Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

I problemi che incontriamo nel mondo delle Penne, oltre quelli generali. Parliamone.
Rispondi
WallaceM
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 53
Iscritto il: martedì 29 ottobre 2013, 1:21
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Emilia-Romagna

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da WallaceM » mercoledì 12 ottobre 2016, 23:25

Buonasera a tutte/i,

nelle mie serate di elucubrazioni sul mondo della Stilografica (e più in generale, degli Strumenti per la Scrittura), riflettevo su di un argomento un po' particolare.

Una sorta di diversificazione di prodotto ha interessato alcuni produttori storicamente e tradizionalmente legati al mondo della Stilografica. In particolare, stavo pensando a quei marchi che producono, e fanno realizzare col loro brand, prodotti a corredo: profumi, borse, valigie, orologi, gemelli, cravatte, ecc... oltre ad aperture di Negozi mono marca, con tanto di mega serate all'insegna di ospiti "famosi".

Senza dilungarmi oltre, Voi come vedete queste scelte di posizionamento? Non si perde il fascino dello Strumento Penna Stilografica?

Un caro saluto.

frenkt
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 140
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2016, 1:35
La mia penna preferita: Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Tanzanite
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Bologna
Sesso:

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da frenkt » giovedì 13 ottobre 2016, 0:09

Scusami la bassezza del mio pensiero, spero sia solo l'orario.
Personalmente l'unica cosa che mi interessa è che producano penne di qualità a prezzi "ragionevoli".
Se poi si mettono anche a vendere profumi, gemelli e orologi, beh poco mi cambia..." è il mercato baby! "
io guardo alle penne.

Francesco

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3073
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Delta "Phormula"
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da Phormula » giovedì 13 ottobre 2016, 7:21

Io guardo in faccia la realtà.
Oggi, 2016, probabilmente si vendono più custodie per tablet che penne stilografiche. Salvo casi particolari non credo una azienda possa sopravvivere producendo solo penne stilografiche.
Detto questo, uno compra il prodotto che gli interessa.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

paki
Levetta
Levetta
Messaggi: 526
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2014, 16:15
La mia penna preferita: Pelikan M805 Stresemann
Il mio inchiostro preferito: Diamine 150th Blue Velvet
Misura preferita del pennino: Italico
Sesso:

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da paki » giovedì 13 ottobre 2016, 9:08

Phormula ha scritto:Io guardo in faccia la realtà.
Oggi, 2016, probabilmente si vendono più custodie per tablet che penne stilografiche. Salvo casi particolari non credo una azienda possa sopravvivere producendo solo penne stilografiche.
Detto questo, uno compra il prodotto che gli interessa.
+ 1

Tralasciando l'aspetto "romantico", in fin dei conti, ben venga tutto questo se serve a far sopravvivere le Case produttrici, non vorremmo mica che facciano tutte la triste fine di Omas! :cry:
Pasquale
Immagine

frenkt
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 140
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2016, 1:35
La mia penna preferita: Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Tanzanite
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Bologna
Sesso:

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da frenkt » giovedì 13 ottobre 2016, 9:28

paki ha scritto:non vorremmo mica che facciano tutte la triste fine di Omas! :cry:
condivido pienamente.

Avatar utente
Luca_63
Levetta
Levetta
Messaggi: 548
Iscritto il: mercoledì 31 dicembre 2008, 11:42
Il mio inchiostro preferito: Purchè sia blu...
Località: Genova
Sesso:

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da Luca_63 » giovedì 13 ottobre 2016, 11:08

Si, anch'io concordo con quanto scritto sinora.
Se una Casa nata come costruttrice di penne differenzia la sua offerta proponendo altri oggetti e questo può aiutarla a continuare a lavorare, ben venga.
Io tralascerò gli oggetti per me non interessanti e, se belle, ben fatte e vendute ad un prezzo (per me) corretto, continuerò ad acquistare le sue penne.
Luca M.

Avatar utente
Contax1961
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1558
Iscritto il: mercoledì 12 novembre 2014, 15:24
La mia penna preferita: Pelikan M140
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da Contax1961 » giovedì 13 ottobre 2016, 11:53

WallaceM ha scritto:Buonasera a tutte/i,

nelle mie serate di elucubrazioni sul mondo della Stilografica (e più in generale, degli Strumenti per la Scrittura), riflettevo su di un argomento un po' particolare.

Una sorta di diversificazione di prodotto ha interessato alcuni produttori storicamente e tradizionalmente legati al mondo della Stilografica. In particolare, stavo pensando a quei marchi che producono, e fanno realizzare col loro brand, prodotti a corredo: profumi, borse, valigie, orologi, gemelli, cravatte, ecc... oltre ad aperture di Negozi mono marca, con tanto di mega serate all'insegna di ospiti "famosi".

Senza dilungarmi oltre, Voi come vedete queste scelte di posizionamento? Non si perde il fascino dello Strumento Penna Stilografica?

Un caro saluto.
Ferrari ha una linea accessori da tempo, eppure non penso che nessuno si preoccupi della qualità delle macchine che produce, concede il marchio a terzi per fini puramente commerciali, la Sheaffer lo usa su le proprie penne, ;) non vedo perchè non possano fare il contrario i produttori di penne.
Riccardo

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1250
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da rolex hunter » giovedì 13 ottobre 2016, 13:11

Quando la MB ha cominciato a vendere orologi, ho pensato "tipica operazione commerciale; già come produttori di penne mi stanno un pò antipatici, figuriamoci per gli orologi".

Poi negli anni hanno cominciato a tirar fuori produzioni egregie come quelle mostrate di seguito, meccaniche di prim'ordine e, per giunta, prezzi proporzionalmente accettabilissimi (un "ore del mondo" con quadrante animato in smalto attorno ai 6.000€.... è magnifico)
MB-Perp-cal.jpg
MB-Perp-cal1.jpg
MB-Perp-cal2.jpg
MB-WT01.jpg
MB-WT02.jpg
MB-OMG01.jpg
(foto dalla rete)
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

frenkt
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 140
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2016, 1:35
La mia penna preferita: Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Tanzanite
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Bologna
Sesso:

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da frenkt » giovedì 13 ottobre 2016, 13:26

A dire il vero la prima volta che Visconti ha iniziato a vendere orologi, mi son sentito abbastanza spiazzato;
ho provato una certa amarezza.

Però finché continueranno a fare penne di ottima qualità..nulla da dire!

Infine, non penso si perda il fascino per la stilografica.
Francesco

"O luce etterna che sola in te sidi,
sola t'intendi, e da te intelletta
e intendente te ami e arridi!"

Avatar utente
stanzarichi
Levetta
Levetta
Messaggi: 550
Iscritto il: lunedì 27 aprile 2015, 10:04
La mia penna preferita: Montblanc 149 F
Località: Modena
Sesso:

Diversificazione di prodotto - Marchi delle Stilografiche

Messaggio da stanzarichi » giovedì 13 ottobre 2016, 13:33

Il fascino dello strumento lo provo io mentre la uso e, personalmente, non dipende da cos'altro produce la casa madre :) (fermo restando che a me, ad esempio, la pelletteria Montblanc piace anche se ha certi prezzi :? )
Riccardo

Rispondi