24
La mia penna preferita: Pelikan M140
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Firenze
Sesso: Uomo
Contatta:

Attenzione: Lamy contraffatte?

Messaggio da Contax1961 » venerdì 16 dicembre 2016, 15:22

Su noti portali one line cinesi, ne trovi quante ne vuoi di imitazioni "genuine" come dicono loro, hanno un concetto diverso dal nostro, clonare è nella natura dei cinesi :D
Riccardo

Avatar utente
nello56
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1124
Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 19:37
La mia penna preferita: quella rimessa insieme da me
Il mio inchiostro preferito: Diamine Violet o 4001 Nero
Misura preferita del pennino: Italico
Arte Italiana FP.IT M: 056
Fp.it ℵ: 056
Fp.it Vera: 056
Località: Torino
Sesso: Uomo

Attenzione: Lamy contraffatte?

Messaggio da nello56 » domenica 18 dicembre 2016, 10:52

...e, tanto per proseguire sulla linea di Riccardo, posso aggiungere che, lasciando perdere le ormai arcinote MB,
si trovano le più comuni Parker (Sonnet,Im,Vector etc,) a prezzi che neppure la Parker stessa riesce ad ottenere! :lol:
Che si possa risparmiare qualcosa in rete è innegabile.... ma se si trova una Lamy che costa 7€ od una Parker Sonnet a 6€
(ovviamente spedite e tracciate) FORSE non sono proprio quelle distribuite della casa madre!
Come dice Riccardo, in alcuni paesi è possibile.Nnegli stessi (ed insospettabili USA) è possibile farlo purchè si metta bene in chiaro che si
tratta di una "Replica" (e quindi non originale), a tutela dell'acquirente.
Poi, una volta che lo si sa...ognuno è libero di fare come vuole! ;)
Nello

Avatar utente
sciumbasci
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 443
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2015, 11:58
La mia penna preferita: Lamy Safari
Località: Reggio Emilia
Sesso: Uomo

Attenzione: Lamy contraffatte?

Messaggio da sciumbasci » domenica 18 dicembre 2016, 11:56

nello56 ha scritto:...e, tanto per proseguire sulla linea di Riccardo, posso aggiungere che, lasciando perdere le ormai arcinote MB,
si trovano le più comuni Parker (Sonnet,Im,Vector etc,) a prezzi che neppure la Parker stessa riesce ad ottenere! :lol:
Che si possa risparmiare qualcosa in rete è innegabile.... ma se si trova una Lamy che costa 7€ od una Parker Sonnet a 6€
(ovviamente spedite e tracciate) FORSE non sono proprio quelle distribuite della casa madre!
La Parker ha due fabbriche per l'estremo oriente: Luxor, che produce su licenza penne ed inchiostri Parker, ed una fabbrica vera e propria in Cina stando alle poche e disperse informazioni che si trovano al riguardo.

http://www.fountainpennetwork.com/forum ... -now-made/

Avatar utente
nello56
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1124
Iscritto il: venerdì 11 novembre 2011, 19:37
La mia penna preferita: quella rimessa insieme da me
Il mio inchiostro preferito: Diamine Violet o 4001 Nero
Misura preferita del pennino: Italico
Arte Italiana FP.IT M: 056
Fp.it ℵ: 056
Fp.it Vera: 056
Località: Torino
Sesso: Uomo

Attenzione: Lamy contraffatte?

Messaggio da nello56 » domenica 18 dicembre 2016, 18:52

Sono d' accordo che Parker, come molte altre aziende abbia decentrato le produzioni nel Far East,
ma penso che resti comunque molto difficile riuscire a vendere una Sonnet laminata oro ,
come quella della foto, con penino in oro 14k ( vedi allegato: NIB A), a €6,81 compresa spedizione tracciata.
Che la mano d'opera costi meno è indubbio.... ma se vuoi materiali e trattamenti di qualità
li paghi anche in Cina come nel resto del mondo! :D

Nello
Allegati
nib_parker_china.jpg
Sonnet_china.jpg

Rispondi

Torna a “Problematiche di settore”