Clima e penne

Per fare due chiacchiere insieme su argomenti vari
Rispondi
Avatar utente
ASTROLUX
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 917
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

Clima e penne

Messaggio da ASTROLUX » domenica 5 agosto 2018, 13:25

Secondo voi ci sono precauzioni da prendere per conservare le nostre stilografiche dal rigori climatici ?
Troppo caldo o troppo freddo possono rovinare guarnizioni o altro ?

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 341
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

Clima e penne

Messaggio da Stilo80 » domenica 5 agosto 2018, 14:03

Mi sono posto il problema ed ho deciso di portarmi dietro solo penne economiche in metallo. Con la giusta custodia in tela (ne recensiro' presto un modello nella sezione adatta) non ho avuto problemi nemmeno con resine plastiche Pelikan.

Avatar utente
HoodedNib
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 994
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Clima e penne

Messaggio da HoodedNib » domenica 5 agosto 2018, 14:16

L'unica cosa che mi e' capitata e' che qualche penna appena riempita tracimasse un po' una volta presa una botta di caldo del tipo passeggio in citta' o simili. A parte questo nient'altro, non credo che le guarnizioni siano cosi' sensibili al calore, tralaltro.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
Siberia
Levetta
Levetta
Messaggi: 744
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: Quelle in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Clima e penne

Messaggio da Siberia » domenica 5 agosto 2018, 17:48

Penne e clima... esagerazione
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1242
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Clima e penne

Messaggio da rolex hunter » domenica 5 agosto 2018, 19:33

Non credo che il caldo possa danneggiare una penna, salvo che non la si dimentichi sotto il sole a picco, magari in macchina; direi che fino ai 40° si sta ragionevolmente tranquilli; ma, alla stessa temperatura, ho notato che l'inchiostro modifica alcune sue caratteristiche, di solito diventa talmente fluido che può arrivare a gocciolare dal pennino o magari attraversare una guarnizione che non sia in perfetta salute; sul freddo non mi pronuncio, per ora vivo nel sud italia, quindi, genericamente parlando, il freddo non è proprio un problema
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3044
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Delta "Phormula"
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

Clima e penne

Messaggio da Phormula » lunedì 6 agosto 2018, 8:14

I materiali che possono soffrire il cado più di altri sono l'ebanite e la celluloide.
Quest'ultima a caldo tende a perdere i plastificanti.
Più che della penna, se fa molto caldo c'è il rischio che alcuni astucci economici possano appunto rilasciare sostanze che attaccano la plastica delle penne, a me successe con un portapenne ad elastici economico, per fortuna conteneva solo penne scolastiche, ma le ho dovute buttare, dove erano in contatto con il portapenne si sono letteralmente sciolte, per via dell'azione dei plastificanti contenuti nella pelle sintetica.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7241
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Clima e penne

Messaggio da Ottorino » lunedì 6 agosto 2018, 10:31

Siberia ha scritto:
domenica 5 agosto 2018, 17:48
Penne e clima... esagerazione
L'associazione col nickname è voluta o accidentale ? Sto ancora ridendo
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
ASTROLUX
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 917
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

Clima e penne

Messaggio da ASTROLUX » lunedì 6 agosto 2018, 16:03

Ottorino ha scritto:
lunedì 6 agosto 2018, 10:31
Siberia ha scritto:
domenica 5 agosto 2018, 17:48
Penne e clima... esagerazione
L'associazione col nickname è voluta o accidentale ? Sto ancora ridendo
:lol: con questo caldo, un po' di Siberia ci vorrebbe.

Rispondi