Ore decisive per OMAS

I problemi che incontriamo nel mondo delle Penne, oltre quelli generali. Parliamone.
Eroica

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da Eroica » martedì 1 marzo 2016, 16:14

Boh qua Omas non sanno manco cosa sia :lol: :lol:

opelousa
Converter
Converter
Messaggi: 2
Iscritto il: martedì 29 marzo 2016, 14:54

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da opelousa » martedì 29 marzo 2016, 22:59

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa- ... d=AC1l7AOC

Le ultime, si fa per dire, novità sulla ditta OMAS, datata del 2. Febraio 2016

Ciao
Melanie

XFer
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 842
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Pilot Custom 845
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Borealis Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso:

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da XFer » mercoledì 30 marzo 2016, 9:44

Ciao Melanie,

purtroppo quelle non sono più le ultime notizie:

http://www.bolognatoday.it/economia/oma ... renti.html

ne abbiamo già parlato nelle pagine precedenti di questa stessa discussione.

Fernando

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da DerAlte » mercoledì 30 marzo 2016, 11:17

Dall'articolo si intravede ancora un barlume di speranza, mi auguro che la proprietà ritorni sui suoi passi e che si riesca a trovare un compromesso che non penalizzi eccessivamente una parte.
Immagine

cassullo

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da cassullo » lunedì 11 aprile 2016, 21:06

Eroica ha scritto:Ragazzi giusto o sbagliato che sia i non appassionati sanno che Montblanc é La stilografica, Rolex é L' orologio e BMW La macchina .
Se per mea culpa su almeno un oggetto mi trovo d'accordo, bisogna chiedersi perché ? Solo marketing ? Ne dubito. Non si resta al Top per così tanto tempo solo per pubblicità.
Tutto giusto tranne forse per l'automobile , i cinesi che abitano nella mia zona se gli parli di auto nominano con gli occhi che brillano ; Ferrari !
maxpop 55 ha scritto:Lo stesso vale per la Delta.......... oltre le penne orologi, pelletteria, ecc ... bisogna adeguarsi altrimenti si affonda.
Se non erro la Lamy fa solo penne ed accessori per la scrittura eppure vende , smentitemi se sbaglio . Non fa edizioni limitate e nel suo listino credo non ci siano stilo che superino i 300 € , eppure vende ..... sarà la qualità , il design ?

Avatar utente
Mightyspank
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 769
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso:

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da Mightyspank » lunedì 11 aprile 2016, 21:39

cassullo ha scritto:Se non erro la Lamy fa solo penne ed accessori per la scrittura eppure vende , smentitemi se sbaglio . Non fa edizioni limitate e nel suo listino credo non ci siano stilo che superino i 300 € , eppure vende ..... sarà la qualità , il design ?
Lamy fa anche edizioni speciali e limitate. Certo produce in tutte le fasce di prezzo, a cominciare dalle scolastiche.
Omas si posizionava su un target del lusso simile a quello di Montblanc (che produce numerose edizioni limitate), ma anche di Montegrappa.
Omas ha certo un design e una qualità elevati. Purtroppo ci sono stati sicuramente errori di gestione che hanno portato prima alla vendita e poi alla scelta dei nuovi azionisti di chiudere l'attività in Italia.

Eroica

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da Eroica » martedì 12 aprile 2016, 1:25

cassullo ha scritto:
Eroica ha scritto:Ragazzi giusto o sbagliato che sia i non appassionati sanno che Montblanc é La stilografica, Rolex é L' orologio e BMW La macchina .
Se per mea culpa su almeno un oggetto mi trovo d'accordo, bisogna chiedersi perché ? Solo marketing ? Ne dubito. Non si resta al Top per così tanto tempo solo per pubblicità.
Tutto giusto tranne forse per l'automobile , i cinesi che abitano nella mia zona se gli parli di auto nominano con gli occhi che brillano ; Ferrari !
Mi riferivo ad oggetti di accessibilità comune e non esclusivi

cassullo

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da cassullo » martedì 12 aprile 2016, 8:45

Ah ok , grazie e scusa se ho mal interpretato .

Avatar utente
sciumbasci
Levetta
Levetta
Messaggi: 681
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2015, 11:58
La mia penna preferita: Hero 616
Località: Reggio Emilia
Sesso:

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da sciumbasci » martedì 12 aprile 2016, 15:06

È facile parlare da estranei, lo so, ma volevo un vostro parere:

sarebbe stata una mossa così assurda quella di tentare di inserirsi ANCHE nelle fascie più basse, non necessariamente con un sottomarchio?

Avatar utente
G P M P
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2156
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2012, 16:06
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Blue
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 003
Arte Italiana FP.IT M: 003
Fp.it ℵ: 003
Fp.it 霊気: 003
Località: Pescara
Sesso:

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da G P M P » martedì 12 aprile 2016, 15:30

Del senno di poi son piene le fosse, ma ...
sciumbasci ha scritto:... sarebbe stata una mossa così assurda quella di tentare di inserirsi ANCHE nelle fascie più basse, non necessariamente con un sottomarchio?
Stipula ci ha provato, presentando la Splash.
Giovanni Paolo (ma per tutti, GP) - il mio fotoblog

Avatar utente
sciumbasci
Levetta
Levetta
Messaggi: 681
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2015, 11:58
La mia penna preferita: Hero 616
Località: Reggio Emilia
Sesso:

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da sciumbasci » martedì 12 aprile 2016, 15:42

Più che altro li ci hanno provato a fare i furbi.
Hanno sfruttato un marchio che è discretamente conosciuto all'estero, pubblicizzando un pennino semiflex che di flessibile non ha niente, utilizzando stessi stampi e materiali di penne da 3.75€

Ora, se l'avessero venduta a, non so, 10€, 15€.. Voglio esagerare, 20€ per far concorrenza a Lamy... Beh ecco sarebbe stata anche una mossa con della testa, credo. Si sarebbero inseriti in una fascia di mercato dominata attualmente da Giapponesi e Tedesche.
Ma 60€ per una penna che non ha solo il pennino diverso dalla Dollar? Flop assicurato.

Avatar utente
vikingo60
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4752
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 16:50
La mia penna preferita: Pelikan M 200
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113
Fp.it Vera: 060
Località: Isernia
Sesso:

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da vikingo60 » mercoledì 13 aprile 2016, 18:02

sciumbasci ha scritto:È facile parlare da estranei, lo so, ma volevo un vostro parere:

sarebbe stata una mossa così assurda quella di tentare di inserirsi ANCHE nelle fascie più basse, non necessariamente con un sottomarchio?
L'unico tentativo fatto da Omas che io ricordi fu fatto nei primi anni '70 con una scolastica a cartuccia che nelle intenzioni avrebbe dovuto fare concorrenza a Pelikan, Aurora ed Ero, ma non ebbe alcun successo.
Aveva grossi problemi di scrittura e veniva venduta solo in un anonimo colore grigio, se ricordo bene.
Ne furono vendute talmente poche che oggi è difficile trovarne, a differenza delle Pelikano e delle Auretta dell'epoca.
Alessandro

XFer
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 842
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Pilot Custom 845
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Borealis Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso:

Re: Ore decisive per OMAS

Messaggio da XFer » giovedì 14 aprile 2016, 0:10

vikingo60 ha scritto:L'unico tentativo fatto da Omas che io ricordi fu fatto nei primi anni '70 con una scolastica a cartuccia che nelle intenzioni avrebbe dovuto fare concorrenza a Pelikan, Aurora ed Ero, ma non ebbe alcun successo.
Aveva grossi problemi di scrittura e veniva venduta solo in un anonimo colore grigio, se ricordo bene.
Ne furono vendute talmente poche che oggi è difficile trovarne, a differenza delle Pelikano e delle Auretta dell'epoca.
Purtroppo ne avevo una. Marchietto di plastica rosso sulla punta della clip. Non scriveva neanche ad ammazzarla.
L'ho gettata via, e ho detto tutto. :shock:

Fernando

Rispondi