Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Per fare due chiacchiere insieme su argomenti vari
Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1275
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da Pettirosso » domenica 9 giugno 2019, 18:11

Quando una virgola può diventare una questione di vita o di morte:
"Ibis redibis non morieris in bello".
Qualche incartapecorito come me sicuramente la ricorda...
P.S.: Grazie per la precisazione su Gadda, Polemarco: dopo tanti ... decenni non ricordo più se il professore l'avesse citato (né più ricordavo il testo esatto).

Avatar utente
ooti
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 187
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2016, 10:38
La mia penna preferita: daScoprire
Il mio inchiostro preferito: comeSopra
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Como

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da ooti » domenica 9 giugno 2019, 18:32

Anch'io trovo fastidioso l'assenza di virgole, presenza o assenza di accento sulla "e" secondo il suo significato, acronimi tipo IMO o peggio XD, che pur con l'aiuto di Google mi rimane piuttosto oscuro.

Sono "variazioni" che ti costringono a interpretare, rileggendo la frase, per valutare le possibili alternative, con risultati a volte anche contrastanti, e mi stupisce il fatto che invece altri riescono a rispondere con coerenza , e spesso proprio grazie alle risposte vedo anch'io la luce, sarà forse ora, per me, di mettere gli occhiali al cervello?

Nemmeno io penso di esprimermi sempre correttamente, e a volte devo ri-editare un messaggio per correggerlo, perché nonostante prima lo scriva "in brutta", il correttore che utilizzo è ortografico e se scrivo < tasso di tempo > invece di < lasso di tempo >, per lui va bene comunque.
Ci sono anche altre cose che mi danno fastidio, per esempio, una per tutte, è molto comune che venga utilizzato < c'ha dato > invece di < ci ha dato >. Rende l'idea ma lo considero molto brutto, non lo credo neppure corretto, sbaglio?

Considero la precisione una caratteristica molto importante, tanto più che scrivendo non si possono rendere le informazioni ausiliarie che si esprimerebbero faccia a faccia, credo che le emoticon servano a supplire, però non mi entusiasmano e cerco di adattare le frasi in modo da scongiurare interpretazioni errate, anche riscrivendo parecchie volte lo stesso pensiero.

Allego una foto carina presa dal web, anche se è un poco fuori tema (o scrivo OT!?!).
certezza.jpg
Non tento nemmeno di risolverla, mi basta il chiaro concetto che esprime.
se vuoi catturare il coniglio......devi fare il verso della carota

Avatar utente
sussak
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 176
Iscritto il: martedì 26 febbraio 2019, 12:02
La mia penna preferita: Parker Duofold Orange Senior,
Il mio inchiostro preferito: Diamine, Lamy Azurite
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da sussak » domenica 9 giugno 2019, 18:34

Rientro stanchino dai lavori agricoli del week end, e non so trattenere le risate, leggendo quanto sopra.
Per gli analfabeti di ritorno è stato edito un libro interessante:

Claudio Giunta
Come NON scrivere
(scemenze da evitare quando si scrive in italiano)
ed. Utet- pp.330- 2018- €. 16

Lo consiglio, si trova da Feltrinelli
Umberto

MiraB
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 141
Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2017, 13:17
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da MiraB » domenica 9 giugno 2019, 18:48

ooti ha scritto:
domenica 9 giugno 2019, 18:32
Ci sono anche altre cose che mi danno fastidio, per esempio, una per tutte, è molto comune che venga utilizzato < c'ha dato > invece di < ci ha dato >. Rende l'idea ma lo considero molto brutto, non lo credo neppure corretto, sbaglio?
Non è del tutto sbagliato, però...
20190609_184208.jpg
Sapere aude

Caterina

Avatar utente
ooti
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 187
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2016, 10:38
La mia penna preferita: daScoprire
Il mio inchiostro preferito: comeSopra
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Como

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da ooti » domenica 9 giugno 2019, 19:53

MiraB ha scritto:
domenica 9 giugno 2019, 18:48
Non è del tutto sbagliato, però...
Grazie della precisazione, mi sento di pensarla come ho evidenziato in giallo sul frammento tratto dalla tua immagine, e nel caso, mi comporterei come scritto nell'evidenziato azzurro, oppure tralascerei il < ci >, come riportato più avanti nel tuo testo, utilizzando solo il verbo. ciao, sandro
frammento.jpg
se vuoi catturare il coniglio......devi fare il verso della carota

MiraB
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 141
Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2017, 13:17
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da MiraB » domenica 9 giugno 2019, 20:05

ooti ha scritto:
domenica 9 giugno 2019, 19:53
MiraB ha scritto:
domenica 9 giugno 2019, 18:48
Non è del tutto sbagliato, però...
Grazie della precisazione, mi sento di pensarla come ho evidenziato in giallo sul frammento tratto dalla tua immagine, e nel caso, mi comporterei come scritto nell'evidenziato azzurro, oppure tralascerei il < ci >, come riportato più avanti nel tuo testo, utilizzando solo il verbo. ciao, sandroframmento.jpg
Figurati! :thumbup:
Sapere aude

Caterina

Avatar utente
Polemarco
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 473
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da Polemarco » domenica 9 giugno 2019, 20:49

«Ma si ricorda di me?».

«Certo che mi ricordo».

«Posso permettermi di farle una domanda?… Poi gliene farò altre, di altra natura…

Nei componimenti d’italiano lei mi assegnava sempre un tre, perché copiavo.

Ma una volta mi ha dato un cinque: perché?».

«Perché aveva copiato da un autore più intelligente».
Il magistrato scoppiò a ridere: «L’italiano: ero piuttosto debole in italiano. Ma,

come vede, non è poi stato un gran guaio: sono qui, procuratore della Repubblica…».

«L’italiano non è l’italiano: è il ragionare» disse il professore. «Con meno italiano, lei sarebbe forse ancora più in alto».

Il grande Sciascia !

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1100
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da Monet63 » domenica 9 giugno 2019, 21:35

ooti ha scritto:
domenica 9 giugno 2019, 18:32
Considero la precisione una caratteristica molto importante, tanto più che scrivendo non si possono rendere le informazioni ausiliarie che si esprimerebbero faccia a faccia
E' lo stesso per me. Oltretutto, scrivendo cose che spesso vengono lette da persone che parlano lingue diverse dalla mia, faccio sempre molta attenzione a non complicare inutilmente il lavoro di un eventuale traduttore (umano o digitale). Ad esempio, anche se sto scherzando difficilmente scriverò "eccheccavolo" o cose del genere; tendo anche a non essere inutilmente prolisso, se serve evitando anche quei termini che possono indurre dubbi. In ogni caso faccio ovviamente molti errori, come tutti, solo che cerco di correggerli e di imparare.
Poi, ho le mie fisime, come la storia del "qual é", che scrivo indifferentemente con o senza l'apostrofo, fregandomene della Crusca.
:wave:
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
lucaparte
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 213
Iscritto il: lunedì 25 marzo 2019, 9:11
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da lucaparte » domenica 9 giugno 2019, 23:04

Pettirosso ha scritto:
domenica 9 giugno 2019, 18:11
Quando una virgola può diventare una questione di vita o di morte:
"Ibis redibis non morieris in bello".
Qualche incartapecorito come me sicuramente la ricorda...
Eh, ma qui la Sibilla faceva la scelta di non usarle, le virgole! Mica per pigrizia, per essere sibillina! Ma incartapecorito dillo a un altro :eh:
Ciao
Luca
Luca

Avatar utente
Gargaros
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 168
Iscritto il: giovedì 6 dicembre 2018, 3:54
La mia penna preferita: P.Plasir (dopo cambio pennino)
Il mio inchiostro preferito: Al gusto fragola!
Misura preferita del pennino: Extra Fine

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da Gargaros » lunedì 10 giugno 2019, 9:08

shinken ha scritto:
domenica 9 giugno 2019, 17:43
Volendo si potrebbero eliminare, ma la struttura dei periodi dovrebbe cambiare radicalmente verso una forte semplificazione.
La lingua perderebbe molto valore. Non voglio immaginare cosa accadrebbe in letteratura...

Avatar utente
shinken
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 871
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 20:42
La mia penna preferita: Sailor GT EF, PilotCustom 74SF
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight, 朝顔
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Genova
Sesso:
Contatta:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da shinken » lunedì 10 giugno 2019, 9:41

Gargaros ha scritto:
lunedì 10 giugno 2019, 9:08
shinken ha scritto:
domenica 9 giugno 2019, 17:43
Volendo si potrebbero eliminare, ma la struttura dei periodi dovrebbe cambiare radicalmente verso una forte semplificazione.
La lingua perderebbe molto valore. Non voglio immaginare cosa accadrebbe in letteratura...
Nella letteratura giapponese l' interpunzione è una cosa relativamente nuova, diciamo un 200 anni circa, credo che in quella cinese non esista.
In entrambe le lingue esistono produzioni letterarie e poetiche di alto pregio.
Il punto è che la lingua è uno strumento, se ne togli un pezzo modifichi le possibilità di utlizzo.
Nulla vieta una modifica più radicale verso strutture diverse.
Luigi, tabaccaio in Genova.
Quarantadue è la risposta!

Avatar utente
HoodedNib
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1426
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da HoodedNib » lunedì 10 giugno 2019, 10:27

shinken ha scritto:
lunedì 10 giugno 2019, 9:41
Gargaros ha scritto:
lunedì 10 giugno 2019, 9:08


La lingua perderebbe molto valore. Non voglio immaginare cosa accadrebbe in letteratura...
Nella letteratura giapponese l' interpunzione è una cosa relativamente nuova, diciamo un 200 anni circa, credo che in quella cinese non esista.
In entrambe le lingue esistono produzioni letterarie e poetiche di alto pregio.
E anche adesso spesso punti e virgole sono usate piu' per comodita' che per necessita' d'uso e dei punti interrogativi non ci sarebbe praticamente bisogno (ci fanno enfasi per lo piu' scritta con quelli).
Il punto è che la lingua è uno strumento, se ne togli un pezzo modifichi le possibilità di utlizzo.
Nulla vieta una modifica più radicale verso strutture diverse.
E' vero anche che ogni lingua e viva quindi non ci si puo' nemmeno aspettare che i suoi usi e le sue regole restino immutate nel tempo.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

schessa
Converter
Converter
Messaggi: 3
Iscritto il: martedì 28 maggio 2019, 12:34
La mia penna preferita: per ora: Aurora 88 Sole
Il mio inchiostro preferito: per ora: J. Herbin, Lie de Thé
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Sassari
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da schessa » martedì 11 giugno 2019, 18:13

Perdonatemi per la provocazione, ma il punto interrogativo esprime un dubbio (il dubbio di non essere capaci di fornirsi da soli una risposta) e in un momento storico in cui la maggior parte delle conversazioni è animata da un fiorire di "assolutamente sì" e "assolutamente no" non mi sembra che il dubbio abbia possibilità di trovare spazio (e le risposte le costruiamo autarchicamente - ma forse nemmeno ci si pone la domanda).
;)

Avatar utente
StePen
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 151
Iscritto il: martedì 11 giugno 2019, 9:08
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da StePen » martedì 11 giugno 2019, 18:48

A onor del vero la mancanza del punto interrogativo non mi sembra avvenga così di frequente.

Magari dipende dal fatto che molti ormai affermano senza neanche sognarsi di poter manifestare dubbi o domande... :)

Semmai ciò che mi capita abbastanza spesso è assistere a un utilizzo selvaggio dei punti di sospensione.

Per non parlare ovviamente del congiuntivo o più sottilmente della d eufonica.

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7709
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Siamo alla scomparsa del punto interrogativo?

Messaggio da Ottorino » martedì 11 giugno 2019, 20:04

Mi spieghi cos'è una d eufonica ?
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Rispondi